• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Placrs

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
Buonasera
scrivo per sottoporvi una problematica che mi è sorta in collaborazione con un collega.
cliente mia, della quale ho in carico vendita la casa e casa che le interessa del collega. La cliente provvede a sottoscrivere una proposta di acquisto per la casa in carico da collega con termine ultimo ben distante per la stipula del Rogito proprio per riuscire a vendere la casa senza ansie e preoccupazioni; io faccio presente al collega che la casa della signora è facilmente vendibile per cui tutto si risolverà in tempi rapidi. Il proprietario della casa in carico dal collega firma per accettazione la proposta della mia cliente non indicando eventuali problematiche sulle tempistiche eventuali anticipate per la stipula del definitivo. Accade, come più volte sottolineato al collega, che trovo un ottimo acquirente per la casa della signora però questo chiede, per sue esigenze personali e non derogabili, di rogitare ben prima del termine di rogito previsto per la casa in acquisto della signora, il proprietario di quest'ultima risponde picche non adducendo nessun motivo valido e serio per l'impossibilità a stipulare ben prima del termine previsto.
Chiedo un parere ai colleghi..
Il proprietario della casa in acquisto della signora, doveva secondo voi accettare indicando anche un termine limite minimo prima del quale non rogitare?
Ovviamente la signora ora vuole andare per avvocati..
spero di essermi spiegato..
saluti e buon lavoro
Paolo
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
il proprietario di quest'ultima risponde picche non adducendo nessun motivo valido e serio per l'impossibilità a stipulare ben prima del termine previsto.
Non c'è bisogno di motivare il rifiuto ad anticipare.
Per garantire alla tua cliente la possibilità di anticipare il rogito, avresti dovuto inserire qualcosa tipo “ è facoltà della parte acquirente anticipare il rogito, con un preavviso di 15 giorni”.
Il proprietario della casa in acquisto della signora, doveva secondo voi accettare indicando anche un termine limite minimo prima del quale non rogitare?
No, come detto sopra, se non è previsto altro il venditore è perfettamente in regola, se vuole rogitare anche l’ultimo giorno previsto.
 

Placrs

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
Non c'è bisogno di motivare il rifiuto ad anticipare.
Per garantire alla tua cliente la possibilità di anticipare il rogito, avresti dovuto inserire qualcosa tipo “ è facoltà della parte acquirente anticipare il rogito, con un preavviso di 15 giorni”.

No, come detto sopra, se non è previsto altro il venditore è perfettamente in regola, se vuole rogitare anche l’ultimo giorno previsto.
grazie per il parere ma quindi la signora deve trovare un acquirente che sia disponibile al rogito quando il proprietario che le vende si decide a rogitare? così facendo riduce ampiamente le sue possibilità di vendita della casa, situazione per altro ben esplicitata al venditore. La signora fissa a 10 mesi termine ultimo per rogitare, il proprietario alla fine è disponibile solo gli ultimi 10 giorni prima del termine.. la signora deve azzeccare il cliente che le compra casa? ben inteso che al proprietario non interessa come la signora recuperi i soldi per acquistare casa...
 

Placrs

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
aggiungo che il collega non si è in alcun modo premurato di far presente a me e alla cliente che il proprietario non intendeva rogitare in tempi brevi, anzi si è lamentato per le tempistiche lunghe.. sono d'accordo che il proprietario è libero di rogitare quando vuole entro i termini ma ridurre di molto i tempi possibili per la stipula può costituire un elemento piuttosto importante di decisione anche da parte della mia cliente che poteva tranquillamente non ratificare l'accettazione del proprietario, nel caso ne fosse stata a conoscenza
 

D3rivato

Membro Attivo
Mediatore Creditizio
Non si capisce perché l'acquirente abbia formulato una richiesta inserendo una data così lontana (10 mesi) per il rogito. 4 sarebbero stati comunque tanti
 

Placrs

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
Perché doveva vendere casa ed era un termine ragionevole per lavorarci con la giusta tranquillità
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Purtroppo il problema è della tua cliente, ed esistono depositi per i mobili ed affitti brevi per le persone, non è quindi necessario riuscire a trovare un acquirente che si sincronizzi con l'altra compravendita.
Sono comunque certo che tale opzione scontenti la tua cliente oltre che fare due traslochi risulti oneroso e scomodo.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
ma quindi la signora deve trovare un acquirente che sia disponibile al rogito quando il proprietario che le vende si decide a rogitare?
Ni: la signora deve trovare un acquirente che sia interessato a rogitare poco prima della scadenza prevista per l’acquisto della signora stessa, in modo che lei abbia la somma necessaria per il suo nuovo immobile.
Se avete previsto il rogito di acquisto della signora , per esempio, il 15/11/2109, nella proposta l’acquirente dovrà mettere (tu dovrai dirmi di mettere) come data entro la quale rogitare il 10/11.
Cioè sei tu che, quando mostri la casa, spieghi quali possono essere le tempistiche che la signora accetterà.
Poi è chiaro che , di comune accordo, ogni scadenza può essere spostata.
Ma bisogna prevedere che tutto quadri dal principio.
Se invece trovi un acquirente che voglia rogitare subito, la signora potrà decidere di accettare, e andare a vivere altrove in attesa di acquistare, se le conviene.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
cliente mia, della quale ho in carico vendita la casa e casa che le interessa del collega
aggiungo che il collega non si è in alcun modo premurato di far presente a me e alla cliente che il proprietario non intendeva rogitare in tempi brevi,
Ecco una classica vendita da Property finder.

Due vendite (anzi una e mezza) sono papabili sul tavolo.
Ma restano Ferme con le quattro frecce, ad alto rischio di errore, se non di liti.

Probabilmente l’ @AndreaRusso quando parlava di soddisfazione dei clienti, faceva riferimento proprio ad episodi come questo.

Come scrivere da destra verso sinistra, quando si lavora al contrario, e’ facile cadere nell’errore.

Gli effetti dello stesso errore, si ripresenteranno sistematicamente, durante tutta la dinamica della pratica, nata tutta scompaginata.

Gia’ andare a comperare prima di vendere era un azzardo.

Non esistono le case facili da vendere.
Esistono solo le case che si svendono.

Probabilmente, considerato la poca forza contrattuale e tempi cosi’ tanto dilatati, pure sul versante della compera il prezzo aggiudicato, non dev’essere stato tanto vantaggioso per la tua cliente.

Per rattoppare la situazione, bene avete pensato, di dettare una tempistica lunga.
Salvo poi pretendere di anticiparla, sempre speculando, nella esclusiva convenienza del tuo cliente acquirente.

Come a dire, che prima che non avevate i soldi, il venditore poteva e doveva attendere.
Mentre invece, ora che li avete trovati, il venditore deve smammare.

Evidentemente avete fatto i conti senza l’oste.

Ecco che Ora, invece che fare due vendite, ti ritrovi prima con una bella rogna da affrontare.
Che portera’ via risorse e guadagni per te e gravera’ sul conto economico della tua cliente.

Per converso, il tuo collega che lavora nel senso giusto, come vedi non si scompone piu’ di tanto.

Ha concluso la vendita per tuo tramite e, con la tranquillita’ necessaria, si occupera’ dell’azione della compera.

Per inciso @Placrs,

Nulla di personale.
 
Ultima modifica:

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Beh,quando si collabora con delle condizioni vincolanti, queste devono essere ben conosciute dagli agenti e ben specificate ai potenziali acquirenti.

Qui è mancata della comunicazione.
 

Mariuz

Membro Junior
Agente Immobiliare
mi sa che il Property Finder, in questo caso non c'entra niente.
infatti, anche perché un property finder sveglio saprebbe che portarsi appresso un cliente con casa ancora tutta da vendere sarebbe un po' una palla al piede, piuttosto si attiva solo a compromesso firmato, con mandato max di 60gg
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Mo va di moda il coso finder, ma di cosa stai parlando? È un modo per dire abusivo?
in questa discussione, chi ha tirato in ballo il "coso finder" (come lo chiami tu) è stato il PyerSilvio e a sproposito, visto che ribadisco che niente a che fare con la discussione stessa.... che poi ti mette pure il mia piace.... MAH
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Se c’e’ Collaborazione come no.

Semmai il P.F., non c’entra niente in assenza di collaborazione.
Fidati, non è come dici, dove lavoro io in molti fanno collaborazioni (agenti con agenti) e hanno clienti che a volte son gli stessi....il property finder, tra l'altro (almeno nella maggior parte dei casi), neanche tratta appartamenti standard, ma immobili un pò più esclusivi.... Comunque è un'altra figura dell'immobiliare e non è un agenti immobiliare che collabora con altre agenzie in senso stretto del termine
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
il property finder, tra l'altro (almeno nella maggior parte dei casi), neanche tratta appartamenti standard, ma immobili un pò più esclusivi..
Pure questa credenza, che si vorrebbe radicare tra le masse, e’ del tutto incosistente.

Il cliente facoltoso si rivolge al professionista.
Perche’ reperisca un prodotto adatto alle sue esclusive esigenze.

Cosi’ il professionista, anziche’ andare cercandolo, va’ rivolgendosi ad un altro giorno intermediario.
Un non senso.

Sovente poi, il professionista che si rivolge al collega, a sua volta si rivolge ad un altro collega.
Giacche’ questa,m e’ l’unica azione che sanno esercitare.

Il trenino dei property finder.

Tutti rigorosamente impegnati per la soddisfazione del cliente acquirente.

Penso che ti capita eo ti sara’ capitato, di avere di quei clienti fidelizzati, che per investimento ricercano e ti richiedono, dei prodotti su cui investire o speculare.

Se per soddisfarli, devi ricorrere all’ausilio di Qualche collega, la volta successiva ti saltano.
 

Placrs

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
Ecco una classica vendita da Property finder.

Due vendite (anzi una e mezza) sono papabili sul tavolo.
Ma restano Ferme con le quattro frecce, ad alto rischio di errore, se non di liti.

Probabilmente l’ @AndreaRusso quando parlava di soddisfazione dei clienti, faceva riferimento proprio ad episodi come questo.

Come scrivere da destra verso sinistra, quando si lavora al contrario, e’ facile cadere nell’errore.

Gli effetti dello stesso errore, si ripresenteranno sistematicamente, durante tutta la dinamica della pratica, nata tutta scompaginata.

Gia’ andare a comperare prima di vendere era un azzardo.

Non esistono le case facili da vendere.
Esistono solo le case che si svendono.

Probabilmente, considerato la poca forza contrattuale e tempi cosi’ tanto dilatati, pure sul versante della compera il prezzo aggiudicato, non dev’essere stato tanto vantaggioso per la tua cliente.

Per rattoppare la situazione, bene avete pensato, di dettare una tempistica lunga.
Salvo poi pretendere di anticiparla, sempre speculando, nella esclusiva convenienza del tuo cliente acquirente.

Come a dire, che prima che non avevate i soldi, il venditore poteva e doveva attendere.
Mentre invece, ora che li avete trovati, il venditore deve smammare.

Evidentemente avete fatto i conti senza l’oste.

Ecco che Ora, invece che fare due vendite, ti ritrovi prima con una bella rogna da affrontare.
Che portera’ via risorse e guadagni per te e gravera’ sul conto economico della tua cliente.

Per converso, il tuo collega che lavora nel senso giusto, come vedi non si scompone piu’ di tanto.

Ha concluso la vendita per tuo tramite e, con la tranquillita’ necessaria, si occupera’ dell’azione della compera.

Per inciso @Placrs,

Nulla di personale.
Ho risolto la questione e trovato la soluzione che sta bene a tutti salvando le due vendite e soprattutto la serietà del mio lavorare, 2/3 giorni di sbattimento
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Recesso contratto di mediazione
Salve si può recedere da un contratto di mediazione della durata di un anno, ma in 8 mesi neanche l'ombra di un appuntamento?
Balian ha scritto sul profilo di Andrea Gurieri.
ti lascio il mio num se ti servono info su come fare socio di capitale in una immobiliare +39 3348484943 ( contattami prima su WA gentilmente che ho un fuso orario -6 sono in canada )
Alto