1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. millaforsale

    millaforsale Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Vorrei chiedere informazioni a chi se ne intende riguardo questa problematica.
    Contratto di affitto regolare di 3+2, pagato regolare fin'ora, registrato etc, con 2 intestatari che abitano nell'appartamento in questione. E' vietato il subaffitto da contratto. E' stata inserita una terza persona in una stanza in più, senza dirlo ai proprietari, ma informando questa persona della situazione, cioè niente contratto ne residenza, accordi verbali per tutto il resto, sulla fiducia. Il canone percepito dalla terza persona è inferiore al canone mensile dell'appartamento e serve ad abbassare il costo a tutti gli abitanti della casa, quindi non a scopo di lucro.
    Considerato che il subaffitto è proibito da contratto pena la risoluzione immediata dello stesso, quali altre conseguenze ci potrebbero essere? Il contratto avrebbe scadenza a fine settembre salvo tacito rinnovo. E' stata inviata settimana scorsa raccomandata per recesso firmata dai 2 intestatari del contratto, ed è previsto un preavviso di 6 mesi, preciso quindi con la fine del contratto. A fine settembre, inizi ottobre l'appartamento va lasciato libero.
    Se la terza persona non volesse andarsene o volesse creare problemi per esempio, cosa potrebbe fare (oltre a far sapere in qualche modo ai proprietari della sua presenza per 8 mesi circa)? Ci sono delle sanzioni, a parte il non aver fatto la denuncia in questura per la legge antiterrorismo?

    Grazie mille
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    diciamo che la terza persona è un'"ospite":innocente: e come ospite non ha nulla a che fare con il contratto :ok:
     
    A Limpida, Sim, STUDIO MAROCCO e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Succede spesso che per per sostenere le spese della locazione, si inserisca un ' altra persona che contribuisca alle spese. Molti proprietari chiudono un occhio, l'importante é che l'affitto sia pagato. Io penso che non serva molto piangere sul latte versato, ossia, non vi rimane altro che informare il vostro compagno che manderete la disdetta e lui, non potrà far altro che accettare la vostra scelta e organizzarsi di conseguenza. :occhi_al_cielo:
     
    A Sim piace questo elemento.
  4. lucamassai

    lucamassai Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    diciamo che la terza persona sei tu giusto???
     
    A Limpida piace questo elemento.
  5. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ma la terza persona, oltre alla cifra concordata, versa altri soldi per la bolletta della luce, del gas ecc... Non è detto che quanto versato sia a titolo di "locazione" ma compartecipazione alle spese generali.
     
  6. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Concordo.
    Ufficialmente i conduttori ufficiali possono avere ospiti. Se poi gli ospiti per sdebitarsi fanno dei regali al proprietario "ufficialmente" non interessa. Ovviamente nel momento in cui i conduttori lasciano l'immobile per conclusa locazione anche l'ospite se ne deve andare!
     
  7. LadyOscar61

    LadyOscar61 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Sicuramente sei tu la terza persona vero? In realtà non ti possono mettere in strada su due piedi, sicuramente devono rispettare il preavviso anche nei tuoi confronti i conduttori del contratto che ti ricordo che non sono i proprietari. Comunque I due conduttori che ti hanno locato la stanza, non avendo registrato il contratto non hanno neanche il diritto di sfrattarvi in caso di fine locazione, o persino in caso di morosità se smettete di pagare il canone.
    A questo punto il problema diventa del vero proprietario che si ritrova in casa delle persone la cui posizione di inquilino non è pienamente definita ovvero tu (hanno il domicilio, ma non hanno un contratto diretto con

    In caso di denuncia da parte tua a te può essere addebitato l'occupazione abusiva in quanto consapevoli che il tuo contratto di locazione non è registrato e percui nullo (finanziaria 2004). Pero se non vi è stato chiarito dall'inizio che eravate sublocatari e
    Magari il conduttore si è definito priprietario illegalmente voi siete parte lesa, come il proprietario e l'unico colpevole è il conduttore ovvero le due persone che hanno il contratto di affitto.

    Non solo potreste denunciare il tutto alla gdf e in questo cado scatterà l'accertamento nei confronti del conduttore e vostro (voi siete solo colpevoli del mancato pagamento della tassa di registrazione annuale). Alla finanza poco importa che il contratto di locazione/sublocazione sia permesso o no o che il conduttore avesse il permesso di sublocarvi la stanza. Guarderanno solo i reati tributari.
    In tal caso risulterà che il conduttore ha omesso nella sua dichiarazione i redditi derivanti dal contratto di sublocazione e riceverà una multa pari alla massima sanzione prevista visto
    che è stato colto in flagranza (mi pare tra il 200% e il 300% dell'IRPEF evasa, che dovrebbe essere in caso di reddito minimo il 23% dell'85% dei canoni raccolti e non dichiarati, meno l'affitto di 1100€ annuali in quanto spesa necessaria per produrre il reddito da sublocazione. In pratica i locatari sarà bene che ti trattino con rispetto ed intelligenza altrimenti ci saranno problemi per tutti. Dammi retta regolarizzatevi prima possibile.
     
  8. LadyOscar61

    LadyOscar61 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    In pratica tu puoi denunciare i locatari e far intervenire la gdf.

    La legge ti tutela e non ti possono mettere in strada da subito

    Non sei sicuramente abusiva visto che ci sarà stato un accordo verbale
    E cmq la tua presenza magari è dimostrata da pagamenti con bonifici
    con assegni o da utenze intestate a te

    Non solo anche il proprietario può denunciare le locatarie e annullare per giusta causa il contratto di locazione.
     
  9. millaforsale

    millaforsale Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie a tutti per il tempo e l'interesse. siete un pò volati in giro con la fantasia, quindi tiriamo le fila.
    i conduttori hanno fatto entrare la ragazza "abusiva" spiegandole per filo e per segno la situazione che lei ha accettato senza problemi, anzi molto felicemente visto il prezzo pagato per la sua stanza e la vicinanza con il luogo di lavoro e la città. nessun torto le è stato fatto. verbalmente gli accordi sono stati 2 mesi di anticipo per la disdetta e 1 mese di caparra perchè di più non poteva (invece di 2). A fine anno ci sono stati problemi lavorativi dei conduttori ed è stato detto alla ragazza che essendo in cerca di lavoro in tutta la toscana le cose potevano cambiare e quindi avere l'esigenza di spostarsi. lei poteva scegliere di subentrare all'interno del contratto ma a sua volta avrebbe dovuto trovare, con l'altro conduttore che rimaneva, una terza persona perchè non era sostenibile l'importo dell'affitto in 2 persone sole. lei disse di si in un primo momento e poi di no perchè non voleva oberarsi di pensieri...questo comportava una presa di coscienza e accettazione che nel caso il nuovo posto di lavoro di uno dei due conduttori, se non di entrambi, fosse stato troppo lontano dalla casa, sarebbe stata data una disdetta ufficiale e quindi ci sarebbero stati 6 mesi di tempo per lasciare l'abitazione. Fin li tutto calmo.
    Qualche mese fa i proprietari hanno chiesto di fare una visita di controllo della casa (dopo quasi 3 anni che non vi accedevano) e alla terza ragazza è stato chiesto di spostarsi in una delle camere "ufficiali" giusto per la visita perchè la sua stanza sarebbe stata in parte smontata e poi rimontata. la terza ragazza si è arrabbiata e ha detto che non avrebbe dato alcuna mano e che se ne sarebbe andata, dette quindi la disdetta (i famosi 2 mesi).
    I rapporti si sono incrinati in quanto il suo atteggiamento è completamente cambiato e ogni pretesto era usato per litigare su cose banali.
    Qualche mese dopo uno dei conduttori ha trovato lavoro a 80km di distanza dalla casa e ha avvisato entrambe le altre 2 ragazze, che iniziava a cercare un alloggio vicino. Contemporaneamente è stato dato anche il recesso ufficiale ai proprietari della casa.
    A fine mese trovato l'alloggio nuovo, uno dei conduttori ha iniziato a svuotare la sua camera e a prendere le sue cose (maggior parte di quello che è in appartamento). La terza ragazza senza manifestare nessun problema verbalmente (il conduttore iniziando a lavorare lontano era praticamente fuori casa dalla mattina alla sera e tornava giusto per dormire perchè i pasti li consumava fuori, quindi nessuno si incrociava), un giorno ha usato il pretesto delle ultime cose del trasloco per dire che avrebbe chiamato la gdf e avvisato i proprietari perchè le era stato affittato abusivamente un appartamento, era stata sfruttata etc.
    La gdf non è stata ancora contattata o almeno non si è mosso niente, ma i proprietari sono stati avvisati. tutto questo nonostante non sia stato tolto niente dalla sua camera e gli accordi presi all'inizio siano stati rispettati.

    Leggendo le vostre risposte mi chiedo:
    -la legge tutela una persona che si è comportata a tradimento senza motivo, senza aversi dovuto "difendere" dai conduttori che hanno mantenuto gli accordi verbali presi, e che forse non salderà il suo debito (mese ultimo e bollette)?
    -considerando un affitto mensile di 1000€ circa, la quota divisa tra le 3 persone è di 350€ una, 330€ l'altra e il restante l'altra ancora (quella che paga di meno è la terza persona "abusiva"), la gdf come può parlare di reddito non dichiarato?! Non ci sono nemmeno i margini! e' evidente lo stato di necessità di condividere le spese (affitto e bollette ovviamente).
    -i proprietari non hanno ancora deciso se concludere il contratto oppure attendere la scadenza, ma sono abbastanza tranquilli nonostante l'ovvia scocciatura. se la persona "abusiva" continua a creare problemi nell'ultimo mese che le resta e non paga quello che resta da pagare (il mese e le bollette restanti), come si dovrebbero comportare i 2 conduttori? fare spallucce e dire "era un 50 e 50, c'è andata male!" e attendere che le finisca il periodo di disdetta prendendola in tasca (eventuali danni inclusi) oppure possono non rispettare gli accordi (come ha fatto lei) e buttarla fuori casa (non è in mezzo alla strada ne un ponte) semplicemente cambiando la serratura e impacchettando le sue cose?
    -per quanto riguarda eventuali denunce della terza persona, gdf o chiunque altro, pensate che tutto ricada sui conduttori al 200 e 300% nonostante ci sia materiale scritto dove la terza persona accetta FELICEMENTE di entrare in casa a quelle condizioni, dove bollette e affitto e quanto altro c'era da pagare è stato regolarmente pagato e il contratto è regolarmente registrato e è stato pure pagato l'aumento Istat di questo anno? pensate che possano essere richiesti ulteriori soldi, tipo un rimborso per un affitto in nero anche se regolarmente e volontariamente usufruito?


    grazie mille
     
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa millaforsale, mi sembra tu stia facendo un pò di confusione ( scusa la sincerità) tra quello che è lecito e quello che non lo è... tralaltro tralaltro definendo poco seria la terza persona per così dire abusiva.... tu ti chiedi se è possibile che la legge tuteli la persona la persona che tradisce senza motivo... allora cominciamo, analizzando, a chiarire la situazione ... la legge consente di avere un contratto legale con più conduttori, se questo non lo avete fatto, la terza incomoda è abusivamente ospite, il proprietario non ne sà niente e voi siete i difetto perchè di fatto avete instaurato un subaffitto non dichiarato e forse non contemplato nel contratto, la terza incomoda potrebbe ( per assurdo ) denunciarvi per estorsione invocando uno stato di bisogno e voi passereste un brutto quarto d'ora, stato di bisogno dettato dall'esigenza di mettere un tetto sulla testa e cosa ancora più assurda sarebbe tranquillamente creduta da un giudice il quale per legge deve tutelare la parte più debole. Fabrizio
     
  11. LadyOscar61

    LadyOscar61 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si la legge tutela sempre il piu debole, la gdf di solito in questi casi apre un indagine tributaria che analizza a 360 gradi le persone coinvolte e nel caso di irregolarità com'e quella indicata effettua una multa. non solo in questo caso potrebbe essere anche fatta causa civile nei confronti delle intestatarie per danni morali o altro. Subaffittare al nero comporta enormi rischi perché nel farlo si accetta l'illegalita della cosa e quindi i rischi legati che sono piu di quello che si pensa. La gdf analizza proprio tutto quindi da una banale indagine tributaria potrebbe saltare fuori di tutto se
    Ci sono altri scheletri nell'armadio. ma i pagamenti del sub inquilino sono stati fatti in contanti?
    Sarebbe piu difficile dimostrare il subaffitto. Anche se
    Conosco casi in cui è stato dimostrato un rapporto di subaffitto per
    via di prelievi identici effettuati col bancomat lo stesso giorno tutti
    i mesi.

    Se poi i pagamenti sono stati fatti in modo tracciato tramite
    assegno o bonifico allora non c'è dubbio del rapporto e la gdf accerta
    immediatamente l'evasione

    Di evasione si parla anche se si tratta di un terzo dell'affitto perché per i due conduttori si tratta di un entrata non dichiarata.

    Non si può assolutamente cambiare serratura e mandar una persona per la strada, non potrebbe fare neanche il proprietario di casa pena la denuncia.

    Per quanto riguarda l'ultimo mese di affitto, citavi il caso in cui non pagasse la rata? Ma la persona subaffittuaria ha pagato una caparra all'avvio del contratto? Nel caso la caparra fa pari con i mesi di preavviso e può non pagare perché in realtà l'ha già fatto.

    Saluti.
     
  12. millaforsale

    millaforsale Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie ancora delle risposte.
    Non ho confusione alcuna nella testa.
    1) subaffitto è contro il contratto (c'è pure scritto) e quindi non era lecito farlo. Pena la disdetta immediata del contratto. Qui ci siamo.
    2) subaffitto in nero. La terza persona è chiamata abusiva per la coscienza che è così, cioè inserita non alla luce del sole, non con un contratto regolare. La gdf immagino faccia le sue considerazioni e le sue ricerche. Non mi sembra sia una situazione di evasione fiscale così grave da passare brutti quarti d'ora, altrimenti mi domando cosa dovrebbe passare chi evade veramente...facendo i calcoli che avete scritto (il 23% dell'85% etc...) non c'è proprio alcun reddito da multare. Magari una multa comunque perchè è sempre un subaffitto in nero, questo lo potrei capire.
    3) se questa persona non paga l'ultimo mese (considerato l'atteggiamento aggressivo che ha adottato negli ultimi tempi), ha versato 1 sola caparra e non 2 rispetto ai 2 mesi di disdetta che deve dare, quindi in caso di danni alla casa (e qualcuno già c'è e le è stato detto ma non collaborerà nemmeno in tal senso), la caparra che ha versato coprirà solo questo mese e non i danni.
    4) i pagamenti sono tracciati perchè è stata data fiducia a questa persona e per dimostrazione della buona volontà di tutti di abitare insieme pagando un affitto sostenibile.
    5) la denuncia per estorsione mi sembra appunto assurda. avendo conversazioni email dove questa persona risponde serenamente e accettando l'alloggio con tutti i pro e i contro, mi sembrerebbe un pò grave che un giudice si abbattesse su dei conduttori che a loro volta per necessità economica (comprovato licenziamento di entrambi quindi senza lavoro ne assegni di disoccupazione), hanno detto chiaramente come stavano le cose ad una persona che tra tutte le camere che ha visto, ha scelto questa perchè più grande, più vicina etc, accettando di non avere un contratto ma accordi verbali. Anche con un contratto regolare, avrebbe comunque ricevuto la notizia di trasferimento di uno dei due conduttori e tutto il resto...non c'è differenza negli eventi.
    6) se la persona in questione è pericolosa (sia economicamente che fisicamente) come andrebbe gestita allora secondo voi?

    grazie mille ancora
     
  13. Guidoandirotti

    Guidoandirotti Membro Junior

    Altro Professionista
    Ciao Milla, scusa ma forse chi mi ha preceduto parla di confusione perché tu confondi quello che è secondo te giusto per “coscienza” e quello che è legale. Mi permetto perché sono un avvocato civilista e di diatribe domestiche ahimè ne ho seguite tante. Tu mi sembri una brava ragazza che ha sbagliato in buona fede, ma mi dispiace dirtelo hai sbagliato. Capibile o no per dividere le spese, il subaffitto è illegale e se è stato pagato con bonifici potresti essere in guai davvero seri con pene civili e fiscali. Se poi come dici vuoi sgomberare la stanza della sua roba e cambiare la serratura allora andresti incontro ad una condanna penale! Proprio perché un accordo verbale esiste ed è dimostrabile in vari modi! Considera che nemmeno il proprietario può fare una cosa del genere nei confronti degli inquilini MOROSI! Da avvocato ti dico che di colleghi senza scrupoli ce ne sono tanti e non vedrebbero l’ora di mettere le mani su una causa civile o forse anche penale come questa potrebbe diventare, la vincerebbero in partenza e tu e l’altra intestataria del contratto ne uscireste con le ossa rotte. Visto che come dici entrambe avete avuto problemi di lavoro credimi proprio non ti conviene, cercate semplicemente di limitare i danni evitando denuncie varie, sarebbe già un lusso di questi tempi. Sempre per il discorso che mi hai citato della perdita del lavoro, ma l’avete perso entrambe prima di subaffittare e quindi poi avete preso questa decisione? In tutti i casi un giudice non giustifica un’illegalità per un’esigenza che s’è presentata, potrebbe dirti che se avevi perso il lavoro cercavi una casa meno cara… è la legge, giusta o ingiusta ma è la legge ed è quella che alla fine conta. La tua buona fede è evidente quindi ti consiglio di non prendere la cosa alla leggera e di non fare colpi di testa. In bocca al lupo di cuore.
     
    A studiopci e Limpida piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina