1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, chiedevo un vostro cortese parere a riguardo dell'esposizione; stò valutando l'acquisto di un appartamento nuovo a Modena, posto al terzo piano (al piano superiore ci sono le soffitte e lo stenditoio) che, girando in senso orario, ha un'esposizione tra E/S (moltissimo a Est) e O/N (moltissimo a Ovest) e più precisamente:
    a Est cucina con loggia/balcone, bagno e camera da letto,
    a Ovest camera da letto e soggiorno-pranzo con loggia/balcone,
    a Sud praticamente ci sono solo le pareti cieche delle due camere da letto e in mezzo un bagnetto con una finestrina; a Nord l'appartamento confina con un altro appartamento e con il vano scale. L'edificio verrà costruito secondo le regole di Casaclima Bolzano e per questo sarà certificato in classe B e dunque avrà tutti gli accorgimenti necessari come per esempio il cappotto esterno; sono comunque preoccupato (sopratutto per le camere da letto) per il timore che se la classe B e il cappotto non dovessero funzionare in maniera adeguata mi ritroverei gli ambienti molto caldi.
    Cosa nè pensate?
    Cordiali saluti a tutta la comunità.
     
  2. Brisko

    Brisko Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao personalmente non credo proprio che ci siano problemi, a maggior ragione se la casa avrà anche la certificazione Casaclima (ente esterno che certifica con propri tecnici adeguatamente formati la "bontà" del progetto e delle soluzioni costruttive adottate).
     
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Buongiorno,
    la corretta esposizione è un delicato rapporto fra orientamento, forma degli elementi ombreggianti, logge, brise soleil, terrazzi ecc e dimensione delle finestre.
    Il cappotto non è sufficiente a garantire il pieno comfort dell'abitazione che è dato non solo dal caldo e dal freddo ma soprattutto dalla quantità di luce che entra attraverso le finestre.
    Il fatto che dici che la casa è progettata secondo criteri di bioedilizia ma a Sud c'è solo il finestrino del bagno certo è strano... occorrerebbe vederla in loco.

    Cmque a parte Bolzano lo studio della corretta esposizione ha una storia lunga, da Vitruvio, alle torri a vento iraniane a Vinaccia, che ha codificato l'asse equisolare che orienta l'edificio all’incirca nord est-sud ovest (l'angolo è variabile -di poco- a seconda della latitudine)
    Da questo nascono una serie di considerazioni:
    • Le finestre esposte a sud-est e sud-ovest sono molto soleggiate, sia d'estate che d'inverno, con raggi quasi orizzontali, che penetrano profondamente all'interno della stanza.
    • Le finestre esposte ad est e ovest ricevono raggi orizzontali durante gli equinozi, che man mano vanno raddrizzandosi fino al solstizio d'estate
    • Le finestre esposte a sud ricevono raggi orizzontali d'inverno e raggi quasi verticali d'estate.
    • Le finestre esposte a nord-est non ricevono sole d'inverno, ma sono soleggiate in primavera e autunno; d'estate, il sole penetra perpendicolarmente dalla finestra.
    Da cui il Vinaccia ha tratto un diagramma: [​IMG]

    in cui è suggerita la disposizione ottimale degli ambienti rispetto all'orientamento.
    C'è da osservare che la carta è molto datata e si adatta con difficoltà alle tipologie abitative odierne.
    Sul nostro blog, e qui c'è l'articolo, proponiamo una rilettura del diagramma elaborata secondo stili di vita più moderni:

    [​IMG]

    La cucina non è più nel lato freddo della casa, ma si sposta verso il caldo e la luce, più vicina al soggiorno; si fa colazione e si comincia a lavorare nell'home office sotto il sole mattutino.
    Difficilmente nelle case odierne c'è spazio per una stanza dedicata alla libreria, figuriamoci alla hall, che hanno lasciato il posto al soggiorno e alla sala da pranzo: si torna a casa e ci si rilassa al sole pomeridiano.
    Il gabinetto non è più separato dal bagno e c'è una distinzione più netta fra zona giorno e zona notte.
     
    A Greta Phlix, Marco Giovannelli, Alessandro Frisoli e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  4. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Vi ringrazio per le risposte che mi state dando e che mi saranno utili per decidere entro pochi giorni, premettendo che l'edificio è ancora tutto da costruire e che si tratta di un bando peep ragion per cui non si tratta di un edificio di pregio; aggiungo le seguenti informazioni anche in considerazione della risposta ricevuta da Brisko e dell'approfondimento avuto da CAFElab; per completezza è scritto che l'edificio avrà un impianto di riscaldamento centralizzato con la contabilizzazione delle calorie, ci sarà un sistema dei pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria ed è previsto un impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica 1kw per appartamento; nel capitolato è scritto che l'edificio è progettato secondo il protocollo CasaClima®Classe B ed avrà pertanto la doppia certificazione energetica: quella Regionale obbligatoria per legge e quella CasaClima emessa dall’agenzia CasaClima di Bolzano; i muri esterni a contatto con ambienti riscaldati saranno tipo POROTON sp. 30cm rivestita con isolam a cappotto sp. 8/10cm in POLISTIRENE ESPANSO mentre le partizioni esterne a contatto con ambienti non riscaldati sono con mattoni "DOPPIO UNI" a due teste (sp. 25cm) rasate con intonaco premiscel a base di calce cemento e inerti; i muri della parte condominiale a contatto con l'appartamento sono in c.a. rivestito con pannello in lana minerale 8cm e muratura 12cm; il pavimento dell'alloggio sarà con pannelli in XPS sp. 10cm sopra caldana in c.l.s. 4cm + caldana in cemento allegerito da perline di polistirene o similari tipo isolcap 8/9cm (quest'ultimo usato anche per il solaio che avrà anche teli di sughero sp. 3mm o similare per l'isolam termoacustico).
    Confermo che a sud ci sono solo il finestrino del bagno e le pareti cieche (verso l'esterno) delle due camere da letto.... la disposizione non mi sembra certamente la migliore ma purtroppo non abbiamo molta scelta.... e se il cappotto non dovesse garantire una temperatura interna confortevole? come si fà a sapere la temperatura che si ha all'interno delle camere da letto per esempio dalle 15.00 alle 23.00 d'estate; ciò dovrebbe essere sicuramente possibile con dei calcoli e a questo punto mi domando se si tratta di dati che il costruttore possa dare a maggiore garanzia e credo che la certificazione in fondo sia anche questo.
    Resto in attesa di un Vostro riscontro, grazie ancora.
     
  5. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    io non mi preoccuperei tanto dell'isolamento al freddo che sicuramente il cappotto ti darà, quanto delle muffe e della condensa che sono i grossi problemi delle abitazioni con queste caratteritiche di contenimento energetico. Inoltre ricordati che la classe energetica fa riferimento solo ai kw necessari a riscaldare la casa e non a raffrescarla, quindi un soggiorno a ovest potrebbe essere molto caldo in estate.
     
  6. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie elisabettam, infatti io mi stò preoccupando che ci possa essere caldo!!! sarebbe un contro senso se fossi costretto a montare un domani un impianto di condizionamento per raffrescare... addio contenimento energetico; può darsi che mi stia mostrando diffidente nei confronti della dichiarata classe energetica B in casaclima... ma a qualcosa dovrà pur servire tutto ciò... mi domando.
     
  7. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Casa Clima ti certifica solo la struttura e non ha niente a che fare con gli impianti che invece sono contemplati nella certificazione della classe energetica regionale e nazionale. Credo, comunque, che non potrai fare a meno del clima. Chiedi se è possibile mettere il raffrescamento a pavimento al posto dello split
     
  8. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Siamo davvero sicuri? si legge sul sito di Casaclima: "chi riceve il certificato CasaClima con la relativa targhetta ha la sicurezza che un ente terzo ha eseguito i controlli necessari per classificare l'edificio secondo i criteri di consumo energetico, comfort ed ecologia"... è citato anche il termine comfort; ancora si legge: "il certificato energetico di un edificio aiuta a valutarne l’efficienza energetica nonché a prevederne i costi di gestione dal punto di vista del consumo di energia." No perchè appunto qualche dubbio ce l'avrei ma così i dubbi aumentano ancora di più.... L'impresa di costruzione per l'edificio in questione ha presentato la certificazione Casaclima Bolzano come "di più" rispetto a quella regionale... o almeno credo di aver capito così.
     
  9. Brisko

    Brisko Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Personalmente nella mia zona visito case certificate classe B ormai da qualche anno e non ho mai notato in nessuna di esse problemi di calore nel periodo estivo. L'isolamento della struttura (cappotto) ha funzione di evitare dispersioni nel periodo invernale, ma anche di isolare dal calore estivo. Diverso il discorso delle possibili formazioni di condense/muffe. I locali devono comunque sempre essere arieggiati almeno una volta al giorno. Se ne potrebbe ovviare in presenza di impianti di ventilazione meccanica controllata (ovvero VMC) meglio ancora se dotati anche di scambiatore di calore.
     
  10. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    sono sicurissima. la certificazione casa clima viene rilasciata sull'involucro e non sugli impianti e riguarda solo il contenimento energetico nei mesi invernali. Questo non significa che la casa debba essere necessariamente calda in estate, ma io non tralascerei il clima
     
  11. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    grazie elisabettam, nel capitolato non è previsto l'impianto di condizionamento nè tanto meno la predisposizione, io non capisco una cosa, sarà pur possibile determinare quale temperatura si determina internamente alle camere, d'estate, quando fuori c'è una temperatura tra i 33°C e i 38°C; scoprire successivamente che serve anche il clima sarebbe grave; nel mo piccolo, per il mio settore, con dei calcoli, con dati alla mano, facciamo una cosa molto simile per i quadri elettrici per salvaguardare le apparecchiature elettroniche; a questo punto mi viene da domandarmi cosa dice la normativa regionale; come faccio ad avere una garanzia su ciò? comunque elisabettam, in generale, che giudizio dai alla disposizione delle stanze nell'appartamento?
     
  12. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Beh é chiaro che CasaClima è una manovra commerciale no?
    Per il comfort nei loro incontri lo intendono "generale" che può essere termico come acustico, se la costruzione viene realizzata con tecnologie bioclimatiche (ma sono indispensabili maestranze ben formate) c'è anche un controllo dell'umidità e della traspirazione.
     
  13. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    non sono un tecnico, ma secondo me avrai le camere un po' calde in estate e mi sembra molto strano che non ci sia neanche la predisposizione al climatizzatore. Concordo con cafelab che Casa Clima è un'operazione di marketing.
     
  14. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    .... come ho scritto precedentemente io sono un tecnico per altre cose e sono abituato a dare risposte tecniche quando me le chiedono invece il mio interlocutore dell'impresa di costruzione a cui ho rivolto la domanda non mi ha ancora risposto e per questo chiedevo a qualcuno di Voi della comunity che ha esperienza in merito se normalmente una risposta con dei dati tecnici l'impresa sia tenuta a darla (visto che ci si appresta eventualmente ad acquistare) all'acquirente o se invece i tecnici di fronte ad un certo tipo di domanda preferiscono defilarsi per evitare di dire delle cose che non sono reali o di cui non sono certi .... e a dire che l'impresa di costruzione è piuttosto rinomata e d'importanza diciamo regionale ... proverò ancora .... intanto grazie per il contributo che state dando alla discussione
     
  15. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ... è arrivata la risposta dell'impresa che mi conferma che il pacchetto murario previsto, formato da una muratura in termo laterizio da 30 cm. di spessore ed uno strato di cappotto in EPS da 8 cm. ha uno sfasamento della onda termica di circa 13, 5 ore.... e poi mi parla dello sfasamento indicandolo come la differenza di tempo che intercorre tra l'ora in cui si ha la massima temperatura all'esterno e l'ora in cui si ha la massima temperatura all'interno.... ciò indica che l'onda termica prima di raggiungere il lato interno della parete di muratura devono trascorrere almeno 13,5 ore.... la temperatura esterna avrà una attenuazione sicuramente prima del periodo indicato, e perciò lo stesso pacchetto di muratura sarà costretto a disperdere calore verso il lato esterno ancora prima di raggiungere quello interno, per il sopraggiungere della sera con una temperatura esterna piu mite.... altro elemento molto importante per attenuare la temperatura interna sarà la vostra disponibilità ai ricambi di aria proprio durante le ore piu fresche della notte.... tale ricambio naturale è senz'altro favorito anche dal posizionamento di aperture sia sul lato est che sul lato ovest dell'alloggio in oggetto; la risposta mi sembra abbastanza professionale e in un certo senso confortante; certo non mi aspetterò molto e se sarà necessario farò montare l'impianto di condizionamento; per adesso semmai prevederò la sola predisposizione.
     
  16. PBArch

    PBArch Membro Ordinario

    Altro Professionista
    sono d'accordo con elisabettam sulla certificazione Casaclima ente serissimo ma da quello che dici sull'orientamento a sud con pareti cieche ho dei forti dubbi sulla validità della progettazione
    Secondo il mio modesto parere un buon progetto è il risultato finale di uno studio a monte del sito (vento, sole, acqua e luogo con relative temperature e valori in % di umidità, molto importante per la scelta dei materiali da verificare con opportuni calcoli per evitare la condensa interstiziale) dopo di che si cerca di ottimizzare gli apporti gratuiti delle energie (ad esempio quella solare a sud quando il sole è basso all'orizzonte) valutando i punti di criticità nelle varie stagioni.
    Di certo nella camera da letto e soggiorno/pranzo a W se non sono state previste opportuni rimedi, potresti avere proplemi di surriscaldamento in estate...
    Il fatto è che i rimedi sono diversificati tra inverno ed estate per cui alcune case sono ben progettate per la climatizzazione invernale e non per quella estiva che è altrettanto importante
    Verifica comunque l'IPE anzichè la classe energetica e vaglia bene la qualità dei materiali per la coibentazione
    Il risparmio maggiore sono le energie rinnovabili cd passive la dispersione dell'involucro oltre che all'esterno, controterra e in copertura
     
  17. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    concordo con PbArch e ti ricordo che la classe energetica riguarda solo i kw necessari a riscaldare l'immobile, non a raffrescarlo
     
  18. PBArch

    PBArch Membro Ordinario

    Altro Professionista
    infatti era ciò che volevo sollevare il dubbio sulla zona W e S, l'una per il calore estivo e l'altra per non essere stata ottimizzata come apporto di calore invernale
    mi permetto di sollevare nontevoli perplessità sulla bontà di questo progetto, per quello che è dato sapere, a mio modesto avviso si presenta come il contrario di quello che dovrebbe essere un edificio sostenibile per ciò che riguarda l'involucro, detto ovviamente in senso generale...
     
    A Mil piace questo elemento.
  19. mauuumauuu

    mauuumauuu Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti e ringrazio per il Vostro apporto alla discussione... a questo punto stò procedendo nell'acquisto e speriamo in bene... non posso pretendere di più per le mie limitate risporse economiche e senza starla a raccontarla tutta per non annoiarvi questa è "un occasione"; rimane comunque la preoccupazione per una casa che potrebbe manifestarsi calda d'estate; il referente dell'impresa mi ha spiegato all'incirca per lo "sfasamento" che dovrebbe comunque dare il suo apporto ma per stare tranquilli mi dice che si potrebbe pensare ad un VMC con scambiatore... dice che con un costo relativamente basso si riuscirebbe a fare una cosa soddisfacente... dice anche "approssimativamente" che l'installazione di un VMC potrebbe determinare addirittura il passaggio da una classe B ad una classe A..... ovviamente non lo prendo come oro colato.... nel mio caso si è parlato di creare una circolazione d'aria "forzata" tra le due camere (circa 15mq cad.) che hanno le finestre contapposte ad est ed ovest tenendo le porte delle camere aperte... a questo punto mi piacerebbe capire quali sono questi VMC con scambiatore, quale può essere la loro posizione migliore e infine quanto costano! la mia idea è ancora ad uno stato iniziale e vorrei se possibile rimanere su una soluzione tecnica minima, semplice, efficace per quel poco che sarà e poco invasiva; sicuramente non vorrei far passare tubazioni tra le due camere perchè ho il soffitto a 2,70mt e non vorrei certo controsoffittare ma non sò se esiste una soluzione tecnica per un contesto così fatto; che ne pensate?
     
  20. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    io direi che la VMC non costa poco. fatti installare il clima
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina