1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. godeas78

    godeas78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Nell'ambito di un intervento di manutenzione straordinaria devo sostituire porte e infissi esterni.

    Posso chiedere alla ditta che sta eseguendo i lavori di acquistare direttamente lei i prodotti di modo da fatturarmi il tutto al 10 % anche se non sarà lei ad eseguire i lavori di sostituzione porte e finestre?

    altra domande: la sostituzione e l'acquisto delle porte beneficia della detrazione IRPEF al 65%?

    grazie mille
     
  2. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Non capisco perchè ti ponga tale problema, a meno che gli infissi, poi, non te li monti da solo; se così non fosse fatti fare tutto dalla ditta che monterà gli infissi e pagherai tutto (infissi e montaggio) al 10%.
    Il 65% lo potrai detrarre se gli infissi possiederanno le caratteristiche necessarie previste per rientrare nelle detrazioni per risparmio energetico (non tutti gli infissi che sono in commercio le posseggono: bisogna fare attenzione e chiedere anticipatamente le caratteristiche).
     
  3. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Sì certo puoi farli acquistare alla ditta. Ma comunque non c'è nessun problema ad acquistarli e farli porre in opera da altra ditta, tanto l'IVA agevolata l'avrai ugualmente. Per quanto attiene all'agevolazione per la riqualificazione energetica del 65% altrettanto sempre che gli infissi rispettino i parametri di legge relativi alla trasmittanza, altrimenti ti dovrai "accontentare" solo del bonus per le ristrutturazioni del 50%.
     
  4. godeas78

    godeas78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma siete sicuri che, nel caso di manutenzione straordinaria, posso farmi applicare l'IVA al 10 % per acquisti fatti direttamente da me?

    Dalla guida dell'agenzia delle entrate sembra che questa ipotesi sia applicabile solo per la ristrutturazione.
     
  5. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Guarda questa circolare dell'Agenzia delle Entrate a proposito di infissi.
    Ciao
     

    Files Allegati:

  6. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    A mio modesto parere l'IVA al 10% su acquisti di infissi fatti da te e non da una ditta (che, poi, potrebbe anche non montarteli) non dovrebbe esser possibile. Per quanto riguarda la distinzione che viene fatta dall'AdE riguardo ai "beni significativi", sempre a mio parere (suffragato dalla ditta che mi ha fornito e montato gli infissi) dipende da chi ti fornisce l'opera: nessuno vieta che il loro importo corrisponda al valore della prestazione con un importo di zero euro al 22%, se così viene dichiarato in fattura (tanto il fornitore non ci rimetterebbe nulla..).
     
  7. zeusobio

    zeusobio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quoto
    In particolare :
    La normativa, chiarisce quale sia l’IVA da applicarsi all’acquisto dei materiali necessari per eseguire i lavori di ristrutturazione ordinaria e straordinaria.
    Le cessioni di beni sono assoggettate all’aliquota IVA al 10% solo se la relativa fornitura è posta in essere nell’ambito del contratto di appalto. Questo vuol dire che i beni devono essere acquistati dalla ditta che esegue i lavori e non dal privato committente. La ditta poi, nella fattura che emetterà nei confronti del committente, addebiterà sia il costo dei materiali che la propria opera.
    Un caso particolare è rappresentato dai cd. “beni di valore significativo”. Si tratta di beni che, per le loro caratteristiche, sono considerati dal legislatore beni di particolare valore, intrinseco ed economico,deve trattarsi cioè di beni che, incorporandosi nei fabbricati senza perdere la loro individualità anche successivamente al loro impiego nella costruzione, ne costituiscono elementi strutturali e diventano quindi parti integranti dei fabbricati stessi.– circolare n. 25 del 3 agosto 1979 –
    I beni significativi sono stati espressamente individuati dal decreto 29 dicembre 1999. Si tratta di: ascensori e montacarichi; infissi esterni e interni; caldaie; video citofoni; apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria; sanitari e rubinetteria da bagni; impianti di sicurezza. La norma chiarisce che quando l’appaltatore fornisce beni di valore significativo, l’aliquota ridotta si applica ai predetti beni soltanto fino a concorrenza del valore della prestazione, considerata al netto del valore dei beni stessi. L’aliquota agevolata del 10% si applica solo sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi. Gli infissi , quindi, insieme a tutti gli altri beni significativi indicati sopra, sono soggetti all’applicazione dell’aliquota IVA al 10% finché il suo valore non supera il 50% dell’intera prestazione, sia nel caso in cui gli interventi siano riconducibili a un contratto di appalto, sia nel caso in cui gli interventi sia riconducibili a un contratto d’opera. In conseguenza di questo calcolo da effettuare tra il valore dei beni e il valore della prestazione (posa in opera) sembra che fornitura e posa in opera debbano competere allo stesso soggetto.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  8. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Si applica sulla prestazione di servizio (alias manodopera) e sui beni. Ma su questi ultimi dato che trattasi di infissi interni ed esterni, cioè rientranti nella categoria dei beni essenziali, solo sulla differenza del costo totale dell'intervento detratto il costo dei beni significativi:
    ESEMPIO
    Costo totale dell’intervento 10.000 euro, di cui:
    a) per prestazione lavorativa 4.000 euro
    b) costo dei beni significativi (per esempio, rubinetteria e sanitari) 6.000 euro.
    Su questi 6.000 euro di beni significativi, l’IVA al 10% si applica solo su 4.000 euro, cioè
    sulla differenza tra l’importo complessivo dell’intervento e quello degli stessi beni
    significativi (10.000 - 6.000 = 4.000). Sul valore residuo (2.000 euro) l’IVA si applica
    nella misura ordinaria del 22%.
    Non si ha diritto all'IVA agevolata per l'acquisto diretto del committente su queste tipologie di beni.
    PS: Godeas mi ricorda il nome un nostro grande attaccante!
     
  9. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ...già, ma sulle cifre ci posso "lavorare". Nell'esempio fatto, chi dice che la prestazione lavorativa (al 10%) non possa essere di 5.000,00 euro ed i beni significativi di 5.000,000 euro? L'IVA al 22% sarebbe zero....
     
  10. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Scusa tanto ma secondo te perchè si chiamano "beni significativi"? giusto per capire? ti pare che il legislatore era tanto sprovveduto? è ovvio che è stato fatto apposta per non poterci "lavorare" sulle cifre. I "beni significativi" sono quelli il cui valore è nettamente superiore al costo della manodopera!! mi pare evidente!
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Beni significativi sono i beni che hanno una "autonoma rilevanza" come prodotto finiti, ed in sostanza consentono un utilizzo e reimpiego in posti diversi: sono quindi contemplati i sanitari ed i rubinetti, ma non le piastrelle; gli infissi (porte e finestre), ma non i vetri a se stanti o il legame.
     
  12. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Le cifre possono variare: un artigiano può chiedere anche 1000,00 euro per inserire una vitina in uno sportello, se il committente glieli dà buon per lui! L'AdE non viene mica a sindacare se gli importi dichiarati sono adeguati o no alle leggi di mercato: guarda la fattura e basta. Nulla vieta che il costo della mano d'opera sia uguale a quello degli infissi.
     
  13. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Sicuro sei, che non viene a sindacare? io la mano sul fuoco non ce la metterei, ma se tu sei sicuro, per carità, nulla quaestio. Se parlassimo di un qualsiasi altro tipo di lavorazione/bene e non di "bene significativo" potrei essere daccordo, trattandosi nel caso in specie, no, poi per carità ognuno faccia quello che meglio crede.
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Parlassimo di sanitari potrei darti ragione. Parlando di infissi, non mi pare strano che la manodopera possa anche superare il costo del materiale grezzo (legno + vetri)
     
  15. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Io non ho più voglia di rispondere, comunque sia, per tua informazione, in linea di massima nella fornitura e posa in opera di infissi esterni la manodopera incida all'incirca, grosso modo per il 10% del costo complessivo ed è pure assai! Ti do anche un'altra notizia, l'incidenza della manodopera nella fornitura e posa in opera dei sanitari è all'incirca tra il 25/30% del costo.
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi pare ti riferisca ad un rivenditore installatore, no ad un prodittore
     
  17. godeas78

    godeas78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    alla fine ho fatto la DIA e quindi l'intervento è registrato come ristrutturazione edilizia.

    Secondo la guida dell'agenzia delle entrate posso acquistare i beni finiti come gli infissi direttamente al 10%.

    ma se la ditta che monta gli infissi è diversa da quella che esegue l'intervento di ristrutturazione posso sempre usufruire dell'IVA agevolata?
     
  18. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Naturalmente si
     
  19. godeas78

    godeas78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Su tutto l'importo delle finestre?
     
  20. chance76

    chance76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    A me hanno applicato rigidamente quanto descritto nella circolare dell'Agenzia. L'importo della manodopera su una fornitura di 7.000 euro di infissi, difficilmente supera i 1.500 euro.

    Quindi tutto il resto dei beni "significativi" me li ha messi al 22% :triste:

    Non ci sono grandi cifre su cui "giocare"...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina