1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giantuccaro

    giantuccaro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Possiedo una parte di una casa bifamiliare (la parte rimanente della casa è di proprietà di terzi), che sto per vendere insieme al terreno circostante. Un locale (una specie di legnaia) dovrei venderlo ad una persona diversa dall'acquirente principale. Innanzitutto volevo sapere se è possibile e con quali modalità. In caso affermativo, nel compromesso che stipulerò con l'acquirente principale vorrei scrivere" è escluso dalla promessa di compravendita e quindi dalla vendita definitiva il locale, che verrà ceduto ad altra parte compratrice". In questo caso, se per qualsiasi motivo non riesco a vendere lo scantinato, l'acquirente principale potrebbe campare qualche pretesa sul locale? Grazie.
     
  2. Il Mattone

    Il Mattone Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La porzione è già un subalterno a parte? Sennò devi fare un frazionamento, almeno che non ci siano atti precedenti in cui si leghi indissolubilmente la legnaia al resto della casa. In quel caso, non so se riesci a venderlo separato
     
  3. giantuccaro

    giantuccaro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La mia porzione di casa ha un proprio numero civico, ma la legnaia fa parte di questa proprietà.

    Aggiunto dopo 20 minuti :

    Cosa comporta il frazionamento (procedura, tempi e costi?)
     
  4. tantan

    tantan Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    devi verificare su una visura l'indipendenza del locale, come detto da Il Mattone. per vendere devono essere obbligatoriamente distinte. il frazionamento avviene solo a livello catastale se la legnaia è un acostruzione indipendente dalla casa, i tempi sono abbastanza brevi .
     
  5. giantuccaro

    giantuccaro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In pratica vorrei vendere la legnaia al proprietario dell'altra porzione di bifamiliare. La legnaia non è sicuramente distinta, ma fa parte della casa.
    E' necessario richiedere l'intervento di un geometra?
     
  6. tantan

    tantan Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    il geometra è necessario se il sub della legnaia non è distinto !
     
  7. giantuccaro

    giantuccaro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Non è distinto. Quindi procedo così: mi rivolgo ad un geometra per il frazionamento e accorpamento all'altra unità immobiliare. Dopo posso vendere la mia casa al compratre principale? La procedura sarà molto lunga e costosa? Grazie
     
  8. tantan

    tantan Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    non serve obbligatoriamente accorparlo all'altra unità immobiliare. se la procedura è da effettuare solo al catasto i tempi sono brevi e il costo del frazionamento credo sotto i 1000 euro. per avere dati certi bisogna fare delle ricerca al catasto e al comune.
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non sono un tecnico ma le risposte non sembrano "logicamente" corrette.

    1- "Non serve obbligatoriamente accorparlo all'altra u.i.. " --> !? --> NON SI DEVE: nel senso che prima della vendità non deve "regalare" la legnaia al vicino.

    In sintesi i termini mi sembrano questi:
    a) Ognuno è libero di vendere ciò che ritiene: sta all'acquirente valutare se prendere in considerazione l'offerta.
    b) Se vuole scorporare dalla prima vendita la legnaia, deve specificarlo bene sul compromesso, definendo da subito, se possibile, le eventuali conseguenze, tipo servitù di passaggio eccc, se dovessero permanere.
    c) Se l'acquirente della legnaia è il proprietario dell'altra porzione della villetta, forse può accedere alla legnaia senza comportare servitù alla prima u.i., nel qual caso anche il compromesso si semplifica.
    d) Prima dei rogiti di vendità giantuccaro dovrà far fare ad un geom. il frazionamento della sua proprietà, visto che al momento è un'unica unità immobiliare, per identificare catastalmente in modo distinto la porzione di abitazione e la legnaia: l'operazione è abbastanza rapida, compatibilmente con gli impegni di lavoro del geom; i dati vengono trasmessi al catasto telematicamente dal geom , che propone sulla pratica una identificazione provvisoria dei due lotti, sufficiente per il notaio ad identificare sugli atti le rispettive porzioni vendute.
    e) Solo con la registrazione degli atti di vendita il notaio procederà a sua volta a comunicare, ancora telematicamente, la nuova titolarietà dei due subalterni venduti. Sarà da questo momento che la legnaia sarà "associata" (non accorpata) alla proprietà preesistente del vicino.

    L'eventuale ostacolo alla vendita separata della legnaia, potrebbe emergere nel caso questa esista in difformità alle norme urbanistiche e quindi frutto di un abuso edilizio non sanato. Ma in questo caso non è la separazione il vero ostacolo, bensì l'irregolarità che emergerebbe dalla difformità della planimetria rispetto alla realtà: ma questa è un'altra storia. :fiore:

    Aggiunto dopo 19 minuti :

    Aggiungo una risposta alla domanda di giantuccaro.
    Nel caso il vicino rinunci all'acquisto della legnaia, il nuovo acquirente dell'alloggio non ha elementi per rivendicarla.
    Però bisogna valutare se questa legnaia, da sola, conservi un valore commerciale: solo se potrà avere un accesso diretto indipendente potrebbe essere di interesse di qualcuno esterno, altrimenti gli unici potenziali interessati sarebbero proprio i due proprietari della bifamiliare: che avranno, se non c'è concorrenza fra loro, commercialmente il coltello dalla parte del manico.
     
  10. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Deve solo far accorpare la legnaia all'immobile che le resta,
    Poi vende il resto al suo acquirente.
    basta chiedere ad un tecnico e' cosa semplicissima.
    Cordialmete
    Noel
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Che la cosa sia semplice hanno convenuto tutti.
    Che il citato contributo sia utile, mi permetto di dissentire: che cosa significa far accorpare la legnaia all'immobile che le resta?

    La situazione è esattamente opposta: attualmente la legnaia è già accorpata all'immobile in suo possesso. Quello che il nostro vuol fare è proprio dividere legnaia e alloggio e venderle separatamente a due acquirenti distinti. :disappunto::disappunto::disappunto:
     
  12. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Chiedo scusa credevo tenesse lui l'altra porzione del bifamiliare.
    Allora resta quanto sopra detto deve frazionare la legnaia e venderla al terzo proprietario, che potra' accorparla alla sua proprieta' se no0npuo' restare distinta come subalterno.
    Cordialmente
    Noel
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  14. giantuccaro

    giantuccaro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per l'aiuto!
     
  15. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Auguroni gian
    Cordioalmente
    Noel
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina