1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Un compendio immobiliare di cui sono comproprietario al 50% sta per andare in asta giudiziaria per mancato accordo fra i comproprietari dell'altro 50%. Vorrei fare un accordo con una persona interessata all'acquisto, nel senso che lui acquisirebbe gli immobili che gli interessano lasciando a me gli altri. Prima di rivolgermi a un notaio o avvocato completamente privo di nozioni, chiedo un'idea spassionata su come potrei agire, soprattutto non voglio che gli altri comproprietari vengano a conoscenza della cosa. Grazie
     
  2. angy2015

    angy2015 Membro Attivo

    Altro Professionista
    mi pare che si possa ipotizzare una turbativa d'asta in quello che hai esposto. Non è il caso di rendere pubbliche le tue idee. O forse ho capito male?
     
  3. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si, ci ho pensato nel caso fossi debitore, però sono comproprietario e direi che potrei partecipare anche direttamente all'asta. E se costituissi una società con questa persona? Grazie
     
  4. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Scusa non ho capito: tu sei proprietario al 50% di un compendio di cui andrà all'asta l'intera proprietà ovvero tutto il 100%, ovvero anche la tua parte?

    Mi pare di capire che non sei il debitore, ma l'esecutato è il proprietario del restante 50%, giusto?

    Se così fosse, chi si aggiudica l'asta diverrà proprietario del 100% e a te verrà restituito il 50% dell'incasso. Da quanto ho capito, tu vorresti continuare ad essere proprietario. Sì, penso che la soluzione sia costituire una società con questa persona, 50% e 50%, ma dovrai sborsare la metà del prezzo (per poi recuperarlo, col piano di riparto).
     
  5. angy2015

    angy2015 Membro Attivo

    Altro Professionista
    se ho capito bene non è una esecuzione ma una divisione giudiziale. Non cambia le modalità in quanto Sidalpo non sarebbe l'esecutato. Mi riferivo alla turbativa se ci fosse una trattativa tra gli offerenti in sede di asta e se ne volesse discutere qua.
    Se si vuole costituire un sodalizio tra persone interessate al bene e la trattativa si svolge prima e fuori dall'asta non ci sono problemi anche se la costituzione di una società mi pare eccessivamente costosa, sarebbe sufficiente la cointestazione o una scrittura privata se il prezzo non è molto alto.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  6. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si è una divisione giudiziale in cui non c'è accordo fra le parti. L'idea della scrittura privata mi sembra ottima magari, si può fare davanti a un notaio o a un avvocato? Grazie.
     
  7. angy2015

    angy2015 Membro Attivo

    Altro Professionista
    la scrittura privata la puoi fare anche senza avvocato e notaio, magari è meglio se di fronte a testimoni che la sottoscrivono. Ancor meglio se viene scritta di pugno da ciascuno e poi vi scambiate le copie.
     
  8. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie. Gentile ed esauriente.
     
  9. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    la divisione è ereditaria? vi è pero una apparente contraddizione , ripeto apparente , l esecuzione in una divisione avviene quando il bene non è divisibile , altrimenti vi è un progetto di divisione ad opera del ctu, se non è divisibile ma tu parli di parti vendibili autonomamente....., ma al di la di cio , tu puoi partecipare all asta , sempre che sia pura divisione , quindi puoi partecipare anche in societa o sodalizio , altresi se divisione ereditaria tu , ammesso che abbia la forza finanziaria prima dell' asta puoi esercitare la prelazione ereditaria , presumerei pero che tu abbia gia un avvocato visto che siamo gia in piena fase prossima all' asta pertanto chi meglio di lui puo chiariti le cose. questo da come hai narrato i fatti , ma se parliamo di societa soci eredi etc la cosa diventa un po piu complicata .
     
  10. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il mio avvocato è poco ferrato in materia: è per questo che chiedo lumi a voi tutti.
    Il bene non è comodamente divisibile. Non ho esercitato il diritto di prelazione perché la valutazione del CTU è alta, fuori mercato, in pratica falsa presumo per aumentare la sua parcella. Gli altri comproprietari mi chiedono cifre elevate per cedermi le loro quote. L'asta è l'unica soluzione. Grazie
     
  11. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se vero è che a questi quesiti il tuo avvocato non ha saputo rispondere significa di conseguenza che l avvocato non è "diciamo "pratico di esecuzioni e pertanto se ritieni a tuo giudizio che non sia di conseguenza all altezza in questo ramo , revoca e prendi uno competente.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  12. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
  13. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    :riflessione: Scusate ma... se il tutto va all'asta sulla base della perizia del CTU... dove sarebbe il guadagno nell'attesa dell'asta?
    Dovrebbe andare priva di interesse...per vederne il ribasso...
    Eppure qui leggo che c'è una persona interessata all'acquisto di una parte... Quindi sarebbe poi divisibile... = il che significa che potrebbe destare interesse...

    Quindi il rischio è che va deserta per le prime e poi... ci si ritrova con la folla... e a concludere anche con il doppio della base di asta.

    Scusa @sidalpo ma come hai potuto ad oggi farti supportare da un avvocato che poi non è esperto in materia? Tra l'altro ve ne sono molti che acquistano anche per loro stessi alle stesse aste...
     
  14. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    a volte anche tra colleghi di specializzazioni differenti si fanno i consulti ....e se ti è amico non deve perdere di vista che deve tutelarti ...
     
  15. sidalpo

    sidalpo Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Egregi del forum, ormai la causa è definita. Quello che mi interessava sapere era se potevo costituire un sodalizio con scrittura privata con persona fidata per entrare in asta senza che il mio avvocato ne gli avvocati degli altri comproprietari e i comproprietari stessi ne fossero a conoscenza. Grazie a tutti.
     
  16. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se non ti fidi del tuo avvocato, prendine un altro e manda lui all'asta: poi ha 3 gg di tempo per comunicare il tuo nominativo in cancelleria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina