Daniele1979

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera.
Ad inizio febbraio ho fatto una proposta di acquisto che è bastata accettata.
Come clausola per la validità sono state indicate due cose:
-perfezionamento catasto per alcuni lavori effettuati nell'appartamento
-pagamento da parte del venditore di alcuni oneri all'ente da cui ha comprato l'appartamento.
Durante la trattativa, l'agenzia ha sempre dichiarato che il problema catastale era banale e di facile soluzione.
Dopo 15 GG dall'accettazione (ho pagato 5000€ al venditore come caparra e la parcella dell'agenzia) mi è bastato comunicato che non era possibile sistemare l'accatastamento, perché i lavori effettuati sono risultati abuso edilizio. Quindi hanno proposto il ripristino bdella planimetria originaria.
Questo comporta:
- riduzione spazi interni
-ridefinizione di due ambienti
- acquistare non più la casa che ho visto

Ho proposto all'agente e al venditore di proseguire con la trattativa con uno sconto.
Se il venditore non dovesse accettare, ho diritto alla restituzione della caparra e della commissione dell'agenzia?
Grazie.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Se la tua proposta per ottenere uno sconto non venisse accettata dal venditore potrai chiedere il raddoppio della caparra al venditore ma non la restituzione della provvigione pagata all'agenzia.

Tale importo (sostanzialmente € 5.000,00 di "penale") forse copre tutte le spese da te sostenute (provvigione agenzia, ecc..) ma forse no.
Ecco perchè l'importo della caparra deve essere congruo e consistente (anche se nulla vieta di pattuire importi minimi) ed € 5.000,00 non corrisponde a questo criterio.

La parte inadempiente (stando al tuo racconto e ammesso che la clausola relativa al "perfezionamento del catasto" sia formulata in maniera corretta) è il venditore.
L'agenzia ha fatto e concluso il suo lavoro e pertanto va comunque pagata.
 

Daniele1979

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno.
Si tratta di una specifica di atto dovuto per il buon esito della vendita e delle pratiche di mutuo. La casa mi interessa ma solo che n uni sconto da trattare.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buonasera.
Ad inizio febbraio ho fatto una proposta di acquisto che è bastata accettata.
Come clausola per la validità sono state indicate due cose:
-perfezionamento catasto per alcuni lavori effettuati nell'appartamento
-pagamento da parte del venditore di alcuni oneri all'ente da cui ha comprato l'appartamento.
Durante la trattativa, l'agenzia ha sempre dichiarato che il problema catastale era banale e di facile soluzione.
Dopo 15 GG dall'accettazione (ho pagato 5000€ al venditore come caparra e la parcella dell'agenzia) mi è bastato comunicato che non era possibile sistemare l'accatastamento, perché i lavori effettuati sono risultati abuso edilizio. Quindi hanno proposto il ripristino bdella planimetria originaria.
Questo comporta:
- riduzione spazi interni
-ridefinizione di due ambienti
- acquistare non più la casa che ho visto

Ho proposto all'agente e al venditore di proseguire con la trattativa con uno sconto.
Se il venditore non dovesse accettare, ho diritto alla restituzione della caparra e della commissione dell'agenzia?
Grazie.
Ciao, direi che hai agito bene, se non vi accordaste su uno sconto avresti diritto ad annullare la compravendita. A questo punto se l'agenzia fosse collaborativa sarebbe meglio per tutti, potresti farti ridare i 5mila e le le provvigioni, se non fosse collaborativa (avrebbero diritto a tenersi le provvigioni tranne in alcuni casi, ma sarebbe lungo spiegarlo in un inciso qui) allora potresti chiedere 10mila al venditore se la caparra è stata definita "confirmatoria", perchè è inadempiente. Oppure potresti chiedergli i danni quantificandoli, la prima voce sarebbe quella della spesa dell'agenzia. Tieni conto che se arrivassi a questo avresti bisogno di un avvocato, perchè se non si conclude in amicizia allora ogni parola scritta su ciò che avete formato sarà determinante e quindi a quel punto bisognerebbe leggere cosa avete firmato nei dettagli.
 

GiuPra

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
Lascia perdere facili pronostici sul raddoppio della caparra o sconti della provvigione. Hai versato la caparra nonostante fossi a conoscenza dell'irregolarità in corso e di fatto hai accettato il rischio. Se la proposta non contiene una clausola risolutiva espressa circa eventuali inadempimenti urbanistici da parte venditrice non ne esci più. L'unico consiglio che ti posso dare è quello di acquistare la casa con il ripristino della planimetria originaria e metterci una pietra sopra. Altrimenti rischi di perdere tutto e di pagare anche i costi di un'azione legale.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto