1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. GIOs

    GIOs Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    vorrei vendere il mio garage (acquistato successivamente alla mia prima casa).
    In quanto pertinenza prima casa, ho pagato una IVA del 4% (in quanto ho acquistato dal costruttore).
    Ora a due anni dall'acquisto ho necessita' di vendere:
    - devo pagare il 6% sul prezzo di acquisto?
    - cisono altre plusvalenze, che devo calcolare?
    grazie...
    e' urgente :occhi_al_cielo:
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se il garage è stato utilizzato in modo durevole al servizio dell'abitazione per la maggior parte del periodo tra l'acquisto e la data presunta della cessione non devi pagare nulla.
    Vale lo stesso principio dell'abitazione.
    Se la hai adibita a tua abitazione principale o dei tuoi familiari per la maggior parte del periodo preso in esame (acquisto-vendita) non sorge alcuna plusvalenza.
     
  3. infoprodottimmobiliari

    infoprodottimmobiliari Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao,
    mi associo ad antonello che ha risposto in mdo esemplare, mi permetto di aggiungere però, a meno che tu dia per scontato che comunque poi dovrai riacquistare, la tua nuova casa o garage entro 12 mesi e rendere nuovamente, il tuo nuovo acquisto la tua abitazione primaria altrimenti perdi il beneficio ottenuto per l'acquisto dei due immobili due anni orsono.

    E l'ufficio dell'entrate ti contatterà per versare la differenza.
    ciao
     
    A antonello piace questo elemento.
  4. nonnopino

    nonnopino Membro Junior

    Privato Cittadino
    per infoprodottiimmobiliari: quindi, se ho capito bene, la persona puo' vendere il box indipendentemente dalla casa, ma se non ne compera un altro paghera' la differenza tra l'IVA agevolata e l'IVA ordinaria? e nessuna penale?
    grazie,
    claudio
     
  5. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    oltre al 6% di i.v.a. dovrai pagare un surplus del 30% calcolato sul 6% che non hai dato.
    i notai ti consigliano, nel caso che tu non riacquisti un'altra pertinenza simile di dirlo subito e di pagare subito la differenza.
    in tal caso se non erro ti dovrebbe essere addebitata una piccola riduzione.
     
    A nonnopino piace questo elemento.
  6. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ma hai la certezza dic poter vendere il garage o ci sono dei vincoli dovuti alla concessione?
     
  7. antonellifederico

    antonellifederico Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    verifica che il costruttore, prima di ottenere il Permesso di Costruire non abbia stipulato un atto d'obbligo per vincolare il box alla residenza.
    se così fosse hai un problema... perchè ai sensi della L. 122/89 ogni residenza deve avere almeno un posto dove parcheggiare un auto e soltanto il comune può consentire la modifica di un atto d'obbligo
     
    A Antonio Troise piace questo elemento.
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Viene applicata una soprattassa del 30% e sono dovuti gli interessi legali del 2,5% dal 1° gennaio 2004, elevati al 3% dal 1° gennaio 2008 e ridotti all'1% dal 1° gennaio 2010.

    Il contribuente può sanare il debito con il Fisco se, entro 60 giorni dalla notifica dell'avviso di accertamento, versa le imposte dovute più interessi e soprattassa ridotta ad 1/4 (un quarto).
     
    A allberto piace questo elemento.
  9. nonnopino

    nonnopino Membro Junior

    Privato Cittadino
    questo quindi solamente se non viene comprato un nuovo box al posto del precedente entro un anno, giusto?

    grazie,
    claudio
     
  10. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il concetto è che il box deve essere di pertinenza e quindi utile all'appartamento a cui è legato.

    Non puoi vendere a Roma e compere a Bergamo.
    Ci deve essere complementarità.
    Per esempio a Milano potresti comperare un box a 2 km da casa perché la città ne è priva.
    In un paese piccolo ciò non è possibile e distanze da casa alla pertinenza diminuiscono.
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    direi di si...
     
  12. nonnopino

    nonnopino Membro Junior

    Privato Cittadino
    infatti, ovviamente :)
    in realta' non mi serve al momento, pero' potrebbe verificarsi il caso di rivendere il box (comprato due anni fa) indipendentemente dalla casa (comprata dieci anni fa). mia madre che ci abita non ha la macchina e non lo usa. e potrebbe non interessare, un domani, a chi compera (il box e' vicino ma non vicinissimo).

    Grazie,
    C.
     
  13. pegpao

    pegpao Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate, mi intrometto perchè questa discussione mi interessa da vicino!!! Proprio ieri il notaio ci ha detto che, in base alla L. 122/89 (citata nel nostro atto di acquisto), non possiamo rivendere la nostra casa senza il box (che avremmo tanto voluto tenere:triste:)... Ma il Comune può modificare, su nostra richiesta, questo dato di fatto??? Grazie a tutti per le risposte.
     
  14. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se non erro ti puoi tenere il box, basta che:
    - paghi la differenza del 6% se comperata ad i.v.a. e del 7% se comperata da privato
    - aggiungi il 30% del 6% o del 7%
    - aggiungi gli interessi che Umberto ha citato precedentemente

    Non sono sicurissimo ma la cosa dovrebbe funzionare visto che con lo stesso procedimento si può fare con le case.
     
  15. pegpao

    pegpao Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Da quello che ho capito ieri con il notaio, si tratta di due cose diverse...
    Il box è pertinenza della casa e passa di proprietà al nuovo acquirente anche se non lo cito nell'atto di vendita, quindi è meglio calcolarlo nel prezzo altrimenti sarebbe come se glielo regalassi!!!
    Mi sta venendo in mente che forse potrei tenermi l'usufrutto....??? Qualcuno sa dirmi se è possibile???
    Grazie ancora a tutti.
     
  16. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    se vuoi tenerti il box basta che dividi catastalmente la cosa. costa alcune centinaia di euro.
    incarichi un geometra e lui te lo fa.
    non penso che loro abbiano molta voglia di darti l'usufrutto del box, vorrebbe dire che non lo possono usare in quanto detentori solo della nuda proprietà.
    solo alla tua morte, per effetto elastico della proprietà, diventerebbero proprietari a tutti gli effetti.
     
  17. infoprodottimmobiliari

    infoprodottimmobiliari Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao pegpao,
    ti sei risposto da solo, precisamente parli della legge tognoli se non ricordo male del 1989, dove la stessa regolamenta la possibilità di distinare almeno una pertinenza ad ogni immobile per i fabbricati in costruzione, ove mai il terreno coplessivo lo consentisse, annullando quindi la possibilità che es. con 12 appartamenti e 12 p.ti auto possa esserci chi ne ha due e chi nessuno!

    quindi nel tuo caso non puoi vendere il tuo appartamento senza la sua pertinenza a meno di due casi : uno non hai acquistato il box con il tuo appartamento, magari successivamente, due : hai anche un posto auto, quindi puoi vendere quella come pertinenza e tieni il box auto.

    quanto all'usufrutto, oltre a non aver mai sentito, scusa, ma una cosa cosi cervellotica e strana, credo non si possa fare e poi mi chiedo ma quale acquirente accetterebbe di acquistare un garage senza usarlo??

    ciao
     
  18. pegpao

    pegpao Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nessuna delle due cose... quindi sarò costretta a venderlo...
    L'usufrutto mi è venuto in mente solo perchè io non ci parcheggerei l'auto, quindi il nuovo acquirente potrebbe usarlo e lo pagherebbe una sciocchezza... a me servono il soppalco e gli scaffali come deposito!! Cervellotica... mi rendo conto!!!
    :)

    ciao e grazie
     
  19. shenute

    shenute Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Un caso simile:

    Tizio ha una casa, abitazione principale. Acquista successivamente un locale C/2 e lo rende pertinenza.
    Dopo un anno lo vuole vendere.
    Il notaio afferma che c'è da pagare plusvalenza del 20% e anche perdita delle agevolazioni in caso di mancato riacquisto entro un anno.

    Per quanto riguarda la plusvalenza, per evitarla, fino ad ora non ci sono risoluzioni dell'agenzia delle entrate.
    C'è una interpello del 2008 ma ancora senza risposta.
    Grazie a chi porterò qualcosa di nuovo a questa discussione

    Nell'allegato in formato pdf, c'è il sunto di avrie interpellanze. Per trovare quella di cui stiamo parlando, dopo aver aperto il documento, cercare: "plusvalenza"
     

    Files Allegati:

  20. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Nell'allegato si dice che non c'è plusvalenza...

    In ragione di quanto esposto, fermo restando che la durata del vincolo pertinenziale debba
    necessariamente essersi protratta per la maggior parte del periodo intercorso tra l’acquisto o
    costruzione e la cessione
    , si è escluso che la cessione infraquinquennale di una pertinenza da
    ricomprendersi, come dianzi descritto, nella nozione di “unità immobiliare adibita ad abitazione
    principale”, seppur avvenuta separatamente dal fabbricato principale, determini plusvalenza tassabile
    ai sensi dell’art. 67, comma 1, lettera b) del Tuir.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina