1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giastmi03

    giastmi03 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno, vi scrivo per capire se posso sperare di risolvere l'incresciosa situazione in cui mi trovo da ormai quasi 2 anni. Vi spiego meglio.

    Due anni fa io e mio marito ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare della nostra città per vendere il nostro appartamento e acquistarne un altro. Ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare dove lavora un nostro vicino di casa, conoscente da diversi anni, pensando che il nostro rapporto di conoscenza sottointendesse fiducia e onestà, sbagliando.

    L'agente immobiliare, dopo averci assicurato che avrebbe venduto il nostro appartamento facilmente e in poco tempo, ci mostra un appartamento che fa proprio al caso nostro, ci piace e ci fa firmare una proposta d'acquisto in calce alla quale viene scritta a penna la clausola che l'acquisto dell'appartmento è vincolato alla vendita del nostro e al rilascio del mutuo da parte della banca.

    I venditori accettano la nostra proposta d'acquisto e dopo 2 settimane l'agente immobiliare ci chiama a firmare il contratto preliminare in agenzia. Dopo una lettura veloce da parte dell'agente immboliare, sia noi che i venditori dell'appartamento firmiamo il preliminare e l'agente provvede immediatamente a riscuotere la sua provvigione (3%+IVA) da parte nostra mezzo assegno.

    Nella stessa sede provvediamo a versare euro 5.000 ai venditori come caparra confirmatoria.

    Nei mesi seguenti però l'agente immobiliare non riesce a vendere il nostro appartamento e le sollecitazioni da parte dei venditori cominciano a fioccare, ci chiamano a casa etc per capire come mai non ci decidiamo ad andare al rogito per concludere la compravendita, noi rispondiamo che non possiamo andare a rogito se prima non abbiamo venduto la nostra casa, come del resto era stato riportato sulla proposta d'acquisto.

    I venditori aspettano un pò di mesi (almeno 6) e decidono di rivolgersi ad un avvocato per la recessione del contratto con noi quindi riceviamo una lettera dove l'avvocato ci dice che il contratto è stato revocato per nostra inadempienza e che quindi i venditori possono vendere l'appartamento a terzi e non sono tenuci a restituirci la caparra che gli avevamo versato.

    Chiediamo spiegazioni all'agenzia sottolineando il fatto che non potevamo essere considerati inadempienti quando erano state specificate le 2 clausole (vendita del nostro appartamento e rilascio del mutuo) e solo nel caso in cui si fossero avverate queste avremmo portuto procedere; a questo punto il nostro "amico" agente immobiliare ci dice che non possiamo fare nulla perchè nel contratto preliminare non sono state riportate queste due clausole!!!

    L'agente immobiliare non ha riportato nel preliminare le 2 clausole presenti nella proposta d'acquisto e questo è poco onesto perchè non ci ha tutelato per niente.
    Noi abbiamo una parte di responsabilità perchè non ci siamo accorti di questa fondamentale omissione e abbiamo firmato, fidandoci, sbagliando.
    L'agente immobiliare ha concluso il suo lavoro nel momento in cui ha fatto firmare il preliminare ad entrambe le parti e si è quindi intascato la sua provvigione.

    Mi domando se, in base alla legge, il suo comportamento è irreprensibile. Ma non è punibile una persona che mette 2 clausole nella proposta d'acquisto e dopo solo 2 settimane non le riporta nel preliminare, pur non essendosi avverate? mi sento truffato..ci sarà un'etica lavorativa, un codice deontologico che devono rispettare, un decoro della professione che devono mantenere...no?

    Per colpa di questa bravata noi abbiamo perso quasi 11.000 euro (6mila all'agenzia+5mila come caparra ai venditori) e dato che i sacrifici li facciamo tutti, lavorando etc, non mi pare affatto giusto.

    A mio avviso credo che l'agente immobiliare sappia di aver giocato sporco infatti ci ha subito proposto di prolungare il mandato di vendita della nostra casa con loro in modo che se la vendono ci farebbe un tasso di provvigione agevolato (1% anzichè 3%) ma perchè siamo obbligati a tenere in vendita casa nostra ancora 1 anno solo per non perdere parte dei soldi che ci ha sottratto,a mio avviso, illegalmente?

    Cosa possiamo fare per riavere i nostri soldi?
    Ho ragione nel dire che siamo stati verosimilmente raggirati?

    Grazie se avrete la pazienza di risponderci.
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se hai ancora la proposta d'acquisto sulla quale sono riportate le clausole omesse
    nel preliminare puoi provare a fargli scrivere da un legale contestando la correttezza dell'operazione. Il timore di una causa con le relative spese e l'esito imprevedibile potrebbe spingere agenzia e venditore ad un accordo con la restituzione di una parte del maltolto. Se non hai copia della proposta firmata dal venditore sarà impossibile avere appigli validi.
    In ogni caso trasmetterei il tutto all'associazione a cui probabilmente l'agenzia aderisce.
     
    A frmrudy piace questo elemento.
  3. Irnerio73

    Irnerio73 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Mi dispiace molto per l'accaduto ma l'agente immobiliare ha fatto i propri interessi senza tutelarvi. Ma del resto se uno firma un preliminare si presuppone che l'abbia letto.
    Ad ogni buon conto se avete già pagato senza formulare riserva di restituzione... non si può fare più nulla.
    La prossima volta affidatevi ad un legale e non ad un agente immobiliare!
     
  4. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    oppure, diffidate da agenti immobiliari che vi intimano di siglare contratti senza darvi la possibilità di portarli a casa e farli controllare ai propri legali prima della firma.


    collaborare non fa schifo !
     
    A Valerio Spallina e ccc1956 piace questo messaggio.
  5. giastmi03

    giastmi03 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Irnerio 73 e Tobia, si presuppone anche peòr che uno il proprio lavoro di agente immboliare lo faccia bene e onestamente, se avessi pensato di essere nel far west mi sarei armata di speroni e rivoltella! Irnerio73, esatto, l'agente immobliare ha fatto i propri interessi ma non credo che uno possa fare quello che vuole senza avere responsabilità o conseguenze, ma dove siamo? anche perchè se nessuno fa presente la cosa questo agente immobilare può usare questo modo disonesto tutti i giorni anche con altri "sprovveduti", ti pare corretto? marcellogall abbiamo ancora tutto anche la proposta d'acquisto dove sono riportate le clausole..cosa intendi per "trasmetterei il tutto all'associazione a cui appartiene l'agenzia"? grazie
     
    A frmrudy e ccc1956 piace questo messaggio.
  6. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Gli AI nella maggior parte dei casi aderiscono ad una associazione FIAIP-FIMAA-ANAMA che hanno regole ben precise per quanto riguarda la deontologia professionale. L'agenzia che ti ha seguito potrebbe anche far parte di un gruppo dove ci sono regole che devono essere osservate.
    La denuncia dell'accaduto potrebbe portare ad un intervento, non so quanto risolutivo, ma varrebbe la pena di tentare.
    Il fatto che tu abbia la proposta firmata ti consentirà di tentare le vie legali.
    Parlane con un avvocato e chiedi cosa ti costerebbe l'invio di una lettera e l'eventuale causa.
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  7. luciobo

    luciobo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Spero di aver capito bene cosa è successo e come agente immobiliare ti do ragione.
    Secondo me il collega doveva spiegarti cosa stavi firmando, leggerlo con te e chiarire i tuoi eventuali dubbi.
    Un comportamento del genere ci macchia tutti.
     
    A pepelorenzo e ccc1956 piace questo messaggio.
  8. Irnerio73

    Irnerio73 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    giastmi, quelle due condizioni erano fondamentali per la stipula del preliminare.
    Ora, posto che l'agente è stato di sicuro poco corretto, sarebbe giusto che ognuno però si prendesse le proprie responsabilità.
    Voglio dire che se prima di firmare non vi siete accertati della presenza delle fondamentali condizioni ( e non ci voleva un avvocato per verificare)... adesso ne pagate le conseguenze.
     
  9. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :shock:...e cosa significa?
     
    A studiopci piace questo elemento.
  10. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    posso consigliarti di far leggere al tuo avvocato ( che secondo irnerio73 ti avrebbe salvato:occhi_al_cielo: ) la sentenza "Proposta di Acquisto e “Preliminare del Preliminare”, Cass., civ., Sez. II, 2.4.2009, n. 8038" e aver delle buone chance di far invalidare il tuo "scellerato" preliminare .
    NDR e' una sentenza che non condivido , ma che nel tuo caso specifico puo' esserti molto utile.
    Auguri
     
    A pepelorenzo, Valerio Spallina, ccc1956 e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  11. beppebre

    beppebre Ospite

    Non è questione di speroni e rivoltelle ma forse di un paio di occhiali e della necessaria prudenza quando si sottoscrivono contratti. Come avete verificato la presenza delle clausole che vi interessavano nella proposta, altrettanto avreste dovuto fare prima di firmare il preliminare. Questo è un suggerimento valido per chiunque massima cautela prima di sottoscrivere qualsivoglia proposta o contratto, sia che ci siano di mezzo agenti immobiliari o no.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  12. Manola 62

    Manola 62 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    verissimo che: "La legge non ammette ignoranza"
    vero anche che responsabilità penali e civili sono poste a carico sia di ai che di notai ma prima di arrivare a questo punto, con grande soddisfazione economica per studi legali, pur evidenziando che la "professionalità" non sempre va di pari passo con correttezza professionale o onestà, ciò non significa che ai come anche i notai ( in altri casi ) siano degli incompetenti, negligenti o disonesti a monte!:confuso:
    Per non uscire dalla questione, vorrei ricordare che presso le CCIAA c'è ancora una commissione disciplinare e, sebbene il ruolo sia stato abolito, esistono regole precise e tuttora valide soprattutto sotto il profilo etico.
     
    A giastmi03 piace questo elemento.
  13. luciobo

    luciobo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sempre "personalmente parlando" penso sia nostro compito spiegare ai clienti cosa firmano.
    Nulla togliendo al fatto che devono rendersi conto di cosa firmano ma cavolo ... se vengono da noi per comprare casa li dobbiamo tutelare, spiegare bene a cosa vanno incontro.
    Mi fa un po arrabbiare sentire alcune voci che dicono "se non capisci ..." "ci vuole l'avvocato..." e così via. Se siamo agenti immobiliari facciamo gli agenti immobiliari, è il nostro lavoro.
     
    A giastmi03, frmrudy, ccc1956 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. Abakab

    Abakab Ospite

    Ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare dove lavora un nostro vicino di casa, conoscente da diversi anni, pensando che il nostro rapporto di conoscenza sottointendesse fiducia e onestà, sbagliando.

    Credo che il problema sia tutto qui .... non vedo soluzioni per i tuoi soldi!
     
    A Limpida piace questo elemento.
  15. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ignorantia legis non excusat , antipatico doverlo rimarcare ed antipatico dover, purtroppo, prendere atto di un' ulteriore caso di " disattenzione al cliente " da parte di un collega, ma credo siano inutili i commenti, fino a prova contraria il preliminare che è stato sottoscritto è quello che ha valore, ed a altro non ci si può appellare, credo che la soluzione migliore sia quella consigliata Andrea, nella speranza che esista ancora la proposta firmata...
     
  16. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Sul piano legale quegli importi (mi spiace) li vedo persi, perchè non vedo come sarebbe mai possibile dimostrare che quelle due clausole non siano state riportate nel preliminare ...solo perchè non più richieste dalla parte contraente.

    Sul piano etico-professionale sono tra coloro che restano basiti dal fatto che ci si pubblicizzi come "consulenti" e poi si facciano di queste magre.
    C'è stata una leggerezza , da parte dell'intermediario, che non ha scusanti di sorta : non gli si chiedeva di fare chissà quali accertamenti! Gli si chiedeva di riportare in preliminare ciò che era già stato concordato e che era essenziale.
    Non si può dire ad un cliente "fidati di me e dei miei Servizi" e poi, a granchio preso, dirgli "ehhh!!!! dovevi essere tu a guardarti le spalle tue!!!!".

    E poi c'è un altro aspetto: qualunque professionista può sbagliare. Ma esiste anche la possibilità di scusarsi, come minimo restituendo quel che si sa di non aver in alcun modo meritato. Invece...non solo questo non passa per la mente, ma addirittura si ha la faccia tosta di chiedere un altro incarico!!!!!:shock:
     
    A Valerio Spallina, ccc1956 e Limpida piace questo elemento.
  17. Manola 62

    Manola 62 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sia nella proposta ma a maggior ragione nel preliminare e successivamente al rogito, ai o notaio legge ad alta voce e le parti hanno una copia ... ogni altro commento è superfluo se non il dispiacersi per la scorrettezza ma potrei dire anche negligenza di alcuni soggetti ( sentendo una sola parte che cmq ritengo in buona fede) che sporcano competenza e serietà della categoria.
    In effetti ritengo sia poco credibile provare che elementi essenziali affinchè possa perfezionarsi un compromesso di vendita possano essere dimenticati dalle parti interessate, per quanto emotivamente coinvolte e completamente assorbite dal nuovo acquisto/vendita a meno che non si tratti di truffa e ai e venditore si siano precedentemente accordati ma mi sembra assai difficile da sostenere
    In ogni caso se ha copia della proposta, ritengo possano tranquillamente avere parte del versato risparmiando soldi per cause legali lunghe e certamente non di totale soddisfazione mentre, chiedendo l'arbitrato della Camera di Commercio, il tipo (se in torto e non per pura negligenza) credo rischi una bella sanzione a maggior ragione se ha firmato l'accordo comportamentale.
    La questione vera è se trattasi di negligenza o mala fede da parte dell'ai e su come dimostrare la scorrettezza rispetto ad un eventuale negligenza passata in sordina durante la lettura e sottoscrizione del preliminare.
    Un esposto cmq o arbitrato male non fa!
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  18. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Diciamola tutta , credo poco, molto poco, che il collega abbia " dimenticato " o addirittura " sbagliato " nel riportare le due clausole che... badiamo bene... in quanto sospensive, non consentivano all'Ag.Imm. di riscuotere la mediazione e credo che non glielo avrebbero consentito per un bel pò di tempo... è molto probabile ( ma è un ipotesi ) che abbia omesso il tutto , sopravvalutando le potenzialità di vendita dell'immobile...
     
    A frmrudy, ccc1956 e STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  19. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Comportamento dell'agente scorrettissimo.:rabbia:
    Chi si rivolge ad una agenzia immobiliare lo fa per essere tutelato, sotto tutti gli aspetti, e un agente immobiliare, che riceve compenso per tale azione deve fare in modo che lo sia.
    Signori miei, è l'agente che ha redatto il preliminare, per cui, per lui era più conveniente non mettere le clausole, ...e incassare subito, che metterle ed incassare ad avveramento delle condizioni.:maligno:
    Il collega con il suo comportamento e le sue scorrettezze non ha tenuto fede all'impegno assunto con il cliente per cui, secondo me, sarebbe da punire e credo proprio che un buon legale gli possa creare un bel grattacapo.:sorrisone:
    E' un ulteriore punto di demerito per tutta la categoria. Ahinoi!!!!:confuso:
     
    A Valerio Spallina piace questo elemento.
  20. Manola 62

    Manola 62 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sulla scorrettezza ritengo possano esserci pochi dubbi se non per il fatto che non ci sono scusanti per la parti direttamente coinvolte: in primis la parte acquirente che non leggono il preliminare prima di sottoscriverlo o non ascoltano neppure la lettura dello stesso da parte dell'ai o da chi incaricato a leggerlo. Da sempre eventuali correzioni/integrazioni o modifiche vengono apportate grazie a questa procedura comune a molti ma forse qualche scrivente non è solito attivarla, allora c'è da chiedersi se anche l'ai in questione ha adottato chissà quale metodo per fare sottoscrivere un preliminare a poveri ignare vittime, colpevoli solo di un eccesso di fiducia e velocità nel firmare gli assegni per caparra e provvigione senza aver letto o ri letto il compromesso.
    Onestamente mi spiace e ritengo che certi ai siano al pari degli abusivi se non peggio ma gli eccessi di zelo quando si tratta di acquisti così importanti ed impegnativi sono poco credibili e/o dimostrabili in giudizio sebbene umanamente possibili!
     
    A ccc1956 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina