1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
?

Preferisci che i candidati

  1. Molto meglio il praticantato che prepara meglio alla professione

    14,9%
  2. Teniamoci l'esame di ammissione che almeno ne scremiamo un po'

    19,9%
  3. Sarebbe il massimo che ci fosse un praticantato obbligatorio e poi un esame

    65,2%
  1. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Nella legge che regolamenta l'ammissione al Ruolo degli Agenti di Affari in Mediazione, è previsto l'ingresso col praticantato anzichè sostenendo un esame in CCIAA.

    Per maggiori info clicca qui

    Vi chiediamo: Sareste d'accordo questo genere di possibilità?
     
  2. rinaldoim

    rinaldoim Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Re: [SONDAGGIO] Praticantato per accedere alla professione di AI

    Sarebbe auspicabile un periodo di praticandato presso una agenzia immoiliare per almeno un periodo di 6 mesi e poi un esame di ammissione al ruolo. Un esame nel quale si faccia riferimento alla compilazione dei contratti vari (affitto, compravendita, cessione di azienda ecc) invece di chiedere formule del cavolo ,che nella vita di un AI difficilmente si mettono in pratica.
     
    A stefania1604 piace questo elemento.
  3. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Re: [SONDAGGIO] Praticantato per accedere alla professione di AI

    La pratica serve sicuramente tantissimo, però ho notato che TUTTO ciò che ho studiato per superare l'esame mi è utile nel lavoro. Caio raffaella
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Concordo con Raffaella: parecchie cose studiate per l'esame sono tornate utili per la professione.
    Oltre a chiarire i dubbi (p.es. su agevolazioni prima casa, plusvalenza ecc.) "sapere di sapere" aiuta sicuramente a costruire quel rapporto con la clientela che permette di dare i giusti consigli, e di guidarla verso l'obiettivo.
    Ok x il praticantato, ma presso una struttura controllata e "certificata" (che ovviamente dovrebbe avere il proprio tornaconto da questo servizio di "tutoring"): non si sente proprio il bisogno di avere giovani squali istruiti da squali anziani !!

    Taita ;)
     
    A panzer piace questo elemento.
  5. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    mbuh, il corso che ho fatto io è servito poco e niente.... soldi buttati. L'esame l'ho passato perchè ho studiato su codice civile, testi di giurisprudenza miei e testi della scuola geometri, altrimenti col cacchio che passavo l'esame.
    La macchina dell'ammissione al Ruolo sembra una trappola... e considerando che tra tutto spendi 800 euro se passi alla prima, è assurdo, scorretto, al limite della legalità.

    Scusate lo sfogo :basito:

    Il praticantato è purtroppo un tema delicato per molti aspetti. Sarebbe decisamente positivo, ma verrebbe strumentalizzato da associazioni e franchising l'indomani dall'uscita sulla G.U. . Quindi meglio ignoranti con buona volontà che "imburattinati" da gente senza scrupoli.
    Un buon corso preparatorio con un esame qualificante sarebbe la cosa più saggia a parer mio.

    g
     
  6. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Caro Giorgino,
    concordo pienamente con te!
    Se non avessi "sprecato" tempo tra i banchi di scuola (sprecato xchè guardavo le farfalle), il corso sarebbe stato un salto nel buio!
    Spiegazioni astratte fatte da personaggi ostili! 10 punti di merito all'Avvocato che spiegava Diritto (fossero tutti preparati e capaci a spiegare come lui!!!!!!)
    Cmq, come per tutte le cose bisogna trovare il giusto equilibrio.
    Io l'esame l'ho dato 5 volte (e non voglio scendere nei particolari), l'ho passato solo quando sono stati eliminati gli AI dalla commissione!! (che strano!)
    Bene la teoria, ma la pratica è necessaria, anche perchè finiti gli studi bisogna iniziare a darsi da fare!
    Ho studiato da Geometra ma non ho mai nè fatto 1 stage, ne fatto il praticantato, il diploma ce l'ho, ma non posso certo improvvisarmi!
    Ecco l'abbinamento: prima la Teoria, poi la Pratica (anche contemporanea) o Stage, dopodichè l'Esamino!!!
    Teoria con verifiche
    Pratica presso studio scelto a caso dalla Camera di Commercio con stesura rapporti settimanali
    Esame semplificato (si cerca di stabilire il grado di preparazione, non di ostacolare i lavoratori)!
    Detto questo, l'aspirante AI potrebbe iniziare a lavorare in Agenzia (con mansioni ridotte) regolarmente e non da "Man Black" come invece succede troppo spesso
    nei franchising.
     
  7. Occhipinti

    Occhipinti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ma perchè non si auspica un'accesso ai ruoli automatico dopo un corso di laurea specifica, con tanto di tirocinio come i medici?
    Siamo tutti daccordo a chiedere il dovuto riconoscimento alla nostra professione per il valore, anche sociale, in essa contenuto e allora proponiamo un salto di qualità!
    Ciao a tutti
    Biagio Occhipinti associato Fiaip Ragusa
     
  8. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è che serva la laurea per fare bene il nostro lavoro!
    E' giusta una buona preparazione di base, è giusto il tirocinio, sarebbe giusto inserire le nostre materie tra i programmi di scuole superiori ad indirizzo tecnico, non trovo però giusto dover chiudere la strada a chi della laurea non se ne farebbe nulla! Ci tengo a precisare che per molti non frequentare l'Università non è una scelta, non tutti possono permetterselo!
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non siamo professionisti ma ausiliari del commercio, non esiste che venga creato un corso di studi e un tirocinio professionalizzante; dovremmo avere anche l'Albo a quel punto. (magari)
    Il praticantato dovrebbe essere di durata almeno annuale e con verbali trimestrali (vedasi albo tirocinanti dei Geometri che ne prevede addirittura due di anni con relazione semestrale del tecnico per cui si svolge il tirocinio)
     
  10. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Europa unita ma divisa!
    In Spagna non serve il patentino per esercitare, un pò come aprire un negozio di scarpe!
    In Italia paghi un corso a volte utile e a volte no, fai un esame, poi ne fai un'altro, poi se "dio" vuole.....(" "a volte la decisione non stà neanche a lui!)
    In Francia devi essere Laureato (estremo) o aver lavorato in Agenzia per anni (altro estremo) ma dando un esame!
    In Olanda è come in Spagna,
    ...gli altri non lo sò!
    Trovare una via di mezzo???
     
  11. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Secondo me il metodo francese è il migliore:

    O hai una formazione accademica, oppure esperienza sul campo.
    Vedete, secondo me, non è tanto il fatto che una laurea ti insegna a lavorare, anzi...
    E' una questione d'intento. Se dopo un corso di laurea di metti in proprio per fare l'AI vuol dire che è il mestiere che sogni, non una seconda scelta perchè non sai cosa fare nella vita (com'è oggi).

    Parliamoci chiaro ragazzi... quanti AI di vocazione conoscete? Io 3 o 4 su 300. Gli altri hanno cominciato per profitto facile, e poi si sono "necrotizzati" per sbarcare il lunario (spesso con esiti disastrosi per la clientela). Non parliamo dei "vecchi" AI... ancora peggio.

    g
     
  12. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Basta!!! Ho scritto un poema e mi è andato in pappaciccia il PC!
    Cmq sintetizzando......................concordo!
     
  13. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ahahahah Sergio peccato! :)

    g
     
  14. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Lungo il mio percorso ho incontrato (o meglio, mi sono scontrato) con "Vecchi Agenti Immobiliari" (quelli che lo sono diventati con diploma da ragioniere o per matrimonio con Agenti Immobiliari) che l'accesso al ruolo lo vorrebbero così:

    Laurea in Economia e Commercio
    +
    Laurea in Legge
    +
    Laurea in Architettura
    +
    Laurea in Ingegneria
    +
    40 anni di tirocinio ("ne dovete mangiare di pasta prima di essere al nostro livello")
    +
    percorso ad ostacoli in ginocchio sui ceci tra filo spinato
    +
    Corso dove loro presiedono
    +
    Esame dove loro ti bocciano.



    Grazie Sig.ra Be____ci, da quando Lei è stata silurata passare l'esame non è più un ostacolo insormontabile.
    Adesso sono anche io sul mercato, spero capiti presto l'occasione per pestarle i piedi.

    hi hi hi
     
  15. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    D'accordissimo con Sergio anche se per fortuna quando mi sono presentato all'esame gli Agenti Immobiliari in commissione non c'erano più....
    ...Però discutendo con un avvocato al corso era uscito questo discorso, e lui aveva argomentato così:
    - ...Come se i notai non facessero l'esame ai notai e gli avvocati agli avvocati....

    ....E infatti sono due caste.... :rabbia:
     
  16. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anche io, son passato quando hanno eliminato la concorrenza dalla commissione, ...ma era il mio 5° esame!!!
    Questo succede quando inizi a lavorare con un franchising che ha l'agenzia di fronte alla cara Sig.ra di cui sopra, ora e presidentessa di una associazione di categoria, militante in camera di commercio.
    Certo, avessi cominciato l'attività anni fa, le cose oggi andrebbero diversamente, ma.......meglio tardi che mai!!!
     
  17. giuliano olivati

    giuliano olivati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    il praticantato serve ai megagruppi x far passare senza esame camerale (al massimo con una "verifica finale" depotenziata, che cmq l'art. 18 L. 57/01 NON prevede, epperciò è assai dubbio possa venir introdotta per decreto attuativo), dicevo far passare chi non supererebbe mai l'esame camerale. quindi qs "orfanelli", che adesso lavorano nelle agenzie come abusivi, verrebbero regolarizzati ope legis a prezzo di 1 anno sottopagato. e chi certificherebbe l'acauisita professionalità del praticante? (infatti si parla di "praticantato professionalizzante"): il tutor, cioè lo stesso datore di lavoro dello schiavo (!)...davvero un giudice imparziale!

    qualche anno fa la regione lombardia, x risolvere il problema dell'atrazina nell'acqua dei pozzi in pianura, pensò bene di raddoppiare il livello di atrazina consentito: tutta acqua potabile, basta cambiare la legge! ecco, si vede che anche noi AI abbiamo preso esempio :sorrisone:

    ragazzi, sveglia: abbiamo demonizzato bersani, ma qui il rusultato è lo stesso: la liberalizzazione deprofessionalizzamte dell'antico mestiere di agente immobiliare.
     
    A Antonio Bocale piace questo elemento.
  18. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il praticantato serve ad imparare a mettere in pratica una professione per imparare alcune cosine per le quali non bastano i libri!!!
    Non deve essere abilitante di supporto all'accesso al ruolo.
    Magari studiando il metodo giusto per l'utilizzo di questo strumento, lo si potrebbe sfruttare senza andare in aiuto agli amici verdi!
    Intanto, potrebbe anche essere che sia la commissione o la Camera di Commercio ad asegnare a proprio piacimento i praticanti presso Agenzie, magari qualificate!!!
    L'accesso al ruolo va reso più "preparatorio", non "eliminatorio"!
    Vi ricordo che fino al 2001 bastava avere un diplomino in Ragioneria e voilà, pirati patentati allo sbaraglio!!!
    Poi qualcuno ha pensato bene che ci fosse troppa concorrenza e...........................
     
  19. giuliano olivati

    giuliano olivati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    non è qs a mio parere il punto. TUTTI devono fare l'esame, NESSUNO deve entrare né x titolo di studio (come hai detto tu, una stortura), né x pratica di 1 anno. al massimo il praticantato potrebbe sostituire il corso preparatorio all'esame, ma a quel punto non sarebbe + solo praticantato, ma una specie di "contratto formazione e lavoro", con enfasi sulla formazione.

    altrimenti, signori, giù la maschera: voi volete realizzare quello che bersani non è riuscito a fare: l'abolizione del ruolo camerale e la liberalizzazione della professione (ma a quel punto non lo sarebbe +) di AI!
     
  20. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La soluzione secondo me è semplice: copiare dai Geometri.
    2 anni di praticantato con relazione semestrale del tutor e esame finale.
    Un ruolo praticanti tenuto presso la CCIAA con indicate le mansioni che possono svolgere
    Esame cosi' come è adesso (che non è impossibile, io l'ho superato alla prima anche se c'erano Ai in commissione e hanno provato a segarmi)

    Poi corsi di formazione obbligatori con crediti formativi da acquisire ogni anno.
    Ah inoltre aggiornamento triennale del Ruolo AI con piccolo esame per tutti, se bocci hai 6 mesi per riparare sennò addio patentino.

    Per quanto riguarda la formazione obbligatoria potrebbero intanto pensarci le federazioni a renderla tale per i propri iscritti: agli ultimi 3 corsi organizzati eravamo in 10 su un numero massimo di 20.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina