1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Riepilogo degli usi e consuetudini camerali :

    REGIONE: USI PER LA COMPRAVENDITA DI IMMOBILI URBANI
    Lombardia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Mantova, Brescia e Varese;
    3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle provincia di Bergamo e Pavia;
    3% fino a € 516.000 e 2% oltre € 516.000 per ciascuna parte, nella provincia di Milano;
    percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle provincia di Cremona e Como

    Piemonte 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Valle d’Aosta 1% sul prezzo di vendita per l’acquirente e 2% per il venditore

    Liguria 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
    Trentino Alto Adige 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

    Friuli Venezia Giulia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Udine e Pordenone;
    3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Trieste
    percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Gorizia

    Veneto 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Emilia Romagna 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
    percentuale più bassa per l’acquirente nella provincia di Piacenza;
    percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Parma
    Provincia di Modena: 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

    Toscana 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Marche 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Lazio 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
    3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Latina
    percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle province di Rieti e Frosinone

    Umbria nella provincia di Perugia 3% sulle compravendite ed il 5% sulle cessioni di azienda

    Abruzzo 2,5-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

    Molise 1% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

    Basilicata 1-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

    Campania 1,5-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
    percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Salerno

    Puglia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Calabria percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita in quasi tutte le province

    Sicilia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

    Sardegna 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte
     
    A Limpida, Antonio Tedesco e il Custode piace questo elemento.
  2. paiusco angela

    paiusco angela Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ne farò un bel cartello da esporre in ufficio :^^::^^:
     
    A SaraMg piace questo elemento.
  3. MauroSambucini

    MauroSambucini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Grazie molte, questa mi mancava, (nel senso che non l'avevo ed è utile ) :ok: :stretta_di_mano: :applauso:
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io opterei per una pergamena :^^:

    Se qualcuno avesse degli AGGIORNAMENTI è pregato di inserirli. ;)
     
  5. Antonio Tedesco

    Antonio Tedesco Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    interessante... ma...non é per questo motivo che le associazioni di categoria sono state multate e successivamente non hanno più distribuito i cartelli contenenti questi dati?

    Saluti a tutti.
     
    A leolaz piace questo elemento.
  6. mauriziomauri

    mauriziomauri Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    TERRIFICANTE...
    Il nostro lavoro si è MOSTRUOSAMENTE complicato e le provvigioni invece che andare al 4-5%, scendono al 2%???
    Non ci credo!!
    Una volta la media era il 3%...

    E chi è che lavora all'1% ?????????
    2.000€ di provvigione per vendere un alloggio da 100.000€ ???
    Vendo 1 alloggio su 4 se ci vado PESANTE con la pubblicità su tutti e tre!!!!
    Con 500€ in media di guadagno su ogni incarico, chi me li paga i 5-8 mesi di pubblicità? LA MAFIA??
    I proprietari no di certo...

    Con una provvigione al 2% può lavorare uno che lavora solo con il cartello, ma non investe nulla in pubblicità,
    ma un professionista che garantisce un alto livello di visibilità agli immobili che si impegna a vendere (e quindi SPENDE!!), con il 2% copre le spese "vive" ed ammortizza FORSE le altre (affitti, non venduto, telefoni, portali internet...)
    Senza contare che spesso in contro-proposta te la sogni la provvigione del proprietario!!

    Dove l'hai trovata questa tabella?
    Preferivo non vedrela sai? :rabbia: :rabbia:

    Se penso che nelle vendite di oggetti all'asta (così mi disse sfottendo un cliente, direttore di Casa d'Aste) prendono il 20% dall'acquirente ed il 35% dal proprietario...

    :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto: :disappunto:

    MAURI
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Leggi bene: Riepilogo degli usi e consuetudini camerali.
    Questa tabella è il riassunto degli usi e consuetudini previsti dalle varie CCIAA nazionali.
     
    A leolaz piace questo elemento.
  8. Antonio Tedesco

    Antonio Tedesco Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ok, compreso,:D
    ritengo comunque non corretto che un istituto possa redigere delle tabelle e che un'associazione non possa poi tenerne conto sul campo.
    Ma siamo in Italia...:shock:
     
  9. mauriziomauri

    mauriziomauri Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si, lo so che gli usi e consuetudini sono tenuti dalla CCIAA,
    ma da quae sito, pubblicazione o altro l'hai ricavata?

    Sul sito della CCIAA di Torino tempo fa avevo cercato la sezione, ma non l'avevo trovata.

    Grazie,
    MAURI
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In tante CCIAA non sono indicati. La tabella ce l'ho da tempo e non mi ricordo da dove viene :confuso:
     
  11. francesco restifo

    francesco restifo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Complimenti per l'iniziativa. Confermo l'uso del 3 (tre) per cento nella provincia di Catania.
    Saluto affettuosamente dalla Sicilia. Francesco Restifo A.I.E.F. immobiliare.
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    :ok:
     
  13. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La Fiaip ha subito una pesantissima sanzione dall'Antitrut perche', il proprio codice dentologico contemplava l'obbligo dell'associato alla federazione a non richiedere un compenso di mediazzione inferiore a quello previsto dagli Usi e Consuetudini.
    Secondo l'Antitrut inoltre all' agente immobiliare e' vietato esporre nei propri uffiici tariffe di mediazione !
     
  14. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non sono tariffe di mediazione minimo o massime, ma solo indicazioni utili al Giudice !
    La mediaziome e' liberamente pattuibile tra il mediatore e le parti. !!
     
    A Taraka piace questo elemento.
  15. Vima

    Vima Membro Junior

    Privato Cittadino
    Io, tuttavia, che opero sulla piazza di Milano, ho reperito sul sito della Camera di Commercio di Milano un file recante le percentuali di mediazione in vari settori merceologici, fra cui il settore immobiliare con l'indicazione delle percentuali per i servizi di "mediazione semplice" e "mediazione con prestazione di servizi", che riporto:

    IMMOBILI URBANI
    DAL VENDITORE DAL COMPRATORE

    Mediazione semplice
    Compravendita di immobili urbani fino a Euro 516.000 3% 3%
    Compravendita di immobili urbani oltre Euro 516.000 2% 2%

    Mediazione con prestazione di servizi
    Compravendita fino a Euro 155.000 5% 3%
    Compravendita fino a Euro 516.000 4% 3%

    La suddetta tabella, inoltre, non differenzia gli immobili "ad uso residenziale" da quelli ad "uso diverso dal residenziale" e, a questo punto, mi domando se i valori percentuali di cui sopra siano corretti e, soprattutto, se siano aggiornati!
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La tabella contiene percentuali che non sono tariffe di mediazione minimo o massime, ma solo indicazioni utili al Giudice come ha scritto sopra il presidente passuti.
    Ora, se un giudice prende come riferimento quelle tariffe secondo te va a vedere le percentuali della mediazione semplice o quella per prestazione di servizi?
    Fra immobili "ad uso residenziale"ed "uso diverso dal residenziale" tu applichi percentuali diverse?
    La tabella è riferita a percentuali in vigore negli ultimi anni (come qualche collega sopra ha già confermato): per variare queste percentuali ci vogliono diversi anni, nella mia cciaa siamo indietro di almeno 15 anni.
    Se comunque hai dei dati aggiornati ad oggi li inseriamo ;) (anzi provvedo subito): nella tabella si parla di percentuali differenziate in funzione del prezzo per milano quindi non mi sembra scorretto.
     
  17. Vima

    Vima Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa, ma non capisco la tua domanda: ma se gli "usi e consuetudini" servono esclusivamente di ausilio al Giudice, perchè si farebbe, dunque, distinzione fra "mediazione semplice" e "mediazione con prestazione di servizi"?

    Poi, pensandoci bene, hai forse ragione tu in merito alla percentuale da applicarsi in caso di "uso residenziale" e di "non residenziale": in effetti, ciò che fa la differenza non è la categoria, ma il valore dell'immobile, che, nella prassi, rende inversamente proporzionale la percentuale di provvigioni applicata (maggiore il valore, minore la percentuale).

    Grazie comunque per la tua risposta.
     
  18. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A mio parere per mediazione semplice si intende la semplice operazione del mediatore di messa a contatto delle parti e la mediazione con servizi quella integrata con la fornitura di attivita' di consulenza, accertamento, verifica, predisposizione di contratti, documenti, ecc. ecc.
     
    A Vima piace questo elemento.
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Infatti non c'è distinzione perchè si considera la 'semplice' mediazione e basta....
    Grazie a te per l'aggiornamento su milano che inseriamo.. :stretta_di_mano:
     
  20. Vima

    Vima Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ringrazio per la cortese risposta, ma a me è sempre stata chiara la differenza: la perplessità era nei confronti della domanda (che mi pareva retorica), rivoltami dal moderatore Umberto Granducato, dal quale mi attendo una risposta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina