1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Paola Codarini

    Paola Codarini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Dopo la caduta di due giovani pini marittimi dello stesso condominio, avvenuta anni fa e che ha provocato notevoli danni alla struttura di una villetta confinante, ho chiesto all'amministratore di allora, che il condominio provvedesse a sostituire il terzo pino marittimo pendente verso la mia abitazione per evitare spiacevoli e prevedibili inconvenienti.
    Solo ieri ho scoperto, parlando con un condomino, che l'amministratore con cui ho sempre parlato, ora anche lui condomino, ha sempre votato contro questo intervento.
    Il pino nel frattempo è cresciuto ancora, ora supera il tetto del condominio di tre piani e si è accentuata la sua pendenza, inoltre quando è carico di pioggia e c'è forte vento ondeggia verso il mio tetto. Se dovesse cadere mi entrerebbe in camera.
    Inoltrerò oggi stesso una richiesta scritta al nuovo amministratore che provveda alla sostituzione del pino.
    Cosa mi consigliereste di fare se la mia richiesta non dovesse aver seguito in mancanza di un accordo in sede di assemblea condominiale? Qualcuno di voi ha giá trattato un caso simile?
    (Pare che a nessuno dei condomini, tranne i due che hanno votato pro, interessi che il pino mi abbatta la casa, o che provochi danni alle persone, fino a che non accade nulla, nessuno spende soldi visto il momento di crisi, tanto poi c'è l'assicurazione che paga.... Purtroppo è così....) Grazie dei vostri consigli.

    Mi consigliate la denuncia di danno temuto o ricorrere ad un provvedimento di urgenza ex art.700 c.p.c.?
     
  2. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io consiglio una denuncia di danno temuto immediata
     
    A Rosa1968 e Paola Codarini piace questo messaggio.
  3. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Se riesci a contattarli "tranquillizza" i condomini dicendo che se l'assicurazione ritiene non sia stata fatta una corretta manutenzione al pino stesso (questi pini sono molto soggetti a cadute a causa dell'apparato radicale superficiale e crescita disuniforme, vedi tragedie recenti), ovvero dovesse capitare un danno non causato da calamita' naturale grave non prevedibile ma da incuria, l'assicurazione NON PAGHERA', o meglio, paghera' te ma portera' in tribunale il condominio per riavere indietro i soldi...:applauso:
    Strano che l'amministratore non sappia o voglia nascondere questo piccolo dettaglio... potrebbero avere una assicurazione senza dirito di rivalsa, am visto quanto costano ne dubito... e comunque l'assicurazione ci proverebbe lo stesso.:fico:

    E comunque, fai la denuncia e mandala in copia all'amministratore e (se la conosci) all'assicurazione del condominio (fatti dire in che agenzia sono assicutrati). Dove non arriva il buon senso e la pubblica sicurezza arrivano gli assicuratori... dopo 5 minuti l'assicurazione intimera' al condominio di rimuovere il pino pena la sospensione della polizza. C'e' sempre una clausola apposta in caso di rischi dolosi di cui sono messi a conoscenza ma che non vengono rimossi...
     
    A Sim, m.barelli, Paola Codarini e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il problema che riguarda la rimozione degli alberi, che io sappia, è dato dalla necessità di munirsi del permesso del Comune! Anche il mio condominio ha un problema ormai ventennale con un pino marittimo situato nel bel mezzo della rampa che conduce ai box, il quale non solo entra con i rami dentro agli appartamenti, ma inoltre dissesta la rampa stessa costringendo il condominio a ripetute manutenzioni. Sono anni che si sta tentando di poter rimuovere il pino, ma senza l'autorizzazione comunale (che non viene data, non so perché), non si può fare!
     
  5. Paola Codarini

    Paola Codarini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    probabilmente nel tuo caso Valeria, il pino era preesistente la costruzione del condominio. Invece questo lo hanno piantato loro. 35 anni fa addirittura i pini erano tre e crescevano vicini.
     
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Acqua calda salata...
    Disseccante per infestanti...
    Gasolio...

    E l'autorizzazione viene da se'!!!:innocente: Non possono vietare l'autorizzazione per una pianta seccata.
    Se e' una pianta autoctona al massimo vi possono imporre di ripiantarne una, ma a questo punto potete piantare un astone grosso un dito da un'altra parte...:applauso:
     
  7. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino

    Cattivo! Non si uccidono così gli esseri viventi! Ehm ehm... :occhi_al_cielo:
     
  8. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In realta' bisognerebbe far fuori chi non li tiene curati a dovere.
    Quando pero' entra in ballo l'incolumita' di chi ci abita vicino o ci passa sotto meglio lasciar stare certi scrupoli, anche da parte dei pubblici ufficiali che per salvare un pino accoppano una mamma in un'auto...
     
  9. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Prima prova a verificare il regolamento del Comune e così escludere qualsiasi problema in tal senso. Se ci fossero dei problemi di solito chiedono la sostituzione dell'albero con altro di minori dimensioni o di altra specie. Il regolamento lo trovi di solito su internet nel sito del Comune.

    Se non esistono preclusioni affronta la cosa con il nuovo Amministratore, prima con un colloquio poi con una raccomandata che confermi l'avvenuto accordo e i tempi d'intervento.

    Se si rifiuta notifica che in ragione dei precedenti e del danno temuto intimi la rimozione del pericolo entro il termine di giorni 15 dalla ricezione della raccomandata (francese o plico aperto) che decorso inutilmente tale termine sarai costretta a presentare ricorso dinnanzi Giudice competente e che il condominio dovrà sopportare anche gli oneri di causa.

    Il tuo avvocato presenterà un ricorso allegando perizia giurata di un tecnico che dimostrerà l'alta probabilità che l'evento si verifichi.

    Infine una domanda, nel frattempo non puoi fare collocare dei tiranti che evitino che possa cadere su casa tua?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina