1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jolly80

    jolly80 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gentilissimo Sig.Gianfranco
    mi chiamo Fabrizio e vorrei porle un quesito:
    Ci troviamo nel 1997 anno in cui muore mio padre, io e i miei tre fratelli facciamo rinuncia di eredità davanti al tribunale mentre mia madre non fa rinuncia (forse per paura che propabili debiti arrivino alla sorella dio mio padre)ma non effettua nemmeno la successione prevista.Negli anni seguenti mia madre ha comunque pagato dei debiti di mio padre che alla data odierna sicuramente sono terminati visto che sono più di 5 anni che non arriva nulla.
    Il punto è che mio padre era proprietario insieme alla sorella di una casa (entrambi al 50%)quindi il suo 50% passa a mia madre anche se non ha fatto la successione? oppure deve fare adesso la successione e pagare penali e varie? oppure essendo trascorsi più di dieci anni mia madre ha perso tutta l'eredità che è passata a mia zia o altro?
    Spero possa darmi un aiuto la situazione è morto ingarbugliata ma come figlio vorrei sistemare questa brutta situazione
     
  2. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    "Fortunatamente" durante i primi 10 anni ha pagato alcuni debiti di tuo padre e quindi ha compiuto il famoso "almeno un atto" che comprovi la tacita accettazione.
    Quindi oltre alla mancata rinuncia espressa all'eredità ( che di per sè forse sarebbe sarebbe insufficiente a comprovare l'accettzione tacita ) c'è il pagamento di debiti del de cuius che è un atto concreto di esercizio della qualità di "erede".
    Il mancato pagamento delle imposte di successione non riveste. a mio parere, alcuna importanza, essendo un debito verso l'erario che può essere saldato in qualunque momento presso l'Agenzia delle Entrate peraltro senza sanzioni.
    Se l'Agenzia delle Entrate si fosse accorta di tale sospeso l'ho avrebbe richiesto e può accorgersene in qualunque momento.
    Non so come si sia comportata tua zia con ICI ed IMU che forse sono arrtrati anche quelli.
    A me sembra che non dovrebbero essereci contestazioni della zia e la regolarizzazione sarebbe solo una questione di rapporto con AdE, che farebbe anche di ufficio la voltura catastale.
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Procedi alla trascrizione della successione di tuo padre a tua madre.

    Ciao salves
     
  4. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    la dichiarazione di successione è obbligatoria e andava presentata entro 12 mesi dalla data del decesso. In ogni caso dovete presentarla quanto prima, compilando il modulo 4 dell'Agenzia delle Entrate; essa comporta il versamento delle imposte di successione per autoliquidazione, tramite modello f23 (imposta ipotecaria, imposta catastale, imposta di bollo, tassa ipotecaria e tributi speciali). Inoltre entro 30 gg dalla presentazione della dich. di successione dovete presentare la domanda di voltura catastale all'Agenzia del Territorio (obbligatorio anche questo).
     
    A Fenix66 piace questo elemento.
  5. jolly80

    jolly80 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma una volta fatta la successione la voltura è automatica o mia madre deve presentare la domanda? Inoltre mi sembra se non mi sbaglio che dopo più di 6 anni dalla morte di mio padre l'agenzia delle entrate non può più applicare sanzioni perchè è andato tutto in prescrizione.
    Secondo il vostro parere ha quanto potrebbe ammontare la spesa per la succesione+relative penali se ci sono?
     
  6. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    la voltura non è automatica, dovete presentare voi la domanda o tramite un tecnico, all'Agenzia del Territorio. Non ci sono sanzioni nè penali, son passati più di 5 anni...
    la dichiarazione e la voltura potete presentarle anche voi; i costi invece di un tecnico per redigerle possono variare da città a città.
     
    A Fenix66 piace questo elemento.
  7. jolly80

    jolly80 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    per tecnico intendi un notaio ?ma si può redigerla anche da soli o serve obbligatoriamente il notaio perchè è un atto registrato?
     
  8. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    puoi compilarla anche tu. per tecnico intendo architetto, geometra o latro
     
  9. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Mi spiace contraddirti sulla questione della voltura catastale. Caso mio personale : AdE di una provincia del Nord ha inviato d'uffico ad AdT la successione ed un 1 solo mese dopo uscivano le visure aggiornate.
    Come dicono spesso su immobilio : ogni AdE fa di testa sua ? Non so. Successione ne ho fatta solo una in vita mia (di mia madre). In ritardo pluriennale e con alterne posizioni di AdE sul calcolo del dovuto, ma in una giornata ho fatto tutto compreso il pagamento e presentazione ad AdE. Ciao Buon Anno.
     
  10. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    di fatto son due domande diverse la successione e la voltua. A Monza funziona cosi': all'agenzia delle entrate presenti la dichiarazione di successione, mentre la domanda di voltura la si inoltra all"Agenzia del Territorio. fino a novembre 2012 (ultima che ho fatto) era ancora cosi'. Dal 1 dicembre 2012 l'AdT e' stat incorporata nell'AdE (basta andare sul loro sito x leggere la notizia), ma a me non risulta che sia cambiato qualcosa sul funzionamento delle successioni. Per la visura aggiornata occorrono circa 20_30gg, si questo lo confermo, ma solo se presenti la voltura. Poi puo' anche essere che alcune agenzie si comportino diversamente. Per il calcolo delle imposte esso dipende dal valore degli immobili ed e' una percentuale che dipende da quando e' avvenuto il decesso, ossia se prima o dopo il 1/1/1996.
     
  11. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Non è detto............. se il denaro provenisse dall' asse ereditario... potrebbe avere valore di accettazione....mentre se il denaro fosse proprio... non penso possa qualificarsi come accettazione......... meglio chiedere ad esperto che possa valutare con le carte in mano....le sfumature sono tante...........

    Smoker
     
  12. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Mi spiace, il pagamento di un debito del de cuius è un inequivocabile atto di comportamento di erede.
    Non vedo come uno si diverta a pagare i debiti del de cuius e contempraneamente sostenere di non avere accettato l'eredità. Non serve l'esperto-mangiasoldi, ma legger il Codice Civile.
    E' vero l'opposto : una volta pagato un debito del de cuius non si può rinunciare all'eredità.
     
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Se indicassi l' articolo sarebbe tutto meno generico....... compresa la tua opinione...... magari la moglie ha pagato la bolletta della luce oppure accertamento ICI del valore di € 30,00............

    Smoker
     
  14. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Hai la mania di chiedere di citarre, l'articolo, la circolare etc.
    Ma tu oltre immobilio, leggi mai qualcosa altro?
    Cmq: art. 476 Codice Civile
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Serve per farti leggere cosa c'è scritto,..... quello che dici tu è opinione che potrebbe essere valida, ma non legge o interpretazione autentica della stessa.......poichè per aversi accettazione tacita, come espresso nell' art. da te citato, bisogna verificare anche, tra l' altro, natura ed importanza del comportamento ........... la valutazione è importante.... difficilmente vedrei accettazione tacita qualora il chiamato, con soldi propri, pagasse supposto piccolo debito del de cuius........

    Smoker
     
  16. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma dove hai letto questo cose ? L'articolo del Codice Civile è quello.
    Se ti piace avanzare dubbi tanto per farlo, liberissimo.
    I soldi sono per forza propri, non può certo utilizzare quelli del morto : sopra le banconote non c'è scritto il nome del proprietario e l'eventuale conto in banca resta bloccato fino alla successione.
    Se il debito è del de cuius, giuridicamente non c'è nulla da provare o esaminare.
    Non ci sono per il diritto "supposti" debiti. E chi li paga, lo fa nella convizione di essere tenuto a pagarli e quindi in quanto erede.
    Poi mentre i figli rinunziarono all'eredità, la madre non rinunziò proprio nell'obiettivo di rendersi erede. Questo dice il figlio, e non io.
    Un percorso chiaro ed inequivocabile.
     
  17. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Sono d'accordo con l'architetto giussano, anche a me non risulta che la voltura venga effettuata d'ufficio dall'AdE, chi paghebbe i diritti, in questo caso? se non ricordo male circa 70 € a comune e a catasto terreni o fabbricati; mi viene in mente, invece, che H&F si riferisca alla visura immobiliare, quella si che, a seguito della trascrizione, nasce su input dell'AdE.
     
  18. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    il costo della voltura è di € 55 per tributi speciali catastali + imposta di bollo di € 14,52 , da pagare al catasto. La visura viene aggiornata sempre dal catasto nel momento in cui viene registrata la voltura.
     
  19. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
  20. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Evidentemente l'AdE della mia città mi riserva trattamenti personali e di cortesia :sorrisone:.

    Il tema della discussine era, a mio parere, più profondo.
    Senz'altro jolly-80 non si spaventerà di 55 euro e spiccioli. Ovviamnente deve portarseli da casa perchè non tutte le AdT hanno il bancomat. Le marche da bollo, penso ma non sono scuro, si comprano in tabaccherie abilitate. Poi deve fare la fila agli sportelli del Catasto e poi sarà l'impiegato a spiegargli il resto:^^:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina