1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    vorrei scegliere l'opzione a me più conveniente per un immobile.
    Mi sposo a novembre e mio padre sta ristrutturando un appartamento di sua proprietà per "cederlo" a me.
    Voleva infatti anticiparmi parte dell'eredità in modo che io potessi sfruttare subito l'immobile, diventando così il proprietario da subito.
    Ho però altri 3 fratelli, che al momento vivono già in altre case con le rispettive fidanzate, e questi 3 fratelli non sono interessati all'appartamento.
    Tengo a precisare che mio padre è possessore anche della villa in cui vive, oltre ad altri terreni edificabili (che un domani diventeranno parte dell'eredità).
    Non potendo però acquistare l'edificio personalmente(a meno di una cifra simbolica), da quanto ho capito le uniche possibilità che mi restano sono la donazione e il comodato d'uso. Esistono altre forme che potrebbero interessarmi?
    Ovviamente una volta abitato l'appartamento verrà arricchito con arredamento nuovo, cucina, antifurto e altre cose ad hoc che pagherò di tasca mia.
    Non è escluso, però, che tra qualche anno avrò la necessità di trasferirmi verso la città di Modena avendo quindi la necessità magari di un mutuo per una nuova abitazione. Potrei in tal caso affittare o vendere l'immobile in questione?
    Nel frattempo però vorrei anche una sorta di garanzia sul fatto che un domani, se vivrò con famiglia e figli all'interno dell'immobile, causa eredità, i miei fratelli possano rivalersi sulla "mia" casa.
     
  2. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Comodato gratuito per il momento appare la soluzione migliore.

    Fallo.

    Non ha scadenza e il possesso dell'immobile ti mette al sicuro su tantissime questioni che potranno evolversi un domani.
     
    A GaribaldiA piace questo elemento.
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    NO donazione.
     
    A Rosa1968, GaribaldiA e Irene1 piace questo elemento.
  4. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi mi consigliate entrambi il comodato..però in tal modo non ci sarà garanzia che l'appartamento diventi mio in caso di eredità, dico bene?
     
  5. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    no, non c'è.
    però se il valore dell'appartamento non supera la tua quota di legittima e non sei ai ferri corti con i tuoi fratelli non dovresti, un domani, avere problemi.
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Esistono anche i testamenti...
     
    A eldic piace questo elemento.
  7. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Esatto, quindi potrei farmi fare il comodato d'uso e chiedere a mio padre di fare un testamento in cui già dichiari la sua intenzione. In ogni caso non credo che il valore dell'appartamento superi la mia quota di legittima.
     
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Un attestato di premomerienza assai antipatico da richiedere.

    Il titolo derivante dal comodato, ti consente la voltura delle utenze, il pieno possesso ed il godimento del bene.

    I tuoi dati anagrafici, ti danno sufficienti garanzie sul bene, essendo discendente diretto.
     
  9. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho poi un altro quesito riguardante gli spazi comuni di un'edificio, dal momento che l'appartamento in questione fa parte di un complesso famigliare con giardini in comune.
    Ci sono 2 appartamenti piano terra e 2 appartamenti al primo piano.
    Lo spazio verde è costituito da un giardino situato a nord dell'edificio, molto grande, un giardino a sud altrettanto grande, a est con una strada comune di passaggio e a ovest da una striscia più stretta di giardino.
    Come funzionano i diritti di utilizzo di questi spazi comuni?
    Vorrei mettere un tavolino all'esterno con un ombrellone rimovibile, per fare un po' di ombra d'estate e sfruttare una piccola porzione di giardino.
    Credo infatti che sia un peccato avere così tanti metri quadrati e non poterli utilizzare. Oltretutto io ne utilizzerei una porzione molto limitata (sarà forse un decimo del totale), esattamente quella davanti alla mia portafinestra, solo che non vorrei un domani trovarmi seduti al mio tavolo, i miei parenti, che guardano dritto nel mio salotto.
     
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se sono indivise sono di tutti.
     
  11. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    @ Eldic
    Il problema dei ferri corti coi fratelli sorge in caso di testamento, non abbiamo un buonissimo rapporto purtroppo, causa una sorta di gelosia inspiegata nei miei confronti.
    E poi come ho già avuto modo di constatare, quando ci sono di mezzo i soldi la gente si trasforma. Famigliari compresi aimé.
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè non li dividete finchè tuo padre è in vita ? ?
     
  13. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Perche' ne morirebbe.

    Trovo divertente la plasticita' del forum.

    Quando gli utenti, con i loro interventi veri e reali, vengono a confermare la bonta' di un sistema.

    Quello del reperimento di affari in esito alla morte, che alcuni benpensanti qui, irridono definendolo andar per funerali.

    Da questi contenuti, appare evidente che, chi su questo argomento attacca, bollando la prassi come immorale o anti etica, si sbaglia.
     
  14. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Bisogna essere realisti e saper prevenire alcuni dispiaceri.. Almeno quelli evitabili! Però tralasciamo i sentimentalismi che sulla carta non valgono mai niente o quasi.

    Aggiungo un'info importante che ho tralasciato: La ristrutturazione che sta eseguendo mio padre, viene fatta utilizzando i soldi che mi avrebbe dato per l'acquisto di una nuova casa, quota che ovviamente aveva calcolato considerando lo stesso per i miei fratelli in caso di matrimonio. In questo modo io sto impiegando 'indirettamente' dei soldi a me destinati. Mio padre infatti (cifre di fantasia) aveva previsto per me 40000 euro, ma ristrutturando ne servono 80000. La differenza la mette lui, in modo da recuperarla tramite detrazione fiscale.
    Quindi i 'miei' 40000 euro sono 'fermi' in quella casa che al momento potrò godere, ma non so come potrò gestire in caso di differenti necessità della mia futura famiglia. E nel frattempo non sono nemmeno il vero proprietario! Mi devo allarmare per tutto ciò? Ho paura di essermi cacciato in un tunnel senza uscita che mi condizionerà a vita! Please help! E nel frattempo vi ringrazio tutti di cuore per la collaborazione che state fornendo.
     
  15. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma dico io.

    Se un soggetto.

    Al quale perviene un immobile gratis.

    Che oltre all'alloggio a stoprezzo, gli vengono pure dati i soldi per ristrutturarlo, si caccia in un tunnel senza uscita a vita.

    Coloro che non hanno una casa o fanno oltre l'ottanta per cento di mutuo per averla, che devono pensare..?
    Di buttarsi in un burrone con un mattone al collo...??

    Il comodato gratuito, che tuo padre ti concede, ti pone sullo stesso piano giuridico della successione a titolo particolare.

    Possiedi il bene, ne godi, lo utilizzi senza pagare nulla. Neppure le tasse.
     
  16. GaribaldiA

    GaribaldiA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Purtroppo non conosci la situazione famigliare perché giustamente nn trovo sia il luogo adatto dove esporre certe cose.
    Se l'immobile si trova in una zona che non mi piace particolarmente, e prevedo da li a due anni di spostarmi, io i miei 40000 euro non potrò più impiegarli in una nuova abitazione, e quell'abitazione non sarà comunque di mia proprietà perché nel momento in cui non la abito non ho gli atessi diritti di un proprietario. quindi non potrò ne rivenderla ne affittarla ad altre persone. E a quel punto anche io dovrò farmi un bel mutuo dell 80 percento!

    Sbaglio?

    Molto probabilmente mi dovrò spostare da quella casa per condizioni al contorno che ora non riporto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina