• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lorenza cosmi

Membro Ordinario
Privato Cittadino
buonasera, a novembre 2017 ho acquistato casa in un condominio con lavori straordinari eseguiti nel 2015. prima di effettuare la proposta con l'agente immobiliare presi appuntamento con l'amministratore condominiale per verificare che tutti i pagamenti ordinari e straordinari fossero stati pagati . L'amministratore ci confermò che tutti i pagamenti erano stati tutti saldati e non c'erano insoluti , per cui potevo stare tranquilla . Nel rogito comunque la clausola degli eventuali debiti con il condominio dopo l'acquisto imputabili alla parte venditrice il notaio l'ha inserita .Dopo tre mesi l'amministratore si ammala e lascia l'incarico ad un collega ,il quale scopre che la ditta che eseguì i lavori di ristrutturazione del condominio , ad oggi deve avere parecchi soldi , mai pagati dall'amministratore . Ancora tutte le spese relative ai singoli condomini non sono state consegnate . Le spese dei lavori straordinari eseguiti nel 2015 spettano a me nel caso in cui la parte venditrice fosse insolvibile ?
grazie a tutti .
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Si tratta di lavori pregressi del 2015, quindi di un debito del vecchio proprietario tra l'altro non incassato per errore dell'amministrato, quindi a mio avviso non competono al nuovo acquirente tra l'altro divenuto tale nel nov 2017.
Forse una leggerezza qui
"presi appuntamento con l'amministratore condominiale per verificare che tutti i pagamenti ordinari e straordinari fossero stati pagati ."

sarebbe stato opportuno farsi rilasciare certificazione.
 
Ultima modifica:

lorenza cosmi

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Si tratta di lavori pregressi del 2015, quindi di un debito del vecchio proprietario tra l'altro non incassato per errore dell'amministrato, quindi a mio avviso non competono al nuovo acquirente tra l'altro divenuto tale nel nov 2017.
Forse una leggerezza qui
"presi appuntamento con l'amministratore condominiale per verificare che tutti i pagamenti ordinari e straordinari fossero stati pagati ."

sarebbe stato opportuno farsi rilasciare certificazione.
buongiorno , quando ho chiesto la certificazione l'agente immobiliare mi ha tranquillizzata sull'onestà e capacità dell'amministratore che conosce da diversi anni.
grazie per la cortese risposta .
Lorenza
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Scenari anche possibili alla luce di
nel caso in cui la parte venditrice fosse insolvibile ?
in questo caso credo che quel debito sarebbe prima spalmato a carico dell'intero condominio, quindi tutti.
Poi successivamente, in caso di insolvenza del vecchio proprietario, il condominio si potrebbe rivalere sul vecchio amministratore facendo leva sul suo operato non adeguato.
Anche perchè dal 2015 e sino alla sua presenza non sono state emesse neppure ingiunzioni di pagamento. Almeno non ne fai cenno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno volevo chiedervi se e' possibile accedere in una compravendita tra srl e privato in cui il privato acquista un locale commerciale pagare l imposta di registro al 4% e non al 9% grazie a tutti
Salve, ho comprato una casa in asta e c’erano DIFFORMITÀ CATASTÒ k posso sanare con 1800 euro. Ho parlato con un geometro e mi ha detto k la spesa e di 10000 euro ....E possibile k la cifra detta nella perizia del tribunale e così poco o mio geometro k nn ha capito bene la situazione...
Grz mille chi mi da la risposta
Alto