• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Thefox90

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti.
Stiamo tentando di accendere un mutuo con ISP al 95% per l'acquisto di un immobile al prezzo di 105000 a 30 anni con una rata sui 380 circa.
Premetto che la vendita è gestita dall'agenzia immobiliare e come clausola sospensiva c'è l'approvazione del mutuo per l'importo richiesto. Abbiamo superato la fase preliminare e la perizia (eseguita qualche giorno fa) e adesso aspettiamo la benedetta delibera. Sono un dipendente statale con 13 mensilità con stipendio di circa 1700€ mensile con moglie e un figlio a carico.
La dipendente della banca mi ha rassicurato in origine dicendo che non dovrei avere problemi ma leggende un po' sul forum qualche dubbio è iniziato a balenarmi.
Avendo già pagato caparra e commissioni all'agenzia al momento sul conto mio e di mia moglie non figura molto denaro perché la rimanente somma da impegnare al rogito ci verrà data dai genitori come regalo. Nessuno di loro può farmi da garante (al momento non mi è stato richiesto dalla banca né accennato).
Questa situazione può essere causa di rifiuto?
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Avendo già pagato caparra e commissioni all'agenzia
La provvigione all’agenzia non era da pagare, finché non ci sarà l’ok al mutuo.
E l’assegno che allegato alla proposta non doveva essere consegnato al venditore a titolo di caparra fino a quel momento.
Per quando riguarda la somma che riceverete dai genitori, potreste anche farvela versare sul conto, ed eventualmente renderla, se non vi dessero ok al mutuo.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Thefox90

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
La provvigione all’agenzia non era da pagare, finché non ci sarà l’ok al mutuo.
E l’assegno che allegato alla proposta non doveva essere consegnato al venditore a titolo di caparra fino a quel momento.
Per quando riguarda la sommma che riceverete dai genitori, potreste anche farvela versare sul conto, ed eventualmente renderla, se non vi dessero ok al mutuo.
Quindi questo è stato il primo errore. Nel caso dovessimo ricevere un rifiuto dovrebbero restituirla al netto dell 1% del valore dell'immobile?
Durante la pratica l'operatore della banca ha indicato che il completamento dell'importo avvera con aiuto familiare.
Lei mi consiglia di farmi versare già la somma e fare un'integrazione del saldo?
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Nel caso dovessimo ricevere un rifiuto dovrebbero restituirla al netto dell 1% del valore dell'immobile?
In linea di massima, si.
A meno che abbiate firmato qualcosa di diverso, con condizione sospensiva il contratto non è ancora efficace, e non è ancora sorto il diritto alle provvigioni.
1% comunque è molto poco, se è la provvigione pagata…
Altrimenti, non ci sono penali da pagare: se non avrai il mutuo devono renderti tutto quanto pagato.
Lei mi consiglia di farmi versare già la somma e fare un'integrazione del saldo?
Ti suggerisco di farti versare la somma, con la corretta causale del bonifico per evitare problemi con agenzia entrate (“regalo come contributo acquisto casa” potrebbe andare bene), in modo da dimostrare alla banca che i soldi per pagare il saldo prezzo e tutte le spese accessorie (notaio, imposte, etc.) sono effettivamente disponibili .
 
Ultima modifica:

eldic

Vampiro succhiasangue
Privato Cittadino
Quindi questo è stato il primo errore. Nel caso dovessimo ricevere un rifiuto dovrebbero restituirla al netto dell 1% del valore dell'immobile?
Durante la pratica l'operatore della banca ha indicato che il completamento dell'importo avvera con aiuto familiare.
Lei mi consiglia di farmi versare già la somma e fare un'integrazione del saldo?
non sono sicuro di cosa dovrebbe rappresentare quell' 1% di "penale" sul valore dell'immobile.

ad ogni modo io forse metterei la mani avanti con l'agenzia chiedendo perché hanno già preteso il pagamento e che questo, unitamente alla caparra, dovrà essere restituito nel malaugurato caso la pratica non vada a buon fine.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Non solo hanno consegnato il deposito cauzionale al venditore, e incassato la provvigione ,ma vogliono fargli pagare la penale ???
 

plutarco

Membro Attivo
Privato Cittadino
La provvigione all’agenzia non era da pagare, finché non ci sarà l’ok al mutuo.
E l’assegno che allegato alla proposta non doveva essere consegnato al venditore a titolo di caparra fino a quel momento.
Per quando riguarda la somma che riceverete dai genitori, potreste anche farvela versare sul conto, ed eventualmente renderla, se non vi dessero ok al mutuo.
Il problema è che se trattasi di donazione di non modico valore vi è necessità di atto pubblico...
 

Thefox90

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Non solo hanno consegnato il deposito cauzionale al venditore, e incassato la provvigione ,ma vogliono fargli pagare la penale ???
Allora cerco di spiegarmi meglio perché in effetti non sono stato preciso.
Abbiamo fatto la proposta vincolata al mutuo per l'importo richiesto.
Abbiamo versato 2000 euro di caparra con assegno circolare da incassare dopo esito positivo della perizia.
Contestualmente all'accettazione dell'offerta abbiamo saldato le commissioni pari a 3400 IVA inclusa.
La pratica del mutuo ha superato la perizia e adesso attendiamo la delibera (sperando che avvenga).
Dalle vostre risposte chiaramente siamo stati quantomeno incauti. Adesso spero soltanto che il mutuo venga accettato e per questo tono al quesito principale, ovvero se ci convenga farci versare la rimanente somma sul conto risparmi e mandare un'integrazione alla banca (chiedo anche se sia possibile come cosa) oppure aspettare nel caso una richiesta della banca.
Vi ringrazio per la disponibilità intanto.
 

Thefox90

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Il rischio c'è, perché il (mono)reddito è scarso per una famiglia di tre persone con una rata da pagare vita natural durante. Sarebbe consigliabile che papino allungasse un po' di più il braccino...
Sicuramente è una situazione al lomite nonostante paghiamo un affitto nettamente superiore alla rata del mutuo.
Il fatto di essere dipendente statale a tempo indeterminato, non avere finanziamenti in corso e aver pagato sempre in regola quelli estinti pensavo fosse un punto "di forza".
Per quanto riguarda i genitori ovviamente fanno quello che possono non essendo figlio unico, capire bene.
 

plutarco

Membro Attivo
Privato Cittadino
Allora cerco di spiegarmi meglio perché in effetti non sono stato preciso.
Abbiamo fatto la proposta vincolata al mutuo per l'importo richiesto.
Abbiamo versato 2000 euro di caparra con assegno circolare da incassare dopo esito positivo della perizia.
Contestualmente all'accettazione dell'offerta abbiamo saldato le commissioni pari a 3400 IVA inclusa.
La pratica del mutuo ha superato la perizia e adesso attendiamo la delibera (sperando che avvenga).
Dalle vostre risposte chiaramente siamo stati quantomeno incauti. Adesso spero soltanto che il mutuo venga accettato e per questo tono al quesito principale, ovvero se ci convenga farci versare la rimanente somma sul conto risparmi e mandare un'integrazione alla banca (chiedo anche se sia possibile come cosa) oppure aspettare nel caso una richiesta della banca.
Vi ringrazio per la disponibilità intanto.
Fossi in voi, aspetterei eventuali indicazioni da parte della banca in merito...
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Il problema è che se trattasi di donazione di non modico valore vi è necessità di atto pubblico...
No, non nel caso di dazione di denaro legata all’acquisto di un immobile. In questo caso non serve atto pubblico, basta il bonifico con indicata la causale.
Abbiamo fatto la proposta vincolata al mutuo per l'importo richiesto.
Dovresti postare la condizione, come scritta esattamente.
 

eldic

Vampiro succhiasangue
Privato Cittadino
Allora cerco di spiegarmi meglio perché in effetti non sono stato preciso.
Abbiamo fatto la proposta vincolata al mutuo per l'importo richiesto.
Abbiamo versato 2000 euro di caparra con assegno circolare da incassare dopo esito positivo della perizia.
Contestualmente all'accettazione dell'offerta abbiamo saldato le commissioni pari a 3400 IVA inclusa.
La pratica del mutuo ha superato la perizia e adesso attendiamo la delibera (sperando che avvenga).
Dalle vostre risposte chiaramente siamo stati quantomeno incauti. Adesso spero soltanto che il mutuo venga accettato e per questo tono al quesito principale, ovvero se ci convenga farci versare la rimanente somma sul conto risparmi e mandare un'integrazione alla banca (chiedo anche se sia possibile come cosa) oppure aspettare nel caso una richiesta della banca.
Vi ringrazio per la disponibilità intanto.
se è come scrivi, ovvero che
proposta vincolata al mutuo per l'importo richiesto.
se è vero che siete stati incauti è maggiormente vero che l'intermediario è stato assai scorretto; in nessun modo aveva diritto di consegnare l'assegno, men che meno la sua commissione.
poco chiara anche la banca che incarica il perito senza aver prima

se quanto scrivi è riportato nel contratto che hai firmato inizia a chiedere conto all'intermediario del perchè del suo operato; poi valuta se pretendere la restituzione di quanto versato o anticipargli che lo farai qualora la pratica non vada a buon fine.
per il resto... mah.
a milano una pratica del genere non sarebbe probabilmente passata; a lecce con il costo della vita più basso, la vedo meno dura, se non hai altri finanziamenti in essere.
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Il problema è che se trattasi di donazione di non modico valore vi è necessità di atto pubblico...
In realtà è di valore molto modesto, perché parlava solo di spese per il rogito. E' anche vero che se fossimo in un paese liberale e non peggio che nella vecchia DDR, non sarebbe necessario giustificare tutto di fronte a un'agenzia delle entrate a dir poco parassitaria.
 

Thefox90

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
se è come scrivi, ovvero che se è vero che siete stati incauti è maggiormente vero che l'intermediario è stato assai scorretto; in nessun modo aveva diritto di consegnare l'assegno, men che meno la sua commissione.
poco chiara anche la banca che incarica il perito senza aver prima

se quanto scrivi è riportato nel contratto che hai firmato inizia a chiedere conto all'intermediario del perchè del suo operato; poi valuta se pretendere la restituzione di quanto versato o anticipargli che lo farai qualora la pratica non vada a buon fine.
per il resto... mah.
a milano una pratica del genere non sarebbe probabilmente passata; a lecce con il costo della vita più basso, la vedo meno dura, se non hai altri finanziamenti in essere.
Non ho altri finanziamenti, l'ultimo l'abbiamo estinto a febbraio ed era per la macchina. Un'altra domanda, gli straordinari benché non contino hanno, seppur minimo, un peso nell'eventuale valutazione? Lavorando nel comparto difesa infatti il mio CUD non è mai soltanto le mensilità di base.
Per quanto riguarda l'agenzia immobiliare attendo risposta, per la verità sono stati molto presenti e in fase di perizia mi ha rassicurato dicendo che una volta arrivato il perito la delibera è molto molto probabile. Leggendo qualche discussione precedente ho capito che non è affatto così.🤦
 

eldic

Vampiro succhiasangue
Privato Cittadino
Non ho altri finanziamenti, l'ultimo l'abbiamo estinto a febbraio ed era per la macchina. Un'altra domanda, gli straordinari benché non contino hanno, seppur minimo, un peso nell'eventuale valutazione? Lavorando nel comparto difesa infatti il mio CUD non è mai soltanto le mensilità di base.
Per quanto riguarda l'agenzia immobiliare attendo risposta, per la verità sono stati molto presenti e in fase di perizia mi ha rassicurato dicendo che una volta arrivato il perito la delibera è molto molto probabile. Leggendo qualche discussione precedente ho capito che non è affatto così.🤦
gli straordinari in genere non sono conteggiati perchè non "scontati" (ti faccio un esempio che riguarda proprio il tuo settore: non posso pensare di considerare gli straordinari di un militare in missione in afghanistan); tuttavia, se si può dimostrare che sono di fatto costanti (diciamo tramite due CUD), almeno in parte di solito vengono considerati.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

dinosala ha scritto sul profilo di Bagudi.
cioe' scusate ma e'possibile che nessuno ha capito la mia domanda
se io sono il confinante ho diritto io ad aquistare il fondo o il nipote? mi sembra semplive boh
Perché non lasciare che il mercato degli affitti fluttui liberamente?:riflessione:
Alto