1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. felice2016

    felice2016 Ospite

    Buongiorno a tutti ,ho avuto modo di conoscere questo forum in occasione di una ricerca in internet e ho trovato spesso risposte interessanti e chiare a quesiti di varia natura. Vengo al dunque, anche se ho già depositato presso un notaio un testamento per la ripartizione dei miei beni in un domani il più lontano possibile : assistito da un notaio di mia fiducia ho deciso che alla mia morte i miei beni vengano così divisi : 1) la nuda proprieta della casa in cui abito è destinata al mio unico nipote. 2) l'usufrutto della stessa casa alle mie uniche due figlie , una delle quali nubile mentre l'altra è coniugata in regime di comunione dei beni ; solo alle due figlie , in parti eguali ho lasciato anche ciò che resterà della mia liquidità dopo il funerale .
    Premesso che sono vedovo e che alle due figlie ho elargito già 60.000 euro ciascuna , tutto documentato con
    assegni bancari , pensate che questa divisione possa essere contestabile ? grazie
    P.s. il valore commerciale della casa è di 150mila euro.
     
  2. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao.

    La nuda proprieta' al nipote, a discapito di una figlia, appare sbilanciata come slouzione.
     
    A marcellogall piace questo elemento.
  3. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    si può fare, però rimane la facoltà per gli eredi, quando ricevono in eredità solo usufrutto, di chiedere legalmente beni materiali al posto dello stesso...

    questa possibilità evita l'escamotage usato dai genitori che non vogliono lasciare niente in eredità al/ai figli, lasciandogli con testamento solo l'usufrutto e non la proprietà dei beni
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    la domanda di Felice non mi sembrava generica: la risposta dovrebbe quindi riferirsi al suo caso particolare.
    Per legge la quota "disponibile" nel caso di Felice è 1/3 del patrimonio immobiliare e mobiliare.
    Considerata la donazione effettuata in vita di 60k€ ciascuna delle due figlie, potremmo immaginare che la liquidità residua sia dello stesso ordine di grandezza: ad esempio tra i 60k e 120k€.

    L'asse ereditario risulterebbe compreso tra (150+60) e (150+120) ==> 210k€ ÷ 270k€

    Per semplicità immaginiamo sia di 240k€: la quota spettante per legge ad ogni figlia risulterebbe di 80k€.

    Sul sito
    Calcolo Usufrutto e Nuda Proprietà - Studio Legale Andreani

    ho calcolato il valore dell'usufrutto e della nuda proprietà, immaginando che le usufruttuarie non abbiano più di 60 anni: in questo caso l'usufrutto ammonterebbe a 90k€ , cioè 45k€ cadauno.

    Che sommato alla donazione di 60k ammonterebbe a 105k€ > 80k€ della legittima.

    Non ho tenuto conto della attualizzazione degli importi, ma a naso potrebbero non esserci le condizioni di lesione della legittima.

    Detto questo, perchè non affrontare direttamente con le interessate l'argomento? Se lo scopo è minimizzare le imposte ipocatastali e le volture, potrebbe non essere difficile trovare un accordo condiviso.
     
    A Rosa1968 e PyerSilvio piace questo messaggio.
  5. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    senza sapere il valore dell'immobile non credo sia possibile dare una risposta certa.
    per altro, non per farmi gli affari altrui ma giusto per capire i rapporti tra i lontani eredi come sono?
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per la verità la domanda iniziale ipotizzava un valore commerciale dell'immobile...., ed i parenti interessati all'eredità non mi sembrano molto lontani, visto che si tratta di figlie...

    A parte questo dettaglio, non è mai possibile dare una risposta assoluta mancando gli elementi (esempio la liquidità residua): ecco perchè avevo preferito dare una risposta di metodo.
     
  7. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    intendevo lontani in senso temporale.... ;)
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Per correttezza, forse nell'esempio di calcolo sopra riportato ho commesso un errore: per determinare l'ammontare della quota disponibile occorreva sommare preventivamente ai beni lasciati, anche i beni donati. (art. 556)

    L'asse ereditario sarebbe risultato quindi :
    150+90+120= 360k
    Quota disponibile: 120k (idem per ciascuna quota legittima)

    In queste ipotesi le figlie dovrebbero ereditare l'usufrutto non dopo i 45 anni di età.

    Se invece mantenessimo l'età di 60 anni, cui corrisponde un valore di usufrutto pari a 45k, quindi in totale 60+45=105k , la liquidità non dovrebbe superare 45k. Infatti il massimo dell'asse sarebbe 150+120+45=315k ---> 1/3 = 105k

    p.s.: ... per favore non ridete.... non so perchè mi sia venuto in mente di ricalcolare il tutto ...:confuso:
     
    Ultima modifica: 11 Febbraio 2016
  10. felice2016

    felice2016 Ospite

    Ringrazio innanzitutto tutti coloro di cui sopra che hanno espresso la propria opinione e mi scuso se non sono entrato subito nel merito delle gentili risposte ma , a causa di uno scompenso cardiaco ho passato alcuni giorni in ospedale ; nulla di grave ma alla mia età ( 92 ) è bene non trascurare niente .Per meglio chiarire le cose specifico che le 2 figlie hanno 67 e 62 anni , la maggiore è la coniugata con prole ; la casa , modesta, ha un valore stimato commerciale di 150.000 € , acquistata a rate negli anni sessanta , quando lo stipendio era di poco inferiore alle 100.000 lire e quindi con grossi sacrifici visto che era l'unica entrata in famiglia e che alle due figlie non ho mai fatto mancare niente , lauree e vita dignitosa comprese. Oltre quello che ho sempre dato alle mie figlie , negli ultimi 2 anni ho elargito loro 60.000 € ciascuna e niente al nipote , pensando di trasferirli la proprietà
     
  11. felice2016

    felice2016 Ospite

    Riprendo la precedente discussione interrotta per blocco pc.

    Ringrazio innanzitutto tutti coloro di cui sopra che hanno espresso la propria opinione e mi scuso se non sono entrato subito nel merito delle gentili risposte ma , a causa di uno scompenso cardiaco ho passato alcuni giorni in ospedale ; nulla di grave ma alla mia età ( 92 ) è bene non trascurare niente .Per meglio chiarire le cose specifico che le 2 figlie hanno 67 e 62 anni , la maggiore è la coniugata con prole ; la casa , modesta, ha un valore stimato commerciale di 150.000 € , acquistata a rate negli anni sessanta , quando lo stipendio era di poco inferiore alle 100.000 lire e quindi con grossi sacrifici visto che era l'unica entrata in famiglia e che alle due figlie non ho mai fatto mancare niente , lauree e vita dignitosa comprese. Oltre quello che ho sempre dato alle mie figlie , negli ultimi 2 anni ho elargito loro 60.000 € ciascuna e niente al nipote , pensando di donargli la proprietà della casa , cosa questa decisa già molti anni fa' quando era ancora in vita mia moglie ed una donazione tout court mi fu sconsigliata dal notaio perché lesiva della quota di legittima. Oggi ritorno sull'argomento per avere conferma che la mia decisione testamentaria di lasciare la nuda proprietà della casa al nipote trentenne , celibe ma non per molto spero , e l'usufrutto della stessa alle mie due figlie sia una spartizione equa , sopratutto perché alle stesse figlie ho destinato anche una ulteriore cifra divisa tra di loro in parti uguali , di circa 50.000 €. Non penso di ledere i diritti di alcuno con questa mia volontà , tenuto conto di quanto già donato alle due figlie e di quanto riceveranno alla mia dipartita.
    Ringrazio tutti voi per l'attenzione
    nonno felice
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Intanto auguri per i ben portati 92 anni: complimenti, non so quanti nonni 92-enni armeggiano col PC.

    Quanto al caso indicato , al di la dei calcoli, credo valgano i rapporti esistenti tra di voi: credo che la soluzione migliore, al di la dell'arida aritmetica sia sentire il parere delle interessate. La sua idea mi sembra condivisibile: semmai la liquidità potrà essere divisa in modo da compensare eventuali scompensi.

    Intanto si goda la sua famiglia.
     
    A ingelman piace questo elemento.
  13. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :^^:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina