1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. efdarkangel

    efdarkangel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera, ho bisogno di consigli in merito a una questione.
    Abito in affitto da un anno. Da quando abito in questa casa i termosifoni hanno le valvoline otturate e quindi quando accendo il riscaldamento non funzionano bene e rimangono tiepidi. Inoltre uno perde pure acqua... Ho sollecitato piu' volte il problema al proprietario ma lui se ne frega. Posso mandargli una raccomandata dicendogli di provvedere alla riparazione entro una certa data e dicendogli che se che non effettua la riparazione chiamero' un mio tecnico per riparare il danno scalandoglielo poi dall'affitto??
    Inoltre ho un altro dubbio. Per quanto riguarda la caldaia la riparazione e sostituzione di pezzi rotti spetta sempre al proprietario???
     
  2. Remo Magnatti

    Remo Magnatti Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :)....per quanto riguarda la spesa da effettuare la rottura del tubo è avvenuto per vecchiaia (usura dovuta al tempo) la spesa spetta al locatore, nel caso, invece fosse per incuria spetta a te...anche se è abbastanza chiaro che siamo nella prima ipotesi....per rispondere al tuo secondo quesito, se puoi scalare il canone dall'importo di locazione da te pagato, bisogna fare riferimento all'art. 1584 del Codice Civile:
    Diritti del conduttore in caso di riparazioni Se l'esecuzione delle
    riparazioni si protrae per oltre un sesto della durata della locazione e, in
    ogni caso, per oltre venti giorni, il conduttore ha diritto a una riduzione
    del corrispettivo, proporzionata all'intera durata delle riparazioni stesse
    e all'entità del mancato godimento....però in caso il locatore non ottemperasse, devi rivolgerti all'Autorità Giudiziaria, infatti, il canone di locazione non può essere modificato autonomamente dal conduttore «neanche a fronte di un inadempimento degli obblighi di manutenzione facenti carico al locatore, a meno che tale inadempimento non determini la totale inutilizzabilità dell'immobile» È la conclusione cui è giunta la Cassazione con la sentenza n. 18197/2007)......:triste:
     
    A Antonio Troise, Umberto Granducato e euromaila piace questo elemento.
  3. PAPILLON

    PAPILLON Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Per le valvoline dei termosifoni a volte rimangono otturati da una verniciatura del calorifero e basta un ago per liberarli e scaricare l'aria.
    Per riparazione e sostituzione dei pezzi della caldaia spettano all'inquilino.
    Non sono spese per il proprietario.
     
  4. giovanna parlanti

    giovanna parlanti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Dunque, visto che il proprietario fa orecchie da mercante, fai bene a scrivergli lamentando i numerosi solleciti che gli hai fatto e la sua negligenza.
    Dipende da cosa è scritto sul contratto ma considera che al di là di quello che dice la legge per gli interventi straordinari, il conduttore (cioè tu) non può sospendere o ritadare il pagamento del canone per qualunque motivo e ragione, come dice il collega Remo; pertanto ti invito, eventualmente, a fare un intervento a tue spese e poi a richiederne il rimborso al proprietario.
    I pezzi della caldaia, se è stato fatto sempre il regolare controllo, sono a carico del proprietario, a carico tuo solo la normale manutenzione ordinaria che comprende la revisione annuale.
    Ok?
    Spero di essere stata d'aiuto.:)
     
  5. PAPILLON

    PAPILLON Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Riscaldamento, acqua calda, sanitari e condizionamento

    Al proprietario spetta:
    - installazione, rifacimento e manutenzione straordinaria degli impianti idrico, sanitario e gas, gli impianti di produzione dell'acqua calda e di condizionamento;
    - installazione e sostituzione dei contatori;
    - allacciamento della rete sino agli stessi contatori;
    - adeguamento degli impianti alla leggi vigenti;
    - sostituzione di caldaia, bruciatore e boyler;
    - ricostruzione dei rivestimenti refrattari;
    All'inquilino spetta:
    - manutenzione ordinaria degli impianti;
    - piccole riparazioni;
    - sostituzione di apparecchiature (valvole, saracinesche, pompe di circolazione, manometri, termometri avvolgimento elettrico, etc..) dovute a danno accidentale;
    - riparazione delle parti accessorie di cui al punto precedente;
    - adempimenti relativi al libretto della caldaia (manutenzioni periodiche e autocertificazione al comune);
    - retribuzione degli addetti alla manutenzione della caldaia;
    - acquisto di combustibile;
    - pulizia annuale dell'impianto per la messa a riposo stagionale di caldaie, bruciatori, canne fumarie etc;
    - riparazione del rivestimento refrattario;
    - costi di fornitura del calore -consumo combustibile, assistenza tecnica, forza motrice per il bruciatore;
    - spese di manutenzione e funzionamento dei depuratori dell'acqua;
    - piccola manutenzione e pulizia dei filtri dell'impianto di condizionamento e di depurazione dell'acqua;
    - manutenzione ordinaria e le piccole riparazioni e sostituzioni -negli impianti autonomi- per caldaia, bruciatore, tubazioni, radiatori, valvole, manopole;
    - compenso tecnici per il bilanciamento dell'impianto;
    - tassa ASL per la verifica dell'impianto caldaia;
    - lettura dei contatori.

    Riparazione di parti accessorie delle apparecchiature : valvole, pompe di circolazione, saracinesche,
    manometri, termometri, ecc. ; avvolgimento elettrico pompe, ecc.
    sono a carico dell'inquilino.
     
  6. giovanna parlanti

    giovanna parlanti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    non so queste notizie da dove arrivino, nella mia città, ma credo sia ovunque così, i pezzi sono straordinaria manutenzione, soprattutto se l'inquilino ha fatto regolarmente la revisione. Infatti nel caso ad esempio che la caldaia sia stata revisionata regolarmente ma durante l'uso si rompa un pezzo, non è a causa dell'uso improprio dell'inquilino, ma un evento straordinario che va al di là del normale uso, che verrà sostituito dal proprietario e che durerà (almeno si spera:^^:) anche dopo che l'inquilino se ne è andato..... un esempio che può aiutare a capire è anche l'ascensore, l'inquilino paga la manutenzione, la pulizia e la luce consumata dal mezzo, anche in base ai millesimi, però se si rompe un pezzo l'amministratore lo conteggia al proprietario proprio perchè evento straordinario, quanto detto si può trovare nell'allegato A, tabella oneri accessori, alla legge 431/98 alla voce Parti interne all'appartamento locato ....

    Spero di esser stata d'aiuto :D:stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina