1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,

    scrivo di nuovo in questa sede per chiedere gentilmente una opinione da persone competenti in merito a una mia attuale esigenza.

    Sto valutando l'acquisto di una seconda casa da usare per un duplice scopo, sia familiare (ci dovrebbe prendere la residenza mia madre anziana ed è lei che mi darebbe i soldi per acquistarla) che lavorativo: attualmente svolgo una attività con animali di affezione e mi serve un villino con ampio terreno per svilupparla.

    Il mio problema è il seguente, ho individuato un immobile che farebbe al caso mio che è in vendita dal mese di dicembre a 120 mila euro in provincia di Roma. Da quello che so, è stata fatta di recente una proposta a 10 mila euro in meno che non è andata in porto, in quanto non è stato concesso il mutuo alle persone che volevano acquistarla. Mi è stato riferito altresì dall'agente immobiliare che i proprietari si sono stancati di aspettare e che vorrebbero vendere quanto prima possibile.

    Il mio problema è il seguente: non ho la possibilità di accedere ad alcun mutuo per questioni di reddito e mia madre dispone di una liquidità non superiore agli 80 mila euro per effettuare l'acquisto.

    L'immobile e il giardino sono ben tenuti ma manca l'impianto di riscaldamento, punto da non sottovalutare in quanto, essendo in campagna, d'inverno senza riscaldamento credo sia difficilmente abitabile.

    Vorrei sapere se secondo voi è fattibile fare una proposta non superiore agli 80 mila euro, circa il 35% in meno del prezzo richiesto, oppure se siete del parere che non verrà accettata a priori.

    Per noi investire questa cifra in una seconda casa significherebbe fare un grande salto nel vuoto, in quanto resteremmo con ben poca liquidità e le mie entrate lavorative al momento sono alquanto basse, tuttavia ho visionato immobili a prezzi inferiori, più lontani da dove ora abito e che richiederebbero grossi lavori di ristrutturazione che non posso permettermi di affrontare, sia per questioni economiche che di tempo: la casa mi serve abitabile da subito e l'ideale per me sarebbe poterla acquistare entro il mese di agosto.

    Aggiungo che non posso vendere la casa dove attualmente abito, come molte persone mi hanno suggerito di fare, per motivi di rilievo vari che non sto qui a spiegare.

    Ringrazio sin d'ora chi vorrà darmi un parere in merito.

    Cordiali saluti.

    Anac
     
  2. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In teoria non vi sono controindicazioni. Agisci da privato o tramite agenzia? Un'idea sarebbe quella di verificare l'entità degli sconti che arrivano a praticare i venditori su immobili similari in zona.
     
  3. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per la celere risposta Rosfrum, l'acquisto avverrebbe tramite agenzia, il cui agente, a differenza di altri in zona, si è sempre dimostrato disponibile a che io visionassi l'immobile, pur sapendo che non dispongo della cifra richiesta in partenza. Altri agenti in zona sono stati invece alquanto sgarbati quando ho spiegato loro le mie intenzioni e mi hanno precluso di visionare gli immobili da loro proposti, asserendo di voler evitare perdite di tempo! Tengo d'occhio l'area di mio interesse da diversi mesi e ho notato cali nei prezzi di richiesta di altri immobili in vendita dai 10 ai 35 mila euro dal prezzo iniziale, ma sono tutti immobili messi male, da ristrutturare, accatastati C2 o robe simili, in questo caso non saprei regolarmi in quanto il villino si presenta molto bene e vorrei arrivare preparata e convinta nel caso decidessi di fare una proposta, anche perché non potrei rilanciare nel caso mi venisse rifiutata la proposta e non ho altri immobili di interesse sui quali dirottare qualora non venisse accettata.
     
  4. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Aggiungo quanto segue, vorrei capire in un mercato immobiliare come quello attuale, in una zona di campagna della provincia di Roma, quindi non centrale bensì alquanto isolata, distante dal mare una decina di Km o poco più, un villino di circa 60 mq discreto/abitabile, con un giardino ben curato di circa 2 mila mt. è soggetto a una proposta di acquisto del 35% in meno? Ormai sono passati 8 mesi da quando è stata messa in vendita e, a differenza di altri immobili, non è stato abbassato il prezzo nemmeno di 5 mila euro, a differenza di altri immobili in zona, e questo mi fa pensare che non abbiano una gran voglia di vendere, seppure l'agente mi abbia detto di recente il contrario.
     
  5. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    guarda che alla peggio ti dicono di no, non è che ti mordono...
     
    A dormiente, Maria Antonia, PyerSilvio e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  6. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Puoi provare con ribasso, ma effettivamente pare tanto (ma tentar non nuoce).

    Puoi provare con altre formule, dai 50 k, paghi un canone di 500 per 5 anni (magari affitti casa tua se puoi) poi dai altri 30k di saldo.

    Oppure puoi non comprare.

    Come mai vuoi comprare per forza? Hai esigenza concreta di dover comprare o lo fai per motivi che puoi rimandare?
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  7. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Io proverei a proporre nei limiti di prezzo da te indicati e con validità dell'offerta a breve. Poi attendi esito. Se la proprietà non accetta, puoi sempre fare una nuova proposta se riesci. E' normale prassi.
     
  8. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Invece di fare inutili e sterili congetture su ipotetici valori dell'immobile o su quello che pensano gli altri, fai la tua offerta e vedi qual è la risposta, al max ti dicono di no.
    Se non ho capito male non hai ancora visionato la casa e all'agente immobiliare hai detto genericamente che per te è troppo, ma non che puoi offrire solo 80000 euro.
    Se è così tanto meglio, non dirglielo fino al momento di redigere la proposta. Dopo aver visionato la casa giustificherai l'offerta inferiore adducendo difetti o anomalie dell'immobile presunti o reali (ne avrà di sicuro).;)
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  9. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per quello che hai detto dell'immobile, campagna romana a 10 km dal mare ti direi che dai 120mila si potrebbe scendere ai 100/105mila. Tentar non nuoce, ma la vedo dura.
     
  10. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ormai all'ordine del giorno! Anche il castello storico in perfette condizioni è pieno di difetti oggigiorno. Anche la villetta appena costruita con materiali di eccellenza e adeguata ad ogni singola norma recente.;)
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  11. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    A maggior ragione vale per un villino fatiscente. Evidenziare ed ingigantire i difetti può aiutare i più timidi ad osare.
     
  12. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti tutti per i vostri pareri.

    Rispondo a Sim in particolare, in effetti l'agente immobiliare mi ha detto che si potrebbe provare a fare una proposta a 100 mila euro, ragion per cui anche io la vedo dura che si possa scendere a 80 mila ed è per questo che ho scritto qui, per capire se qualcuno avesse qualche esperienza simile da condividere o qualche consiglio su come impostare la proposta affinché possa essere più facilmente accettata. Da parte mia credo di avere un punto a favore, poi magari sbaglio, ed è che non ci sarebbero le lungaggini di una eventuale richiesta di mutuo e sono interessata ad un acquisto veloce. Per cui, è vero che venderebbero a meno, ma avrebbero più velocemente il denaro. In merito ringrazio di nuovo Rosfrum per il suo suggerimento, non ci avevo pensato allo stratagemma della "validità dell'offerta a breve". Infatti, questa è una buona idea, fare una proposta dando loro pochi giorni per darmi una risposta, se questo è possibile penso che lo farò. Grazie ancora a tutti!
     
  13. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ti dico una cosa molto vera: ingigantire i difetti fa irritare ancora di più rispetto ad un'offerta bassa perchè diventa palese la volontà di sminuire il valore senza reali motivazioni. Se vuoi abbassare la cifra per i difetti fai un calcolo oggettivo dei lavori da sostenere e quindi motivare la tua offerta più bassa della media.
    Sconsiglio sempre offerte troppo basse perchè in ogni caso il proprietario di turno si sente preso in giro, si irrigidisce e blocca la trattativa.


    Io ti direi in effetti le stesse cose. In più il fattore soldi subito - no mutuo ormai non fa gola: ai proprietari che già aspettano da tanto farlo ancora per due o quattro mesi non cambia nulla. Se stanno con l'acqua alla gola il discorso cambia.
     
    A dormiente, CheCasa!, Cinzia A. e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  14. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A me sembra molto, in rapporto alla cifra di richiesta, ma tentar non nuoce, senza tanti arzigogolii di deprezzamento.

    A me irritano molto quelli che più sono interessati e più cercano di deprezzare...:disappunto:

    Fai una bella proposta sincera: "La casa mi piace molto, ho solo 80.000 euro, e questi posso offrire..."

    Se accettano bene, se non accettano è meglio che guardi un affitto.
     
    A dormiente, CheCasa!, alexbgd e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  15. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Concordo totalmente
     
    A ingelman piace questo elemento.
  16. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Può dire tutto quello che vuole, pazienza se qualcuno si irrita, tanto comunque più di 80000 euro ha detto che non può spendere. Sarebbe comunque meglio non dire nulla almeno fino a quando non si visiona un immobile, compreso stare sul vago rispetto a ciò che si può spendere.
     
  17. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ringrazio ancora tutti coloro che mi hanno risposto.

    Sono d'accordo con Bagudi e anche io ho pensato che la cosa migliore è esseri sinceri con l'agente e spiegargli la mia situazione. Sul discorso del mutuo non sono molto d'accordo in quanto ho già visionato tre immobili le cui trattative non sono andate in porto a causa del mutuo negato ai potenziali acquirenti, per cui il fattore pagamento in contanti credo che, di questi tempi, possa ancora fare la differenza, soprattutto se è vero che il venditore è stanco di aspettare e vuole vendere, d'altronde l'immobile è in vendita dallo scorso anno e credo che più passa il tempo, più difficile diventa che un immobile possa vendersi alla cifra richiesta, sbaglio? In più, in questo caso trattasi di un immobile molto periferico, isolato, in campagna, non adatto a una prima casa, infatti anche per chi vende è una seconda casa, per cui anche questo aspetto credo pesi al momento di vendere. Un conto è un immobile in città, un'altro in campagna piuttosto isolato. L'ipotesi dell'affitto non posso considerarla nel mio caso, dato che nell'immobile ci porterei cani e gatti e dubito che qualcuno affitti facilmente in casi come questi.
     
  18. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ringrazio inoltre Ponz per il suo suggerimento. Anch'io ho pensato ad un eventuale "rent to buy" ma bisogna vedere se i proprietari lo accetterebbero e, comunque, non lo potrei fare per una grande cifra, per cui resta il fatto che devo per forza comprare a molto meno. Infine, ho bisogno di comprare a breve sia per motivi familiari - mia madre si trasferisce a breve da me - che lavorativi: nei prossimi mesi il mio lavoro si intensifica e avere un grande terreno a disposizione mi consentirebbe di lavorare meglio e per più clienti.
     
  19. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    come che sia, se finisce che non accetta, non "sbattere la porta".
    "ah, la proprietà ha detto picche? accidenti, che peccato.
    va beh, senta il mio numero ce l'ha. lo tenga ok? si sa mai che ci ripensino..."

    con i chiari di luna di sto periodo non è da escludere che, magari tra due/tre mesi la proprietà scenda a più miti consigli.
     
  20. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Bravo specialist..!

    Devo dire che il ragazzo mi piace.

    Quando mi capitano situazioni simili, posto che il cliente si "liquido" io ritiro la proposta di acquisto.

    Muscolosa.

    Acconti capienti tempi brevi di stipula atto.

    Una volta formalizzato, convoco parte venditrice.

    Lancio loro "un sassolino" senza mostrare la proposta.

    Una proposta troppo bassa potrebbe essere ritenuta irrisoria ed offensiva agli occhi del venditore.

    Se così viene recepita ho fatto salvo il cliente che avrà ancora fiducia nel reperire un cliente più disponibile.

    Spesso stò accorto ai tempi, in cui cerco di far recepire "la sassata"...:D

    Tipo il venerdì sera... e o comunque sempre la sera tardi..

    Così che il ricevente o i riceventi abbiano la loro notata di dubbi..:D
     
    A Sim e specialist piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina