• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno.

Sto per acquistare un immobile (venerdì prossimo il rogito) tramite agenzia. Al momento della prima offerta, rifiutata dal venditore, mi è stato fatto firmare un documento (chiamato allegato 1) con il quale mi impegnavo a pagare il 3% all'agenzia solo se la parte venditrice avesse accettato. Successivamente ho fatto un'altra offerta che è stata accettata, ma non ho più firmato altri documenti relativi alla loro provvigione. Anche sul documento Allegato 1 vi è il riferimento alla proposta che non è stata accettata, perché quella accettata è stata una proprosta successiva.

La fattura che ora mi è stata presentata dall'agenzia rimane del 3% della cifra inizialmente proposta. Non è stato così per la parte venditrice.

Il documento allegato 1 che mi hanno fatto firmare, legato all'accettazione della proposta iniziale, è ancora valido dato che è stata fatta successivamente un'altra proposta che in seguito è stata accettata? Perché alle proposte successive non mi è stato fatto firmare nessun altro documento? Mi sembra molto strano che mi chiedano meno di quanto gli sarebbe dovuto.

C'è da sottolineare il fatto che non mi sono trovato bene con questa agenzia anche per altre questioni e ora come ora non vi è affatto un rapporto di fiducia.
Alex
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Che tu debba pagare il 3% è una certezza: se invece di calcolarlo sulla cifra più alta lo calcolano su quella della prima proposta, si vede che hanno tenuto buono il primo impegno, e ti hanno applicato un piccolo sconto.
Dovrai dichiarare a rogito quanto pagherai, in base alla fattura.
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Che tu debba pagare il 3% è una certezza
In realtà dipende. Solitamente è il 3% ma ci possono essere casi in cui la percentuale è maggiore o minore. Potenzialmente potrebbero fare pagare la provvigione anche a solo una delle due parti.

Ad ogni modo capisco il suo punto di vista e capisco che è necessario pagare la provvigione, non ne dubito e non sto cercando di non pagarla.

Tuttavia non capisco se questo allegato può essere considerato ancora valido. Cerco di spiegarmi meglio. All'interno dell'allegato si fa riferimento alla proprosta del 31/08/2020 e successivamente vi è chiaramente scritto "in caso di accettazione dalla parte venditrice della sopra citata proposta".
La proposta del 31/08/2020 non è stata accettata. E' stata accettata una proposta successiva, datata 08/09/2020.

L'allegato è perciò ancora valido? Viene in qualche modo "ereditato" nelle proposte successive?
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Se non te ne hanno fatto firmare un altro, evidentemente hanno tenuto buono il primo...

E' la prima volta che sento qualcuno lamentarsi per pagare meno...
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
E' la prima volta che sento qualcuno lamentarsi per pagare meno...
Non si preoccupi che ho le mie ragioni per fare questa domanda. Ribadisco che ho intenzione di pagare l'agenzia: hanno comunque svolto un lavoro, per quanto pessimo.

Tuttavia non sono stati in grado di gestire alcune cose e, anzi, le hanno peggiorate dicendo falserie sia alla parte acquirente che venditrice (per fare un esempio mi hanno detto che avevano sentito la parte acquirente per una problematica e che era tutto risolto, quando alla fine ho scoperto che non l'avevano mai sentita e ovviamente la problematica non era stata risolta).
E' per questo motivo che voglio capire se il documento è valido o se hanno fatto un ulteriore errore: nel caso non fosse più valido vedrò io come muovermi.

Quindi, commenti a parte, è questa la domanda che sto facendo dall'inizio: il documento allegato è valido? Pur facendo riferimento ad una proprosta che non è stata accettata?
 

cristian casabella

Membro Senior
Agente Immobiliare
Mah...bisognerebbe leggere bene quello che hai firmato, la logica prevede (in quasi tutti i moduli) di pagare X % sul prezzo di vendita, poco sano scrivere X % del prezzo della proposta ed a mio parere errore da principianti. Detto questo, vale quello che si firma, quindi se ti regalassero l'immobile pagheresti comunque quanto pattuito
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Mah...bisognerebbe leggere bene quello che hai firmato
Ti riporto testualmente quanto scritto:
"Il presente documento si intende parte integrante della proposta irrevocabile d'acquisto e conclusione del contratto (ai sensi degli artt. 1326 e 1329 CC) sottoscritto in data 31/08/2020 e riguardante l'immobile sito in xxxxx".

Dopo c'è un paragrafo inerente all'assegno che ho consegnato come caparra.

Poi continua:
"In caso di accettazione dalla parte venditrice della sopra citata proposta, parte proponente acquirente dichiara di riconoscere - all'agenzia immobiliare XXX - una provvigione per mediazione pari al 3% oltre IVA pari ad un importo di XXX.

L'agente immobiliare, una volta ricevuto tale importo, nulla potrà più pretendere, a qualsiasi titolo, per la compravendita dell'immobile di cui sopra.

Le parti dichiarano di aver letto attentamente il presente documento in tutte le sue parti in osservanza a quanto stabilito dagli artt. 1341 e 1342 CC. "

Detto questo, vale quello che si firma, quindi se ti regalassero l'immobile pagheresti comunque quanto pattuito
Certo, sono d'accordo. E infatti non mi sto lamentando che sto per pagare di meno.
Tuttavia mi chiedevo solo come facesse un allegato di una proposta a rimanere ancora valido se la proposta non lo è più.

E' vero quando dici che "vale quello che si firma", ma se viene meno una clausula non vale più. Pensa per esempio a quanto applicano il vincolo della delibera del mutuo: senza delibera viene meno la proposta e gli eventuali allegati.

Cosa ne pensi?
 
U

Utente Cancellato 81830

Ospite
Ti riporto testualmente quanto scritto:
"Il presente documento si intende parte integrante della proposta irrevocabile d'acquisto e conclusione del contratto (ai sensi degli artt. 1326 e 1329 CC) sottoscritto in data 31/08/2020 e riguardante l'immobile sito in xxxxx".

Dopo c'è un paragrafo inerente all'assegno che ho consegnato come caparra.

Poi continua:
"In caso di accettazione dalla parte venditrice della sopra citata proposta, parte proponente acquirente dichiara di riconoscere - all'agenzia immobiliare XXX - una provvigione per mediazione pari al 3% oltre IVA pari ad un importo di XXX.

L'agente immobiliare, una volta ricevuto tale importo, nulla potrà più pretendere, a qualsiasi titolo, per la compravendita dell'immobile di cui sopra.

Le parti dichiarano di aver letto attentamente il presente documento in tutte le sue parti in osservanza a quanto stabilito dagli artt. 1341 e 1342 CC. "


Certo, sono d'accordo. E infatti non mi sto lamentando che sto per pagare di meno.
Tuttavia mi chiedevo solo come facesse un allegato di una proposta a rimanere ancora valido se la proposta non lo è più.

E' vero quando dici che "vale quello che si firma", ma se viene meno una clausula non vale più. Pensa per esempio a quanto applicano il vincolo della delibera del mutuo: senza delibera viene meno la proposta e gli eventuali allegati.

Cosa ne pensi?
A mio modesto avviso, non vale più. Il documento è legato alla proposta effettuata. Penso (da ignorante) che ipoteticamente pur di venirti incontro l'agenzia rinunci ad incassare da te la parcella al fine di fare la vendita ed incassarla dal venditore.
Curiosa come situazione
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
A mio modesto avviso, non vale più. Il documento è legato alla proposta effettuata.
Onestamente questo è proprio quello che penso io. Però volevo ricevere qualche conferma anche da persone più esperte, perchè mi reputo anche io un grande ignorante in materia.

Dubito che l'agenzia mi abbia fatto uno sconto: ha rifiutato di pagarmi 100€ di spese legali che ho avuto per loro incompetenza (una fra tutte non sapevano che le pertinenze come clima e tenda da sole sono incluse se non esplicitamente specificato nel contratto e il venditore non poteva toglierle). Quindi è proprio questo loro "presunto sconto" che mi ha fatto salire la mosca al naso.

Penso (da ignorante) che ipoteticamente pur di venirti incontro l'agenzia rinunci ad incassare da te la parcella al fine di fare la vendita ed incassarla dal venditore.
Questo lo dubito onestamente. Sono così tirchi che conoscendoli non si faranno problemi a raccontare fandonie pur di farsi pagare.
Ecco perchè mi chiedevo se il documento è valido. Però mi fa piacere vedere che non sono l'unico a pensarla e intenderla così!
 

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Non si preoccupi che ho le mie ragioni per fare questa domanda.
Gia' uno che mi rispondesse una cosa del genere, volerebbe dalla porta tanto rapidamente che la NASA mi farebbe consulente spaziale. Farlo su un forum di professionisti che ( entro certi limiti ) rispondono GRATUITAMENTE a quesiti normalmente risolti attraverso non economiche consulenze e' a dir poco criminale.
nel caso non fosse più valido vedrò io come muovermi.
Faceva prima a chiedere " cosa posso fare per non pagare ?"
perchè mi reputo anche io un grande ignorante in materia.
Paghi quanto pattuito senza inscenare teatri.
Questo lo dubito onestamente. Sono così tirchi che conoscendoli non si faranno problemi a raccontare fandonie pur di farsi pagare
Una bella lotta direi..
Ribadisco che ho intenzione di pagare l'agenzia:
Lo faccia dunque.



Un appunto: GRATUITAMENTE trovo lecito chiedere un parere tecnico, procedurale o contrattuale.
Un consiglio e/o una piccolissima consulenza..
NON come NON pagare un altro AI , cosa che chiaramente ha in mente di fare.
Non dico di indossare un cashmere Biellese ma un minimo, dico un minimo, di signorilita' cerchi di mantenerla.
Lo dico per lei.
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Volevo farle i complimenti per la pacatezza e il valore aggiuntivo che ha dato a questa conversazione. Mi ricorda molto il mio agente che, quando vado a portare all'attenzione una scomoda verità che ritiene inopportuna, si sfoga su di me per la sua frustazione.

Non mi sento in dovere di rispondere alle sue obiezioni, sempre che si spossano definire così. Le auguro solo una vita serena, perchè temo che purtroppo non sia così.

Un appunto: GRATUITAMENTE trovo lecito chiedere un parere tecnico, procedurale o contrattuale.
Un appunto: questo sito mi sembra davvero ben fatto perchè riesce a dare una mano a persone che, come me, non sono esperti in materia. Tuttavia non penso che sia stato obbligato a iscriversi o a commentare ogni domanda che le sembra inopportuna.

Quindi le consiglio, piuttosto di dire una serie di fesserie come "leone da tastiera" (ho letto anche altri suoi commenti per altre conversazioni, complimenti davvero), di starsene buono e sfogare la sua frustazione in altro modo.

Ad ogni modo si senta pure libero di continuare con le sue invettive: sappia che semplicemente non le terrò in considerazione e non le risponderò più.

Saluti
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Ecco perchè mi chiedevo se il documento è valido. Però mi fa piacere vedere che non sono l'unico a pensarla e intenderla così!
Il documento è valido nel senso che è un riconoscimento esplicito del fatto che tu sei perfettamente consapevole che la provvigione da pagare è il 3 %.
Tieni presente che, se anche non avessi firmato nulla in occasione della prima proposta, le provvigioni sarebbero state dovute ugualmente.

una fra tutte non sapevano che le pertinenze come clima e tenda da sole sono incluse se non esplicitamente specificato nel contratto e il venditore non poteva toglierle
Molto discutibile, in base a quanto presentato nella visita e in pubblicità.
(le pertinenze però sono box e cantina, non il clima o le tende, che sono accessori)
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Il documento è valido nel senso che è un riconoscimento esplicito del fatto che tu sei perfettamente consapevole che la provvigione da pagare è il 3 %.
Tieni presente che, se anche non avessi firmato nulla in occasione della prima proposta, le provvigioni sarebbero state dovute ugualmente.
Quindi a prescindere da quanto firmato si paga il 3%?
Ho sentito anche altri agenti immobiliare e mi hanno detto che va fatto firmare "a ogni proposta" se, come nel mio caso, è indicata la cifra da pagare.
Allora mi sorge una domanda: perchè l'agenzia non mi ha fatturato il 3% sul prezzo definitivo ma su quello della prima offerta?
So che può sembrare cattivo, ma onestamente dubito nella loro buona fede.

Molto discutibile, in base a quanto presentato nella visita e in pubblicità.
(le pertinenze però sono box e cantina, non il clima o le tende, che sono accessori)
Si, mi rendo conto che detta così è molto discutibile.
Ad ogni modo nella visita e nella pubblicità erano sempre state considerate incluse (anche da parte del venditore stesso). Semplicemente nel preliminare non le avevamo riportate. E visto che ci sono stati altri problemi, il venditore ha "minacciato" di togliermele in quanto non incluse nel contratto.
Ho sentito anche un avvocato che mi ha dato la conferma e l'agenzia mi ha fatto una dichiarazione scritta dicendo che il venditore ha sempre detto di volerle includere.
Insomma: nonostante tutte queste "prove", l'agenzia non ha avuto la forza di dire al venditore che non poteva e, pur di non metterci la faccia, mi ha consigliato di mandare una lettera di diffida.
 

IL TRUCE

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Volevo farle i complimenti per la pacatezza e il valore aggiuntivo che ha dato a questa conversazione. Mi ricorda molto il mio agente che, quando vado a portare all'attenzione una scomoda verità che ritiene inopportuna, si sfoga su di me per la sua frustazione.

Non mi sento in dovere di rispondere alle sue obiezioni, sempre che si spossano definire così. Le auguro solo una vita serena, perchè temo che purtroppo non sia così.


Un appunto: questo sito mi sembra davvero ben fatto perchè riesce a dare una mano a persone che, come me, non sono esperti in materia. Tuttavia non penso che sia stato obbligato a iscriversi o a commentare ogni domanda che le sembra inopportuna.

Quindi le consiglio, piuttosto di dire una serie di fesserie come "leone da tastiera" (ho letto anche altri suoi commenti per altre conversazioni, complimenti davvero), di starsene buono e sfogare la sua frustazione in altro modo.

Ad ogni modo si senta pure libero di continuare con le sue invettive: sappia che semplicemente non le terrò in considerazione e non le risponderò più.

Saluti
Guardi, la vedo talmente lunga, ma talmente lunga che Lei neppure se lo immagina.
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Quindi a prescindere da quanto firmato si paga il 3%?
Normalmente si.
Allora mi sorge una domanda: perchè l'agenzia non mi ha fatturato il 3% sul prezzo definitivo ma su quello della prima offerta?
Preferiresti ti avesse fatturato di più ?
ma onestamente dubito nella loro buona fede.
Dubita pure, ma niente potrà evitarti di pagare quanto richiesto, come è doveroso comprando tramite agenzia.
il venditore ha "minacciato" di togliermele in quanto non incluse nel contratto.
Se il venditore delira, cosa c’entra l’agenzia ? Può solo cercare di riportarlo a ragione, ma non credere che possa obbligare qualcuno a comportarsi civilmente.
nonostante tutte queste "prove", l'agenzia non ha avuto la forza di dire al venditore che non poteva e, pur di non metterci la faccia, mi ha consigliato di mandare una lettera di diffida.
Glielo avrà anche detto, ma se uno non vuol capire...

Qual’ è concretamente ora il problema ?
Paga il dovuto: se volessi andare in causa per la provvigione, non troveresti mai un giudice che, di fronte ad un riconoscimento di provvigione al 3% su proposta precedente, non dia ragione all’agenzia.
 

Tegolaz

Membro Junior
Privato Cittadino
Quindi a prescindere da quanto firmato si paga il 3%?
Ho sentito anche altri agenti immobiliare e mi hanno detto che va fatto firmare "a ogni proposta" se, come nel mio caso, è indicata la cifra da pagare.
Allora mi sorge una domanda: perchè l'agenzia non mi ha fatturato il 3% sul prezzo definitivo ma su quello della prima offerta?
So che può sembrare cattivo, ma onestamente dubito nella loro buona fede.


Si, mi rendo conto che detta così è molto discutibile.
Ad ogni modo nella visita e nella pubblicità erano sempre state considerate incluse (anche da parte del venditore stesso). Semplicemente nel preliminare non le avevamo riportate. E visto che ci sono stati altri problemi, il venditore ha "minacciato" di togliermele in quanto non incluse nel contratto.
Ho sentito anche un avvocato che mi ha dato la conferma e l'agenzia mi ha fatto una dichiarazione scritta dicendo che il venditore ha sempre detto di volerle includere.
Insomma: nonostante tutte queste "prove", l'agenzia non ha avuto la forza di dire al venditore che non poteva e, pur di non metterci la faccia, mi ha consigliato di mandare una lettera di diffida.
Le persone intelligenti, si informano prima di firmare i contratti sulle spese da pagare. Questo che tu vada da un medico per una visita, da un avvocato per un consulto, o da un agente immobiliare per un appartamento, o da una battona per una prestazione
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Il documento allegato 1 che mi hanno fatto firmare, legato all'accettazione della proposta iniziale, è ancora valido dato che è stata fatta successivamente un'altra proposta che in seguito è stata accettata?
Sì e io se fossi l'agenzia ti farei pagare la provvigione sull'offerta più alta. Ti è andata ancora bene e invece di cercare di arrampicarti sugli specchi e di sindacare su quello che paga il venditore goditi il nuovo acquisto.
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Glielo avrà anche detto, ma se uno non vuol capire...

Qual’ è concretamente ora il problema ?
E' proprio quello il problema: non gliel'hanno mai detto. E non sono mai stati chiari sul fatto che legalmente spettavano a me (alla fine anche l'agenzia, dopo aver sentito il loro avvocato, è arrivata a questa conclusione).
Ma il problema è ancora a monte: all'inizio il venditore asseriva che alcuni mobili (in accordo con l'agenzia) non erano inclusi. Tuttavia quell'arredo era presente nel preliminare. Ovviamente io non so i loro accordi antecedenti, ma ho successivamente scoperto che a quanto pare l'agenzia continuava a dire che io avrei trattato e gli avrei dato qualche mila euro per quei mobili. Le sembra un comportamento corretto?

E ci sono state anche altre vicissitudini del genere. L'agente mi ha anche urlato al telefono. Il culmine è stato quando mi sono recato in agenzia per la questione della lettera di diffida e, dopo aver chiesto gentilmente e educatamente se poteva scalarmi almeno le spese legali (mi avevano proposto di scalarmi il costo della lettera di diffida, quindi era una cifra nettamente inferiore) mi ha letteralmente urlato contro e cacciato dall'ufficio. Al mio attimo di titubanza (mentre ero ancora seduto sulla sedia) l'agente mi ha completamente ignorato e si è messo a parlare con la sua collega (che voleva intervenire e dirmi qualcosa, almeno lei gentilmente).
Le sembra professionale?

Purtroppo sarebbe una storia troppo lunga da descrivere, le dico solo che siamo stati da settembre a dicembre a "litigare". E' la prima casa che compro e devo dire che il mio grado di preoccupazione era alto. Alla fine, prima di mandare una lettera di diffida, ho incontrato il venditore e ho cercato di chiarire le cose. Ed è lì che ho scoperto che tanto (per non dire tutto) di quello che mi aveva detto l'agenzia era falso.

Quindi ecco perchè è sorta sta domanda: magari penserete che solo uno dei soliti che cerca di non pagare l'agenzia e che si lamenta di pagare tanto, ecc, ecc. Eppure sono stato proprio io a scegliere di comprare da agenzia, reputando sempre che hanno un ruolo importante e possono aiutare a risolvere eventuali casini.

Per fortuna che non ho avuto problemi strutturali/legali con l'immobile, altrimenti non so proprio come saremmo andati a finire.

Ed ecco perchè volevo sapere se tutto ciò era valido. Nel caso, non lo nascondo, sarei andato a rompere le scatole io (questa volta) e avrei chiesto una diminuizione del prezzo.

Paga il dovuto: se volessi andare in causa per la provvigione, non troveresti mai un giudice che, di fronte ad un riconoscimento di provvigione al 3% su proposta precedente, non dia ragione all’agenzia.
Procederò così, assolutamente, senza dir nulla all'agenzia.
Comunque la ringrazio, è stata sempre molto gentile e chiara nelle spiegazioni. Al contrario di alcuni che scrivono solo perchè non sanno cosa fare.
 

ilaealex

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sì e io se fossi l'agenzia ti farei pagare la provvigione sull'offerta più alta.
Secondo se non l'hanno fatto è perchè dovevano chiamarmi per firmare il nuovo allegato, dato che è scritta proprio la cifra che devo pagare.

Le persone intelligenti, si informano prima di firmare i contratti sulle spese da pagare.
Per favore leggete la risposta che ho dato precedentemente su alcuni comportamenti dell'agenzia.
Poi ovviamente ognuno è libero di pensare come vuole.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

g123456 ha scritto sul profilo di francesca63.
Ciao Francesca scusami se ti scrivo qui, sono quella che ha visto la stessa casa con due agenzie diverse. Premetto che non sapevo di essere vincolata alla prima agenzia, e molto ingenuamente ho visto un prezzo minore e ho chiamato la seconda, sbagliando. Ma se ora io dovessi procedere con la prima sarebbe tutto "risolto"? o anche la seconda ha diritti sul compenso?
Buongiorno sono in affitto da più di 10 anni e la casa avrebbe bisogno di cambiare gli infissi pertanto vorrei sapere a chi spetta provvedere alla sostituzione e ai costi grazie
Alto