1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. casetta mia

    casetta mia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    essere ristrutturata nessuno ci da il mutuo per via della donazione aiutatemi a trovare una banca disposta ad aiutarci mio marito è figlio unico e orfano di madre da circa trent' anni e non ci sono altri eredi come possiamo fare.
     
  2. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    parere personale: le donazioni creano problemi.

    opzione 1
    provi sentire dalle banche se accettano un'assicurazione sulle donazioni come garanzia

    opzione 2
    interpella le banche e chiedi se la risoluzione della donazione è vista come seconda donazione oppure l'immobile torna ad essere liberamente commerciabile.
    Qualora le banche ritenessero l'immobile liberamente commerciabile allora dovresti fare una risoluzione della donazione e successivamente tuo marito dovrebbe effettuare una compravendita con prestazione di assistenza.
    la compravendita con prestazione di assistenza (contratto di assistenza o cessione con obbligo di mantenimento) è un vero contratto di compravendita, ma è stipulato con una clausola di differimento del prezzo.

    Così l'obbligo dell'onerato, resta in capo SOLO all'acquirente (tuo marito) e se il bene viene rivenduto ad un terzo questo è libero da vincoli (come la donazione) che restano in capo a voi.

    In sostanza l'obbligo di assistenza non crea un diritto di sequela, come le ipoteche, i pignoramenti ecc
    Fra l'altro il beneficiario-compratore , avendone i requisiti, potrà fruire delle agevolazioni prima casa

    Quindi voi non pagherete un prezzo ma vi obbligherete ad eseguire a titolo di corrispettivo delle prestazioni di mantenimento che si sostanziano in obblighi di “dare” (fornire alimenti, medicinali , vestiario etc.), ed in obblighi di “fare” (assistenza , pulizia della persona e della casa, fare compagnia etc.) persino potendosi estendere l’ obbligo di versamento della retta ad un istituto per anziani o disabili se a tale struttura il "cedente " desiderasse ricorrere .

    Non ha nessuna importanza che la prestazione venga eseguita o meno: il valore è dato dalla disponibilità ad assistere in caso di bisogno. Unica contestazione può essere fatta dal beneficiario per inadempienza dell'onerato, ma è pure difficile dimostrarlo se non in casi gravi ed evidenti.


    peccato solo per tutte le tasse che si dovranno pagare per queste due operazioni.
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma il padre è vivo ?
     
    A Tobia piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina