1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    mi sono arrivati tutti i conti da parte del commercialista per le quote da saldare per la casa che mi sono aggiudicata all'asta.
    Non mi aspettavo più di 8mila euro si spese.. qualcuno sa dirmi se tra quanto mi richiede è tutto corretto? e se la quota totale è normale che sia così alta? Nello specifico mi richiede:
    Imposta di registro 24000 euro
    imposta ipotecaria 50 euro
    imposta catastale 50 euro
    deposito decreto trasferimento marche 97.20 + 48 euro
    copia aut decreto trasferimento marche 48 euro
    voltura, bollo, ipotecaria, catastale 149 euro
    raccomandata questura 5 euro
    cancellazione formalità pignoramento 294 euro
    cancellazione formalità pignoramento 294 euro
    cancellazione formalità ipotecaria volontaria 35 euro
    cancellazione formalità ipotecaria volontaria 35 euro
    cancellazione formalità ipoteca giudiziale 633 euro
    cancellazione formalità ipoteca giudiziale 499 euro
    cancellazione formalità ipoteca giudiziale 222 euro
    cancellazione formalità ipoteca giudiziale 432 euro

    Poi mi vengono richiesti i diritti ed emolumenti al professionista per le incombenze relative alla voltura:

    registro 322 euro
    trascrizione 298 euro
    voltura 283 euro
    comunicazione PS 50 euro
    cancellazioni 236 euro
    PARZIALE 1189 euro
    cancellazioni 826 euro
    15% rimb. spese generali 302.25
    TOTALE IMPONIBILE 2317.25
    CpDC 4% 92.69 euro
    Imp IVA euro 2409.94 euro
    IVA 22% 530.19
    TOTALE 2940.13

    TOTALE GENERALE COMPRENSIVO DELLE SPESE DI REGISTRO IPOTECARIE E CATASTALI 8231.33 EURO

    Mi chiedo se sono corrette soprattutto le spese nella seconda parte..
    Grazie mille
     
  2. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ciao
    in primis non capisco come mai parli di commercialista.
    E' forse deputato a custode giudiziario ?
    Per quello che invece concerne le spese tu hai il "semplice" accollo (seconda casa) delle spese di registro in misura del 10% sul valore aggiudicato.
    Normalmente ti chiedono il 15% e dopo un po' di spesucce ti restituiscono il 4,99%.


    Buona giornata !
     
    A gennaro63 piace questo elemento.
  3. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, il commercialista si è deputato a custode giudiziario, la casa non è una seconda casa, ma una prima casa.. ma secondo lei è corretto che su un'aggiudicazione a 120 mila euro ci siano 8 mila e euro di spese?
     
  4. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    se fosse seconda casa le imposte sarebbero del 10% e quindi 12.000
    come prima casa l'importo e' cosi strutturato (riporto testo)

    Agevolazioni fiscali per chi acquista la prima casa all'asta
    Le agevolazioni fiscali di legge previste per la prima casa consistono nella riduzione dal 7% al 3% dell'imposta di registro e delle imposte ipotecarie e catastali ridotte a misura fissa per entrambe di 129,11 euro. Chi acquista la prima casa ad una vendita giudiziaria può fruire di tali agevolazioni semplicemente inoltrando istanza al Tribunale competente sulla procedura esecutiva.

    Quindi il 3% sul valore dell'aggiudicato 3600€ + imposte (x2) 258,22€ = 3858,22€
    Ogni altra spesa non ha motivo di esistere ed in ogni caso e' coperta dalla procedura e NON a carico dell'acquirente

    Buona giornata
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  5. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi tutti i diritti ed emolumenti al professionista per le incombenze relative alla voltura non dovrebbero esserci? Essendo deputato a custode giudiziario la spesa è a carico del tribunale?
     
  6. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    tutto a carico della procedura e NON tua.
    Tu paghi solo le imposte di registro,catastale, ipotecaria (10% seconda casa) (3%,€129,11,€129,11 prima casa)
    altro discorso e' invece il saldo delle rate condominiali.
    Dalla data del DECRETO paghi l'anno precedente e l'anno in corso.
    Verifica con attenzione le date del consuntivo annuale del condominio
    Ciao e buona giornata
     
  7. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie dell'aiuto!!!
     
  8. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    facci sapere quali saranno le contestazioni che solleverà il custode al tuo rifiuto di pagare le altre spese.
    Sono curioso..
     
  9. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    certo! nel frattempo ho scritto al Tribunale di Torino per avere conferma anche da loro visto che sul sito dicono:


    "Insieme al prezzo, l'aggiudicatario deve versare il fondo per le spese di trasferimento nella misura indicata dalla Cancelleria o dal delegato e, in mancanza di indicazioni, nella misura del 20% del prezzo di aggiudicazione (salva restituzione delle somme non utilizzate).

    Le spese di cancellazione delle formalità di pregiudizio sono definitivamente a carico dell'aggiudicatario, salvo che nelle vendite fallimentari.

    NOTA BENE: sulle vendite giudiziarie non è previsto e non è dovuto alcun compenso di mediazione."

    Mi sembra chiaro anche da qui che non gli devo niente!

    [​IMG]
     
  10. DIEGO BIR

    DIEGO BIR Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    sono curioso degli eventi
     
    Ultima modifica di un moderatore: 13 Dicembre 2013
  11. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Invece le devi perché c'è scritto. L'aggiudicatario sei tu, e devi pagare queste spese.
    Ogni tribunale adotta un criterio diverso. Nell'ordinanza di vendita è scritto chiaramente, e purtroppo la legge non ammette ignoranza.

    Riguardo il custode, invece, approfondisci. Ma mi risulta strano che possa permettersi il lusso di chiederti dei soldi se non potesse farlo. C'è un tribunale di mezzo, mica parliamo di un caffè senza scontrino...
     
    A panetto piace questo elemento.
  12. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Imposte ipotecarie e catastali sono € 168,00 cadauna...............

    Smoker
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    quanta curiosità, basta vedere il bando d'asta, e sai gia le spese che vai incontro ciao
     
  14. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non basta vedere il bando... Solitamente si parla di anticipazione delle spese per la cancellazione delle ipoteche, per cui va fatta domanda al tribunale per recuperare le somme in prededuzione: si anticipano per poi prenderle dopo qualche mese (o anni), ma comunque sono somme anticipate che si recuperano... Se si richiede tempestivamente in tribunale (di solito tramite avvocato).
     
  15. Naina

    Naina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Delle ipoteche so per certo che sono a carico mio quel che mi rende perplessa sono le spese al custode anche perché sono circa 5 mila euro non proprio pochini...
     
  16. panetto

    panetto Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Anche per il custode, che io sappia, ma ci deve cmq essere il decreto del giudice che quantifica il compenso a lui dovuto e a carico dell'aggiudicatario.
     
  17. Tovrm

    Tovrm Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Allora, facciamo chiarezza.
    Quelle che chiami nel primo post spese di registro (24.000 Euro) sono il fondo per le spese di trasferimento (20% del valore di aggiudicazione), che viene versato in un conto dedicato.

    Da questo fondo vengono detratte le imposte (per la prima casa 3% del valore di aggiudicazione + 168x2 = 3.936 Euro)

    Poi vanno detratte le spese per le cancellazioni di iscrizioni e trascrizioni (le cosiddette «formalità di pregiudizio»). E anche qui è ben indicato che spettano a te.

    Veniamo al commercialista. NON È sicuramente il custode. O, meglio, potrebbe esserlo, ma non è per questo che viene retribuito. Infatti le spese di custodia sono a carico della procedura e non dell'aggiudicatario. Piuttosto, quello per cui lo paghi è l'incarico datogli dal Tribunale per gestire la vendita per conto del Tribunale stesso. A volte i tribunali gestiscono le vendite all'asta direttamente, tramite le cancellerie e con costi molto bassi, altre volte danno incarichi a professionisti (notai, avvocati e, appunto, commercialisti). In questi casi, la parcella del professionista è dovuta dall'aggiudicatario e i costi vanno sottratti dal fondo di cui sopra.

    Pertanto, quegli 8mila e rotti Euro non mi sembrano tanti. Anzi, la cifra è, a mio avviso, congrua e nemmeno cara (per capirci, un avvocato ti avrebbe chiesto 5-7.000 Euro, anziché 3.000 scarsi).

    Quello che rimane dei 24.000 Euro (15.000 e rotti) sono soldi che ti verranno restituiti, detratte le spese di tenuta conto, insieme all'estratto conto, una volta completato il passaggio di proprietà.

    Quindi stai serena, che sembra tutto corretto.
     
    A panetto e miciogatto piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina