1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. marco61

    marco61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, ho stipulato con il costruttore un preliminare per l'acquisto di un appartamento (1^casa), il prezzo è stato stabilito in €. 192.000,00, l'imposta IVA non è stata menzionata. Il costruttore nella fase del primo acconto mi ha chiesto il pagamento dell'IVA in aggiunta, al prezzo stabilito.
    E' corretto ?????
     
  2. SGTorino

    SGTorino Ospite

    Se hai versato la somma pattuita a titolo di acconto, sei tenuto a versare anche l'IVA sulla fattura che ti dovrà emettere il costruttore: 4% se prima casa, 10% se seconda casa.
     
  3. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    E' chiaro che andando in regime IVA non pagherai l'imposta di registro.
    Stando così le cose, non ci perdi un granche.
     
  4. SGTorino

    SGTorino Ospite

    Just a little bit....;)
    Ti faccio un esempio: come prima casa, in regime di imposta di registro sei tenuto a pagare il 3% sulla rendita catastale dell'immobile, rivalutata del 115,5%; in regime IVA, pagherai il 4%, ma sulla cifra reale d'acquisto.
     
  5. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    E' una comune lamentela tutte le volte che comprano dal costruttore. Non so se il venditore fa il furbo e tace l'IVA, o il compratore inesperto non chiede lumi.
    Ho scritto il mio post per consolare il compratore : non c'è l'intera IVA di differenza, ma solo una parte. E' un errore non farsi specificare il vero costo durante le trattative.
     
  6. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    è molto scorretto.Se non è specificato sulla proposta, io non la pagherei
     
    A H&F piace questo elemento.
  7. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non trovo corretta la tua risposta.
    Hai mai pensato che il giorno dopo della firma della proposta l'IVA potrebbe essere modificata o addirittura eliminata e riproposta con un altro nome?.
    In tal caso, secondo te, l'acquirente sarebbe autorizzato a non pagare più nulla?
    L'unica cosa che dovrebbe essere spiegata al cliente è la differenza tra valore catastale e valore reale in caso di acquisto da impresa.
     
    A Silvio Luise, Bagudi, francescolaghezza e 1 altro utente piace questo messaggio.
  8. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Purtroppo i "privati" si fidano più dell'impresario che dell'Agenti Immobiliari e queste sono le conseguenze.Quando si fà un contratto per centinaia di migliaia di euro è da pazzi non farsi assistere da un esperto.
     
    A Bagudi, H&F, francescolaghezza e 1 altro utente piace questo messaggio.
  9. Samuele Brignone

    Samuele Brignone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scorretto? Se non scritto in proposta non la paghi? Nella proposta in caso di compravendita tra persone fisiche scrivi che la cifra concordata è x + le imposte di registro? Non mi sembra. Le imposte si pagano e stop. L'IVA è un'imposta. Casa acquistata per 129.000 Euro da impresa? Bene, anziché imposta di registro si ha l'IVA, l'agente poteva specificarlo in fase di trattativa e su questo non ci piove, ma cosa gli viene in tasca di non menzionarlo? Mica va a lui la differenza. L'acquirente deve saperlo. Sta comprando casa, non un maglioncino.

    La legge non ammette ignoranza.
     
    A marco61 piace questo elemento.
  10. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se nel preliminare non c'è menzione di imposte da pagare, si potrebbe sostenere che l'importo era tutto incluso, ma è una bella causa.
     
    A elisabettam piace questo elemento.
  11. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Potrebbero trovare un compromesso con l'impresa sulla differenza tra le due ipotesi : regime IVA e regime registro. Invito a fare i conti : a me non sembra la fine del mondo. Non c'è stata chiarezza nella trattiva ( i privati non sempre sanno che c'è questa differenza ). Quantificandola si può vedere se esiste un margine da parte dell'impresa.
    Io al posto dell'acquirente mi preoccuperei delle garazie (decennale se costruttore) e fidejussioni vere sui pagamenti intermedi ( se costruttore).
     
  12. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    nella proposta dovrebbe essere scritto il prezzo dell'alloggio e specificato "oltre a IVA di legge". In caso contrario l'IVA potrebbe intendesi da scorporare, visto che si parla di un acquirente privato
     
    A H&F piace questo elemento.
  13. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il venditore soggetto a regime IVA deovrebbe specificarlo come dici tu.
    In mancanza si intenderebbe IVA inclusa.

    Questo è un caso da invocare le norme per il consumatore ( e non la penale di un'altra discussione).
     
  14. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Certamente dovrebbe essere così. Io lavoro con costruttori che vendono come privati (con imposta di registro) e costuttori che vendono con IVA e lo specifico sempre perché la differenza può essere notevole
     
    A H&F piace questo elemento.
  15. marco61

    marco61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
     
  16. marco61

    marco61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve e buon Natale a tutti, spero tanto venga riaccesa la discussione in oggetto.
    se è cosi come dice elisabettam, Il costruttore ha la facolta' di optare per la vendita a) come privato ???, io andrei a pagare l'imposta di registro 3% + 1% cioe' €. 7.680,00 oltre l'importo pattuito per l'acquisto; b) come costruttore ???, in quest'ultimo caso visto che in contratto non è stato specificato che il prezzo dell'appartamento è oltre IVA o compreso IVA, si intenderebbe secondo legge compreso IVA ??? e quindi risparmierei il 4%, in definitiva il costo dell'appartamento per me non muterebbe, rimarrebbe €. 192.000,00, il ricavo del costruttore si ridurrebbe in €. 184.320,00. Ma, qual è la normativa di riferimento che stabilisce che il prezzo si deve intendere compreso IVA ???
     
  17. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    nel contratto sicuramente ci sarà la dizione, " oltre a imposte "
     
  18. marco61

    marco61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    è proprio questo il problema, non vi è nessuna dizione riferita all'imposta.
     
  19. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se proprio non c'è nessun riferimento all'imposta si potrebbe sostenere che sia inclusa, ma la vedo dura!!
     
  20. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    non ho detto che il costruttore ha la facoltà di scegliere se vendere con IVA o senza. però conosco costruttori che agiscono come privati su alcuni cantieri e su altri no. Voglio dire solamente che specificano sempre se è richiesta IVA o imposta di registro. l'ipotesi che hai fatto con imposta di registro al 3% non è corretta, perché calcolata sul corrispettivo e non sulla rendita catastale rivalutata. La differenza potrebbe essere molto maggiore
     
    A H&F piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina