1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Mauam

    Mauam Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    Sono nuovo di questo forum e con la pubblicazione di questa discussione ne approfitto per salutarvi.
    Come da titolo, vorrei porvi un quesito riguardante l'usufrutto di un immobile.
    Nello specifico, mia madre è proprietaria di tre immobili in uno dei quali vive mia sorella con la sua famiglia. Ha recentemente chiesto a mia madre di andare dal notaio per effettuare le pratiche necessarie a diventare usufruttuaria di questo immobile. Ho cercato di documentarmi in rete a riguardo ma non ho ancora capito se, alla morte di nostra madre, l'usufrutto si scioglierà e l'immobile tornerà nuovamente a disposizione degli eredi oppure se lei diventerà automaticamente proprietaria escludendo l'immobile dall'eredità e concorrendo nuovamente alla suddivisione dei beni restanti.
    Grazie mille.
     
  2. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Altro Professionista
    L'usufrutto si estinguerà alla morte di tua sorella (l'usufruttuaria). In caso di morte di tua madre (titolare della nuda proprietà dell'immobile) agli eredi (quindi anche tua sorella) toccherà per successione la sola nuda proprietà dell'immobile, mentre tua sorella continuerà a mantenere l'usufrutto.

    Dimenticavo, nulla vi vieta di stabilire che l'usufrutto terminerà in caso di morte di vostra madre.
     
  3. Mauam

    Mauam Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille per la risposta.
    Mi ha aiutato a chiarire la situazione. Cercando tra gli articoli del C.c. non trovavo questa opzione. Sai dirmi quale è?
     
  4. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Altro Professionista
    E' la natura temporale stessa dell'usufrutto che ti permette ciò:
    Art. 979 c.c.:
    "La durata dell'usufrutto non può eccedere la vita dell'usufruttuario.
    L'usufrutto costituito a favore di una persona giuridica non può durare più di trent'anni.
    "

    Nel contratto costitutivo dell'usufrutto stabilite che il diritto di usufrutto terminerà, oltre che alla morte dell'usufruttuario, anche in caso di morte della parte condedente Sig.ra .............. . Per maggiori informazioni ti conviene rivolgerti direttamente al notaio cui vi seguirà nella pratica.
     
  5. Mauam

    Mauam Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie di nuovo per i suggerimenti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina