1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. geofin.service

    geofin.service Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Un acquirente fa avviare le pratiche di mutuo con il mediatore creditizio che collabora con l'agenzia immobiliare che ha mediato l'affare. Per svariati motivi, la delibera e la perizia arrivano in ritardo di un mese rispetto alle scadenze riportate sulla proposta di acquisto. Di conseguenza, anche il venditore vuole prorogare la consegna dell'immobile di un mese. L'acquirente però non essendo d'accordo chiede di rispettare la data di consegna. Il venditore non vuole adempiere tale data in quanto la prima inadempienza l'ha fatta l'acquirente col ritardo della delibera del mutuo. Infatti se la delibera fosse arrivata secondo i termini, il venditore avrebbe avuto il tempo necessario per il trasloco, di conseguenza vuol far slittare anche la data di consegna. L'acquirente ritiene responsabile di tutto l'agente immobiliare in quanto il mediatore creditizio è stato da lui presentato. A tal proposito dice di non voler pagare le provvigioni all'agente immobiliare. :disappunto: L'affare non è saltato, il rogito si farà lo stesso, e in questi giorni si fisserà la data. Ancora però non si è decisa la data esatta per la consegna che sarà successiva al rogito, e non sono state pagate le provvigioni. Preciso che l'agente immobiliare ha ancora in deposito un'assegno con una somma considerevole a titolo di caparra, la quale consegnerà al venditore in questi giorni, in quanto si sono verificate tutte le condizioni sospensive. In questi casi voi come vi regolate di solito? Il notaio rogita lo stesso se non ci sono le fotocopie degli assegni della provvigione? Si può obbligare l'acquirente al pagamento della provvigione in quanto il notaio deve scriverne gli estremi nell'atto? :sorrisone: Inoltre, può il venditore prorogare unilateralmente la consegna dell'immobile per un periodo di tempo pari a quello del ritardo della delibera di mutuo dell'acquirente?? :occhi_al_cielo:
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    bisogna mettersi tutti d'accordo.
    non capisco perche' non pagare la provvigione, mi sa che l'acquirente voglia fare il furbo.
    cmq ha torto marcio e la provvigione nolente o volente la dovra' pagare.
    i contratti sono pieni di venditori che spostano la data del rogito senza per questo essere inadempienti o addirittura non si presentano al rogito stesso al primo appuntamento.
    soprattutto se alla data del rogito non viene scritta la clausola perentoria ed essenziale.
    ci si incontra al secondo appuntamento e si fa il rogito.
    ed ecco che la data e' stata spostata.
     
  3. bonats

    bonats Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se non è stata apposta una clausola risolutiva espressa con termine essenziale uno può prorogarla senza incappare in "incidenti". al limite può chiedere i danni precontrattuali se non erro ma è molto difficile dimostrarli.

    Per la provvigione è una scusa bella e buona per non pagarla.. Tu emetti fattura e fai comparire all'atto il tuo nome. Se non paga pignorali la casa hahahahahahahahahaahaahaaha
     
  4. loggino

    loggino Membro Junior

    Agente Immobiliare
    La provvigione è dovuta. Ed è maturata nel preciso istante in cui si sono avverate le condizioni previste dalla clausola sospensiva.
    Peraltro la provvigione sarebbe dovuta anche in caso di risoluzione del contratto tra le parti, figurati se non è dovuta per un semplice procrastinarsi della data di stipula del rogito.

    Sul come ottenerla nella pratica, invece, la faccenda si complica... perché il Notaio non può certo avere l'autorità per imporne il pagamento; lui può solo limitarsi (anzi, deve farlo) a specificare nel rogito che l'affare si è concluso per effetto del tuo intervento mediatizio.

    Per esperienza, però, posso dirti che solitamente il notaio esercita sulla clientela un "fascino professionale" ben più suggestivo rispetto a quello di noi "poveri" (è proprio il caso di dirlo rispetto ad un Notaio) agenti immobiliari, la cui dignità professionale purtroppo non è che sia proprio universalemnte riconosciuta.
    Il Notaio pertanto, se vorrà aiutarti, potrà facilmente esercitare sui tuoi debitori tutto il suo autorevole carisma professionale e persuadere con facilità coloro che devono pagarti.
    Che rapporto hai con il Notaio in questione?
    Puoi spiegargli la questione e farti aiutare al momento di presentare i conti da saldare?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina