• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

wildshark

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera,
ho provato a cercare un quesito analogo nel forum ma non ci sono riuscito.
Qualora ce ne fosse uno, vi chiedo di segnalarmelo.
Vorrei sapere se esistono obblighi (e, se si, di che natura) da parte di un proprietario di casa che concede in locazione il proprio appartamento situato in una palazzina inclinata/pendente. Preciso che si tratta di una lieve inclinazione dovuta a cedimenti strutturali, che "non dovrebbe" comportare rischio per i residenti e che viene monitorata dal Comune.
Nello specifico, qualora sia obbligatorio fornire tale informazione all'inquilino, vi chiedo quali sarebbero le eventuali norme violate e quali le sanzioni in caso di inottemperanza.
Si tratta di una violazione di natura civilistica? Rende nullo il contratto? E' possibile richiedere un risarcimento?
Non sono riuscito a trovare alcun riferimento in merito e sono certo che sappiate illuminarmi (alla luce dell'alto livello di competenza che ho rilevato sinora negli altri post del forum).
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno darmi supporto.
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
Sarà come dice una cosa lieve ma invece di monitorare se si stabilizza non sarebbe il caso di provvedere al consolidamento della struttura? ed affittare in seguito?
A parte la premessa, quando si affitta un immobile questi dovrebbe essere privo di vizi e difetti.
Nel suo caso è presente un problema dovuto a cedimenti strutturali che il comune monitora.
Se trova un inquilino... importante è evidenziare nel contratto di locazione il difetto e che questi ne è a conoscenza e nulla gli è dovuto per eventuali danni che potrebbe subire a se ed ai suoi familiari.
Frasi simili si mettonoin genere quando non si ha la certificazione impianti per es. l'impianto elettrico, ma si sà che i cavi sono di sezione adeguata, vi è ed è funzionante il salvavita e la messa a terra.
Nei contratti di locazione che ho in essere vi è questa clausola:
"ESONERO DI RESPONSABILITA' Il conduttore esonera espressamente il locatore da ogni responsabilità in caso di furto, incendio, allagamento, fughedi gas,... omissis... per danni diretti o indiretti, che possano derivargli, anche per fatti od omissioni di terzi, in occasione o a causa della sua permanenza nell'immobile locato e/o nelle aree cortilive adiacenti."
Se trova un inquilino che le firma questa "liberatoria" con al posto dell'omissis il difetto dell'immobile, lo stesso in seguito non può chiedere nessun risarcimento.
 

wildshark

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sarà come dice una cosa lieve ma invece di monitorare se si stabilizza non sarebbe il caso di provvedere al consolidamento della struttura? ed affittare in seguito?
La penso anche io così, purtroppo nel caso di specie io sarei l'inquilino che non ha mai ricevuto alcuna informazione in merito al problema, né verbalmente né per iscritto.

Se trova un inquilino che le firma questa "liberatoria" con al posto dell'omissis il difetto dell'immobile, lo stesso in seguito non può chiedere nessun risarcimento.
Tenuto conto che la stipula è ormai avvenuta, ovviamente senza alcuna clausola di sorta, come potrei tutelare i miei interessi?

Ancora grazie per il contributo
 

studiopci

Membro Storico
Agente Immobiliare
Poiché siamo in Italia ci andrei cauto comunque, si sta parlando di un cedimento strutturale, e un "miracolo" comporterebbe risvolti penali anche seri, agibilità o meno ci possa essere ( sinceramente dubito che il comune la rilasci in casi del genere) sono più propenso a credere che come al solito ci sia invece il classico scarica barile tra i vari enti e io mi preoccuperei prima di risolvere e poi fittare.
 

studiopci

Membro Storico
Agente Immobiliare
Tenuto conto che la stipula è ormai avvenuta, ovviamente senza alcuna clausola di sorta, come potrei tutelare i miei interessi?
Bisognerebbe sapere come stanno precisamente le cose, se ci sono relazioni o ordinanze del comune, Vigili del fuoco ecc. ecc. e poi sulla base di queste parlare con un avvocato. La cosa potrebbe essere semplice come complessa.
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
@wildshark
Se il cedimento strutturale è avvenuto dopo la stipula del contratto di locazione è logico che non vi sia niente nel contratto, cosa diversa se era già in essere.
A prescindere da quanto detto sopra se io fossi il proprietario, ti avrei avvisato con lettera del problema... a futura memoria... (dando per scontato che il palazzo tutt'ora sia agibile.)
In ogni caso tu ora, in qualche modo sei stato informato, se continui ad abitare l'appartamento è insito che accetti il rischio.
Ad oggi non vedo quali danni tu possa chiedere alla proprietà.
 

wildshark

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
@wildshark
Se il cedimento strutturale è avvenuto dopo la stipula del contratto di locazione è logico che non vi sia niente nel contratto, cosa diversa se era già in essere.
A prescindere da quanto detto sopra se io fossi il proprietario, ti avrei avvisato con lettera del problema... a futura memoria... (dando per scontato che il palazzo tutt'ora sia agibile.)
In ogni caso tu ora, in qualche modo sei stato informato, se continui ad abitare l'appartamento è insito che accetti il rischio.
Ad oggi non vedo quali danni tu possa chiedere alla proprietà.
Tutto corretto, il cedimento era preesistente, infatti appena saputo mi sono organizzato per lasciare l'appartamento. Non è mia intenzione accettare alcun rischio. Ritenete che potrei invocare tale situazione per il rilascio dell'immobile senza il dovuto preavviso?
Ad ogni modo, quali sarebbero le norme eventualmente disattese?
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
Nel tuo caso penso sussistano le condizioni del rilascio dell'immobile senza il dovuto preavviso.
Io mi rivolgerei al Sunia o associazioni simili per stilare la lettera di disdetta del contratto.
 

D3rivato

Membro Attivo
Mediatore Creditizio
Sei l'inquilino o il proprietario? L'immobile è agibile? Se si nessun obbligo e nessuna disdetta, l'immobile non è agibile? Ti faranno andare via e farai disdetta anche senza il dovuto preavviso. Ci sono palazzi lesionati dichiarati agibili e non pericolanti. Non capisco su cosa vuoi parare, vuoi andartene? Se l'immobile non è agibile ti diranno di andartene, diversamente farai disdetta come previsto sul contratto di locazione.
 

wildshark

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Non voglio parare da nessuna parte, solo comprendere se vi siano obblighi informativi e, in caso positivo, da quale norma sono dettati.
Tutto qua
Grazie ancora
 

D3rivato

Membro Attivo
Mediatore Creditizio
Gli altri condomini abitano ancora il palazzo? Se si allora non credo che tu debba porti domande e dubbi che non esistono
 

wildshark

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
I dubbi sono sempre leciti, ma va bene così.
Proverò a fare una breve interlocuzione con SUNIA e cercherò di dare un riscontro sul forum.
Ovviamente sono ben accetti ulteriori contributi costruttivi.
Ancora grazie a tutti
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

cristian casabella ha scritto sul profilo di Teseo123.
Ciao. Se ti interessa ti lascio il mio nr così facciamo due chiacchiere, come detto ho appena aperto un ufficio a Rivoltella e stiamo cercando collaboratori
Alto