1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cloddy

    cloddy Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,desidero sapere se qualcuno sa quali possono essere le motivazioni per cui un donante può recedere dalla donazione.
    Ho donato un appartamento a mio figlio che si sta comportando molto male nei miei confronti.Posso tornaare indietro e riavere l'alloggio che gli ho donato 8 anni fa?
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, fatto salva la possibilità di parlarne con tuo figlio e sanare la questione, per poter recedere dalla donazione occorre il consenso di tutti e due gli attori ( comma 2 dell'art. 1373 c.c.,) , e nel caso tuo penso non sarà percorribile, è in capo alla tuà facoltà, invece, procedere in maniera unilaterale alla revoca della donazione, comunque un passaggio con il Notaio ti chiarirà meglio costi e modalità. Fabrizio
     
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Salve puo' recedere dalla donazione con motivazione per ingratitudine verso di Lei o per grave ingiuria, un notaio Le spieghera' come fare. Saluti.
     
  4. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Revocazione delle donazioni

    Art. 800 Cause di revocazione
    La donazione può essere revocata per ingratitudine o per sopravvenienza di figli.

    Art. 801 Revocazione per ingratitudine
    La domanda di revocazione per ingratitudine non può essere proposta (2652) che quando il donatario ha commesso uno dei fatti previsti dai nn. 1, 2 e 3 dell’Art. 463, ovvero si è reso colpevole d’ingiuria grave verso il donante o ha dolosamente arrecato grave pregiudizio al patrimonio di lui o gli ha rifiutato indebitamente gli alimenti dovuti ai sensi degli artt. 433, 435 e 436 (att. 141).

    Art. 802 Termini e legittimazione ad agire
    La domanda di revocazione per causa d’ingratitudine deve essere proposta dal donante o dai suoi eredi, contro il donatario o i suoi eredi, entro l’anno dal giorno in cui il donante è venuto a conoscenza del fatto che consente la revocazione (2964 e seguenti).
    Se il donatario si è reso responsabile di omicidio volontario in persona del donante o gli ha dolosamente impedito di revocare la donazione, il termine per proporre l’azione è di un anno (2964) dal giorno in cui gli eredi hanno avuto notizia della causa di revocazione (att. 141).

    Art. 803 Revocazione per sopravvenienza di figli
    Le donazioni, fatte da chi non aveva o ignorava di avere figli o discendenti legittimi al tempo della donazione, possono essere revocate per la sopravvenienza o l’esistenza di un figlio o discendente legittimo del donante. Possono inoltre essere revocate per il riconoscimento di un figlio naturale (250 e seguenti), fatto entro due anni dalla donazione, salvo che si provi che al tempo della donazione il donante aveva notizia dell’esistenza del figlio.
    La revocazione può essere domandata anche se il figlio donante era già concepito al tempo della donazione.

    Art. 804 Termine per l’azione
    L’azione di revocazione per sopravvenienza di figli deve essere proposta entro cinque anni (2964 e seguenti) dal giorno della nascita dell’ultimo figlio o discendente legittimo ovvero della notizia dell’esistenza del figlio o discendente ovvero dell’avvenuto riconoscimento del figlio naturale.
    Il donante non può proporre o proseguire l’azione dopo la morte del figlio o del discendente.

    Art. 805 Donazioni irrevocabili
    Non possono revocarsi per causa d’ingratitudine, ne per sopravvenienza di figli, le donazioni rimuneratorie (770) e quelle fatte in riguardo di un determinato matrimonio (785).

    Art. 806 Inammissibilità della rinunzia preventiva
    Non è valida la rinunzia preventiva alla revocazione della donazione per ingratitudine o per sopravvenienza di figli.

    Art. 807 Effetti della revocazione
    Revocata la donazione per ingratitudine o sopravvenienza di figli, il donatario deve restituire i beni in natura, se essi esistono ancora, e i frutti relativi, a partire dal giorno della domanda (1148; Cod. Proc. Civ. 163).
    Se il donatario ha alienato i beni, deve restituirne il valore, avuto riguardo al tempo della domanda, e i frutti relativi, a partire dal giorno della domanda stessa.

    Art. 808 Effetti nei riguardi dei terzi
    La revocazione per ingratitudine o per sopravvenienza di figli non pregiudica i terzi che hanno acquistato diritti anteriormente alla domanda, salvi gli effetti della trascrizione di questa (2652, n. 1).
    Il donatario, che prima della trascrizione della domanda di revocazione ha costituito sui beni donati diritti reali (959, 981, 1021 e seguenti) che ne diminuiscono il valore, deve indennizzare il donante della diminuzione di valore sofferta dai beni stessi.

    Art. 809 Norme sulle donazioni applicabili ad altri atti di liberalità
    Le liberalità, anche se risultano da atti diversi da quelli previsti dall’art. 769 (1237, 1411, 1875, 1920), sono soggette alle stesse norme che regolano la revocazione delle donazioni per causa d’ingratitudine e per sopravvenienza di figli (800 e seguenti), nonché a quelle sulla riduzione delle donazioni per integrare la quota dovuta ai legittimari (553 e seguenti).
    Questa disposizione non si applica alle liberalità previste dal secondo comma dell’art. 770 e a quelle che a norma dell’art. 742 non sono soggette a collazione.
     
  5. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Prima e a parte il notaio, il cui compito non è la consulenza legale, deve rivolgersi ad uno studio legale esperto di successioni e donazioni che possa valutare se quanto scrive peraltro del tutto sommariamente rientra nei casi indicati negli artt. 800 e seguenti del codice civile.
    Avv. Luigi De Valeri:stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina