1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mire

    mire Membro Junior

    Agente Immobiliare
    un cliente vorrebbe locare un locale C3 per aprire un centro estetico, benessere.
    è possibile farlo in un locale con questa destinazione d'uso?
    saluti
    mirella
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' un'attività artigiana e quindi va bene.
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se il locale ha tutti i requisiti necessari ad avere contatti con il pubblico tutto è OK.
     
  4. mire

    mire Membro Junior

    Agente Immobiliare
    ma intendo come destinazione d'uso. Per i "requisiti necessari" dovrà verificare l'impresa che intende locare giusto?
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    essendo il locale artigianale, con contatto diretto con il pubblico non dovrebbe avere esserci problemi
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Mire, devi considerare che la categoria c3 e quella catastale ed e corretta per l'attività da svolgere, ma si potrebbe verificare che urbanisticamente non risulta come destinazione d'uso come locale per arti e mestieri, quindi verifica la situazione.
     
  7. minotaur74

    minotaur74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Attenzione non sempre la categoria catastale corrisponde all'attività esercitata, per esempio ci sono tanti uffici che non hanno categoria A/10 ma abitativa ovvero A/2, A/3 o addirittura A/4.

    Io mi soffermerei invece sui requisiti urbanistici e strutturali da verificare presso l'ufficio edilizia privata soprattutto se dovessero eseguire dei lavori per l'adeguamento dei locali, in questo caso tramite un tecnico che presenterà la denuncia al comune di inzio lavori e successivamente l'eventuale cambio di destinazione d'uso al catasto tramite la presentazione di un Docfa.

    Tieni conto che per questi tipi di attività ci sono regolamenti comunali che prevedono dei requisiti particolari si per quanto attiene la specificità della professione sia in via generale norme inserite nel regolamento edilizio da rispettare.

    La categoria C/3 (laboratori artigianali) potrebbe anche essere corretta ma ripeto è l'ultimo dei problemi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina