• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

FLARIEL

Nuovo Iscritto
Professionista
Salve,
Ho acquistato una villa unifamiliare (Ristornate con destinazione commerciale) e sottotetto annesso, con atto di compravendita con riserva nel 2011, seguito da atto di avveramento di condizione firmato nel 2016.
Nell'atto si riporta che "l'acquisto riguarda un locale commerciale sito al p.t. distinto in F. - P.lla - sub. 1 - cat.C con sottotetto annesso non abitabile e circostante terreno di pertinenza".
A distanza di due anni mi accorgo sul portale dell'agenzia del territorio, che l'immobile è distinto in 2 subalterni, oltre al piano terra, infatti esiste anche un sub. 2 con cat. a/7, entrambi ancora intestati al vecchio proprietario.
Ho provveduto a fare la voltura del piano terra (sub.1) che oggi risulta intestato a me, ma: Come faccio ad effettuare la voltura anche del sub. 2 (ovvero del sottotetto) se nell'atto è citato come sottotetto non abitabile annesso?
Cioè, come faccio a fare la voltura di un subalterno che al catasto esiste ma nell'atto è citato come sottotetto non abitabile?
Grazie
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Secondo,e tu hai comprato un immobile che, catastalmente figura locale commerciale al piano terra (non tutto il pianoterra), più una parte abitativa A/7
( abitazione in villini), sempre al pianoterra ; il sottotetto non è accatastato a parte.
 

FLARIEL

Nuovo Iscritto
Professionista
Ciao Francesca63, grazie per la risposta. Il piano terra è accatastato interamente come cat. commerciale. Nel retro è presente un portantino che dà su una scala che porta al piano di sopra.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
con atto di compravendita con riserva nel 2011
Perché con riserva ? che problemi vi erano ........

per la situazione descritta, credo che il notaio abbia la sua buona fetta di responsabilità.
Se solo avesse fatto le canoniche visure dell'immobile il problema non si sarebbe creato.
poi indichi
villa unifamiliare (Ristornate con destinazione commerciale)
è stata fatta una variazione della destinazione d'uso ?
perchè mi pare di capire che inizialmente aveva uso abitativo e successivamente è stata portata a commerciale.
è questo spiega che quando vai a controllare trovi che l'immobile ha categoria catastale abitativa A/...

questo è altro caso emblematico che si sarebbe potuto evitare se solo si fosse stati seguiti da un tecnico nelle fasi preliminari al rogito.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Di solito a pensar male ci si prende...... mi pare davvero strano che un notaio non si sia accorto che il sottotetto in oggetto avesse un subalterno a parte e lo abbia inserito nella compravendita senza citarlo!
A una prima occhiata sembra che l'immobile abbia cambiato destinazione d'uso (da residenziale a commerciale) e che non tutto il catasto gli sia andato dietro! E in aggiunta il notaio, per rogitare, abbia sorvolato sulla dovuta variazione catastale del sottotetto.

Io onestamente inizierei a chiarire la faccenda dato che pare alquanto fosca, a iniziare da cosa vi sia attualmente nel sottotetto oggi (non si capisce se attualmente vi sia o meno un'abitazione presente nell'immobile). Poi passerei a visionare i precedenti edilizi tanto per verificare che lo stato attuale sia legittimo anche da un punto di vista urbanistico-edilizio. Nel fascicolo al Comune dovrebbe essere presente un'eventuale comunicazione di illecito (tipo cambio di destinazione d'uso abusiva).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, volevo porvi una domanda . Ho un proprietario che ha stipulato un contratto transitorio di 18 mesi che è scaduto il 07/05/2019 , ora l'inquilino per motivi di lavoro vorrebbe prorogarlo di 12 mesi . E' possibile ??? Questi contratti sono particolari e si hanno sempre delle risposte divergenti . Voi che mi dite ??? Grazie
Prince2019 ha scritto sul profilo di Vittoria V..
Gent.ma, è possibile contattarla in privato perchè ho le sue stesse problematiche. Cordiali saluti
Alto