1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ozneten

    ozneten Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    alla luce delle notizie che a partire dal 2011 si pagherà un imposta fissa
    del 20% sul canone di locazione e che questa imposta comprenderà anche quella di registro, mi sorge il dubbio-dovendo pagare quella del rinnovo per periodo 9/2010-8/2011 -se è consentito pagare solo il periodo sett-dicembre 2009.
    Grato per l'attenzione e risposte porgo cordiali saluti
     
  2. Remo Magnatti

    Remo Magnatti Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :D...il pagamento dell'imposta può essere soltanto annuale e non può essere frazionato, di conseguenza, per il pagamento che effettuerai nel 2010, dovrai pagare l'imposta come gli anni precedenti, rientrando ancora nella vecchia legge.....:ok:
     
    A ozneten piace questo elemento.
  3. ozneten

    ozneten Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ringrazio Remo Magnatti per l'esaudiente risposta.Volevo aggiungere che come riportato dal sole 24ore dal prossimo 1° gennaio 2011 la nuova imposta assorbirà l'IRPEF sugli affitti, le relative addizionali e la sola imposta di bollo. Così per gli affitti "liberi", cioè al prezzo di mercato, oltre al 20% della cedolare per i prossimi tre anni si continuerà a versare il 2% per le registrazioni dei contratti di affitto (anche se a carico del proprietario è solo la metà dell'imposta, il resto può essere chiesto all'inquilino).
    Faranno eccezione solo i contratti a canone concordato che, invece, dal prossimo primo gennaio potranno essere assoggettati alla cedolare senza più sottostare all'obbligo del registro al 2 per cento.
     
    A elisabettabardi piace questo elemento.
  4. Remo Magnatti

    Remo Magnatti Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  5. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Cioè vale a dire che per i contratti 3+2 a canone concordato , dal prossimo anno, non sarà piu necessario il relativo 2% alla registrazione ??:shock:
     
  6. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' necessario aspettare il testo definitivo della disposizione prima di fare interpretazioni
     
    A Limpida piace questo elemento.
  7. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Attualmente l'imposta di registro per i canoni concordati é dell'1,4% e non del 2%:basito:
     
  8. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l'informazione non è corretta anche se il conteggio matematico è identico l'aliquoata imposta di registro su contratti di locazione concordati è pari al 2% da calcolare sul 70% del canone annuale con versamneto minimo di euro 67,00 per imposta principale e a condizione che il contratto di locazione sottoscritto sia fedele allo standard contenuto negli accordi territoriali e che riporti la data di approvazione dell'accordo stesso e la data protocollo di deposito al comune
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  9. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il conteggio matematico é corretto ma l'informazione no?
    Io penso di si......perché la risposta é stata messa in un contesto in cui si parla di soldoni da spendere.
    Per quanto riguarda invece la sola informazione,é stata tratta dall'opuscolo del Comune di Bologna " abitare a Bologna" del 2006, a pagina 19, fatto in collaborazione oltre ai tecnici comunali con:
    - AGCI Assocazione generale cooperative italiane
    - ASPPI Associazone sidacale Piccoli proprietari immobiliari
    - Collegio costruttori edili ANCEBOLOGNA
    - API collegio edile Bologna
    - Confcooperative Bologna
    - CGL, CISL, UIL
    - legacoop Bologna
    - Uppi unione piccoli proprietari immobiliari.
     
  10. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    se è stata scritta così hanno sbagliato anche loro basta nadare a leggere la legge parla di riduzione dell'imponibile da tassare e non di ridduzione di aliquota magari è stata scritta così solo per semplicità
     
  11. ozneten

    ozneten Membro Attivo

    Privato Cittadino
    molto d'accordo con Armando Barsotti o.E'indispensabile comprendere i meccanismi del calcolo in quanto ci potrebbero essere delle variazioni in ordine alla percentuale di deduzione del canone.Ad esempio la cedolare secca del 20% si dovrebbe applicare sul reddito complessivo senza alcuna deduzione.salvo ovviamente modifiche in sede di approvazione
    definitiva della disposizione
     
  12. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Forse sto parlando con un avvocato e mi scuso per la semplicità. Io sono un agente immobiliare.
    Non credo che abbiano sbagliato anche loro, perché lo spirito é quello di far capire alla gente comune, quali vantaggi economici si possono avere a stipulare un contratto di locazione a canone concordato.
    Pignoleria per pignoleria: La legge 431 del 09/12/1998 non parla del 2%.
     
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ....c'è da leggere anche questa...........:


    La cedolare secca sarà compensabile
    Un importante aggiornamento relativamente alla cedolare secca ci arriva dalle pagine di Italia Oggi. Secondo «l’interpretazione del giornale la nuova cedolare secca sugli affitti sarà compensabile e si potrà versare ratealmente con le stesse modalità e termini del versamento a saldo delle imposte sui redditi».
    La scelta del locatore di assoggettare l’intero canone di locazione annuale alla nuova imposta sostitutiva del 20%, dovrà essere esplicitata nella dichiarazione dei redditi unitamente alla base imponibile di calcolo della cedolare stessa ed agli estremi di registrazione del contratto di locazione.
     
  14. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    la legge 431/1978 regolamneta la quoata di redditto derivante da locazione con canoni concordati pari al 70% mentre l'aliquota del 2% si legge nel testo unico imposta di registro .........
     
  15. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Rettifico: la guida pratica " abitare a Bologna" del Comune di Bologna dice esattamente che:
    l'imposta di registrazione é dell'1,4 annuo sul valore del canone, anziché del 2%.
     
  16. bruno79

    bruno79 Membro Junior

    Privato Cittadino
    i mesi son trascorsi, siam nel 2011.....
    venerdì 18 marzo 2011 mi son recato all'Agenzia delle Entrate di Roma ed ho chiesto se dovevo pagare l'imposta annuale di registrazione, volendo optare x la cedolare secca, :domanda:
    mi han risposto che per lungagini burocratiche la legge non entrerà a regime neanche quest'anno e dovrò pagare, voi cosa mi consigliate?
    avete qaulche novità che mi potrebbe aiutare?
    Grazie
     
  17. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Leggevo questa notizia che non conforta:

    Perché possa entrare in vigore, dal gennaio 2011, il provvedimento dovrà passare dalla conferenza Stato-Regioni e dal Parlamento, e infine tornare in Consiglio dei Ministri per il via libera definitivo.

    Il Parlamento prima era impegnato a disbrigare la matassa del caso Roby ed ora con l'entrata in guerra con la Libia penso ci sia da aspettare.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina