1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. karlokarl

    karlokarl Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno, abbiamo avuto un assemblea con uno svolgimento "strano" , nel senso che pur non essendo all'ordine del giorno e non essendoci neanche tutti i condomini , l'amministratore ha fatto fare una votazione sulla revisione millesimi di tutto il condominio perchè un condomino ha fatto verbalizzare che in un sottotetto di un altro condomino vi era un bagno abusivo .
    Visto l'argomento che di fatto coinvolge tutti i condomini con evidenti spese e responsabilita' e visto che non c'era la motivazione ( errore tabella oppure sopraelevazione locale) che la legge da al singolo condomino per chiedere la revisione millesimi la stessa votazione è illecita e che è una chiara intenzione di ingiuria e diffamazione.
    Poi ha chiuso l'assemblea senza rileggere i punti trattati (siamo andati a casa subito con la convinzione che sarebbe stato verbalizzato quello che era all'ordine del giorno) perchè si era detto verbalmente da tutti i presenti che sarebbero stati scritti solo le cose all'ordine del giorno .
    Oltremodo sul verbale inviato ai condomini vi sono diverse falsita', vi è scritto che sono stati elencati ed approvati i punti discussi , oltre ad una chiara discostanza della esatta cronologia delle cose dette e verbalizzate ed aggiungedo cose mai dette ed omettendone altre
    Oltre alla facolta' del proprietario del presunto abuso denigrato di querelare amministratore e condomino accusatore per ingiurie e diffamazione , conviene mandare un messaggio all'amministratore che si ritiene nulla la votazione ( ed eventualmente impugnarla in seguito) ?, oppure invalidare l'assemblea per falsa scrittura con impugnazione o basta una scrittura di diffida e segnalazione. ( dopo avere ricevuto verbale i due signori , accusato ed accusatore della questione che ha generato la richiesta di revisione millesimi hanno mandato ancora all'amministratore una richiesta di annullare dal verbale tali ed altri punti di discussione, ma lo stesso ha lasciato lo stesso verbale falsato ed ora non manda i bollettini per il pagamento delle quote condominiali)
    Grazie
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Trovo questo racconto molto confuso, quindi cerco di rispondere sulla base di quello che ritengo a me comprensibile...
    Nell'assemblea condominiale non devono essere presenti TUTTI i condomini, alla 1° chiamata bastano come presenze i 2/3 del valore dell'edificio e per le votazioni il 50%+ 1 dei partecipanti al condominio. In 2° chiamata basta 1/3 del valore dell'edificio e per le votazioni il e il 50%+1 dei partecipanti.
    Quindi in qualsiasi caso non è prevista la presenza di tutti. Non solo quelli presenti possono avere delle deleghe di altri condomini e tutto questo è riportato sul verbale.
    L'amministratore fa votare il condominio sulla base di una tabella rivista e redatta da un tecnico il quale ha valutato la situazione. Non è che ha fatto votare per dare l'incarico al tecnico in modo tale che poi possa fare un'altra riunione straordinaria solo su questo punto per far approvare la nuova tabella? E si spiegherebbe perché non sta mandando i bollettini per i pagamenti... e il verbale lo precedente lo va a correggere nella nuova riunione visto che cmq per correggere un verbale c'è bisogno di un altro verbale firmato dal Presidente e Segretario dell'assemblea...
    Non è che si chiama al telefono o si scrive una mail all'amministratore e il verbale si cambia... All'amministratore si segnala che il verbale non va bene. Quando c'è l'assemblea l'amministratore fa presente tutto quanto segnalato e l'assemblea decide.
    Per quanto riguarda il bagno, il condomine segnala il problema all'amministratore il quale fa le verifiche con il tecnico e poi sottopone all'assemblea il problema.
    Se c'è un abuso edilizio segnalato all'amministratore (magari anche con una raccomandata) l'amministratore non può certamente far finta di non aver letto o non aver ricevuto la comunicazione... è suo compito verificare...

    Per chiarirti le questioni inerenti il verbale di copio le linee guida dell'ANAPI.

    Redazione del verbale

    Il Segretario cura la trascrizione, secondo le indicazioni dell'Assemblea, e seduta stante, del verbale nell'apposito registro oppure raccoglie tutti gli elementi indispensabili allo scopo di poter successivamente compilare il verbale assieme al Presidente.

    Qualora in detta stesura successiva del verbale si delineasse tra tali persone un contrasto o dissenso, il verbale sarà sottoposto, discusso ed approvato come primo punto all'ordine del giorno dell'Assemblea successiva.

    Il verbale deve contenere:

    a) l'indicazione del luogo e data dell'adunanza e l'ordine del giorno;
    b) il numero dei presenti di persona o per delega raffrontato al numero totale dei partecipanti al Centro;
    c) il cognome e nome o ragione sociale dei Conduttori intervenuti o rappresentati con l'indicazione delle rispettive quote di proprietà locate;
    d) l'indicazione del Presidente e del Segretario e l'ora di costituzione dell'Assemblea;
    e) un sommario resoconto della discussione ed il testo delle deliberazioni prese con l'indicazione della maggioranza dei consenzienti, dei dissenzienti e degli astenuti con il valore delle rispettive carature e ottenuta da ciascuna deliberazione;
    f) qualunque dichiarazione di cui si chieda l'inserzione.

    Le funzioni di Presidente e Segretario, tranne che per quanto riguarda la stesura del verbale, si esauriscono con la chiusura dell'Assemblea.


    Se l'assemblea aveva i numeri per votare ha votato. Se si vuole querelare l'amministratore e il condomino lo si faccia. L'amministratore evidenzierà se ha fatto il suo lavoro sulla base della segnalazione del condominio, il tecnico risponderà se c'è o no l'abuso. Idem per il condomino. Nel momento in cui emergerà l'abuso e chi ha segnalato è nel giusto, ci sarà la controquerela a danno di chi l'ha fatta. Così, per il signore del bagno, se l'abuso c'è ed è effettivo ci sarà da pagare la multa, 2 procedimenti penali per le querele, 2 procedimenti per le controquerele e 2 procedimenti civili per la richiesta di risarcimento + il risarcimento per entrambi i soggetti. Per i prossimi 10 anni gli avvocati hanno da lavorare... e il conto finale sarà molto salato se il soggetto del bagno ha torto.

    Lo dico sempre, le cause si fanno se si sa di aver ragione, e già li è difficile vincerle.

    Chiamare un bel tecnico, far visionare questo sottotetto e questo bagno e vedere se è abusivo o no prima di trovarsi a pagare per i prossimi 10 anni no?
    A quel punto con il bel pezzo di carta si decide cosa fare. A parte che il racconto è molto confuso quindi non capisco nemmeno come si possa parlare di revisione dei millesimi se il bagno è abusivo (ero rimasta al fatto che chiamavano i vigili e li facevano togliere...con le sanzioni e tutto il resto)... Se il bagno non è abusivo e non c'è tra i millesimi è giusto che si aggiornino le tabelle e ognuno paghi quanto dovuto. Si è parlato di soprelevazione... mi sembra improbabile che una persona abbia aperto un varco nel tetto per farci uscire un bagno... però magari è così...
    Taggo @Architetto così forse può cercare di far chiarezza sul bagno... e sugli abusi edilizi.

    Non so forse c'è bisogno di un po' di tranquillità nel riorganizzare i pensieri per capire lo stato di fatto attuale e cosa si vuole fare per sistemare con il minor spreco di risorse possibile. Oppure posti il verbale da cui elimini tutti i dati sensibili così da poter capire l'effettivo quesito.
     
    Ultima modifica: 28 Ottobre 2015
  3. karlokarl

    karlokarl Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, forse non sono stato chiaro;
    la legge prevede che perche' un singolo condomino richieda la revisione tabelle ci devono essere i presupposti o di errore compilazione oppure di sopraelevazione di +20% delle mis. originali.
    una votazione/delibera che va fatta fuori dall'ordine del giorno è possibile solo se ci sono tutti i condomini. (gia qui ci sono due motivi di nullita')
    riportare cose inerenti (vere o false) il diritto della prprieta' privata esula dal compito dell'amm. pena la querela ( salvo pregiudicare integrita' condominio e cose comuni) anche penale dell'amm: nuovo testo riforma condominio.
    riportare il falso anche , è compito delle autorita preposte verificare le condizioni di legge o meno della propieta' privata.
    Scusa per la poca chiarezza del primo post.
    grazie
     
  4. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Quindi il bagno non è su una parte comune, non è ad esempio una balcone che è stato chiuso oppure uno si è appropriato di un sottotetto non proprio?
    Se la proprietà è privata il condomine, se pensava ad un abuso edilizio doveva rivolgersi ai vigili e l'amministratore fare altrettanto.

    Fai prima a richiedere con gli altri condomini un'assemblea straordinaria e cambiare amministratore. Quello nuovo risolverà il problema.
    Dopo di che vedrai di risolvere la questione nelle opportune sedi.
     
  5. karlokarl

    karlokarl Membro Junior

    Privato Cittadino
    si è un appartamento privato ed oltremodo l'amm. sapeva di un esposto gia in corso, solo che il condomino "delatore" è amico dell'amministratore , in pratica ha anche alterato il verbale per favorie la denigrazione.
    grazie di nuovo
     
  6. karlokarl

    karlokarl Membro Junior

    Privato Cittadino
    mi conviene mandare un fax all'amministratore contestando il l'alterazione del verbale, visto che la votazione è palesemnete nulla, anche perchè io presidente ho firmato il verbale senza guardarlo. grazie
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    .... questo cambia non di poco le cose ....
     
  8. karlokarl

    karlokarl Membro Junior

    Privato Cittadino
    penso proprio che si dovra risolvere la cosa tramite querela anche all'amministratore , anche se ho visto che in un verbale non è punibile il falso ideologico, ma una bella querela per associazione in calunnia....... vedremo.
    grazie di nuovo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina