1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ginestra

    ginestra Membro Attivo

    Privato Cittadino
    I miei genitori avevano risparmi in buoni fruttiferi e possedevano un libretto con ingenti somme, intestate ad entrambi con pari facoltà. Alla morte di mia madre io sapevo di questo patrimonio, ma due anni prima della morte di mia madre(già gravemente malata), mio padre, ha ritirato tutti i buoni fruttiferi e li ha divisi tra i miei due fratelli. Pochi mesi prima della sua morte ha poi cambiato il libretto in tre polizze e di una ero la beneficiaria. Dopo la morte di mia madre mio padre ha aperto un c/C cointestandolo ad uno dei figli. Vi transitavano il suo stipendio e da quello che sono venuta a sapere dopo la sua morte, anche le tre polizze che sono state tutte ritirate con carta intestata a mio fratello.Morto mio padre, mio fratello ha provveduto a ripulire gli ultimi spiccioli rimasti sul conto, senza dividere nulla con gli altri eredi.Da precisare che mia madre è morta senza testamento e mio padre ha lasciato la disponibile a questo mio fratello.
    Chiedo:
    - posso recriminare quanto spettantemi?Il calcolo di quello che mi è dovuto deve tener conto del fatto che mia madre è morta senza testamento e mio padre con il testamento.
    Esempio euro 12000
    resta il coniuge e tre figli
    4000 al coniuge
    8000 da dividere per i figli
    morto il padre
    sui 4000 euro si calcolerà la legittima e la disponibile.
    - Oppure devo tenere conto solo della morte di mio padre e calcolare sull'intero patrimonio, la disponibile per mio fratello e la legittima per noi?
    - Mio fratello poteva, anche se c'erano rimasti solo 200 euro fare piazza pulita sul conto corrente dopo la morte di mio padre e non dividere con gli altri eredi?
    Sbaglio o nei c/C cointestati la metà delle somme che vi transitano spettano per metà ad ogni correntista e alla morte di uno dei due su 200 euro ne spettano 100 a colui che rimane e il resto va diviso tra gli eredi?

    Ginestra:triste:
     
  2. fp61

    fp61 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    In base al codice civile, tutti i beni e/o le somme di danaro donate prima del decesso, grazie ad un procedimento chiamato "collazione" DEVONO essere restituite ed entrano nuovamente a fare parte dei valori ereditari da dividere tra gli eredi. Informati con un avvocato....QUESTA E' LEGGE !!!
    I tuoi fratelli dovranno rimettere tutto quello che hanno preso o che hanno ricevuto da tuo padre, in un "calderone" e da lì si procederà alla giusta divisione.
    ciao
    fp61
     
  3. ginestra

    ginestra Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie

    Purtroppo devo dire che dagli avvocati ci sono stata, per anni, ma mi sono accorta, che i due che ho cambiato nel corso di questi anni per avere quello che è pure mio, invece di fare i miei interessi, cercavano di accordarsi con quello della controparte, molto aggressivo e arrogante e così non facvevano altro che dirmi:non si può far niente signora, l'avvocato di suo fratello ci ride in faccia, si accontenti di quel poco che le vuole offrire, altrimenti le farà causa e la causa le costerà molto, lei non ci guadagnerà niente alla fine, anzi" Non si sono mai letti un solo foglio di carta di quelli che ho portato e pensare che per mesi ho fatto accertamenti personalmente e solo dopo la morte di mio padre ho potuto sapere qualcosa, in precedenza nessun ufficio mi ha mai detto niente per la privacy.
    Ginestra
     
  4. fp61

    fp61 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Mi dispiace per l'esperienza negativa ma...fidati, cambia avvocato e chiedi la "collazione" dei beni aavuti dagli eredi prima del decesso. E' una procedura alquanto semplice e......tu ne hai pieno diritto.
    ciao
    fp61
     
  5. ginestra

    ginestra Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'avvocato di mio fratello mi ricatta minacciando il retratto successorio se io non mi accontento di quello che vogliono darmi, perchè ho acquistato la quota di un altro fratello, non residente in Italia, in comunione con mio marito e invece sulla procura c'era scritto che vendeva solo a me. Quota pagata profumatamente, dal momento che avevano già diviso tra loro due.Un avvocato mi ha detto che non potevo farlo, un altro ancora che ci sono sentenze a favore. Non voglio cedere al ricatto.a questo punto dico: Vogliono fare causa:la facciano. A me non conviene, ma nemmeno a loro. Perchè in quella sede uscirà tutto fuori.Ecco, le cose stanno così. Ti ringrazio per la tua attenzione.
    Ginestra
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina