1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buonasera amici del forum.Ho un problema che con il vs. aiuto spero di risolvere.Questa la situazione:sto' acquisendo (in mediazione ) una vecchia villa ( 1920) con parco recintato.Dalle visure effettuate prima di proporla in vendita ho potuto verificare che esistono delle lievi irregolarita' di compatibilita' catastale sia sull'immobile ( sanabili ) che sul mappale ( quello che mi preoccupa di piu'. Mi spiego.
    La villa insiste su un terreno recintato ( perlomeno dal 1980 anno di acquisto dell'attuale proprietario ) suddiviso in tre mappali di cui uno il piu' consistente su cui e' eretto l'edificio ,piu' due molto piccoli a margine del parco .Tutti e tre i mappali sono ancora intestati al vecchio proprietario e mentre per quello piu' grande a, detta del tecnico ,non dovrebbero esserci problemi riaccatastandolo in sezione urbana , per i due piu' piccoli potrebbero esserci dei problemi al momento del rogito se la situazione non e' definita.Io ho recuperato l'atto di compravendita' dell'epoca e nella difinizione dei confini ci sono dei mappali che non esistono piu'e non esiste una mappa aggiornata dell'epoca allegata all'atto e il notaio e' morto.
    Sovrapponendo una mappa catastale dell'epoca ( 1940)con quella ultima si puo' riscontrare e dedurre che questi due mappali sicuramente provengono da un frazionamento dove sono stati rivisti i confini la dove una parte di terreno e' stata ceduta in cambio di pari terreno piu' confacente alle parti.
    Il fatto e' che i piccoli mappali sono ancora intestati alla vecchia proprieta'-
    Si potrebbe pensare a usocapire il terreno vista il possesso continuato di piu' di 20 anni ma sarebbe una causa lunga per i tempi stretti che ci sono per la compravendita.Qualcuno mi sa' dare qualche consigli per superare questo problema?Irregolarita'
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Se il proprietario è ancora in vita, si può riaggiornare le particelle, fare un unico mappale senza variazioni ed opere, perchè risulta ante '67...
     
  3. Silvio Luise

    Silvio Luise Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie Architetto ,purteobbo il vecchio proprietario e' morto come il notaio che ha redato il l'atto , provero' con gli eredi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina