1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Gabriele Alberico

    Gabriele Alberico Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti....
    A maggio scorso, dopo circa 1 anno in cui non riuscivo a realizzare nulla, ho effettuato il compromesso della mia villetta indipendente che avevo in vendita.
    Tale villetta, aveva alle spalle un giardino, al posto del quale , poco prima la morte di mio padre 3 anni fa, fu chiesto, concessione edilizia regolare, il permesso di costruire una nuova abitazione come ampliamento della villa (seppur indipendente).
    Fu pero' annesso un atto d'obbligo, in cui si evidenziava, che al posto di una stanza e del terrazzo della villa, venisse creato un vialetto, per accedere al fabbricato alle spalle, e tale vialetto (da atto d'obbligo) è comune sia al fabbricato A che al B (dove A è la villa gia esistente, e B è la nuova costruzione).
    Il vialetto non è mai stato realizzato(causa morte di mio padre, non siamo stati in grado di prendere in mano le redini della situazione) e , volendo a tutti i costi vendere la villa, abbiamo venduto cos'è com'è.

    Ci siamo affidati a un'agenzia, e gli acquirenti, hanno dato caparra confirmatoria (attraverso il compromesso, che realtà è la semplice proposta di acquisto che venditore e acquirente abbiamo firmato, e che, da come dice l'agenzia, è diventata effettivamente un compromesso...boh).

    Siamo quasi pronti a fare il rogito, quando esce fuori quest'atto d'obbligo, che tutti avevamo tralasciato.

    Ora gli acquirenti non vogliono piu acquistare, o meglio vorrebbero che io togliessi l'atto d'obbligo, affinchè il vialetto (che ripeto, non è mai stato realizzato, essendoci ancora la stanza col terrazzino), sia di proprietà loro.

    A me la cosa va benissimo...il problema è che sembra non sia possibile burocraticamente, renderlo esclusivo.... come posso fare per risolvere tale situazione???

    inoltre, nella peggiore delle ipotesi, se la vendita va a monte, chi ha torto e chi ha ragione ???

    grazie
     
  2. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Sicuramente il proponente pretende di avere ciò che gli avete promesso e ne ha tutto il diritto, pena raddoppio della caparra ed eventuali danni.
    E' chiaro che per sfruttare il terreno sul retro dovrete per forza come già stabilito creare il passaggio.
    Vi conviene ritrattare il prezzo dela casa senza stanza e terrazzino con l'attuale proponente altrimenti saranno guai.
     
  3. Gabriele Alberico

    Gabriele Alberico Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie x la risposta...ma attenzione !!!

    io voglio darglielo il balcone e terrazzo...solo che non posso burocraticamente....resterà sempre condominiale (a meno che non voglia fare una nuova concessione edilizia..ma , sempre se l'accettano, passerà tantissimo tempo).

    il viale per accedere dietro , io ce l'ho da un altro lato.

    [FONT=LucidaGrande, Lucida Grande, kedage, Sharjah, DejaVu Sans, Lucida Sans Unicode, serif, Arial, sans-serif]sarei anche disposto a scendere col prezzo... il discorso è che loro, giustamente, non la vogliono una casa con una parte condominiale.

    in tutto questo pero, io che sono ignorante in materia, avrei dovuto ricevere info e consigli dall'agenzia...che invece se n'è fregata... ha venduto la casa, si è presa 7200 euro da me e 7500 euro dall'acquirente, e poi dopo 7 mesi, a 15 giorni dall'atto, escono fuori tutte ste cose !!![/FONT]
     
  4. francesca7

    francesca7 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma l'agenzia ne era stata informata? per tutti cosa intendi? L'atto d'obbligo era stato fornito all'agenzia .
     
  5. Gabriele Alberico

    Gabriele Alberico Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    l'agenzia non aveva l'atto d'obbligo...perchè nemmeno io sapevo di averlo

    ma io non ne capisco nulla di case e carte. io avevo solo l'esigenza di vendere.

    l'agenzia che ha preso il mandato, penso che doveva informarsi prima di presentare la casa al cliente, e sopratutto, prendersi le nostre caparre.

    io la casa l'ho avuta per successione, non so quello che c'è sotto tecnicamente...

    insomma, io lo so che avrei dovuto dare tutte le carte, ma come faccio a sapere cosa serve e cosa no....penso che le dovute verifiche, le dovrebbe fare l'agenzia, altrimenti chi mi giustifica tutti i soldi che si son presi... (tra l'altro abbiamo venduto a un prezzo stracciato a causa del mercato)
     
  6. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se il terreno sul retro ha un altro accesso non rimane che ritrasformare la parte condominiale in privata, ci sarà una soluzione tecnica per farlo.
     
  7. Gabriele Alberico

    Gabriele Alberico Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    infatti proprio oggi al comune mi hanno confermato questa cosa... è risolvibile presentando una modifica al progetto....tutto bene quel che finisce bene !!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina