1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    Quante volte cari colleghi vi siete trovati nella situazione dell'agenzia condannata dal garante???
    .........come avete affrontato e risolto la situazione????
    ......dove finiscono i diritti degli uni ed iniziano quelli degli altri????



    E' stato accertato, difatti, che un'agenzia immobiliare trattasse dati sensibili dei propri clienti (in qualità di venditori, acquirenti, conduttori e locatari), in quanto "idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, lo stato di salute e/o lo stato di disabilità nonché la vita sessuale".

    Nel caso di specie, era stata l'Agenzia Immobiliare stessa a chiarire, in una sua nota rivolta al Garante, che "le finalità per le quali i dati sensibili sono raccolti o utilizzati deriva dal fatto che, ad esempio, nel caso dell'origine razziale, alcuni proprietari di immobili non gradiscono affittare ad extracomunitari, così come per quanto riguarda le convinzioni religiose, in alcuni condomini non sono ben accetti, ad esempio, soggetti di origine mussulmana. Per quanto riguarda lo stato di salute e di disabilità, i condomini sprovvisti di ascensore non sono accessibili a portatori di handicap o di alcune malattie (es. malattie cardiache). Infine, per quanto riguarda la vita sessuale, molti proprietari non gradiscono affittare ad omosessuali o trans".

    In pratica, vi era stata la piena ammissione di un trattamento di dati sensibili a fini discriminatori, che veniva giustificato dal "gradimento" dei proprietari di immobili.

    Poco sorprendentemente, il Garante ha ritenuto tale trattamento illegittimo, ed ha anche disposto la trasmissione degli atti all'Autorità giudiziaria, in quanto ha ritenuto configurabile il delitto di cui all'art. 167 del Codice della Privacy.

    Il Garante (oltre a rilevare carenze nell'informativa) ha ritenuto che il trattamento fosse illegittimo, sotto diversi profili.

    In primo luogo, il trattamento posto in essere dall'Agenzia immobiliare, riguardando dati sensibili, avrebbe potuto essere legittimamente effettuato soltanto previo consenso scritto degli interessati, e previa autorizzazione del Garante (artt. 26, 40 e 41 del Codice), non rientrando l'ipotesi in alcuna delle autorizzazioni generali nn. 2/2005, 4/2005 e 5/2005.

    In secondo luogo, il trattamento di dati idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose e la vita sessuale, così come effettuato dall'agenzia immobiliare, costituisce una chiara violazione dell'art 2 del Codice della Privacy, in quanto discriminatorio e lesivo della dignità degli interessati.

    In terzo luogo, il comportamento dell'agenzia viola anche l'art. 3, comma 1, lett. h del D.lgs. 215/2003, che vieta qualsiasi discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica, con specifico riguardo proprio all'accesso a beni e servizi, incluso l'alloggio, ed è pertanto illecito, anche sotto tale profilo.

    Il Garante, come già rilevato, oltre a vietare la prosecuzione del trattamento, e disporre il blocco dei dati illecitamente trattati, ha disposto anche la trasmissione degli atti all'Autorità giudiziaria, per valutare se possa configurarsi il delitto di cui all'art. 167 del Codice Privacy (Trattamento illecito di dati).
    Si ricorda, peraltro, che per la sussistenza del delitto suindicato, occorre non soltanto il dolo specifico (il trattamento deve essere effettuato "al fine di trarne per se' o per altri profitto o di recare ad altri un danno"), ma deve ricorrere anche la condizione obiettiva di punibilità prevista dalla norma, e cioè che dal fatto derivi "nocumento" (la nozione di "nocumento" è stata delineata dalla Corte di Cassazione, con la sentenza 30134/2004
     
  2. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    C*****lle sto garante:risata::risata:
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il bello (anzi il brutto) è che è proprio vero che sono i proprietari - soprattutto quandio si parla di affitto - a definire quali inquilini vogliono ed è difficilissimo barcamenarsi tra questi divieti e le richieste, per es. di extra-comunitari...

    Che, poi, ci rimetta l'agenzia, mi sembra fuori di testa...:shock:

    Secondo voi, far firmare ai proprietari una dichiarazione delle esclusioni, potrebbe servire ??

    Silvana
     
  4. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ......non credo silvana che una dichiarazione sollevi dalla responsabilità l'agenzia, cmq il probblema esiste ed è molto sentito tra i colleghi ( della zona) i quali verbalmente per non trovarsi il cliente scontento tiene in debito conto le esclusioni..............:D
    Il punto però è un altro, della mia "roba" non posso fare ciò che voglio??? se ho le mie convinzioni giuste o sbagliate, delle mie proprietà chiedo ed "esigo" al mediatore di escluderle a chi non mi và cosa faccio di male?? non trovate difficile per noi in questo periodo di vacche magre rispettare il diktat del garante???......p.s. 500 mila euro di stipendio del garante non è più "sconveninte " di chi invece pensa di non volere far deprezzare la proprpietà???...................:sorrisone:
     
  5. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il proprietario di un immobile non può esigere che io diventi razzista o qualcos'altro perché lui ha le sue idee!
    L'agente immobiliare prima di tutto, aldilà delle sue convinzioni politiche, religiose, razziali o sociali, deve comunque rispettare la legge. Molto spesso, i proprietari si nascondono dietro a noi agenti immobiliari, perché non hanno il coraggio di dire in faccia agli aspiranti inquilini ( sopratutto), che non li vogliono per vari motivi, magari per come sono vestiti, o perché vengono da chissà dove. Posso provare ad affittare il suo immobile con discrezione ed in punta di piedi per non offendere nessuno ma non può mettermi in difficoltà più di tanto. Certo che dopo questa informazione,non scriverò più niente, non si sa mai!:confuso:
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  6. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ..........penso che il razzismo c'entri relativamente, è èiù per non svalutare l'immobile ce richiedono certi diktat..............;)
    ............limpida perchè non vuoi più scrivere???.............:occhi_al_cielo::occhi_al_cielo::occhi_al_cielo:

    .......capisco che l'argomento "scotta" ma credo sia utile togliere il velo alle ipocrisie dato che molti di noi si trovano spesso con tali richieste e sia molto utile discuterne.............;)
     
  7. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Hai fatto bene a postare questo argomento, credo che sia molto utile.:basito:
    Non scrivo più schede con i miei commenti riferite a dati di immobili con relativi proprietari, poi se me le trovano mi mettono in galera!:risata:
    Non mi rimane altro che .......pensare :shock:
     
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    e hai ragione...fatti beccare con una scheda che un proprietario non vuole extracomunitari in quanto tali, e ti fanno un paiolo tanto.
     
  9. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Aiuto! Sto diventando un immobile!:shock:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina