1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma è proprio vero che in Italia, secondo alcuni dati, gli agenti immobiliari, in qualsiasi maniera abusivi ( portinai, edicolanti, salumieri, parrucchieri, avvocati, geometri, architetti commercialisti, callisti…), siano di numero di gran lunga superiore a quelli con le carte in regola, cioè regolarmente iscritti alla CCIA!
    Dai, non ci posso credere, lo trovo inverosimile! :shock:
    Ma se fosse così, sarebbe uno vero scandalo al sole! Un' illegalità senza vergogna, consumata davanti a tutti.
    Ma voi che statistiche avete?
     
  2. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    L'hai presente il principio per il quale, se c'è un cartello di divieto di sosta ma ci parcheggiano 100 persone di continuo, il cartello viene tolto?
     
  3. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Come dire, una risposta a stretto giro di posta....:):ok::applauso:
     
    A EnCa78 piace questo elemento.
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    io di statistiche non ne ho, ma farei un'altra domanda: siamo sicuri che gli abusivi siano il vero problema (o comunque il maggiore)?
     
  5. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    C'è ancora speranza (Aragorn - cit.)
     
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se il solo problema fossero gli abusivi...saremmo in una botte di ferro:disappunto::disappunto::disappunto:
     
  7. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non ho detto che é l'unico problema ma che é un scandolo al sole, constatabile da tutti. Però nessuno fa niente per eliminarlo.
    E questo é uno scandalo, se permettete, ancora maggiore.
     
  8. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Si certo, hai ragione, ma è altrettanto importante rompere la cantilena (che non dipende da te) dell'abusivo, abusivo, abusivo, quando ci sono problemi ben più gravi che se risolti, cancellerebbero quasi l'abusivismo, di fatto, secondo me, perché l'abusivo non dispone e non disporrà ami dei mezzi che potrebbero avere gli agenti immobiliari organizzandosi.
     
  9. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Domando:
    Al Governo, sempre più affamato di soldi e sempre più indebitato, nonostante i titanici sforzi di Tremonti, non farebbero comodo una parte dei soldi guadagnati in nero degli agenti abusivi? Io credo che farebbero "comodissimo".
    In Italia, da parte dei politici, partono solo gli annunci: " Faremo, da oggi, una guerra spietata agli evasori, soprattutto ai pesci grossi".
    Scrosciano gli applausi da parte dei cittadini ma, dopo qualche settimana, placatasi l'onda mediatica, si torna al tran tran di prima.
    L’annuncio, appena decollato, torna mestamente a terra per esaurimento di “carburante” politico.
    Qualche risultato consistente in più, si sta, forse, ottenendo, sul piano della lotta all' evasione fiscale, ( l’amministrazione finanziaria con l’acqua alla gola non può avere molto “rispetto”) ma manca una politica sistematica e costante di pressione.

    Però noto che, i mediatori abusivi, non l'hanno ancora toccati.
    Stanno ancora tutti lì, protervi e smascellanti.


    La torchiatura del reddito continua, così, a riguardare i soliti noti, cioè gli onesti cittadini contribuenti, tra i quali si annoverano, a pieno titolo, gli agenti immobiliari regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, costretti a confessare il loro guadagno, con imbarazzo se non con un vivo senso di repulsione ( vero Seroli?) davanti all’ Ufficiale Pubblico per antomasia, cioè il NOTARO.

    Ma, a questo punto, non sarebbe ora di dire basta e rendere la vita impossibile ai mediatori abusivi?
    Non sarebbe l'ora di scoraggiarli con una dura lotta all'evasione pensata e tarata esclusivamente su di loro?
    Probabilmente, tanti mediatori, padri di famiglia e mariti esemplari, gran lavoratori, ben preparati professionalmente, onesti e regolarmente iscritti al registro, staranno sul punto di chiudere il proprio ufficio per colpa degli abusivi che sottraggono a loro il necessario pane quotidiano.
    Magari non è vero, magari l’ho messo troppo sul drastico ma la dimensione della torta del mercato immobiliare, purtroppo, è quella ma le fette, soprattutto per colpa degli irregolari, stanno diventando sempre più sottili e non bastano a “sfamare” tutti.
    E’ così’ difficile mettere da parte personalismi ed egocentrismi?
    Le associazione di categoria non potrebbero fare pressione al Ministero dell’ Economia affinché appronti una speciale task force?
    I Blitzkrieg non sono contemplati nelle strategie di guerra all’evasione economica e fiscale?

    Secondo me, se l’ Esecutivo si attivasse concretamente, senza guardare in faccia a nessuno, l' Erario recupererebbe un bel po’ di milioncini di euro....
    Insomma il gioco potrebbe valere la candela.
    Ma in Italia, si è mai visto un Governo che non guarda in faccia a nessuno?
    Chimera, illusione o realtà ?

    Ma se si cominciasse a combattere l'abusivismo con la “scusa” che ce l’ha imposto L’ Europa dei 17 o dei 27….
     
  10. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Continui a fare un errore fondamentale: gli abusivi che riscuotono a nero sono una esigua minoranza rispetto all'abusivismo in altre forme. ;) Le tasse le pagano. Pensa agli ai nelle agenzie remax. Fatturano eccome, al loro brooker. Non mi stupisco che tu sia caduto nell'inganno in quanto sono gli agenti immobiliari a proporre il modello dell'abusivo che riscuote a nero, cosa che non corrisponde alla realtà, spesso. Si parla di 200mila indivisi che lavorano nell'intermediazione molti dei quali sono semplicemente senza patentino ma NON SONO abusivi. Poi si va nell'abusivismo dei vari professionisti, che fatturano eccome. Poi si sa che in italia è chi è in regola che lavora peggio e non fa i soldi.

    La 39/89 doveva proporre una semplice condizione: gli unici a poter promuovere la vendita degli immobili sono i proprietari e gli agenti immobiliari. ;) In mancanza di questo, l'unica via rimane la differenziazione, la specializzazione, la differenziazione dei servizi, l'unione di categoria sul modello della NAR e dei RALTOR. Per i diritti da "titolo" è il tempo dell'estinzione.
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    avevi dubbi? ;)
     
  12. quartok

    quartok Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Gli agenti immobiliari iscritti alla CCIAA dichiarano esattamente le provvigioni che percepiscono davanti al notaio? Tutti? Non capita che dichiarino meno del dovuto? I clienti non evadono l'IVA e le agenzie immobiliari non evadono le imposte? Ah, quindi in Italia evadono solo gli abusivi.... I dentisti abusivi, gli elettricisti abusivi, gli idraulici abusivi e i mediatori abusivi? Ho capito.
    Non mi tornano molto i conti con le mie esperienze di cliente, ma se è così ne prendo atto....
    Gianluca
     
  13. cinoxx

    cinoxx Membro Junior

    Altro Professionista
    eppure.....

    se i quesiti sono le tasse non pagate e l'abilitazione all'attività:

    il primo è risolvibile, ciascuno dovrebbe dichiarare il percepito, indipendentemente dall'iscrizione al ruolo, di fatto non può farlo per la mancanza di abilitazione. Ciò non toglie che lo farebbe molto volentieri.

    il secondo è a mio parere grottesco: diventare agenti immobiliari vuol dire conoscere il tessuto sociale, avere un'infarinatura culturale discreta, conoscere gli argomenti e i realtivi aggiornamenti in materia che solo attraverso la quotidianità apprendi. In buona sostanza è un processo lungo, fatto di esperienza e conoscenza.
    Se fai un corso e vieni promosso perchè ti assiste una buona memoria a mio parere non sei in grado di fare la professione di AI, diversamente lo può fare la moglie del commercialista o del professionista di turno perchè assistita. Ergo, trovo irrisolvibile il problema se non si accetta una sfida con l'obbligatorietà dell'iscrizione al ruolo.
    Dire fai il corso e diventa agente, è generare delle false illusioni, dare ad alcuni il titolo per avere dei diritti in base ad un diploma poco formativo.

    Mi scuserete ma sono molto critico nei confronti di questo settore e lo sono altrettanto gli acquirenti quando si trovano davanti un ragazzotto incravattato che chiede una provvigione del 3% sul prezzo. Non ha caso il maggior problema è la credibilità.
    Questo è quanto mi sta succedendo in questi giorni:
    un signore in visione d'immobile ci riferisce che è lo stesso per il quale ha già fatto una proposta con un altra agenzia, ad un prezzo più alto. La proposta in questione prevedeva che l'acquisto avvenisse tramite la cessione di preliminare di un primo acquirente fatto con un altra agenzia.
    Tutto questo avviene senza che la proprietà ne fosse messa al corrente e che nemmeno il preliminare è stato redatto ma solo una formale accettazione di vendita (senza aver riscosso alcuna somma di denaro).
    Bhe.... se queste sono le agenzie con le quali dovremmo confrontarci, forse gli abusivi hanno un senso etico più professionale. A me hanno insegnato che la prima cosa è avere un incarico scritto, avere la dovuta documentazione, di seguito... un eventuale proposta e preliminare e senza alcuna deroga portare alla luce ogni elemento utile affinchè la trasparenza sia totale.
    In sintesi:
    un corso non certifica l'abilitazione, quella la guadagni sul campo, fondamentale rispettare i valori della professione. L'evasione è fonte di disagio per chiunque, non ha caso i professionisti mascherano la mediazione come compenso professionale.
    Sono certo che la via della liberalizzazione alle professioni sia un vantaggio, poi ciascuno dovrà vedersela con se stesso, se vuole intraprendere questa professione dovrebbe per forza frequentare dei corsi di specializzazione, senza incappare negli attuali esami capestro o illusori perchè, ripeto, un corso non abilita nessuno.
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Lo fa sotto mentite spoglie (es. procacciatore).


    la proposta è già preliminare di vendita



    questa è follia pura
     
  15. massimoca

    massimoca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    oh, come sono d'accordo con te, Umberto!!!
    Continuiamo a cacciare le streghe ( gli abusivi) e non riflettiamo seriamente sulla nostra situazione.
    Noi dovremmo fare ciò che hanno fatto tutte le altre categorie di professionisti: avere una figura regolamentata, un albo, un refente ad alto livello, una rappresentanza più "focosa", paletti più decisi nei confronti degli adepti, e via di seguito.......
    Ho già postato queste mie riflessioni e , in occasione delle varie riunioni locali di categoria sono intervenuto motivando quanto su scritto ed altro ...... ho avuto la netta sensazione, in base alle risposte che avuto in quelle riunioni, che la cosa non interessasse e che tutto andava bene così.
    Massimo:fiore:
     
    A Roby piace questo elemento.
  16. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Dio sia lodato! La luce sta prendendo campo sull'oscurità! Che al lamentio generalizzato si sostituisca una nuova consapevolezza all'alba dell'armageddon?
     
  17. massimoca

    massimoca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    si, ma questo riporta al problema di fondo.... io non posso andare da solo sotto Montecitorio a legarmi con una catena fino a che qualcuno si decida ad ascoltarmi...... Sono convinto che solo facendo polverone si possa avere attenzione... ma bisognerebbe esserci tutti o , quantomeno, tanti.Massimo:fiore:
     
  18. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    riecco il BUIO. Signori, pensate di dovervi aspettare le cose sempre dallo stato? DA CODESTO STATO? Auguri! Siete voi a dovervi organizzare, attraverso le associazioni di categoria, in modo che vi auto-regolamentiate e abbiate una credibilità politica. Io fossi un politico non crederei alle associazioni perché queste non rappresentano la realtà delle cose, non solo per coppa loro, ma sopratutto perché NON avete modus operandi condivisi, non siete la stessa cosa, siete tante cose differenti, anche molto, con etica e metro diverso a seconda delle zone: assurdo. Quindi la priorità è: definire degli standard operativi ai quali il consumatore e il politico possano fare riferimento senza timor di sbagliare. Secondo è: qualificarvi in modo serio, istituire percorsi formativi obbligatori. Terzo è: organizzarvi in network, locali e nazionali, tutti facendo capo a associazioni, sul modello che nel mondo h pareo piede ed è apprezzato dai consumatori, con penetrazioni sul mercato di oltre il 90%. Qualsiasi altra cosa, a mio parere, è tentativo di resistenza allo tsunami del cambiamento aggrappati a un filo di paglia che esce dallo sterco.
     
  19. massimoca

    massimoca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    mi hai frainteso, la mia era una provocazione...... si riferiva alla assoluta mancanza di volontà da parte di chi ci rappresenta verso queste problematiche.
    Di fronte a questa manifestazione di sordità era rivolta la mia figura romanzata avvolta da una catena, ... forse non sono in grado, non hanno motivazioni sufficienti e se dalla base non arriva un segnale forte non le avranno mai.
    E' chiaro quello che si dovrebbe fare, è giusto quello che si dovrebbe fare, ma come? Creare una nuova forma di rappresentanza? disconoscere quelle esistenti e autonominarsi? come? se non abbiamo a chi rivolgerci?Massimo:fiore:
     
  20. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Quello che propongo io è anche quello che chiede l'europa. Non ho inventato nulla e nemmeno l'europa lo ha fatto, si è limitata a unire i puntini, prendendo esempio dai mercati dove ci sono gli agenti immobiliari più efficienti. Per paradosso, io sono convinto che operare bene in italia è molto più difficile che operare bene in quei mercati, quindi gli agenti immobiliari che fanno un buon lavoro in italia, per farlo durano molta più fatica dei colleghi che hanno la fortuna (o il merito) di trovarsi in mercati migliori. Ma il fatto che quei mercati siano più efficienti è sopratutto dovuto al modus operandi e all'autoregolamentazione degli agenti stessi, indipendentemente dall'ambito legislativo nel quale operano.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina