• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Cami74

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno,
scrivo qui per per avere dei chiarimenti in merito ad una proposta di acquisto, ho visto che siete tutti molto preparati e aggiornati.
Ho deciso di fare di fare una proposta di acquisto per un appartamento ma per motivi logistici non sono riuscita a firmare la proposta dal vivo (e nemmeno a procurarmi il libretto degli assegni). Ho chiesto di posticipare, ma l'agente immobiliare ha insistito per mandarmi il modulo precompilato della proposta via email.

Io quindi ho compilato la proposta, ho inserito su indicazione dell'agente, l'importo dell'assegno/caparra, ma in realtà questo non è mai stato consegnato (neanche come copia via email), e la proposta, nella sezione dedicata appunto all'assegno ovviamente non contiene alcun riferimento ad esso se non l'importo.
Ho firmato la proposta e l'ho mandata come scansione via email all'agente immobiliare.

La mia domanda è questa: in caso di accettazione da parte del venditore la proposta è valida? Io sono obbligata ad adempiere all'acquisto? Pur essendo la proposta girata esclusivamente via email e senza assegno/caparra)?

Non specifico i motivi per evitare fraintendimenti o polemiche, ma non posso più sostenere la spesa, non per cambiamenti radicali nella mia situazione economica specifica ma per sopravvenute problematiche economiche non direttamente a me imputabili ma a cui devo sopperire io; e sì questo nel giro di pochi giorni.

Quindi, fermo restando che ho fatto un'offerta molto al ribasso, che spero a prescindere non venga accettata, ma nel caso in cui dovessero accettare questa (così come chiamata dall'agente) bozza di proposta, posso svincolarmi?

Grazie in anticipo

Cami
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buongiorno,
scrivo qui per per avere dei chiarimenti in merito ad una proposta di acquisto, ho visto che siete tutti molto preparati e aggiornati.
Ho deciso di fare di fare una proposta di acquisto per un appartamento ma per motivi logistici non sono riuscita a firmare la proposta dal vivo (e nemmeno a procurarmi il libretto degli assegni). Ho chiesto di posticipare, ma l'agente immobiliare ha insistito per mandarmi il modulo precompilato della proposta via email.

Io quindi ho compilato la proposta, ho inserito su indicazione dell'agente, l'importo dell'assegno/caparra, ma in realtà questo non è mai stato consegnato (neanche come copia via email), e la proposta, nella sezione dedicata appunto all'assegno ovviamente non contiene alcun riferimento ad esso se non l'importo.
Ho firmato la proposta e l'ho mandata come scansione via email all'agente immobiliare.

La mia domanda è questa: in caso di accettazione da parte del venditore la proposta è valida? Io sono obbligata ad adempiere all'acquisto? Pur essendo la proposta girata esclusivamente via email e senza assegno/caparra)?

Non specifico i motivi per evitare fraintendimenti o polemiche, ma non posso più sostenere la spesa, non per cambiamenti radicali nella mia situazione economica specifica ma per sopravvenute problematiche economiche non direttamente a me imputabili ma a cui devo sopperire io; e sì questo nel giro di pochi giorni.

Quindi, fermo restando che ho fatto un'offerta molto al ribasso, che spero a prescindere non venga accettata, ma nel caso in cui dovessero accettare questa (così come chiamata dall'agente) bozza di proposta, posso svincolarmi?

Grazie in anticipo

Cami
Si, la proposta è valida, si devi adempiere, no nessuno può farti sostanzialmente nulla se non lo fai.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Ennesima dimostrazione che, se un agente insiste per avere una proposta senza assegno allegato, per di più via mail, fa male il suo lavoro , e da l’idea di essere alla frutta, perché ha in mano poco più di niente.
Però anche farsi convincere a firmare una roba simile è un po’ superficiale.
Attenzione che, se la proposta venisse accettata, l’agente potrebbe anche provare a chiedere le provvigioni, con qualche speranza di ottenerle : mentre il venditore ha davvero poche armi.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Dimostra anche che una proposta senza assegno allegato è percepita dal proponente swbza alcun valore. Volevo vedere se avesse messo 10000 di assegno, quali sopraggiunti motivi trovava
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
A me tutto sommato sembra tutto regolare. Se il venditore accetta consegnerai l'assegno e se ti ritiri pagherai le tue provvigioni e anche quelle del venditore.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Infatti come dici tu, il venditore non ha niente in mano e l'agenzia dovrà grattare sui muri per la provvigione.
Si si, avere clienti così ti ripaga alla grande
 

Cami74

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ho sentito telefonicamente l'agente che mi ha comunicato che la proposta non è stata accettata. Siamo d'accordo di risentirci tra una decina di giorni per valutare altri immobili della sua zona molto meno onerosi.

Ad ogni modo, a onor di chiarezza, ho chiesto a lui che tipo di valore avesse la proposta che ho firmato, e lui mi ha ribadito "nessun valore, era solo una scansione" e che "avremmo imbastito una proposta cartacea con assegno nel momento della reale manifestazione di voler accettare da parte del venditore".
Ha sempre minimizzato quel modulo, definendolo sempre solo come una bozza. Questo è il motivo per cui, sicuramente sbagliando, non mi sono informata sufficientemente prima di mettere quella firma. Credo molto alla buona fede di questo agente, forse sbagliando. Ma ha senso quanto mi ha detto?

Adesso, ho avuto modo, un po' in questo forum, e un po' per canali esterni di essere molto più informata.

Grazie a tutti.
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Ho sentito telefonicamente l'agente che mi ha comunicato che la proposta non è stata accettata. Siamo d'accordo di risentirci tra una decina di giorni per valutare altri immobili della sua zona molto meno onerosi.

Ad ogni modo, a onor di chiarezza, ho chiesto a lui che tipo di valore avesse la proposta che ho firmato, e lui mi ha ribadito "nessun valore, era solo una scansione" e che "avremmo imbastito una proposta cartacea con assegno nel momento della reale manifestazione di voler accettare da parte del venditore".
Ha sempre minimizzato quel modulo, definendolo sempre solo come una bozza. Questo è il motivo per cui, sicuramente sbagliando, non mi sono informata sufficientemente prima di mettere quella firma. Credo molto alla buona fede di questo agente, forse sbagliando. Ma ha senso quanto mi ha detto?

Adesso, ho avuto modo, un po' in questo forum, e un po' per canali esterni di essere molto più informata.

Grazie a tutti.
Ben per te....ti consiglio però di cercare un mediatore che conosca qualcosina di legge, perché anche un'eventuale proposta fatta sulla carta del pane, firmata da te e con i 3 o 4 dati obbligatori ha pieno valore.
Diverso il discorso della mancanza di assegno che è quasi sempre una garanzia per chi la fa di poter infischiarsene perché solo un "Pazzo", dopo averla accettata, farebbe una causa al proponente che ha cambiato idea.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
ho chiesto a lui che tipo di valore avesse la proposta che ho firmato, e lui mi ha ribadito "nessun valore, era solo una scansione" e che "avremmo imbastito una proposta cartacea con assegno nel momento della reale manifestazione di voler accettare da parte del venditore".
Non sai cosa ti avrebbe detto, se il venditore avesse accettato.
Per il futuro, fai solo proposte di persona, con assegno, facendoti spiegare passo passo ogni parte che non ti è chiara.
Procedi solo se le spiegazioni sono complete , senza incertezze.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Ho sentito telefonicamente l'agente che mi ha comunicato che la proposta non è stata accettata. Siamo d'accordo di risentirci tra una decina di giorni per valutare altri immobili della sua zona molto meno onerosi.

Ad ogni modo, a onor di chiarezza, ho chiesto a lui che tipo di valore avesse la proposta che ho firmato, e lui mi ha ribadito "nessun valore, era solo una scansione" e che "avremmo imbastito una proposta cartacea con assegno nel momento della reale manifestazione di voler accettare da parte del venditore".
Ha sempre minimizzato quel modulo, definendolo sempre solo come una bozza. Questo è il motivo per cui, sicuramente sbagliando, non mi sono informata sufficientemente prima di mettere quella firma. Credo molto alla buona fede di questo agente, forse sbagliando. Ma ha senso quanto mi ha detto?

Adesso, ho avuto modo, un po' in questo forum, e un po' per canali esterni di essere molto più informata.

Grazie a tutti.
Balle, un contratto con o senza assegno o mandato via mail, è sempre valido. Ti è andata bene che il venditore ha capito che tipo sei. Ti consiglio di non tentare ancora la fortuna, anche perché se ci provi con un'altra agenzia ti ride dietro. E soprattutto senza assegno consegnato non vieni neanche preso sul serio. Se devi fare la proposta ci vai di persona,l ed alleghi un assegno come mi sembra sia la norma tra le persone che si ritengono affidabili. non mi sembra che tu sia il sultano del Brunei che non trovi il tempo di firmare di persona una proposta importantissima.
 

Cami74

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Balle, un contratto con o senza assegno o mandato via mail, è sempre valido. Ti è andata bene che il venditore ha capito che tipo sei.
Prego?

Mi chiedo perchè lasciarsi andare a commenti non richiesti e soprattutto non utili in mancanza di informazioni davvero complete sulla vicenda tra l'altro.
Non risponderò ulteriormente a frecciatine del genere, che hai già provato a rifilare in un messaggio precedente, per non fomentare polemiche.

Ringrazio invece ancora tutti per le preziose informazioni e i consigli dati in maniera chiara ed educata.
 

Sodis

Membro Junior
Professionista
Balle, un contratto con o senza assegno o mandato via mail, è sempre valido.
Non sono convintissimo che tu abbia ragione.

“Quid iuris”, invece, per la firma cd “scansionata” apposta su di un contratto – anch’esso ovviamente – scansionato in pdf?

In questo caso, trovandoci di fronte, ai sensi dell’art. 22 del Codice dell’Amministrazione Digitale, ad una “copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico”, la detta copia avrebbe la medesima efficacia probatoria dell’originale dal quale è stata estratta, laddove sia stata autenticata da un notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato dalla legge.

In assenza di autentica, invece, la copia per immagine ha la medesima efficacia probatoria dell’originale dalla quale è stata estratta fino a quando non viene espressamente disconosciuta dall’altra parte la conformità della copia all’originale (sottoscritto in autografa).
A meno che non si tratti di documento firmato digitalmente, ma non è il caso di cui si sta parlando.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Delibera reddituale UniCredit, tempistiche?
Buongiorno a tutti ho bisogno di una informazione:
per la cancellazione di una Ipoteca giudiziale ultraventennale non rinnovata si applica anche la procedura semplificata ex art.40 bis TUB? grazie in anticipo per la risposta! Saluti Diego
Alto