1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. danyela7373

    danyela7373 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, avrei bisogno del vostro prezioso parere e dei vostri consigli con riguardo alla seguente situazione: Tizio, proprietario di un appartamento gravato da ipoteca per debiti Equitalia muore, lasciando moglie e figli nonchè altri eredi quali padre, sorella e nipoti. Ad oggi l'appartamento risulta ancora intestato a lui e la moglie, i figli minori ed il padre hanno già rinunciato all'eredità. Gli altri parenti che subentrerebbero nell'asse ereditario, stanno procedendo con la rinuncia all'eredità. In buona sostanza nessuno di loro è interessato ad ereditare in quanto ci sono altri svariati debiti da pagare oltre a quelli con Equitalia. Caio vorrebbe occupare l'immobile con il consenso del padre del de cuius che gli darebbe le chiavi, sebbene ad oggi, non avendo alcun titolo, avendo appunto rinunciato all'eredità, il nominato padre non può fare alcun tipo di scrittura con la quale ad esempio concede l'immobile a Caio a titolo gratuito. Le mie domande sono le seguenti: sebbene Equitalia procederà prima o poi con la vendita dell'immobile, Cai che vie ha per non correre rischi quali l'occupazione abusiva (sempre che ci sia, visto che nessuno ad oggi può vantare diritti sull'immobile, se non i papabili eredi che stanno comunque procedendo con la rinuncia all'eredità)? Per avere una sorta di "possesso legale" dell'immobile è il caso che si intesti le bollette? Equitalia lo può accusare di qualcosa (lui in teoria non è tenuto a sapere che il de cuius aveva debiti con Equitalia). Può cambiare la serratura? E' il caso che comunichi all'amministratore di condominio che ha preso possesso dell'immobile e vuole pagare la sua quota condominiale? In buona sostanza quali sono i consigli che possiamo dare a Caio affinchè non corra rischi, sempre che sia possibile? Ringrazio anticipatamente chi gentilmente vorrà darmi il suo aiuto.
     
  2. angy2015

    angy2015 Membro Junior

    Altro Professionista
    se Caio non ha proprio di meglio da fare che cercare rogne può occupare l'immobile e cambiare la serratura, al massimo si troverà prima o poi un perito che vorrà fare la perizia per l'asta di Equitalia ma è improbabile che venga mai accusato di occupazione abusiva se non fà resistenze all'eventuale procedura di vendita. Già che c'è non conviene neppure pagare le spese condominiali visto che non ne avrebbe titolo e in teoria non avrebbe diritto agli allacci delle utenze ma in Italia non è un problema insormontabile.
     
    A eldic e specialist piace questo messaggio.
  3. Capricorn

    Capricorn Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Ciao,
    io mi sento di consigliare a Caio di non entrare nell'immobile, poichè chi gli permette di abitare non ne ha il titolo. Infatti il padre del de cuius, rinunciando all'eredità, non ha titolo sull'immobile e non può decidere nulla. Non è suo. E questo Caio lo sa.

    In realtà chi vanta dei diritti sull'immobile sono i creditori del defunto. I creditori molto probabilmente cercheranno di vendere l'immobile (tramite un'asta giudiziaria) per recuperare i loro soldi.
    Non può esserci "possesso legale", perchè colui che gli permette di abitare l'alloggio non ha facoltà di disporre dell'alloggio e non può darlo in comodato.
    Vedo anche difficile il fatto di intestarsi le bollette: ad oggi le società di fornitura di gas e luce, quando si fa una richiesta di attivazione dei servizi, richiedono un documento che giustifichi il perchè Caio chiede l'utenza a suo nome. Bisogna infatti citare gli estremi del contratto di locazione o comodato, oppure l'atto notarile di acquisto, o in alternativa la dichiarazione del proprietario di casa che dà il consenso a Caio di fare l'utenza a nome suo. Ma il proprietario chi è? Gli eredi hanno tutti rinunciato...

    Certo, Caio potrà tentare le varie strade e cercare di aggirare questi ostacoli, ma si troverà costretto a fare false dichiarazioni, a falsificare documenti, rischiando la truffa.
    Diciamo che Caio deve mettersi in testa che quell'alloggio lì, vuoto, anche se può sembrare uno speco e anche se Caio lo abiterebbe e lo curerebbe nel migliore dei modi, in realtà dovrà essere venduto per far recuperare i soldi ai creditori dell'ex proprietario.
     
  4. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se Caio occupasse l'immobile con il benestare di un rinunciatario all'eredità, metterebbe quest'ultimo in difficoltà, se venisse scoperto, perché se agisce come se avesse accettato l'eredità e si accollerebbe i debiti del de cuius e la rinuncia sarebbe nulla
     
  5. angy2015

    angy2015 Membro Junior

    Altro Professionista
    ovviamente se vuole occuparlo lo farà senza il consenso degli eredi ma per esperienze vissute i problemi maggiori li hanno sempre i legittimi proprietari, in questo caso sarebbero i creditori, perchè, se chi entra e prende possesso non se ne vuole andare, devono affrontare spese legali per farlo sloggiare. Questo anche se è entrato senza titolo e ha fatto false dichiarazioni per intestarsi le bollette.
    Ho fatto sgomberare diversi immobili occupati abusivamente e ho anche dovuto ripristinare le chiusure e demolire bagni e impianti per evitare ulteriori ingressi ma l'assedio continua e le spese legali non si recuperano e causa dissidi tra eredi non si riesce a ristrutturare per vendere.
    Le utenze elettriche gliele hanno sempre allacciate e l'acquedotto dice che non può sospendere la fornitura e tempo fà aveva pure fatto emettere una cartella esattoriale agli eredi per le morosità degli abusivi.
    Le leggi sarebbero anche diverse ma si deve sempre passare dagli azzeccagarbugli e pagare laute gabelle che superano i benefici ottenibili.
    Fanno bene questi signori ad approfittare della situazione e alla fine tutti ne trarremo giovamento dopo che allo sfascio totale che verrà seguirà una, forse cruenta, sistemazione del bel paese.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina