• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

blueworld2000

Membro Attivo
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti,
Mi trovo nella sgradevole situazione in cui un contratto di compravendita è stato fatto ma mi è completamente disagevole. Ho provato a fare una mediazione con il mediatore il quale ha favorito però chi acquista il mio immobile piuttosto che me, e purtroppo mio errore è stato accorgermene tardi.
La situazione quindi è questa: a breve ci dovrebbe essere il preliminare ma vorrei recedere dal contratto di compravendita...quali sarebbero le conseguenze?faccio notare che l'assegno per fermare il contratto non l'ho ancora mai visto, nel senso che è nelle mani del mediatore.

Grazie a chi mi risponderà
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
essendo stati comprati 3 anni fa hanno si il valore sono praticamente nuovi...ma in ogni caso la mediatrice mi ha detto esplicitamente che sta scontando la sua provvigione al compratore per queste cose su cui si sono impuntati...che per me resta assurdo
Si sono impuntati perché evidentemente la mediatrice poco capace aveva speso la sua parola dicendo che erano compresi.
Quindi puoi portarli via, se non c’è scritto sul contratto firmato da te che sono compresi: tutto il resto sarà anche assurdo, ma non ti riguarda.
Oppure di alla mediatrice che li lasci, e lei sconta le provvigioni a te 😉
 

blueworld2000

Membro Attivo
Privato Cittadino
questi sono i documenti...ho cercato di eliminare più dati sensibili che ho potuto
e torno a ripetere nella prima parte della bozza del preliminare parla della moglie, non del marito.
riporto il preliminare, ho cercato anche qui di eliminare i dati sensibili
 
Ultima modifica:

Lady25

Membro Attivo
Privato Cittadino
chiedo perdono ho un'altra domanda: mi sono accorto che l'atto di compravendita ha un nome (quello del marito) mentre nel preliminare è citata la moglie. Cambia qualcosa nel discorso della vendita o è indifferente?
È presente una clausola sospensiva/ risolutiva che riguarda il mutuo? Per
essendo stati comprati 3 anni fa hanno si il valore sono praticamente nuovi...ma in ogni caso la mediatrice mi ha detto esplicitamente che sta scontando la sua provvigione al compratore per queste cose su cui si sono impuntati...che per me resta assurdo
Da quando i notai fanno controlli urbanistici? Io avevo legato la mia si sì controlli, ma quelli fatti dal mio tecnico. Per gli elettrodomestici non preoccuparti, tutto ciò che non è incluso in proposta puoi portalo via o, in alternativa, puoi stilare una scrittura privata in cui li vendi agli acquirenti. Fermo restando che il valore attuale è inferiore al prezzo a cui li hai acquistati, potresti venderglieli a meno dei prezzi riportati in fattura. Il mediatore non può importi nulla, cavoli suoi se ha fatto promesse che non può mantenere.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
questi sono i documenti...ho cercato di eliminare più dati sensibili che ho potuto
e torno a ripetere nella prima parte della bozza del preliminare parla della moglie, non del marito.
riporto il preliminare, ho cercato anche qui di eliminare i dati sensibili
Ti ho eliminato gli allegati, perché si leggevano i nomi delle parti; ma li ho letti, prima, quindi tra poco ti rispondo in merito.
Se vuoi riportarli perche siano visibili a tutti, devi assolutamente cancellare il nome di chi compra, mentre per i tuoi dati, se vuoi puoi anche lasciarli.
 

blueworld2000

Membro Attivo
Privato Cittadino
È presente una clausola sospensiva/ risolutiva che riguarda il mutuo? Per

Da quando i notai fanno controlli urbanistici? Io avevo legato la mia si sì controlli, ma quelli fatti dal mio tecnico. Per gli elettrodomestici non preoccuparti, tutto ciò che non è incluso in proposta puoi portalo via o, in alternativa, puoi stilare una scrittura privata in cui li vendi agli acquirenti. Fermo restando che il valore attuale è inferiore al prezzo a cui li hai acquistati, potresti venderglieli a meno dei prezzi riportati in fattura. Il mediatore non può importi nulla, cavoli suoi se ha fatto promesse che non può mantenere.

ho riportato i documenti…so che hanno fatto richiesta ma non a nome di chi…ma quello che mi preme sapere è se i nomi sono diversi tra compravendita e preliminare è invalidante?

rispetto alla prima domanda non si fa cenno al mutuo
 

Abacus

Membro Attivo
Professionista
il dilemma caparra Vs deposito cauzionale.
IL realta il negozio giuridico e da considerarsi chiuso alla "trasformazione" e NON PRIMA
Mi gioco un cohiba che ha firmato come ricevuta di "caparra" detta appunto CONFIRMATORIA.
Seguo anche io questo quesito… in una situazione simile capitata recentemente, chiesi informazioni e mi dissero che una volta accettata la proposta la caparra si costituiva contestualmente .. nulla importa che questa sia o non sia consegnata al venditore.. chiedo lumi
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Allora, ti dici cosa ne penso; la proposta è una normale proposta su modulo prestampato, compilata peraltro piuttosto male.
Si dice che la proposta, una volta comunicata a te l'accettazione, diventa contratto preliminare, però dopo ( senza altri riferimenti alla riscrittura e firma di un altro preliminare, come normalmente si scrive), dice che l'assegno che ha l'agenzia in deposito ti sarà consegnato al preliminare , senza specificare la data entro quale firmarlo, e senza spiegare perché non te lo danno subito ( se non perché c'è sospensiva, scritta altrettanto male).
Poi c'è una condizione sospensiva, riferita alla verifica della regolarità urbanistica e catastale, entro il preliminare ( sempre senza data, e sempre senza riferimenti alla scelta di rifirmare un altro contratto preliminare, oltre a quello gia concluso).
Non ci sono riferimenti all'acquisto " per se o per persona da nominare", quindi ufficialmente tu sei obbligato a vendere al tizio, e non alla moglie ( anche se , come detto, poco cambierebbe per te).

La cosa che non mi piace per niente però riguarda il contratto preliminare predisposto immagino dal notaio; a pagina 6 si parla di "condizione risolutiva" per il mutuo, della durata di 60 giorni, che non era assolutamente presente nella proposta accettata ( o perlomeno nella parte postata).
Quindi sarebbe una modifica penalizzante per te, che non sei tenuto ad accettare; rischi di non vendere, se non avranno il mutuo, di dover rendere la caparra, avendo però pagato le provvigioni.
Questo mi pare scorretto; le modifiche vanno discusse e concordate.
Se non ti hanno spiegato nulla in merito, cerca di chiarire.

Per il resto, tolta la sospensiva spuntata all'improvviso, hai le normali clausole e responsabilità di ogni contratto preliminare ; se l'immobile non risulterà regolare, ne sarai responsabile tu.
 
Ultima modifica:

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
la casa fu messa in vendita a tot senza box auto. Quando vennero questi signori, il funzionario dell'agenzia immobiliare disse a sproposito che c'era il box compreso.
E LO PESCIO vive ancora.
eppure qualcuno ha detto che se fisicamente i soldi non sono dati non costituiscono caparra…
""" l AI in Italia almeno riceve un DEPOSITO CAUZIONALE che diverrà' ad ogni effetto CAPARRA CONFIRMATORIA"
Poi parliamoci chiaro fino a pochi anni fa si diceva "Lo faccia pure a me che poi glielo giro io.." cosi nel caso si aveva gia un tasca la penale.
Il Truce e' tanto buono ma sa il bello e il brutto di tanti tanti "sistemi" diversi in cui opera l AI, non solo in Italia.
A mio avviso sino a che NON VIENE incassato dal proprietario il deposito RIMANE deposito.
Ecco perche persino io, in assenza di procura, mi affretto...
Poi e' chiaro, normalmente ho procura, ma nel caso specifico il dubbio resta.
Consiglio migliore ?
Usare il buon senso e parlare con le parti.
POI a decidere le linee dure si e' sempre in tempo
 

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Allora, ti dici cosa ne penso; la proposta è una normale proposta su modulo prestampato, compilata peraltro piuttosto male.
Si dice che la proposta, una volta comunicata a te l'accettazione, diventa contratto preliminare, però dopo ( senza altri riferimenti alla riscrittura e firma di un altro preliminare, come normalmente si scrive), dice che l'assegno che ha l'agenzia in deposito ti sarà consegnato al preliminare , senza specificare la data entro quale firmarlo, e senza spiegare perché non te lo danno subito ( se non perché c'è sospensiva, scritta altrettanto male).
Poi c'è una condizione sospensiva, riferita alla verifica della regolarità urbanistica e catastale, entro il preliminare ( sempre senza data, e sempre senza riferimenti alla scelta di rifirmare un altro contratto preliminare, oltre a quello gia concluso).
Non ci sono riferimenti all'acquisto " per se o per persona da nominare", quindi ufficialmente tu sei obbligato a vendere al tizio, e non alla moglie ( anche se , come detto, poco cambierebbe per te).

La cosa che non mi piace per niente però riguarda il contratto preliminare predisposto immagino dal notaio; a pagina 6 si parla di "condizione risolutiva" per il mutuo, della durata di 60 giorni, che non era assolutamente presente nella proposta accettata ( o perlomeno nella parte postata).
Quindi sarebbe una modifica penalizzante per te, che non sei tenuto ad accettare; rischi di non vendere, se non avranno il mutuo, di dover rendere la caparra, avendo però pagato le provvigioni.
Questo mi pare scorretto; le modifiche vanno discusse e concordate.
Se non ti hanno spiegato nulla in merito, cerca di chiarire.

Per il resto, tolta la sospensiva spuntata all'improvviso, hai le normali clausole e responsabilità di ogni contratto preliminare ; se l'immobile non risulterà regolare, ne sarai responsabile tu.
non l ho letta. Ma sono pronto a firmare cio che dici.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
A mio avviso sino a che NON VIENE incassato dal proprietario il deposito RIMANE deposito.
Specifico, se mi permetti; non conta che l'assegno venga INCASSATO dal venditore, ma che gli venga CONSEGNATO.
Se poi lui non lo incassa, e lo tiene in tasca, è comunque considerata caparra.
 

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Specifico, se mi permetti; non conta che l'assegno venga INCASSATO dal venditore, ma che gli venga CONSEGNATO.
Se poi lui non lo incassa, è comunque considerata caparra.
Corretto.
Mi scuso per l imprecisione e motivo il mio probabile lapsus.
Ci cita "consegnato" poiché al tempo il deposito poteva essere ANCHE in contanti.
OGGI io direi incassato
TUTTAVIA @francesca63 ha PIENAMENTE ragione.
Rettifco incassato con CONSEGNATO.
Me ne scuso.
E ringrazio @francesca63
 

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Vero, ricordo certe valigette piene, anche per il saldo !!!😉
Eccome..c erano simpatici omini gialli che compravano case con basso valore catastale e alto valore commerciale.
Nacque la leggenda che erano babbi.
NON lo erano
Valore catastale 20 commerciale 100
La rivendevano a 90 provenienti da compravendita.


Altrimenti detti "ufficiali"
AI a caso..ma chissà chi erano ...avevan porto d armi e portavano valigette pesantissime.
Anche le parcelle erano di conseguenza.
Che bei tempi, che bei tempi.
Cosi direi se sapessi qualcosa.
Ma purtroppo sono
  • Ingenuo.
  • Mite
  • Dolce
  • Indifeso.
 
Ultima modifica:

blueworld2000

Membro Attivo
Privato Cittadino
buongiorno a tutti,

volevo aggiornarvi sulle novità.
dunque...mi/ci eravamo fossilizzati su alcune cose, ma rileggendo bene la proposta di acquisto ci siamo accorti che non solo i nomi sono sbagliati, ma sono sbagliate anche tutte le date, a partire da quando mi dovrebbero dare i soldi (domani) fino al saldo che è addirittura predatato (31/01/2021).

credo di poter dire con quasi certezza che quel documento sia carta straccia...
 
Ultima modifica:

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
credo di poter dire con quasi certezza che quel documento sia carta straccia...
Non lo darei per scontato; potrebbero essere solo errori materiali di cui si riconosce facilmente l'intenzione diversa ( soprattutto per il rogito preparato).
Per i nomi, come detto si è impegnato a comprare lui, non sei tenuto a vendere a lei ; Ma onestamente non so se vale la pena di impuntarsi per queste cose; piuttosto sulla clausola risolutiva spuntata dal nulla.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni simili a questa...

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Tommaso B ha scritto sul profilo di ingelman.
Buonasera, ho letto che ha grande esperienza in merito, ed ho anche letto una sua risposta a un quesito vecchio.

Mi trovo a 2 giorni dal rogito, a non avere ancora la minuta del mutuo, specificamente con banca BNL.

Ho letto da lei che è quasi normale purtroppo l'invio last minute della minuta al notaio.
Mi conferma anche con BNL?

Grazie mille, gentilissimo
il Custode ha scritto sul profilo di Miciogatto.
Non avevo dubbi che saresti il primo a usare la nuova funzione di modifica del nome utente 🥰
Mi dai sempre delle soddisfazioni! 😁
Alto