1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    ho firmato un compromesso di vendita per un immobile (io sono il venditore) e scopro, dal notaio che si occupa della compravendita, che sull'immobile e' mancante una trascrizione a seguito di successione (avvenuta nel 2000). Per la successione all'epoca gli eredi non si sono rivolti ad un notaio, ma ho in mano la dichiarazione di successione (in cui l'immobile compare, giustamente). Ora, il notaio scelto dall'acquirente mi chiede di 'sanare' la situazione della trascrizione mancante rivolgendomi all'agenzia delle entrate di competenza (ferrara, che per altro non e' la citta' in cui e' l'immobile che vendo).
    Sapete dirmi quali sono i tempi perche' la trascrizione venga fatta dall'ufficio delle entrate?
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non mi è molto chiaro il problema: se la denuncia di successione a suo tempo è stata presentata alla A.Entrate, cosa manca è la trascrizione a catasto (Ag. Territorio), almeno credo.

    La mancata registrazione da parte del Catasto di una successione, è rettificata a richiesta gratuitamente comuunicando i dati della denuncia di successioen.
    La correzione, se di questo si tratta, può essere richiesta anche on line da un utente abilitato (col pin della AdE usato per la dichiaraz. redditi). Oppure recandosi in qualsiasi ufficio catastale.
     
  3. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao, grazie per la tua risposta...
    provo a spiegare meglio (anche se sono totalmente ignorante in materia, sto facendomi una 'cultura' per questo problema che mi si e' presentato).
    Immobile di proprieta' di mia mamma (oggi al 100%).

    L'immobile è passato attraverso:
    - una prima successione nel 2000 (defunta sua mamma, proprietaria al 100%) nel 2000, passa a marito e due figli (tra cui appunto mia mamma). Questa successione e' stata correttamente trascritta e compare correttamente al catasto.

    - una seconda successione nel 2000 (defunto il fratello di mia mamma) da cui a mia mamma non 'arriva' nulla. Gli eredi sono moglie e figli del defunto che presentano correttamente dichiarazione di successione (in autonomia, senza notaio) all'ag Entrate. Da qui nebbia, nel senso che a quanto pare l'AdE non trascrive questa successione... e dunque non compare nella 'lista' delle trascrizioni relative all'immobile...

    - una permuta (2004) in cui mia mamma 'scambia' parte di un altro immobile con la meta' dell'immobile in questione, con gli eredi (moglie e figli del defunto fratello). A questo punto mia mamma diviene proprietaria unica. Anche questa trascrizione è corretta (risulta effettuata).

    L'intera situazione al Catasto è stata adeguata da uno studio notarile proprio in questi giorni, per cui diciamo la situazione al Catasto è (passatemi l'errata terminologia) adeguata.
    Quel che pero' il notaio che si occupa della compravendita (stiamo appunto vendendo l'immobile) richiede che sia efftuata la trascrizione mancante presso l'Agenzia del Territorio competente (Ferrara), che per altro non e' nella citta' in cui e' l'immobile. Per far questo, da quanto ho capito, devo prima contattare l'AdE di Ferrara che passerebbe poi la trascrizione all'AdTerritorio competente... dico bene?

    Sto procedendo in tal senso e proprio stamattina ho trovato qualcuno all'AdE di Ferrara che effettua le verifiche del caso, ma mi piacerebbe sapere quanto tempo ci vorra'.... ho paura che, avendo gia' firmato il compromesso di vendita, possa saltami la vendita per lungaggine nel sanare questa situazione...

    grazie mille per la risposta!
    Tiziana
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non sono molto pratico, ma depositare una trascrizione non richiede molto tempo. Ma il notaio non si incarica di fartelo?
     
  5. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    purtroppo dal notaio della mia citta' non si sono resi cosi' disponibili a contattare l'AdE di un'altra citta'... e questo gia' mi ha fatto arrabbiare... cmq oggi finalmente sono riuscita a trovare un'impiegata gentile all'AdE che pare si possa occupare della cosa velocemente!... speriamo!! grazie mille per il tuo aiuto!
    tiziana
     
  6. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Queste cose capitano non di rado. Viene presentata la successione all'ADE e poi per qualche motivo non arriva mai in conservatoria e non viene trascritta. Qui a Roma nell'oceano del catasto è normale! Comunque, per mia esperienza, queste cose vengono sempre risolte in tempi brevi e senza problemi. La cosa migliore è che tu incaricassi lo stesso notaio che farà il rogito e se questo è svogliato puoi incaricare un qualsiasi altro studio notarile per effettuare tale trascrizione. Ogni volta che ho venduto un immobile con questo problema l'ha sempre risolto il notaio stesso del rogito.
     
  7. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ...purtroppo sia il notaio del rogito, scelto dall'acquirente, che il "mio", non si sono proprio resi disponibili a fare questi passaggi... Tanto più che come dicevo nel mio mess precedente, spero di aver risolto io stessa chiamando direttamente l'ADE di Ferrara... Per fortuna pare la cosa sia stata avviata... Ora non Mi resta che verificare l'avvenuta trascrizione con l'agenzia del territorio di Pesaro...
    Oggi sono più tranquilla, ma nei giorni scorsi non nego che la cosa mi ha un Po spaventato. Grazie mille per i consigli!!!
    Tiziana
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Capiamo perfettamente perchè queste cose possono far passare il sonno anche a noi!!!
    Facci sapere!
     
    A tiziana74 piace questo elemento.
  9. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    :D grazie, vi terro' aggiornati!
     
  10. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ancora qui... punto e a capo... o quasi...
    riassumendo tutto l'iter:
    - devo vendere un immobile a Pesaro (per cui ho GIA' firmato il compromesso!)
    - risulta mancante trascrizione in seguito ad atto di successione (del 2000!!) depositato all'AdE di Ferrara
    - contatto l'AdE di Ferrara che 'sblocca' la pratica (ferma dal 2007 non si sa perche'!!!)
    - l'AdE di Ferrara invia copia cartacea della documentazione (per l'aggiornamento della trascrizione) a Pesaro e invia telematicamente a Roma la pratica per la 'validazione'
    - l'AdT di Pesaro mi conferma la ricezione del plico cartaceo, ma NON vede ancora l'aggiornamento online della trascrizione (che passa per Roma appunto..)
    Risultato: ancora la trascrizione non risulta correttamente aggiornata!! AARRGGHH
    A parte il fatto che sto impazzendo... qualcuno sa dirmi esattamente a quale ufficio di Roma posso rivolgermi che verificare che aggiornino questa benedetta nota di trascrizione per via telematica??? Si tratta dell'AdE di Roma?
    Mah, sono molto scoraggiata... :triste:
    Grazie a tutti,
    Tiziana
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Se hai gli estremi della denuncia di successione e questa è stata regolarmente presentata e compliata, potresti direttamente per via telematica, dal sito Agenzia del Territorio (non ricordo se occorra il pin della ag. Entrate), chiedere la correzione dell'intestazione segnalando gli estremi di detto atto. Di solito la risposta avviene nel giro di 2-3 settimane: a volte correggono senza rispondere.

    Non so se questa operazione aggiunga però confusione a confusione visto che c'è già una pratica in corso.

    Non so dirti dove bussare a Roma. La cosa è però strana.
    Da tempo i notai sono obbligati a trasmettere gli atti (compravendite, successioni, divisioni) con procedura telematica (mi pare si chiami MUI) che effettua l'aggiornamento catastale. Pensavo da prima del 2000.
     
  12. tiziana74

    tiziana74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si', ho tutti gli estremi della denuncia di successione (ne ho addirittura una copia in mano), ma effettivamente al momento non prenderei l'iniziativa di effettuare la richiesta online (come dici tu, proprio per non aggiungere 'casino' al 'casino'...).
    Che il tutto sia molto strano lo penso anche io (nonstante sia totalmente ignorante in materia ed e' la prima volta che mi trovo a gestire una compravendita).

    Ti diro' di piu': in seguito alla successione (datata 2000), 'grava' sull'immobile anche una successiva permuta (2004) per la quale queste verifiche NON erano state evidentemente necessarie. Il notaio che si occupo' della permuta si limito' a menzionare nell'atto la denuncia di successione, che per lui era appunto sufficiente perche' avvenisse la permuta. La permuta a sua volta e' correttamente 'registrata', ma ora manca il famoso tassello della nota di trascrizione del 2000 ad impedire la vendita.
    Mah... mi chiedo come nel 2004 si sia potuto procedere alla permuta... e come mai oggi invece lo stesso immobile non possa essere venduto avendo in mano la denuncia di successione...

    Domani provero' a ricontattare l'AdT di Pesaro per provare a farmi dare info sull'ufficio di roma che si occupa di questa validazione. Vediamo un po'...
    Grazie mille per la tua risposta!

    Tiziana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina