• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Buongiorno
Casa venduta con proposta d’acquisto accettata e preliminare da fare settimana prossima.
Venditore che vuole far preliminare da suo notaio, acquirente accetta, inizialmente chiedendo trascrizione dopodiché non più richiesta. Notaio per rogito scelto da acquirente.
Nuova richiesta dell’acquirente. visto che non chiede più trascrizione chiede al venditore se lo onorario per il solo preliminare sia a suo carico. Venditore rifiuta e s’in****a.
Come ne uscireste da questo piccolo inghippo? Non vorrei che alla fine dovrò per chiudere velocemente farmi carico io della spesa.. :)
 

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Non mi è mai capitato di un venditore che sceglie il Notaio anche per solo il preliminare e sopratutto due notai diversi per preliminare e definitivo.
Ma perchè complicarsi così la vita?
Casa a Milano di nuova realizzazione, facente parte di frazionamento, venditore facoltoso dalla Campania, acquirente dall’Emilia Romagna. Il venditore così per le altre case che ha venduto fa sempre i compromessi col suo notaio di fiducia che lo segue per le sue pratiche immobiliari.
 

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Il notaio lo sceglie sempre l'acquirente, male hai fatto a non importi dall'inizio
attenzione, il notaio per il rogito lo sceglie l'acquirente e sarà un altro notaio, l'acquirente ha accettato il fatto di fare preliminare dal notaio scelto dal venditore. In proposta era già messo nero su bianco ed accettato da entrambi che il preliminare venisse fatto dal notaio scelto da venditore. Qui si parla di costi a carico visto che si tratterà di un solo compromesso senza la trascrizione inizialmente prevista.
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Ho capito. Trattandosi di una nuova costruzione il discorso cambia perchè è prassi che l'atto si faccia dal Notaio che detiene l'atto pilota e tutti i permessi a costruire , richiesta fine lavori, ecc.
Però sono cose che a mio avviso si devono chiarire in fase di sottoscrizione della proposta o poco prima. DOpo diventa tutto più difficile da far digerire
 

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
eh si, difatti era tutto chiaro e stabilito in proposta d'acquisto. nel frattempo, dopo qualche tempo l'acquirente che inizialmente, probabilmente per sentirsi più tranquillo visto che la casa era ancora da finire chiedeva la trascrizione a sue spese, ora non richiede più e quindi si tratterà di un semplice preliminare registrato ma non trascritto, dunque chiede al venditore se si farà carico lui dell'onorario del notaio per la stesura del contratto.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
quindi si tratterà di un semplice preliminare registrato ma non trascritto, dunque chiede al venditore se si farà carico lui dell'onorario del notaio per la stesura del contratto.
A me pare normale che debba pagare il venditore.
Ha chiesto lui di rivolgersi ad un notaio di sua fiducia, contrariamente al solito...
Temo che dovrai fare uso di tutte le tue capacità mediatorie, magari proponendo che paghino metà per uno.
 

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
anche per me in teoria sarebbe più normale, visto che:

a) la proposta d'acquisto che han firmato è quella fimaa che già è a tutti gli effetti un preliminare di compravendita quando diviene conclusa.
b) come dici tu il preliminare fatto da notaio è stata una scelta del venditore, volendo se non ci fosse stata questa volontà lo facevo io e non sarebbe costato nulla a nessuno.

sta di fatto che a volte tra "facoltosi signori" ci si perde in quisquilie, vorrei evitare di fare io il terzo signore (non facoltoso ma fesso) che debba per chiudere mettermi carico del costo del preliminare..

c'è da dire che esiste anche un punto c) cioè che comunque l'acquirente ha accettato il fatto di fare un preliminare sapendo già che ci sarebbero stati dei costi a suo carico.. e aggiungiamoci che essendo una casa frazionata e ri-accatastata anche tutta la parte urbanistica aggiornata ad oggi che i lavori son finiti ce l'ha in mano questo notaio e dunque non sarà una pura e semplice scrittura privata ma andrà ad aggiungere senz'altro elementi in più rispetto a quelli inseriti in proposta di acquisto..
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
venditore facoltoso dalla Campania, acquirente dall’Emilia Romagna. Il venditore così per le altre case che ha venduto fa sempre i compromessi col suo notaio di fiducia che lo segue per le sue pratiche immobiliari.
Ti sei ingineprato inutilmente Andrea.
Capita.

Meglio evitare, di andare in soggezione, per i clienti facoltosi.
Capita spesso anche ad alcuni tra i miei collaboratori.
Una specie di timore reverenziale.

Il venditore dovrebbe pagare lui.
Che pure si era proposto di fare il contratto da quel notaio.
Per logica, se muoveva lui, anche se poi avessero firmato e scambiatosi quel contratto, sulle panchina di piazza S.Babila, l’onere spettava a lui.

Il suo notaio, che poi fa’ l’atto e che a quanto pare, assiste quello stesso cliente per molti altri svariati atti, tenzona perdendosi in un bicchiere d’acqua, turbando l’atto per una parcella di basso lignaggio.

Un atteggiamento sicuramente scortese nei confronti del suo cliente imprenditore abituale.
Per di piu’ facoltoso.

Un buon imprenditore paga.
Oppure la sua azione, rende ancora di piu’ pure senza sganciare nulla di tasca propria.

Evidentemente , le cose si vedono diverse, a seconda dei punti di vista,
Senza il sipario che copre chi vive per di piu’ di immagine.

Il mio notaio, una procura per me o per l’ufficio in generale, non me la fa’ pagare
Nenche se con quello strumento si vada a rogitare altrove.
Se faccio un atto, che sia per me o per chiunque tra i miei collaboratori, il prezzo e’ stracciatissimo.

Se il venditore non vuole pagare fatti loro.

Se devi rifondere tu, proponiti di farlo al venditore, a patto di avere conferito un incarico esclusivo, anche solo di un singolo alloggio.
Sempre che ve ne siano altri disponibili in vendita.

Se non ci sono , oppure si rifiuta di conferirtelo, che vada a pagarsi il suo notaio.
 
Ultima modifica:

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Dici bene Pyer, prossime volte sarò più rigido con entrambi se vogliono cambiare qualcosa di già accordato, difetto mio che cerco sempre di accontentare tutti.
In ogni caso è stata una vendita “mordi e fuggi”, casa e proprietario trovati un venerdì e appuntamento con proposta il sabato.
Vendite belle ed emozionanti si ma con sconosciuti a tutti gli effetti. Ora che li conosco di più peserò meglio il valore di queste persone e ne trarrò le conseguenze.
 

Andrea Santagostino

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Si sì, per me è già chiusa e strachiusa, vendita lampo senza nemmeno fare annuncio, tempo investito 1 giorno figurati :)) solo che ste persone che si perdono per qualche manciata di € mi fan girare.. comunque ottimo periodo!
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Si sì, per me è già chiusa e strachiusa, vendita lampo senza nemmeno fare annuncio, tempo investito 1 giorno figurati :)) solo che ste persone che si perdono per qualche manciata di € mi fan girare.. comunque ottimo periodo!
Paga quel morto di fame e incassa le provvigione contestualmente allora.

I brocchi se la fanno coi brocchi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

affitto o vendo su catania al viale vittorio veneto immobile indipendente a due livelli per uso commerciale o scuola
Salve a tutti vorrei farvi una domanda , è stata fissata una data entro il quale ipoteticamente dovrebbe pervenire la delibera del mutuo . Ma se entro questa data mm c'è delibera cosa succede alla caparra data?
Alto