• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Kia86

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti!
Sono nuova sul forum e mi rivolgo a voi per un consiglio.
Da qualche tempo ho addocchiato un appartamento con le seguenti caratteristiche:
ultimo piano di 5; Classe immobile A
mq "calpestabili" 147 anno di costruzione 2015 ad oggi invenduto prezzo di vendita 430.000.
La zona in cui è ubicato è al confine con Monza di certo non una zona centrale nè di prestigio.
Il motivo per cui è rimasta invenduta è chiaramente il prezzo e mi chiedevo quindi quanto potrei trattare con il costruttore, considerando anche che dovrei prima vendere l'immobile in mio possesso valutato 230.000.
Inoltre a mio avviso un ulteriore elemento a mio favore potrebbe essere costituito dal fatto che l'appartamento è già completamente piastrellato a gusto del costruttore (che ovviamente non è il mio) e che quindi dovrei sostenere ulteriori spese per sistemarlo a mio piacimento.

Vorrei avere però altri punti di vista
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ti do il mio punto di vista.

Non è detto che l'immobile sia invenduto per il prezzo, perchè è un ultimo piano di nuova costruzione, simil - attico.

Anche se la zona non è centrale, se quelli sono i prezzi di mercato, quelli valgono.

Se devi vendere il tuo immobile , il che significa che non puoi definire i tempi, questo ti pone in condizione di svantaggio.

Il fatto che a te non piaccia il pavimento è un problema tuo, che non tocca minimamente il prezzo dell'immobile: non puoi fare leva sui tuoi gusti per abbassare il prezzo.
 

Kia86

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Non sono d'accordo sull'ultimo punto; l'appartamento è l'unico piastrellato tra quelli invenduti ce ne sono altri che per quello stesso prezzo e di simile metratura permettono all'acquirente di scegliere il pavimento da un catalogo.
Giustamente allora ci si chiede e perchè non ne scegli uno non piastrellato?
Semplicemente perchè questo è strutturato in modo leggermente diverso e ciò gli consente di avere un ripostiglio (requisito forse stupido ma per me importantissimo dopo anni di casa senza ripostiglio!)
Comunque grazie per aver condiviso il suo punto di vista!
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Giustamente allora ci si chiede e perchè non ne scegli uno non piastrellato?
Semplicemente perchè questo è strutturato in modo leggermente diverso e ciò gli consente di avere un ripostiglio (requisito forse stupido ma per me importantissimo dopo anni di casa senza ripostiglio!)
Appunto.
Ma questo è - ripeto - un problema tuo.
Non puoi imputare al costruttore di avere, nell'appartamento che scegli, un pavimento che non ti piace.

Non è certamente la motivazione che puoi portare per la richiesta di uno sconto.

Se ci sono altri appartamenti da rifinire con varianti, probabilmente questo immobile era stato acquistato da qualcuno che ha scelto il pavimento e poi ha rinunciato.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Non sei nella posizione di fare nessuna pretesa o chiedere alcuno sconto, o lo prendi così, oppure cerchi altro altrove. Se non compri tu compra un altro
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Non sei nella posizione di fare nessuna pretesa o chiedere alcuno sconto, o lo prendi così, oppure cerchi altro altrove. Se non compri tu compra un altro
Non è esattamente così.

Lo sconto su un nuovo appartamento si può chiedere, senza però esagerare e, soprattutto, senza addurre motivazioni inesistenti per la richiesta...
 

Kia86

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
No questo è un appartamento campione ( cosi dice il costruttore non ho ovviamente modo di verificare se sia vero o meno).
Inoltre tutte le unità invendute (circa 9) sono attualmente scontate (questo sempre secondo il costruttore io non ho modo di verificare in quanto sul loro sito non mettono nè la percentuale di sconto nè il prezzo iniziale ma solo la scritta "promo").

@Lin0 non credo che a breve comprerà qualcun altro i prezzi per la zona sono fuori mercato. Lo stesso costruttore si dice pentito di aver realizzato appartamenti di quel taglio ma afferma di aver avuto, in fase progettuale una forte richiesta di appartamenti medio-grandi (i famosi 9 che poi non ha venduto).

In ogni caso io ho solo chiesto un parere da inesperta quale sono.
 

Kia86

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Hai ragione infatti io non pretendo niente, se ho dato impressione diversa mi spiace.
Ho solo esposto un mio punto di vista chiedendo a gente che reputo più esperta se potessero essere validi argomenti di trattativa e mi è stata data risposta che ovviamente può essere o meno condivisibile.

Detto ciò chiederò comunque uno sconto anche perchè il costruttore stesso ha fatto chiaramente capire di non vedere l'ora di liberarsi degli appartamenti.
Una volta un agente immobiliare (quindi Vostro collega suppongo) mi disse che tutto, al giusto prezzo (giusto per lo specifico mercato ovviamente), si vende.
Ciò che rimane invenduto è fuori mercato.
Da ciò e come detto, dalle stesse parole del costruttore, mi è parso di capire che esistono già in partenza ampi margini di trattativa, poi si vedrà.
 

Sodis

Membro Ordinario
Professionista
Non sono d'accordo sull'ultimo punto; l'appartamento è l'unico piastrellato tra quelli invenduti ce ne sono altri che per quello stesso prezzo e di simile metratura permettono all'acquirente di scegliere il pavimento da un catalogo.
Giustamente allora ci si chiede e perchè non ne scegli uno non piastrellato?
Semplicemente perchè questo è strutturato in modo leggermente diverso e ciò gli consente di avere un ripostiglio (requisito forse stupido ma per me importantissimo dopo anni di casa senza ripostiglio!)
Comunque grazie per aver condiviso il suo punto di vista!
Sulle piastrelle è questione di gusto personale, difficilmente riuscirai a far leva su quello per uno sconto, ci sono quelli non piastrellati invenduti come dici, se gli porti quella come motivazione per uno sconto a maggior ragione cercherà di vendertene uno non piastrellato. Tu potrai rispondergli del valore aggiunto del ripostiglio, a quel punto saprà che hai un interesse in più su quello, e lo userà come leva per cedere il meno possibile.

Se dal 2015 non ha ancora venduto magari prima del 2020 non ha interesse a far sconti, dopo 5 anni dal completamento se non ricordo male e se non è cambiato nulla può scegliere di vendere in regime di esenzione, aumentando la commerciabilità dell’immobile a parità di prezzo, oppure potrebbe non aver fretta di vendere quell’unità in particolare, e preferire vendere le altre da ultimare. Le casistiche come vedi possono essere svariate, se credi che ci siano i margini prova a fare una offerta, alla peggio non sarà accettata, tuttavia cerca di fare un’offerta sensata e non un ribasso di 80k

Immobile nuovo del 2015
 

Slartibartfast

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Secondo me per intavolare una trattativa devi arrivare con il tuo appartamento già promesso in vendita. Se devi ancora vendere non sai quando potrai dare i soldi al costruttore e quindi viene meno un elemento essenziale di ogni trattativa: il tempo.
Magari ti sarebbe utile, invece di spuntare un prezzo più basso, chiedere al costruttore di ritirare in permuta il tuo appartamento (con un prezzo concordato scritto nel preliminare).
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Lo stesso costruttore si dice pentito di aver realizzato appartamenti di quel taglio ma afferma di aver avuto, in fase progettuale una forte richiesta di appartamenti medio-grandi (i famosi 9 che poi non ha venduto).
In effetti quelli sono tagli molto appetiti, ma ovviamente bisogna essere nel target giusto.
Nel tempo saranno venduti.

Se voglio spendere 300.000 euro non devo andare a vedere appartamenti da 430.000, invece spesso accade.
Non mi riferisco a te, naturalmente, ma a una vasta fascia di acquirenti sognatori, quelli che io chiamo i "dreamers", che vanno a vedere appartamenti molto al di sopra della loro portata economica, sognando di poterci arrivare con sconti megagalattici...
 

Kia86

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Si infatti io mi baso sulle mie possibilità, i miei risparmi, le entrate della famiglia e sul fatto che ho un immobile da vendere senza il quale non avrei nemmeno guardato appartamenti di quel genere.
Credevo che essendo l'appartamento uno degli ultimi rimasti e essendo (a mio parere) "viziato" (passatemi il termine) dal fatto di avere già la pavimentazione e i bagni finiti, ciò potesse costituire una leva di sconto (un po come quando compri un elettrodomestico esposto o l'ultimo pezzo, passatemi anche questa!)ma vi ringrazio per avermi offerto un punto di vista diverso
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Secondo me per intavolare una trattativa devi arrivare con il tuo appartamento già promesso in vendita.
Credo che questo suggerimento del collega sia molto giusto.

La credibilità nei confronti del costruttore sarebbe molto maggiore.

Se poi si tratta di un costruttore che prende in permuta gli appartamenti degli acquirenti, meglio, anche se, in genere, per fare questa operazione, viene molto svalutato il prezzo dell'appartamento usato.
 

studiopci

Membro Storico
Se proprio devi richiedere uno sconto, lo puoi fare solo ingolosendo il costruttore con un pagamento molto veloce, per far questo devi però avere i soldi in mano, giusto il consiglio del collega di avere già in mano l'appartamento venduto ma... Consiglierei di avere in mano già i soldi del venduto, con i tempi odierni non si può mai sapere.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Vai con un assegno del 10% e fai la proposta, se è interessato ne discute. ****************************
 
Ultima modifica di un moderatore:

Laghée

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Puoi fare anche un’offerta molto bassa, ma devi essere pronta ad acquistare immediatamente. Avevo visto un appartamento che mi piaceva molto in vendita a 370000, leggermente trattabile, io non potevo spendere più di 250000 e quello ho offerto.
I venditori erano in lite e non vedevano l’ora di concludere, dopo qualche resistenza hanno accettato e un mese dopo abbiamo rogitato. Se si è seriamente intenzionati a comprare, mai avere vergogna a fare offerte per paura di un rifiuto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Gli ingegneri di Roma critici sul DL semplificazioni: “per l'edilizia sarà peggio”
[ bit.ly/3iyXhKH ]
Buonasera vorrei avere informazioni circa la vendita di una casa popolare riscattata 13anni fa precisamente nel 2007. È vero che pur essendo passati 13anni l'istituto case popolari può sempre esercitare il diritto di prelazione pari al 10% degli estimi catastali e che si dovrebbe fare una raccomandata per rendere noto all'istituto dell'intenzione di vendere?
Alto