1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mery4ever

    mery4ever Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buongiorno, voglio porvi un quesito...
    E' da poco morto mio zio, il quale non ha lasciato nè moglie nè figli, ma 4 fratelli che si trovano a spartirsi un'appartamento di 90 mq e il terreno adiacente la casa di 200 mq. Ora, io e la mia famiglia viviamo da sempre nell'appartamento al piano di sopra di cui mio padre è proprietario, e sotto è in affitto una famiglia con contratto quadriennale. Sono già stati divisi altri beni, alla morte di altri fratelli, e c'erano state spartizioni con accordo che, mio padre, avrebbe poi di diritto ereditato l'appartamento sottostante al nostro. Il problema è che, in primavera, sono state affrontate delle spese di ristrutturazione sovvenzionate da uno dei miei cugini, il quale si faceva 'tutore' (senza alcun processo giudiziale svolto) di mio zio che risiedeva da qualche anno in una casa di riposo. Queste spese ,poi, vogliono essere riscosse da mia zia, 77enne, senza figli nè marito. Noi , al momento non sappiamo bene chi abbia elargito il denaro per la ristrutturazione. In ogni caso, 2 dei fratelli si direbbero rinunciatari dell'eredità ( in base ad accordi precedenti per cui hanno già altri terreni e case) ; ma mia zia ritiene di dover risquotere l'affitto per i successivi 4 anni , a ripagamento di spese ( circa 8000 euro) che sostiene aver pagato lei... Ora, è possibile essere proprietari e allo stesso tempo non avere la possibilità di mandare via gli attuali inquilini ? mia zia vorrebbe che nel contratto di successione risultasse una clausola che indichi lei come affittuaria, e noi padroni di casa. Aggiungo inoltre che mio padre intesterebbe a me la casa, in quanto intenzionata a viverci col mio compagno.
     
  2. geofin.service

    geofin.service Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Secondo me queste sono cose che esulano dalla successione, quindi da accordarsi successivamente in separata sede. Aspettiamo comunque il parere degli altri colleghi.
     
    A mery4ever piace questo elemento.
  3. maria antonietta

    maria antonietta Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se la diviosne con assegnazione dell'appartamento è già avvenuta, aumaticamente alla morte dello zio il nuovo proprietario è tuo padre, con ogni onere attivo o passivo che sia.
    Quanto a tua zia, anche se dimostrasse il pagamento di tasca sua (...?...) non varrebbe nulla, in quanto le spese sono state fatte prima della morte dello zio, di conseguenza prima che tuo padre diventasse proprietario!
    D'altronde l'affitto dell'appartamento chi lo percepiva fino alla morte dello zio? Ne deduco la zia o chi faceva le veci dello zio.... quindi a loro carico sono anche le spese di manutenzione ordinarie e straordinarie dell'immobile.
    L'affitto, dopo la morte dello zio, essendo nuovo proprietario tuo padre, è allo stesso che deve essere versato.
    Ti consiglierei comunque, di mandare due righe all'inquilino per comunicargli i nuovi dati del proprietario, giustificato magari dall'aggiornamento della visura dell'immobile con la nuova intestazione.
    Relativamente alla liberazione dell'immobile, essendo comunque in essere un contratto di affitto, tuo padre deve rispettarlo, e richiederne la liberazione entro i termini della prima scadenza (4 anni) per motivi personali, quali la residenza per sè o suoi famigliari stretti. (in particolare la figlia)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina