1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Ai65755

    Ai65755 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti,
    volevo fare chiarezza su un dubbio che non riesco a risolvere, che neppure il commercialista (forse da cambiare...:) sembra avermi chiarito le idee.... riguardo alla tassazione di una plusvalenza registrata dalla vendita di un immobile adibito (al tempo dell'acquisto) ad abitazione principale prima dei 5 anni (nel caso specifico 7-12 mesi dall'acquisto), senza il riacquisto successivo entro l'anno "in tempi ragionevoli" di altro immobile da adibire a prima casa.

    Ho letto sul forum, ma ho trovato riferimenti chiari e diretti solo relativamente al 2013, quindi onde evitare equivoci vista la celerità di evoluzione di norme e cavilli nel sistema legislativo italiano, mi permetto di porre la domanda:

    Ricapitolando: oggetto transazione acquisto di immobile categoria A3 sito nel comune di Milano da privato proprietario a privato inquilino (quindi con diritto di prelazione e agevolazioni su imposta di registro), successiva vendita dopo 7 mesi, senza riacquisto di altro immobile entro 1 anno. Quesiti e dubbi:

    1. conferma della perdita delle agevolazioni in merito all'imposta di registro: compensare la differenza tra il 2% versato e il 9% effettivamente dovuto sulla rendita catastale rivalutata (5% + 100x) , maggiorata del 30%.

    2. pagamento IMU (comune di milano 0,76% + 0,8% di TASI) inizialmente non dovuto (solo Tasi al 0,25%) relativamente ai mesi di possesso

    3. e ora il tema più importante: PLUSVALENZA: leggo "le unità immobiliari urbane che, per la maggior parte del periodo intercorso tra l’acquisto (o la costruzione) e la cessione, sono state adibite ad abitazione principale del cedente o dei suoi familiari, cioè, il coniuge, dei parenti entro il terzo grado e degli affini entro il secondo. Va considerato familiare anche il coniuge in regime di separazione" ...questo significa che se io dalla data di acquisto alla data di vendita sono residente nel suddetto immobile, in caso di rilevazione di plusvalori non sono tenuto a pagare nulla? (nè imposta sostitutiva del 20% nè IRPEF...) anche se non riacquisto nessun immobile?

    Grazie molte.
     
  2. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Vado in senso inverso.
    3: sì in quel caso non sei tenuto a pagare
    2: l'IMU non ha nulla a che fare con l'acquisto e la rivendita: per i mesi in cui sei residente hai le agevolazioni, per i mesi in cui non lo sei, non le hai
    1: la vendita nel quinquennio senza riacquisto determina la perdita delle agevolazioni prima casa pari alla differenza tra l'imposta di registro versata e quella calcolata sul 9% della rendita moltiplicata per 126 (100%+5%+20%), oltre agli interessi moratori ed alla sanzione del 30% (quest'ultima in caso di autodenuncia all'agenzia delle entrate può essere evitata)
     
    A Umberto Granducato, alessandro66 e Rosa1968 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina