• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

catia

Membro Attivo
Agente Immobiliare
La Fiaip ha subito una pesantissima sanzione dall'Antitrut perche', il proprio codice dentologico contemplava l'obbligo dell'associato alla federazione a non richiedere un compenso di mediazzione inferiore a quello previsto dagli Usi e Consuetudini.
Secondo l'Antitrut inoltre all' agente immobiliare e' vietato esporre nei propri uffiici tariffe di mediazione !
Io lo espongo per trasparenza verso la clientela ... allora lo devo togliere ?!?
 

Limpida

Membro Senior
Agente Immobiliare
scusate se mi intrometto, ho visitato un appartamento in provincia di Brescia che mi piace ma l'agenzia mi ha chiesto il 4%+IVA sull'acquisto di 105.000. a vostro parere è troppo? posso chiedere il 2% come previsto dalla tabella?
possono vietarmi il numero dell'amministratore condominiale?
Chiedere é lecito ma se ti sei già impegnato per iscritto a pagare il 4% potrebbero non trattare niente.
A quale tabelle ti riferisci?
Se hai dato incarico all'agenzia, avere il numero di telefono dell'Amministratore del Condominio é un tuo diritto.
 

Limpida

Membro Senior
Agente Immobiliare
Io lo espongo per trasparenza verso la clientela ... allora lo devo togliere ?!?
Non si sa più cosa fare.:confuso:
Se lo metti non va bene , se lo togli le Associazioni dei Consumatori non sono d'accordo.
L'unica é concordare la provvigione prima di scrivere una proposta di acquisto.
 

catia

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Comunque per la prov. di arezzo usi e consuetudini 2004
CAPITOLO UNO
COMPRAVENDITA
67. Provvigione per il mediatore (art. 1755 cod. civ.) - Se per la conclusione
dell’affare avente ad oggetto la compravendita di immobili è intervenuto
il mediatore iscritto al ruolo camerale, in mancanza di patto sull’entità
del compenso, a questi spetta una provvigione pari al 3% dal venditore
ed al 2% dal compratore calcolata sul valore dell’affare concluso.
 
S

susy81

Ospite
no! non mi sono ancora impegnata del tutto l'unica è che mi hanno consegnato i documenti dell'appartamento per procedere al mutuo senza però fare una proposta scritta
 

Limpida

Membro Senior
Agente Immobiliare
Ho capito, ti riferisci alle tabelle di Brescia. Verbalmente quindi ti hanno detto il 4%.
C'é anche la consuetudine per alcuni immobili come i garage o posti auto in certe località e zone, di chiedere una provvigione più alta in quanto l'affare proposto ha una notevole importanza per via della scarsa offerta rispetto alla richiesta . Ti consiglio comunque di fare la tua proposta prima di chiedere il mutuo per quell'immobile e poi di telefonare all'Amministratore del condominio.:innocente:
 
S

susy81

Ospite
non ho fatto prima la proposta perchè non potevano tenere l'immobile fermo il tempo necessario alla risposta credo sia stato una specie di ricatto perchè se procedevo per il mutuo tramite loro era tutto ok!!!! capisci
 

pensoperme

Membro Storico
Privato Cittadino

pensoperme

Membro Storico
Privato Cittadino
interessante... ma...non é per questo motivo che le associazioni di categoria sono state multate e successivamente non hanno più distribuito i cartelli contenenti questi dati?

Saluti a tutti.
Un conto è dare tariffe minime, un conto segnalare usi e consuetudini tra l'altro monitorati da altri enti.
 
S

susy81

Ospite
Ho capito, ti riferisci alle tabelle di Brescia. Verbalmente quindi ti hanno detto il 4%.
C'é anche la consuetudine per alcuni immobili come i garage o posti auto in certe località e zone, di chiedere una provvigione più alta in quanto l'affare proposto ha una notevole importanza per via della scarsa offerta rispetto alla richiesta . Ti consiglio comunque di fare la tua proposta prima di chiedere il mutuo per quell'immobile e poi di telefonare all'Amministratore del condominio.:innocente:
non ho fatto prima la proposta perchè non potevano tenere l'immobile fermo il tempo necessario alla risposta credo sia stato una specie di ricatto perchè se procedevo per il mutuo tramite loro era tutto ok!!!! capisci​
 

topcasa

Membro Storico
Agente Immobiliare
TABELLA RIASSUNTIVA DELLE TARIFFE DI MEDIAZIONE
MODENA
1) Immobili urbani ed aree fabbricabili
a) Compravendita
-dal venditore 2%
-dal compratore 2%

b) Locazione
-per immobili urbani ad uso abitativo, per immobili ad uso
commerciale e per le affittanze di aziende, una mensilità
per ognuna delle parti sull'ammontare del fitto 1° anno

2) Terreni agricoli, fondi rustici, aziende agricole
a) Compravendita
-dal venditore 3%
-dal compratore
3%

b) Locazione
non si sono rilevati usi

3) Altre aziende (considerando l'avviamento e l'attrezzatura)
a) cessione (sul valore stimato) 2%
b) Affitanza sul fitto del 1° anno 3%

4) Camere mobiliate e non (locazione)
sull'ammontare del fitto del primo mese
 

Frenz

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Riepilogo degli usi e consuetudini camerali :

REGIONE: USI PER LA COMPRAVENDITA DI IMMOBILI URBANI
Lombardia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Mantova, Brescia e Varese;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle provincia di Bergamo e Pavia;
3% fino a € 516.000 e 2% oltre € 516.000 per ciascuna parte, nella provincia di Milano;
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle provincia di Cremona e Como

Piemonte 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Valle d’Aosta 1% sul prezzo di vendita per l’acquirente e 2% per il venditore

Liguria 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
Trentino Alto Adige 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Friuli Venezia Giulia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Udine e Pordenone;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Trieste
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Gorizia

Veneto 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Emilia Romagna 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
percentuale più bassa per l’acquirente nelle province di Modena e Piacenza;
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Parma

Toscana 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Marche 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Lazio 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Latina
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle province di Rieti e Frosinone

Umbria n. d.

Abruzzo 2,5-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Molise 1% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Basilicata 1-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Campania 1,5-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Salerno

Puglia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Calabria percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita in quasi tutte le province

Sicilia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Sardegna 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte
se volete aggiornare l'Umbria, nella provincia di Perugia gli usi sono il 3% sulle compravendite ed il 5% sulle cessioni di azienda
 

sentiero76

Membro Attivo
Privato Cittadino
Infatti... Probabilmente chiedono il 4% quando hanno un venditore che deve ricomprare, e a loro chiedono molto meno.
Invece quando trattasi di eredità, per esempio, chiedono meno...
 

sanmon

Membro Attivo
Privato Cittadino
Riepilogo degli usi e consuetudini camerali :

REGIONE: USI PER LA COMPRAVENDITA DI IMMOBILI URBANI
Lombardia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Mantova, Brescia e Varese;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle provincia di Bergamo e Pavia;
3% fino a € 516.000 e 2% oltre € 516.000 per ciascuna parte, nella provincia di Milano;
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle provincia di Cremona e Como

Piemonte 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Valle d’Aosta 1% sul prezzo di vendita per l’acquirente e 2% per il venditore

Liguria 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
Trentino Alto Adige 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Friuli Venezia Giulia 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nelle province di Udine e Pordenone;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Trieste
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Gorizia

Veneto 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Emilia Romagna 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
percentuale più bassa per l’acquirente nella provincia di Piacenza;
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Parma
Provincia di Modena: 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Toscana 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Marche 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Lazio 2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province;
3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, nella provincia di Latina
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nelle province di Rieti e Frosinone

Umbria nella provincia di Perugia 3% sulle compravendite ed il 5% sulle cessioni di azienda

Abruzzo 2,5-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Molise 1% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Basilicata 1-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte

Campania 1,5-2% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province
percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita nella provincia di Salerno

Puglia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Calabria percentuale differenziata in funzione del prezzo di vendita in quasi tutte le province

Sicilia 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte, in quasi tutte le province

Sardegna 2-3% sul prezzo di vendita per ciascuna parte
Ma sono indicative e consigliate o uno potrebbe decidere diversamente?
 

Moretro

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera, ringrazio per il benvenuto ricevuto per la mia iscrizione. Sto acquistando un garage in provincia di Livorno per un importo di 25.000 €. Vorrei sapere, per quanto riguarda la provvigione per l'agenzia immobiliare, quale è'la percentuale fissata dalla Camera di Commercio della regione Toscana e se invece c'è'un importo fisso applicato sino ad un certo importo di acquisto. Grazie
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ogni agenzia può decidere la propria provvigione, soprattutto su immobili che costano poco...

Alla Camera di Commercio si ricorre in caso di contenzioso per altri motivi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno volevo chiedervi se e' possibile accedere in una compravendita tra srl e privato in cui il privato acquista un locale commerciale pagare l imposta di registro al 4% e non al 9% grazie a tutti
Salve, ho comprato una casa in asta e c’erano DIFFORMITÀ CATASTÒ k posso sanare con 1800 euro. Ho parlato con un geometro e mi ha detto k la spesa e di 10000 euro ....E possibile k la cifra detta nella perizia del tribunale e così poco o mio geometro k nn ha capito bene la situazione...
Grz mille chi mi da la risposta
Alto