1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, mi sono appena iscritta a questo forum e avrei bisogno di qualche chiarimento.

    Ho trovato una casa che mi interesserebbe molto ma parlando con l'agente immobiliare ho scoperto che il capannone di 500mq che si trova sul terreno della casa è per il 40% abusivo.
    In più il tetto del capannone è tutto di amianto.

    Vorrei sapere come comportarmi in caso decidessi di acquistate ugualmente l'immobile.
    Ho letto in altre discussioni qui sul forum che dicevate che una volta acquistato il nuovo proprietario è responsabile degli abusi e ne risponde personalmente... Posso quindi chiedere uno sconto sul prezzo richiesto dal proprietario? Posso chiedere che si occupi lui dello smantellamento dei 500mq di amianto che lo ricoprono? Oppure, dato che l'agente immobiliare diceva che si può demolire e rifare come voglio nella parte regolare, posso chiedere che a spese del proprietario venga demolita la parte abusiva e rimanga solamente quella regolare?


    In più vorrei sapere che permessi servono per:
    - la costruzione di un porticato esterno con colonne attaccato al retro della casa;
    - per la trasformazione di una finestra in porta estena sul retro della casa;
    - per aprire una porta interna fra due stanze;
    - per la trasformazione di un tetto leggermente inclinato in balcone (sotto questo tetto ci sono lavanderia, un bagnetto e una stanza, dimensioni totali del tetto circa 10m di larghezza e 5 di profondità);

    È facile ottenere questi permessi o è più facile che mi vengano negati?

    Grazie mille in anticipo per le vostre risposte e scusate se vi ho fatto tutte queste domande ma è la prima casa che acquisto e vorrei essere sicura di fare le cose per bene senza farmi fregare e senza incorrere in future sanzioni.

    Se dovessero servirvi foto o misure più precise chiedete pure, ho qualche foto dell'esterno e la planimetria della casa.

    Graziiiiiieeeeee
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per quanto riguarda la parte della trattativa puoi chiedere ciò che vuoi; se la casa ti interessa fai un'offerta al venditore in cui specifichi tutto quello che vuoi da lui in cambio del prezzo offerto.
    Ad esempio la tua offerta potrebbe essere:
    Il prezzo offerto è di € xxx.xxx, la presente proposta è subordinata a:
    - rimozione, a sua cura e spese, della copertura in eternit del capannone.
    - Essendo stata informata che parte del capannone retrostante risulta difforme da quanto autorizzato lei provveda, a sua cura e spese, a renderlo conforme al progewtto depositato in Comune; qualora lei ottenga sanatoria per l'intera superficie mi impegno a corrispondere fin d'ora la ulteriore somma di € xx.000 per la maggior superficie acquistata, qualora non sia possibile sanare le difformità lei si impegna a ripristinare lo stato di fatto conformemente a quanto autorizzato, a sua cura e spese.

    Per la parte tecnica è difficile rispondere tramite forum perché il regolamento edilizio è comunale e quindi solo un tecnico del posto o l'ufficio tecncico posso dirti quello che vuoi sapere.

    Ho scritto di getto quindi cogli il senso della risposta e non prenderla alla lettera.
     
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La tua richiesta riguarda le competenze di un tecnico della tua zona. E' l'unico in grado di poterti dare informazioni precise per quanto riguarda le norme urbanistiche del tuo comune. Una raccomandazione particolare per quanto riguarda l'amianto. Lo smaltimento è soggetto a normative non eludibili ed è alquanto costoso. Pretendi lo smaltimento a carico del venditore prima di andare al rogito.
     
  4. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie ad entrambi per le risposte! Cercherò di informarmi il prima possibile da qualche tecnico se le modifiche possono essere fattibili, ma le informazioni me le danno anche se non sono ancora la proprietaria?

    Per lo smaltimento dell'amianto ho letto che è molto costoso, ho dato un'occhiata ad alcuni siti romagnoli che pubblicavano i loro preventivi per la rimozione fatta da loro e lo smaltimento di 500mq la cifra si aggira all'incirca sui 10/15mila euro.... Se poi ci si aggiunge un eventuale sanatoria o la rimozione della parte abusiva, gli oneri di notaio ecc e i lavori da fare all'interno della casa la cifra totale per l'acquisto dell'immobile e del terreno sale notevolmente.

    Questa settimana cercherò di ottenere informazioni più precise possibile dagli enti preposti così potrò incontrare il proprietario con le idee più chiare su cosa chiedere.

    Grazie grazie grazie ad entrambi!
     
  5. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    a che anno risale la costruzione del capannone abusivo?
     
  6. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Le uniche cose che so sono appunto che il 40% del capannone è abusivo, e che la casa è stata ristrutturata nel 1999.


    L'agente immobiliare fra le altre cose non mi ha saputo dire se gli impianti sono stati messi a norma, che cosa è stato modificato nel 1999, quando è stato costruito il capannone e quando è stato ampliato abusivamente, quando è stata costruita la casa. Essendo in campagna poi mi preoccupava molto anche il fatto del collegamento del gas, non vorrei che ci fosse la bombola.... e non mi ha saputo dire nemmeno quello!!!!!
    Avevo preso un appuntamento con l'agente immobiliare specificando che volevo molte informazioni e molto dettagliate sulla casa e sul terreno e che volevo vederla con i miei occhi e invece quando sono arrivata in ufficio alle mie domande non ha saputo rispondere e la casa non me l'ha fatta vedere (ha avuto 7 giorni dopo la mia telefonata per procurarsi tutto il necessario).
    Sicuramente mi ha sottovalutata perchè sono giovane e pensa che non voglia concludere l'affare.... ma non si fa così!!! Se mi avesse dato tutte le informazioni che volevo sarei tornata questa settimana con mio padre a firmare un preliminare!
    Gli avevo già anticipato per telefono che vivo lontana da quella zona e che quindi avrei voluto sapere tutto il possibile in quell'incontro dato che poi per un'altra settimana non sarei potuta tornare fin là, e che se mi avesse dato tutte le informazioni che volevo questo venerdì sarei tornata con mio padre a fare un'offerta o firmare un preliminare e invece.....
    Per come si è comportato ho deciso che la prima volta che vedo il proprietario mi fermerò a parlare direttamente con lui. Io passo di lì solo alla domenica e ho notato che è spesso nella casa, lui sicuramente mi saprà dare più informazioni dato che l'ha costruita lui e ha vissuto lì fino a pochi mesi fa.
     
  7. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ricordati che comunque l'agenzia ha diritto alla provvigione, che poi contratterai.
     
  8. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    per quale motivo ne avrebbe diritto? non ha fatto nulla, non ha saputo rispondere a niente, non mi ha fatto vedere la casa e ovviamente non ho firmato nessun foglio dato che non ha fatto niente che potesse essermi utile se non farmi perdere tempo. In sede legale dubito che abbiano qualcosa a cui aggrapparsi per avere una commissione su un lavoro non svolto e senza prove.... non sa nemmeno come mi chiamo l'agenzia... sbaglio?
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Allora in questo caso potrebbe essere diverso.
    Mi dici che non hai lasciato i tupoi dati anagrafici, non ti hanno informato loro sull'immobile e non te lo hanno vedere?
    Ma allora come ne sei venuto a conoscenza?
     
  10. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    L'agente sa solo il mio nome, sempre se l'ha scritto quando sono uscita, ma non il cognome nè altri dati.

    L'immobile l'ho trovato su un giornale ed era un annuncio di un'altra agenzia diversa da quella con cui ho preso appuntamento.
    Vedendo le foto sul giornale mi sono innamorata immediatamente della casa e ho passato un sabato pomeriggio con la foto in mano girando per tutte le vie di quel quartiere fino a quando dopo due ore e passa l'ho trovata.

    Quando l'ho trovata mi sono accorta che il terreno era molto di più di quello scritto nell'annuncio (c'era scritto 3000mq) e che c'era un capannone enorme dietro alla casa non menzionato.
    Al ritorno a casa allora mi sono messa a girovagare su internet e ho trovato l'annuncio di una seconda agenzia e dalle foto ho visto che era la stessa casa ma nell'annuncio c'era scritto 8000mq e parlava del capannone dietro.
    Volevo allora chiarirmi le idee sulle divergenze dei due annunci che riportavano caratteristiche diverse ma lo stesso prezzo e ho preso un appuntamento con la seconda agenzia, che aveva informazioni più precise, per vedere la casa e per fare domande. Ma l'incontro è andato come ho già raccontato... l'agente immobiliare nella settimana che è passata fra la mia telefonata e l'appuntamento non è riuscito a recuperare più informazioni di quelle che vi ho già dato e non ha fissato l'incontro col venditore alla casa per farmela vedere.
     
  11. Twidy

    Twidy Membro Junior

    Privato Cittadino
    Rieccomi qui con una nuova domanda: il magazzino di cui vi parlavo è di categoria catastale D/8.
    È complicato cambiare la destinazione d'uso dopo averlo demolito (visto che è fatto in amianto e non può rimanere così)???
    Nel caso non si potesse cambiare la destinazione d'uso, che utilizzo dovrei farne??
     
  12. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    la categoria D/8 è: Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni.

    E' necessaria una verifica in Comune per capire cosa prevedono le norme per quella zona e stabilire le eventuali modifiche nella destinazione d'uso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina