• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gaetano Di Silvestro

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
Salve a tutti

In novembre ho ristrutturato il mio appartamento e tra le varie lavorazioni ho chiesto la messa a norma dell'impianto elettrico.
Durante l'esecuzione dei lavori il quadro elettrico non è stato posizionato all'altezza regolamentare ma attaccato al soffitto a causa di un problema di lunghezza dei cavi della colonna centrale condominiale; alla fine dei lavori l'impiantista ha comunque registrato il certificato dell'impianto.
Avendo inseguito sentito un altro professionista, mi è stato detto che il quadro elettrico si poteva mettere ad altezza regolamentare senza alcun problema.
Secondo voi posso pretendere che mi venga spostato il quadro dall'impiantista che ha fatto il lavoro senza pagare nulla?

Grazie mille
Gaetano
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
#2
Le norme, ma ancora più le guide, suggeriscono delle quote "ideali".
L'altezza alla quale normalmente si posizionano i centralini deve rendere possibile e possibilmente comoda la manovra degli interruttori, io li ho sempre montati a 140 / 150 cm da terra centro scatola, ora che si fà più attenzione ad eventuali disabili si posizionano più bassi tipo 120 cm da terra.
Il tuo tecnico per non dover "giuntare" i cavi che vanno al tuo cantatore ha scelto, a mio avviso sbagliando, di posizionare il quadro molto in alto.
Detto questo, se hai già saldato il lavoro senza sollevare il problema... chiedere ora il riposizionamento del centralino senza pagare nulla mi sembra difficile.
 

Gaetano Di Silvestro

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#3
faccio un esempio: un cliente può chiedere ad un'istallazione di avere una presa elettrica di fianco al rubinetto dell'acqua ma è dovere dell'installatore comunicare al cliente che non è a norma. Se un'installatore monta un quadro elettrico ad un'altezza non regolamentare e per lo più fornisce il certificato di conformità è scontato che il cliente non lo contesti. Dato che per tale difetto il certificato di conformità non è valido, è responsabilità dell'installatore rimettere apposto le cose, o no?
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
#4
Vero quello che scrivi.. vi sono delle norme da rispettare per i bagni, ma leggendo il tuo intervento lamenti il posizionamento troppo alto del centralino.
A mio avviso era da far notare subito la questione, il certificato di conformità è valido, resta il problema che se ti scatta il salvavita devi salire su di una scala per riarmarlo.
Io avrei giuntato i cavi in una scatola a soffitto e montato il centralino in posizione comoda.
Puoi sempre farlo, ma dubito che sia gratis, contatta la ditta esecutrice dei lavori e ti togli il dubbio.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#6
Avendo inseguito sentito un altro professionista, mi è stato detto che il quadro elettrico si poteva mettere ad altezza regolamentare senza alcun problema.
Secondo voi posso pretendere che mi venga spostato il quadro dall'impiantista che ha fatto il lavoro senza pagare nulla?
Un conto è dire “si poteva”, un altro è dire “si doveva”.
Se il quadro elettrico messo in alto è comunque regolare, pur se in posizione anomala e scomoda, non puoi chiedere che ti sia spostato gratis.
Se invece l’altezza non è regolare, allora la certificazione fatta non è valida e puoi chiedere lo spostamento gratis.
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
#7
Abbassare il centralino, se ti accontenti di non incassarlo come probabilmente è stato fatto in quello alto, è un lavoro modesto sia come tempo che come materiali ed una ditta seria potrebbe venirti incontro.
Io la contatterei, puoi anche sentire un legale... se è gratis in quanto, se ti tocca pagarlo, costa meno fare a tue spese lo spostamento.
 

mmic

Membro Junior
Privato Cittadino
#8
Non capisco la logica di questa norma...
Immaginiamo.... Era una notte buia e tempestosa, scatta il salvavita... un bimbo piange cade dal letto e si fa male... io mi sveglio e...devo prendere la scala per riattaccare la corrente?
La vedo quantomeno una vulnerabilità
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
#9
@mmic, io un centralino a soffitto non lo monterei mai... per il motivo che hai scritto. Ma a parte il bagno dove vi sono delle zone da rispettare per montare l'impianto elettrico con distanze ed altezze, per gli altri ambienti vi sono altezze consigliate per esempio le scatole delle prese molti le montano a 30 cm da terra centro scatola, le scatole degli interruttore consigliano 90 - 100 cm da terra, pari alle maniglie. Io d'abitudine le scatole prese le monto a 40cm da terra e le scatole interruttori a 120- 125 da terra.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto