• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Per logica e per matematica, e’ molto meglio che si muova un notaio, soggetto singolo che si reca a casa dell’anziano alla presenza dei suoi congiunti, piuttosto che muoversi con tutta la truppa a recarsi nel suo studio.
Una prassi piu’ che consueta.
A maggior ragione, se sono presenti quelle improbabilita’, temute.
Questo è pacifico, ma non è me che devi convincere.
Nel mio caso per esempio, il notaio prima di firmare la procura ha voluto il certificato dello specialista, poi è venuto in casa di riposo a parlare con mia madre, infine ha voluto anche conferire con il direttore sanitario e con la direttrice amministrativa della casa di riposo. Adesso ci risiamo con i miei suoceri e un appartamento invendibile da 8000 euro/anno di spese condominiali.
 

carla vecchi

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Notaio più che legittimamente scrupoloso, direi. Se il preliminare non è previsto, può comunque incontrare le parti, sia in studio che a casa loro, e fare tutti gli accertamenti del caso. Se tutti intendono e vogliono, a posto. Se no, servirà amministratore di sostegno e pazienza da parte dell'acquirente, se vuole ancora la casa. Se no può salutare la compagnia e cercare altro, senza dovere nulla a nessuno in quanto la circostanza sopravvenuta viene a variare in modo consistente gli accordi.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Certo che se trascorressero altri due anni per la ricerca, l'anziana nel frattempo potrebbe decedere e la situazione sbloccarsi all'improvviso in modo naturale.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
A mio avviso il notaio ti ha dato un ottimo parere ma costringere a fare il preliminare trascritto è un pò troppo. comunque secondo me il modo migliore è far valutare la signora da uno specialista nominato da te, rogitare eventualmente con nomina del tutore. Certo in questo frangente senza un preliminare anche se non trascritto può esporti a rischi, e cioè che vendano casa a qualcun'altro!
Buona fortuna.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
comunque secondo me il modo migliore è far valutare la signora da uno specialista nominato da te, rogitare eventualmente con nomina del tutore.
Non sapevo che all'acquirente, oltre alla scelta del notaio, spettasse anche quella dei medici certificatori!:^^:
Inoltre non tutti tollerano l'interferenza di un giudice negli affari di famiglia.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
non tutti tollerano l'interferenza di un giudice negli affari di famiglia.
Se la signora comproprietaria ha firmato un contratto preliminare ( proposta accettata), non può esimersi dal sottoporsi ad un controllo delle capacità mentali, se il notaio lo ritiene necessario per rogitare.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Se la signora comproprietaria ha firmato un contratto preliminare ( proposta accettata), non può esimersi dal sottoporsi ad un controllo delle capacità mentali, se il notaio lo ritiene necessario per rogitare.
Sì, ma che c'entra con il mio intervento precedente? Mi riferivo al giudice tutelare.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
e chi lo dovrebbe nominare? paperino?
Se per "nominare" intendi "assegnare un incarico", non esiste proprio.
Solo il notaio può richiedere un certificato medico per rogitare, non certo l'acquirente.
In ogni caso, se non si tratta del medico di base, l'acquirente ha tutto il diritto di scegliere lo specialista neurologo o geriatra di sua scelta, purché in regime di pubblico servizio.
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Se per "nominare" intendi "assegnare un incarico", non esiste proprio.
Solo il notaio può richiedere un certificato medico per rogitare, non certo l'acquirente.
In ogni caso, se non si tratta del medico di base, l'acquirente ha tutto il diritto di scegliere lo specialista neurologo o geriatra di sua scelta, purché in regime di pubblico servizio.
Io consigliavo solo di nominare, nel senso che deve essere un medico di mia fiducia, pagato da me a rilasciare il certificato. Per il resto poi si può fare come uno vuole, ma questo passaggio deve essere obbligatorio, con permesso ovviamente della parte venditrice.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
Io consigliavo solo di nominare, nel senso che deve essere un medico di mia fiducia, pagato da me a rilasciare il certificato. Per il resto poi si può fare come uno vuole, ma questo passaggio deve essere obbligatorio, con permesso ovviamente della parte venditrice.
Quello che dici ovviamente non è attuabile, oltre che essere inaccettabile per la controparte, che ha diritto di scegliere lo specialista che ritiene più opportuno. L'unica certezza è che il notaio non rogita in assenza di certificato medico e previo colloquio con il venditore/paziente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

manukka ha scritto sul profilo di John S..
john S. ho bisogno di parlarti sto in una situazione simile alla tua mio padre finge volere aiutare e vuole vendere casa . lui non si é mai interessato scrivimi su facebook ok? https://www.facebook.com/manuela.amari.92
StefyC88 ha scritto sul profilo di Fran77.
Certamente! Senza problemi mi puoi contattare in privato, non ti nego che conosco il Salento, anche perché sono Pugliese, più specificatamente di Foggia, ma vivo a Roma, quindi sarebbe magnifico se potessimo collaborare insieme. Aspetto tue notizie! A presto
Alto