1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Allora, dice Mario Monti:
    “ Cari giovani, il posto fisso è una noia, una vera iattura. Rifuggite da esso!”
    Però…
    Niente posto fisso, niente mutuo dalle banche;
    niente mutuo dalle banche, nessuna possibilità di comprare casa,
    nessuna opportunità di comprare casa, niente rogito,
    niente rogito, niente preliminare di vendita,
    niente preliminare di vendita, nessuna proposta d'acquisto,
    nessuna proposta d'acquisto....

    Ma allora, egregio Capo dell' Esecutivo, cosa ci stanno a fare gli agenti immobiliari...?
    A lucidare le foglie, ad infilare i pidocchi negli aghi, a rimettere il dentifricio nel tubetto o ad asciugare gli scogli?

    :rabbia:
     
    A francescolaghezza, donatella 75, Limpida e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    i veri nemici degli agenti immobiliari sono i proprietari che non abbassano il prezzo :stretta_di_mano:
     
    A francescolaghezza, EnzoDm, Gioia e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Certo che una frase del genere, detta da uno che si e' appena assicurato un lauto stipendio con un posto fisso A VITA...

    ...admin, non c'e' lo similey ":.presaperilchiùlo:"???:sorrisone::sorrisone::sorrisone:

    Temo che le banche, se vogliono continuare a fare le "banche" e non solo il lavoro di esattori, "porcellino risparmi" e broker finanziari (che gia' garantiscono lauti guadagni) dovranno anche loro adattarsi e rimodulare le garanzie di fronte al nuovo "mercato del lavoro"... in fondo, non ce l'hanno messo loro Monti?
     
    A francescolaghezza e lisamorganti piace questo messaggio.
  4. GladiusAgenteEst

    GladiusAgenteEst Membro Junior

    Privato Cittadino
    Se ti informi a riguardo, vedi che l' egreggio dottor. Mario Monti ha rinunciato al vitalizio. E vedi pure che quello che dice è vero. Penso che l' autore di questi post sia in generale una persona che ama lamentarsi, e penso anche che si e no il 10% di tutti gli italiani ha la capacità mentale di capire sul serio quello che ha detto Monti. Per esempio negli States non esiste quasi nessun posto fisso (non mi sembra che non esistano agenti anzi....)...e la gente nella vita cambia città anche 19/20 volte nell' arco di tutta la vita. Il problema non è che non esiste il posto fisso, bensì che non si trova lavoro...perchè se sono sicuro, scaduta la mia collaborazione con un azienda di ritrovare altrove a condizioni + o - simili benvenga. Innanzitutto perchè il tempo determinato è retribuito nei paesi civili il 25% in più. Seconda poi perchè cambio + volte stile di vita, città diverse, gente diversa sicuramente è un arricchimento. Ma la gente che non vuole arrivarci, si attacca all' indennità da senatore a vita alla quale Monti per altro ha rinunciato.
     
    A Stefo, Carlo Garbuio e immpittaro piace questo elemento.
  5. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mario ci dà il contentino: rinuncia alla sua paga - mario monti, zuccherino, stipendio, governo tencico - liberoquotidiano.it

    Ha rinunciato all'indennizzo come presidente del Consiglio e come ministro, NON a quello di senatore a vita. Ancorche' sia tanto ricco di suo con tutte le consulenze che fa ed ha fatto (da commissario Europeo a rettore della Bocconi a advisor di Goldman-Sachs) che l'indennita' di senatore per lui sono in realta' bruscolini e non si e' accorto di avere anche quella...

    Per la tanto decantata "flessibilita'", mi va benissimo, a patto che come negli altri Stati in cui e' molto sviluppata si abbiano le stesse garanzie (agenzie per il lavoro che trovino lavoro ai disoccupati e non siano solo serbatoio di raccomandati/voti operativamente completamente inutili), sviluppo (investire nella ricerca e nuove opportunita' produttive/lavorative), tutela (indennita' di disoccupazione garantite e non vergognose, con rigidi paletti per chi vuole sfruttarle senza lavorare), repressione (lavoro nero) e pari opportunita' (concorsi pubblici non farsa o truccati, basta raccomandazioni).

    Una volta sistemati questi punti, probabilmente il problema del "posto fisso o no" non sara' neppure un problema. Ma in ItaGlia, come sempre, partiamo dalla parte sbagliata dei problemi e soprattutto colpiamo sempre i piu' deboli, le grosse lobby (politici, raccomandati, evasori, sfruttatori del lavoro nero, imboscati, universita' allo sfascio causa baronie) guai a chi li tocca.
     
    A Graf, Limpida, studiopci e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    tutto bello..tutto vero..meno che Monti ha rinunciato all'indennita' di senatore a vita pari a 11.555 euro lordi al mese..ha rinunciato a quella di presidente del consiglio;)
     
  7. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Poverino ... sai come si annoierà
     
  8. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quindi, secondo te, il 90% degli italiani non ha la capacità mentale di capire sul serio quello che ha detto il premier imposto dal presidente?
    La tua affermazione preoccupa di più dell'incapacità del premier, imposto dal presidente, di farsi capire dagli italiani.
     
    A skywalker e lisamorganti piace questo messaggio.
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Confortante.. meno male che so di avere un Quoziente intelletivo di poco superiore ad un sedano altrimenti mi sarei offeso :sorrisone:


    Vero... anzi verissimo... ma ometti un piccolo particolare , forse trascurabile... negli States ma non solo lì... anche in altri paesi civili ... i criteri di assunzione non sono , la raccomandazione, il nepotismo, o altre virtù tutte italiane, se vali nel tuo lavoro ( fosse anche lo svuota ceneriere ) ti prendono e fai carriera.

    Quello che forse voleva dire Monti e sottolineo forse ( me lo sono fatto spiegare e spero di riportare in maniera corretta :sorrisone:) era che bisogna abbandonare il concetto di posto fisso = stipendio e non far niente, per intenderci il concetto di Impiegato pubblico , e di darsi una flessibilità lavorativa ossia rimboccarsi le maniche e lavorare... Il problema che in un paese come l'italia , dove va avanti non chi merita ma chi è raccomandato o si fa raccomandare, dove se vuoi avviare un impresa vieni immediatamente soffocato dalle tasse e balzelli vari, dove non ci sono incentivi ad avviare l'impresa, dove per fare la libera professione, l'imprenditore, o altro attività in proprio se non ti attacchi ad un carro o al potente di turno farai la fame, dove quando sei arrivato a 50 anni sei un' inutilità, dove se sei giovane devi fare esperienza e quindi devi farti sfruttare, dove non si investe in ricerca, dove esistono le lobby , dove se sei un povero cristo potrai avere anche l'intelligenza di Einstein ma sei un deficiente.... bene in un paese con queste premesse abolire gli strumenti obbligatori di difesa dei diritti dei lavoratori significa solo rendere schiave le persone.
     
    A antonello, Stefo, ANADOMUS e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. Natalia Vincitrice

    Natalia Vincitrice Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :stretta_di_mano::)
     
    A studiopci piace questo elemento.
  11. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Che il posto fisso sia un male italico é certo, ma per guarirlo serve la possibilità di cambiarlo il lavoro,quindi servono aziende e non mi pare una cima per adesso nel dare possibilità alle aziende... Ma é bravo nel mettere tasse e Non ridurre le spese... Poi scusate, ma "sono stato frainteso" non lo diceva qualcun altro? Guardate che Monti é come il Berlusca come idee... Se non ve ne siete accorti ... Riflettete sul perché
     
  12. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Monti è un prodotto della politica e del sistema
     
  13. GladiusAgenteEst

    GladiusAgenteEst Membro Junior

    Privato Cittadino
    Io non sto dicendo che sono tutti stupidi. Semplicemente il discorso andava interpretato e non c' era affatto bisogno di incavolarsi o alterarsi. Cosa mai avrebbe dovuto dire ??? Posto fisso per tutti (e non è possibile) così gli agenti imm. vendono tante case??? Poi boh...sarò strano io.
     
    A Carlo Garbuio piace questo elemento.
  14. POGGIBONSI CASE

    POGGIBONSI CASE Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si d’accordo il posto fisso è monotono ,sarebbe l’ideale cambiare azienda ogni 5 anni, anche solo per vedere facce nuove,ma c’e’ sempre un ma,il finanziamento per l’acquisto della nuova auto ,o anche della lavatrice di casa che si è rotta ,te lo erogano solo se hai il posto fisso ,per non parlare del mutuo fino anche alla locazione della casa.
    Ergo bisognerebbe agire prima sulle regole delle banche e poi sui dipendenti ,perchè cosi’ si rischia di bloccare l’economia,già ora abbiamo perso la fascia che va dai 20 ai 30 anni perchè non se lo possono permettere di acquistare casa,cosi' rischiamo di perdere anche gli altri ,vorrà dire che compreranno solo quelli che i soldi ,li fanno rientrare con lo scudo fiscale !!
    Gli investimenti stranieri inoltre, non ci sono per la troppa burocrazia e per la corruzione, non certo per l'articolo 18,visti anche gli ultimi problemi che ha avuto l'ikea a Pisa non sono certo per l'articolo 18.
     
    A frmrudy piace questo elemento.
  15. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Difatti il discorso dell' lavoro flessibile è molto vasto e pone una serie di problematiche, prima di tutto è un discorso culturale, dobbiamo dirlo che non non siamo molto abituati a questa modalità lavorativa, e credo non per colpa nostra, i politici ci hanno campato, e anche tutto il sistema economico e finanziario, comunque il problema secondo me è che per come la si vuole mettere e per come è uso e costume in Italia questo smantellamento crea solo ed ufficilaizza la precarietà. L'italia purtroppo è il paese dei furbi governato dai loro degni compari, siamo noi che abbiamo inventato il conflitto di interesse, avessimo e vivessimo in uno stato dove la politica prima di tutta fosse precaria e non posto fisso privilegiato, dove la politica stesse fuori dalle istituzioni pubbliche, dalle banche , dalle aziende, dalle industire, dove non esistesse la raccomandazione, il privilegio familiare, la successione ereditaria nei posti chiave, e tante altre schifezze... allora si potrebbe guardare con fiducia alla flessibità, ma... per come sono le cose quì non è possibile. Fabrizio
     
    A antonello piace questo elemento.
  16. GladiusAgenteEst

    GladiusAgenteEst Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si ma, egreggi colleghi, che il posto fisso è una cosa che durante gli ultimi 25 anni è andata calando non doveva dirlo Monti su via...e non sono neanche sicuro che in realtà un governo tecnico possa fare qualcosa per cambiare le cose. Qui siamo arrivati al punto che se qualcuno sa fare qualcosa deve solo che mettersi in proprio, potendo. C' è qualche lavoratore molto specializzato a tempo indeterminato, e ritengo che questo bene o male sia solo che merito del lavoratore stesso e poi ci sono gli statali e i parastatali, e qui si va dai professori ai carramba, ai pulotti, agli spazzini ecc..ecc..una ragazza che conosco, uscita dall' università con tutti 30 in geologia ora ha il posto fisso a tempo indeterminato non statale. Ma presso una società petrolifera, e comunque a 1200 euro al mese. Altrimenti, con voti nella media, tempi di laurea + lunghi o addirittura senza laurea, l' unico merito che conta è essere usciti da una vagina piuttosto che da un altra. Ma anche i figlioletti di papa, alla fine per forza di cose non possono essere molti. E per fortuna perchè per me sono già troppi.:?
     
  17. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
  18. Dumarest

    Dumarest Membro Ordinario

    Altro Professionista
    L'articolo 18 è stato usato e abusato negli anni, rammento che ai tempi Maserati fu costretta a riassumere un dipendente licenziato perché fotografato durante la premiazione di una gara di pugilato. Niente di male, se non che il tipo era in malattia, bravo a vincere nonostante il suo stato, cattiva la Maserati che lo licenziò.
    A furia di proteggere i lazzaroni si è arrivati a oggi, quando l'articolo 18 è diventato una palla al piede da rimuovere, a ben vedere la cosa fa ridere, visto che il PD deve appoggiare il governo in una azione che colpisce parte del suo elettorato di riferimento... ma forse Bersani e C. hanno altro a cui pensare, in questi giorni. :sorrisone:
     
  19. POGGIBONSI CASE

    POGGIBONSI CASE Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    NO quello che intendevo e forse ,mi sono dilungato troppo e non sono riuscito a far comprendere ,qual era il mio reale pensiero ,ben venga l'abolizione dell'articolo 18,ma a patto che le banche eroghino prestiti e mutui ugualmente altrimenti assisteremo ad una inevitabile contrazione dell'economia ,poi Monti ha detto che l'art.18 terrebbe lontano gli investitori niente di + sbagliato ,l'Ikea ha trovato a Pisa difficoltà politiche e burocratiche ,di assumere 100 giovanotti con l'art.18 e che magari un domani comprano casa accendendo un mutuo ,non era sicuramente un problema ,altro esempoi l'esselunga non riesce ad aprire a Modena ed a Livorno e anche li' il problema non e' assumere ragazzi che potrai difficilemte licenziare:):)
     
  20. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Queste baggianate dell'art. 18 o di altre invenzioni che ciclicamente vengono usate come colpevoli della mancata " calata " di investitori dall' estero ... lasciamole agli ascoltatori della domenica ed alle chiacchere da bar. Dall'Estero non vengono ad investire in Italia perchè non c'è convenienza e perchè per un'azienda estera o investitore estero in Italia esistono regole, vessazioni e sistemi assurdi incomprensibili a noi... figuriamoci a chi non è neanche abituato a parlarne... basti pensare che per aprire un societa Limited , l'equivalente della S.r.L. italiana, in Inghilterra basta versare 1 £ ed in 24 ore ( dicasi 24 ) si apre la società, se proprio vai di fretta con 70 £ l'apri in 1 ora ( dicasi 1 ) fino a 10.000 £ non sei obbligato alla V.A.T. ( la nostra IVA ) , hai 3 scaglioni di tassazione, il più alto è il 30 % se superi il 1.500.000 £ , inoltre hai la possibilità per i primi tre anni di concordare la tassazione con L' A.d.E inglese dichiarando un massimale di fatturato e poi devi solo dichiarare cosa vuoi fare ... niente altro... la dichiarazione redditi è semplice da presentare ed è un conto di entrate ed uscite, il recupero dei crediti è inesistente, nel senso che ... o paghi o ti fanno chiudere. Vogliamo fare l'elelnco delle assurdità, delle autorizzazioni che devi aspettare, delle spese che ci vogliono per aprire una società in Italia, di tutte le file e degli ingranagggi che devi ungere, delle leggi e leggine che devi conoscere, delle tasse che devi anticipare ancorprima di iniziare l'attività ed altro ?????
     
    A POGGIBONSI CASE e Bagudi piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina