• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Salve è la prima volta che scrivo su questo forum ed è un piacere potervi partecipare. Ho letto vari post dai quali ho appreso parecchie nozioni, per me nuove, sulla compravendita di abitazioni.
Chiedo delle informazioni in merito alla provvigione dell'agente immobiliare.

1) Su un valore di immobile di circa 200.000 euro quale percentuale di provvigione è applicabile?
2) E' possibile richiedere la provvigione per intero al momento dell'accettazione della proposta di acquisto?
3) Se sì, qualora per qualunque motivo non dovesse concludersi l'affare, l'agenzia sarà tenuta a restituire la provvigione incassata?

Grazie anticipatamente a chi potrà darmi qualche info.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Salve è la prima volta che scrivo su questo forum ed è un piacere potervi partecipare. Ho letto vari post dai quali ho appreso parecchie nozioni, per me nuove, sulla compravendita di abitazioni.
Chiedo delle informazioni in merito alla provvigione dell'agente immobiliare.

1) Su un valore di immobile di circa 200.000 euro quale percentuale di provvigione è applicabile?
2) E' possibile richiedere la provvigione per intero al momento dell'accettazione della proposta di acquisto?
3) Se sì, qualora per qualunque motivo non dovesse concludersi l'affare, l'agenzia sarà tenuta a restituire la provvigione incassata?

Grazie anticipatamente a chi potrà darmi qualche info.
1) 3/4 % mediamente (+IVA)
2) certo, però bisogna sempre valutare quando "eleganti" si vuole essere con i clienti, rinviare il pagamento almeno al secondo preliminare (c.d. compromesso, se si fa) è prassi.
3) no, l'agenzia viene pagata per il proprio lavoro che consiste nel far firmare alle parti un contratto di compravendita possibilmente in piena sicurezza, non presta garanzia che le parti facciano quanto promesso nel contratto, per quello ci sono la caparra confirmatoria e il codice civile
 
Ultima modifica:

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
1) Su un valore di immobile di circa 200.000 euro quale percentuale di provvigione è applicabile?
Dipende dall agente.
Non tratto cose su questi valori ma se propio non potessi farne a meno direi il 5%
C e' chi si accontenta del 3%
Dal 3 al 5 anche in rapporto al servizio fornito direi che ci siamo .
2) E' possibile richiedere la provvigione per intero al momento dell'accettazione della proposta di acquisto?
SI. Io li prendo al rogito ma per scelta personale. E sono caro.
3) Se sì, qualora per qualunque motivo non dovesse concludersi l'affare, l'agenzia sarà tenuta a restituire la provvigione incassata?
NO.
Se l accordo tra le parti e' raggiunto ed il negozio giuridico e chiuso l agente non e piu responsabile degli avvenimenti futuri.
Salvo ovviamente aver taciuto notizie di importanza tale che avrebbero impedito l accordo.
Non concordo ma e cosi..
IO ma solo per scelta ho polizze specifiche e patrimonio personale che anche nel caso di una compravendita tra privati coprono molto abbondantemente ogni tipo di danno e prevedono il ristoro di quanto versato. Ma sono scelte MIE. E per prevenire come detto intasco al rogito.
Non sono li per farmelo scaramellare quindi...preferisco cosi.
In cambio sono pu caro di altri.
 
Ultima modifica:

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
3) Se sì, qualora per qualunque motivo non dovesse concludersi l'affare, l'agenzia sarà tenuta a restituire la provvigione incassata?
Non si può rispondere a questa domanda, perché non è posta correttamente.
Se infatti la pda è stata accettata, allora l'affare si è già concluso, quindi forse intendevi dire "se non dovesse concretizzarsi il passaggio di proprietà".
In questo caso la risposta è "no".
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie delle vostre risposte, mi hanno dato una ulteriore sicurezza sulla procedura che mi stanno facendo seguire. L'agenzia che mi sta curando l'acquisto, mi ha già chiesto al momento dell'accettazione della proposta l'intera provvigione. Il venditore deve ancora sistemare delle carte relative alla situazione urbanistica. Mi dispiacerebbe avere "brutte sorprese". Un'ultima cosa il notaio lo sceglie il venditore, credo per ovvie ragioni di "fiducia".
 

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
L'agenzia che mi sta curando l'acquisto, mi ha già chiesto al momento dell'accettazione della proposta l'intera provvigione.
Barbaro ma ineccepibile.
Il venditore deve ancora sistemare delle carte relative alla situazione urbanistica.
NO. Prima rende la casa vendibile POI dare il grano.
Fatti chiarire immediatamente, se non lo sai, di COSA si tratta e posta qui la risposta.
Eh bravi..prima paga poi vediamo se e' vendibile..
Ma non scherziamo proprio..
Prima 228 pali poi vediamo se ha il motore ?
Un'ultima cosa il notaio lo sceglie il venditore, credo per ovvie ragioni di "fiducia".
Se non hai obiezioni niente da dire, ma visto che lo paghi tu, fatti fare 3 preventivi
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Un'ultima cosa il notaio lo sceglie il venditore, credo per ovvie ragioni di "fiducia".
Di ovvio nella vita esiste solo il momento del decesso per tutti. Detto questo, rispondigli che pure tu farai uno sforzo a fidarti, ma se il notaio lo sceglie lui, va anche da sé che lo paga lui.
L'agenzia che mi sta curando l'acquisto, mi ha già chiesto al momento dell'accettazione della proposta l'intera provvigione. Il venditore deve ancora sistemare delle carte relative alla situazione urbanistica.
Non se ne parla neppure. Potevano sistemare la situazione urbanistica prima di mettere in vendita e non dopo. Rispondigli che prima deve essere inserita nella pda una condizione sospensiva che deve essere soddisfatta, altrimenti non c'è trippa per gatti per nessuno dei due e possono andare alla mensa dei poveri.
 

Pippo4567

Membro Junior
Privato Cittadino
Prima di dare soldi fai fare delle verifiche tecniche ed urbanistiche ad un architetto/ingegnere/ geometra di tua fiducia, affinché controlli che tutto sia apposto e che i problemi siano stati davvero risolti. Contatta qualche professionista della tua zona per farti fare dei preventivi.Il notaio lo sceglie l’acquirente, non il venditore visto che devi pagarlo tu. Se vuole sceglierlo per forza metti le cose in chiaro adesso: soldi miei,scelta mia. Se insiste probabilmente c’è qualcosa che non va.Per le provvigioni metti in chiaro che saranno versate solo dopo che tu avrai appurato che il venditore ha sistemato la situazione, poni una sospensiva che tenga conto della conformità urbanistica e catastale dell’immobile ( conta che se hai bisogno di mutuo, in caso di difformità le banche non erogano).
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie tante dei vostri consigli. Infatti, non ero molto propenso ad esborsare il grano prima di capire che tipo di problema urbanistico vi fosse, chiederò una condizione sospensiva.
A questo punto chiederò ad un tecnico di fiducia delucidazioni in merito.
Un'altra cosa che vi chiedo, l'immobile risale probabilmente agli anni 30, però non è chiaro quale sia l'anno (se prima o dopo il 1934). Un documento certo è del 1942, quindi dopo il 1934 e prima del 1967. Per la stipula dell'atto notarile occorre credo l'agibilità?
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Infatti, non ero molto propenso ad esborsare il grano prima di capire che tipo di problema urbanistico vi fosse, chiederò una condizione sospensiva.
Premetto che trovo anch'io non consigliabile mettere in vendita un immobile senza sapere con precisione quali problemi presenta, e soprattutto senza chiarire all'aspirante acquirente che dei problemi potrebbero esserci, perché nessuno ha fatto controlli preventivi.

Ma forse sono io che non ho ben compreso la situazione concreta; mi pare che tu non abbia specificato se hai già firmato una proposta, e se questa è già stata accettata ( ma temo di si).
Se così fosse, al di là delle belle intenzioni e dei suggerimenti ricevuti, devi fare quanto pattuito contrattualmente, cioè versare caparra o integrazione della stessa (se previsto), anche se l'immobile presenta attualmente degli abusi; sarà responsabilità del venditore regolarizzare l'immobile prima del rogito, per non essere inadempiente.
Nel caso di problemi che impediscono di comprare , dovrà rendere il doppio della caparra, o risarcire i danni, provvigioni pagate dall'acquirente comprese.
Ma nel frattempo le provvigioni sono dovute ( a meno che l'agente abbia nascosto scientemente la presenza di problemi a lui noti e irrisolvibili), e non possono essere inserite condizioni sospensive ex novo senza l'accordo del venditore.
Per la stipula dell'atto notarile occorre credo l'agibilità?
A meno di concordare che il venditore non è tenuto a fornire il certificato.
Un'ultima cosa il notaio lo sceglie il venditore, credo per ovvie ragioni di "fiducia".
Questo è incomprensibile; casomai, per ovvie ragioni di sfiducia, il notaio normalmente lo sceglie l'acquirente, a meno che si tratti di vendita di nuova costruzione, nel qual caso di solito ci si avvale dello stesso notaio, proposto dal costruttore, perché conosce già la situazione.
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sicuramente non ho esposto bene, si ho fatto la proposta ed è stata accettata dal venditore. Nella proposta è indicato che il venditore si impegna a sanare l'abuso. L'agente però mi ha detto che mi fornirà i documenti dopo il versamento della provvigione e del deposito cauzionale. E' da ritenersi un comportamento corretto e/o legale?
L'agibilità non è stata citata nella proposta, ma il notaio non è tenuto a richiederlo?

In seguito a sanatoria non dovrebbe richiedere l'agibilità?
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
L'agente però mi ha detto che mi fornirà i documenti dopo il versamento della provvigione e del deposito cauzionale. E' da ritenersi un comportamento corretto e/o legale?
I documenti doveva/poteva fornirli da subito.
Come detto, a meno chi siano abusi insanabili noti all’agente, la provvigione è legalmente dovuta dal momento in cui hai avuto comunicazione dell’accettazione della tua proposta (che è il momento in cui si è concluso il contratto preliminare).
Non hai parlato di eventuale condizione sospensiva per il mutuo, nel qual caso la provvigione sarebbe dovuta solo se la condizione si avvera nei termini previsti.
Stesso discorso per la caparra (non esiste “deposito cauzionale”): va versata al venditore se non ci sono sospensive, altrimenti l’agente deve tenere l’assegno in deposito fiduciario , fino ad avveramento della condizione.
L'agibilità non è stata citata nella proposta, ma il notaio non è tenuto a richiederlo?
Se non è specificato che il venditore è esentato dal produrla, te la devono fornire.
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Capisco, consulterò il notaio di mia fiducia per avere ulteriori chiarimenti. Ancora il preliminare non è stato fatto e non ho esborsato nulla al momento. Mi hanno però richiesto la provvigione, al momento della firma della proposta di acquisto, come anzidetto, senza aver ricevuto copia della documentazione del fabbricato. Aggiungo che è in corso una anche una transazione per una controversia tra gli eredi, ma che l'agenzia mi ha assicurato verbalmente che verrà risolta tra l'avvocato che la sta curando e il notaio che sarà incaricato del rogito. Ho aggiunto altra carne al fuoco....grazie per le sue delucidazioni.
 

Pippo4567

Membro Junior
Privato Cittadino
Capisco, consulterò il notaio di mia fiducia per avere ulteriori chiarimenti. Ancora il preliminare non è stato fatto e non ho esborsato nulla al momento. Mi hanno però richiesto la provvigione, al momento della firma della proposta di acquisto, come anzidetto, senza aver ricevuto copia della documentazione del fabbricato. Aggiungo che è in corso una anche una transazione per una controversia tra gli eredi, ma che l'agenzia mi ha assicurato verbalmente che verrà risolta tra l'avvocato che la sta curando e il notaio che sarà incaricato del rogito. Ho aggiunto altra carne al fuoco....grazie per le sue delucidazioni.
Senza documenti tu a loro non dare nulla. È un loro diritto, certo. Ma tu devi pensare ai tuoi ed è un tuo diritto avere tutti i documenti. No, le questioni ereditarie vanno risolte prima della messa in vendita. Domani recati in agenzia e chiedi chiarezza: devono dirti che tipi di problemi urbanistici ed ereditari hanno. Se eludono le tue domande dì loro che ti farai seguire dal tuo avvocato di fiducia.
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Sicuramente non ho esposto bene, si ho fatto la proposta ed è stata accettata dal venditore.
Un altro di quelli che raccontano le cose a puntate e solo su richiesta.
In questo caso cambia tutto, perché le conseguenze te le sei cercate.
Le provvigioni sono dovute, mentre tutte le altre questioni chiarite solo a voce oppure segnalate approssimativamente sulla proposta si ripercuoteranno in modo più o meno negativo sull'esito e sui tempi della compravendita.
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Un altro che fa commenti senza chiedere e non richiesti. Le cose escono a puntate perchè alcune agenzie le informazioni te le dicono a puntate. Se l'agenzia non fornisce i documenti non c'è provvigione che tenga, scusami ma la professionalità dov'è. Non nego la provvigione a priori e a prescindere, ma l'agente dovrebbe prima di tutto tutelare l'acquirente e non indurre a vendere rogne che passeranno all'eventuale acquirente.
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
ma l'agente dovrebbe prima di tutto tutelare l'acquirente e non indurre a vendere rogne che passeranno all'eventuale acquirente.
L'agente dovrebbe tutelare entrambe le parti ma non fare anche il papà dei bambini e l'acquirente dovrebbe stare attento a quello che firma e ci si aspetta che debba anche porre domande prima di farlo.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Mi hanno però richiesto la provvigione, al momento della firma della proposta di acquisto, come anzidetto, senza aver ricevuto copia della documentazione del fabbricato.
Se non avevi visionato documenti dell'immobile, e questo giustamente ti preoccupava, non dovevi firmare la proposta; ora c'è un valido contratto tra te e il venditore, e le provvigioni sono dovute, per legge.
Adesso è il venditore che è responsabile nei tuoi confronti; il lavoro dell'agenzia (perlomeno quello previsto dalla legge , anche se le agenzie serie fanno ben altro, e seguono i clienti fino al rogito in modo scrupoloso) è terminato.
Aggiungo che è in corso una anche una transazione per una controversia tra gli eredi, ma che l'agenzia mi ha assicurato verbalmente che verrà risolta tra l'avvocato che la sta curando e il notaio che sarà incaricato del rogito.
Che tipo di controversia ?
Ti avevano spiegato, hai fatto domande, o hai omesso di chiedere spiegazioni
puntuali ?
L'agenzia non sembra aver gestito la vendita al meglio, ma anche tu mi pare abbia approcciato l'acquisto in modo un po' superficiale, e ti fai ora domande che avresti dovuto farti prima.
 

michelin2

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Se non avevi visionato documenti dell'immobile, e questo giustamente ti preoccupava, non dovevi firmare la proposta; ora c'è un valido contratto tra te e il venditore, e le provvigioni sono dovute, per legge.
In effetti non ho opportunamente soppesato la gravità della documentazione carente.
L'agenzia, secondo me non ha rivelato opportunamente i "difetti" urbanistici dell'immobile. A questo punto non so se la vendita sia fattibile. Essendo presenti abusivismi, dovrà essere presente l'agibilità.
Mi hanno richiesto la provvigione al momento della firma della proposta e qualora avessi versato la provvigione e il deposito fiduciario mi avrebbero consegnato la documentazione. Essendo la proposta di accettazione un preliminare del preliminare, credo che sia pagabile in questa fase la provvigione oppure magari al momento del preliminare?
Il mio errore nell'aver firmato la proposta è palese, ma credo che non potendosi vendere l'immobile per abusivismi, si cui non conosco l'entità, la provvigione non so se in termini legali sia effettivamente dovuta.

[/QUOTE="francesca63, post: 705284, member: 72232"]Adesso è il venditore che è responsabile nei tuoi confronti; il lavoro dell'agenzia (perlomeno quello previsto dalla legge , anche se le agenzie serie fanno ben altro, e seguono i clienti fino al rogito in modo scrupoloso) è terminato.[/QUOTE]

Credo che abbiano la coda di paglia, vedi risposta successiva. Vedremo se insisteranno.

[/QUOTE="francesca63, post: 705284, member: 72232"]Che tipo di controversia ?
Ti avevano spiegato, hai fatto domande, o hai omesso di chiedere spiegazioni
puntuali ?
L'agenzia non sembra aver gestito la vendita al meglio, ma anche tu mi pare abbia approcciato l'acquisto in modo un po' superficiale, e ti fai ora domande che avresti dovuto farti prima.
[/QUOTE]

E' qui che casca l'asino, ho chiesto eccome. La risposta è stata: che è una questione che vedranno l'avvocato e il notaio. L'agenzia ha scritto nella proposta che non vi sono gravami sull'immobile....pare che vi sia una transazione che abbia a che fare con l'eredità, tra cui l'immobile oggetto della vendita. Ecco perché, secondo me, non possono richiedere la provvigione, almeno in termini legali.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
L'agenzia, secondo me non ha rivelato opportunamente i "difetti" urbanistici dell'immobile.
L'agenzia poteva non conoscere gli abusi; purtroppo, per legge, non è tenuta a fare verifiche in questo senso. Salvo quanto dirò sotto.
Mi hanno richiesto la provvigione al momento della firma della proposta e qualora avessi versato la provvigione e il deposito fiduciario mi avrebbero consegnato la documentazione.
Quale "deposito fiduciario" ? Non hai versato un assegno , destinato a diventare caparra dopo che ti hanno comunicato l'accettazione della proposta (momento in cui è concluso il contratto) ?
Essendo la proposta di accettazione un preliminare del preliminare, credo che sia pagabile in questa fase la provvigione oppure magari al momento del preliminare?
Spiega meglio cosa hai firmato.
ma credo che non potendosi vendere l'immobile per abusivismi, si cui non conosco l'entità, la provvigione non so se in termini legali sia effettivamente dovuta.
La provvigione è dovuta, a meno che l'agenzia abbia evitato di segnalarti abusi o problemi di cui era consapevole, o che doveva riconoscere perché facilmente riconoscibili.
pare che vi sia una transazione che abbia a che fare con l'eredità, tra cui l'immobile oggetto della vendita.
Sarebbe meglio capire di cosa si tratta di preciso, prima di trarre conclusioni.
Se la persona a cui hai indirizzato la proposta ha accettato, promettendoti l'immobile in vendita, la responsabilità di farti comprare è sua, anche se l'immobili non fosse di sua esclusiva proprietà adesso.
Se hai maggiori informazioni o sviluppi di qualsiasi tipo, aggiornaci .
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Renan Ferreira ha scritto sul profilo di ivnamei.
Buongiorno Ivanei
Siamo Renan e Victoria. Due brasiliani che si trasferiscono alla Roma. Vado studiare e la mia ragazza farà l'acquisizione della cittadinanza. Cerchiamo un appartamento per ottobre ed è molto difficile spiegare e trovare.
Ho visto che hai commentato che aiuta i brasiliani a trovare la residenza.
Se puoi aiutarci te ne sarei grato!
Nota: sono già a Roma e la mia ragazza arriva il 16.
Grazie
U
Utente Cancellato 83322 ha scritto sul profilo di francesca63.
Salve, possibile sentirci urgentemente in privato?
Alto